La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA Corso di Laurea in Comunicazione interculturale e multimediale Il dialetto nei giovani pavesi: una breve indagine Relatore:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA Corso di Laurea in Comunicazione interculturale e multimediale Il dialetto nei giovani pavesi: una breve indagine Relatore:"— Transcript della presentazione:

1 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA Corso di Laurea in Comunicazione interculturale e multimediale Il dialetto nei giovani pavesi: una breve indagine Relatore: Prof.ssa Marina Chini Tesi di laurea di Silvia Pareschi Anno Accademico

2 Organizzazione dellelaborato Nozioni generali di sociolinguistica. Situazione linguistica italiana. Questionario.

3 Obiettivo Verificare quanto il dialetto sia ancora utilizzato. Focus sul rapporto fra giovani pavesi e dialetto nella quotidianità.

4 Repertorio linguistico Nozione introdotta negli anni 60 da Gumperz. Si definisce come linsieme di varietà di una lingua utilizzate da una certa comunità linguistica. Il repertorio linguistico degli Italiani è formato da: 1) Italiano standard e sue varietà; 2) Dialetti e loro varietà; 3) Lingue di minoranza.

5 Varietà di lingua Si definisce come ogni membro riconoscibile di un repertorio linguistico. Due definizioni: a) Insieme di unità linguistiche con distribuzione sociale simile ( Hudson 1980 ). b) Insieme di tratti linguistici congruenti che concorrono con certi tratti sociali che caratterizzano i parlanti o le situazioni duso ( Berruto 1995 ).

6 Diglossia vs. Dilalia Diglossia: compresenza in un repertorio di due varietà linguistiche. Dilalia: entrambe le varietà impiegate o impiegabili nella conversazione quotidiana e con uno spazio relativamente ampio di sovrapposizione ( Berruto 1993 ). La dilalia definisce in modo soddisfacente, rispetto alla diglossia, la situazione linguistica italiana.

7 Variabili che influiscono sulla lingua parlata Strato sociale: ogni insieme di persone i cui membri occupano allincirca la stessa posizione nella gerarchia sociale ( Berruto 1995 ). Gruppo sociale: caratterizzato da una componente geografica, dalla condivisione dello stesso territorio e da solidarietà al suo interno. La lingua utilizzata è importante perché simbolo di identità di gruppo. Classe generazionale: letà come variabile che influisce sul modo di parlare degli individui

8 Code switching E il passaggio da una lingua allaltra allinterno del medesimo discorso bilingue. Comportamento tipico di una comunità bilingue e perciò applicabile alla situazione linguistica italiana ( passaggio italiano/dialetto e viceversa ).

9 Il quadro italiano Lingue usate in casa Anni Parlano con tutti i familiari in dialetto Parlano con alcuni familiari in dialetto, con altri in italiano Parlano con tutti i familiari in italiano

10 Lingue usate fuori casa Anni Parlano sempre o più spesso in dialetto Parlano sempre o più spesso in italiano Parlano siano in dialetto che in italiano

11 Come parlano gli Italiani Uso del dialetto Zone dellItaliaNord- Ovest Nord- Est CentroSudIsoleTot. Italia Soltanto o prevalentemente in dialetto in famiglia Soltanto o prevalentemente in dialetto con gli amici Soltanto o prevalentemente in dialetto con estranei

12 Come parlano gli Italiani Uso dellitaliano Zone dellItaliaNord- Ovest Nord- Est CentroSudIsoleTot. Italia Soltanto o prevalentemente in Italiano in famiglia Soltanto o prevalentemente in Italiano con gli amici Soltanto o prevalentemente in italiano con estranei

13 Come parlano gli Italiani Uso di dialetto e italiano Zone dellItaliaNord- Ovest Nord- Est CentroSudIsoleTot. Italia Sia in italiano che in dialetto in famiglia Sia in italiano che i dialetto con gli amici Sia in italiano che in dialetto con estranei

14 Il questionario Composto da 14 domande riguardanti il livello di competenza attiva e passiva, orale e scritta del dialetto, se e quando i giovani sentono parlare dialetto nella quotidianità, se hanno un interesse per questa varietà di lingua, se pensano che abbia ancora una funzione e se credono che valga la pena mantenerne vivo luso.

15 Il campione Composto da 10 giovani (5 maschi e 5 femmine). Età compresa fra 20 e 30 anni. Sei studenti ( liceali o universitari ) 4 lavoratori. Tutti i giovani sono residenti a Pavia e originari della zona.

16 I risultati Ambiti duso passivo e attivo del dialetto Uso passivo del dialetto: lambito che ricorre maggiormente è quello familiare seguito dallambito amicale, solo due intervistati citano lambito lavorativo. Nessun intervistato cita lambito scolastico. Uso attivo del dialetto: lambito in cui avviene maggiormente lutilizzo rimane la famiglia seguito dallambito amicale. Un solo intervistato cita lambito lavorativo e nessuno lambito scolastico. Uso passivo vs. uso attivo: a unanalisi di tutte le risposte si ha limpressione che prevale luso passivo rispetto a quello attivo.

17 I risultati Luogo dapprendimento del dialetto Anche in relazione al luogo dapprendimento del dialetto da parte dei giovani lambito citato dalla totalità degli intervistati è quello familiare. Questo fatto testimonia che, come accade per lapprendimento della lingua madre, la famiglia svolge un ruolo determinante.

18 I risultati Motivi dellutilizzo del dialetto La maggioranza degli intervistati pone laccento sulla funzione ludico-espressiva: gli intervistati affermano di parlare dialetto per fare una battuta scherzosa o per citare un modo di dire pavese. Altro motivo dutilizzo è relativo alla necessità di farsi capire meglio ( per es. nelle conversazioni con persone anziane ). Per nessun intervistato il dialetto è la lingua parlata abitualmente.

19 I risultati Giudizio sul dialetto La maggioranza dei giovani intervistati ha una visione positiva del dialetto e afferma che il suo utilizzo non dovrebbe andar perso. Importante per gli intervistati è il legame dialetto- tradizione. Solo un intervistato afferma di non gradire il dialetto.

20 I risultati Insegnamento del dialetto La maggioranza degli intervistati vede positivamente linsegnamento del dialetto; lambito familiare rimane il privilegiato. La scuola, a detta degli intervistati, dovrebbe assumere un ruolo importante per la valorizzazione della tradizione e della cultura pavese.

21 Conclusioni E possibile affermare che i giovani pavesi ancora conoscono e parlano dialetto. La funzione che sembra prevalere è la funzione ludico- espressiva (es. per fare una battuta scherzosa o citare un modo di dire). Il luogo di apprendimento del dialetto è la famiglia. I giovani ne hanno una considerazione positiva e affermano che vale la pena mantenerlo e valorizzarlo in modo anche da mantenere e valorizzare la tradizione pavese


Scaricare ppt "UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA Corso di Laurea in Comunicazione interculturale e multimediale Il dialetto nei giovani pavesi: una breve indagine Relatore:"

Presentazioni simili


Annunci Google