La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La poetica dei Baustelle: un’analisi semiotica

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La poetica dei Baustelle: un’analisi semiotica"— Transcript della presentazione:

1 La poetica dei Baustelle: un’analisi semiotica
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Facoltà di Economia, Giurisprudenza, Ingegneria, Lettere e Filosofia, Scienze Politiche Corso di laurea in Comunicazione Interculturale e Multimediale La poetica dei Baustelle: un’analisi semiotica Relatore: Chiar.mo Prof. Paolo Jachia Correlatore: Chiar.mo Prof. Roberto Vetrugno Tesi di laurea di Davide Pilla Anno accademico: 2008/2009

2 I Baustelle Francesco Bianconi Rachele Bastreghi Claudio Brasini
Da sinistra a destra: Francesco Bianconi Rachele Bastreghi Claudio Brasini

3 Analisi della discografia
2003 – La moda del lento 2000 – Il sussidiario illustrato della giovinezza 2005 – La malavita 2008 – Amen 2010 – I mistici dell’Occidente

4 Trascrizione a fine capitolo
Alla fine di ogni capitolo ho aggiunto i testi della canzoni da me rielaborati, dato che nei canali ufficiali risultano trascritti in maniera approssimativa Canali ufficiali Trascrizione a fine capitolo La lingua sulla cenere Il filtro glielo strappo via La donna mia è una Bis Ed ha il veleno di una Kim Oppure di una Camel Light Da Reclame (La moda del lento) La lingua sulla cenere. L’amore mio si arrotola e non finisce più. Il filtro glielo strappo via, la donna mia è una Bis ed ha il veleno di una Kim oppure di una Camel Light. settembre spesso ad aspettarti e giorni scarni tutti uguali fumavo venti sigarette e groppi in gola e secca sete di te tue cartoline-condoglianze "hello bastardo ci vediamo" l'adolescenza che spedivi sulle mie tenebre incestuose-osé Da Gomma (Sussidiario) Settembre spesso ad aspettarti e giorni scarni tutti uguali, fumavo venti sigarette e groppi in gola e secca sete di te.

5 La canzone dei Baustelle
Presenta coerenza tra i tre codici che costituiscono la canzone in quanto testo sincretico: testo, musica, interpretazione Definisce un universo, un sistema regolato da coerenza interna e ben delineato Le tematiche dei cinque dischi sono riconducibili ad un unico percorso esistenziale: l’adolescenza (Il sussidiario illustrato della giovinezza) la maturazione (La moda del lento) il confronto con la realtà e con il “mal di vivere” (La malavita) la ricerca di una via di salvezza (Amen e I mistici dell’Occidente)

6 La canzone dei Baustelle
Si ispira alla cosiddetta “canzone d’autore” pur innestandosi in un impianto musicale riconducibile alla “musica pop” È ricca di citazioni colte È riconducibile alla letteratura “carnevalizzata” (Bachtin) Procede per giustapposizioni di immagini e predilige la paratassi È ricca di elementi che fanno riferimento alla “cultura popolare”, di massa Lo stile si ispira alle avanguardie del Novecento (Eliot), l’ultima caratteristica in particolare richiama la Pop-art (Warhol): in questo senso la canzone dei Baustelle può essere definita d’avanguardia

7 Una dichiarazione di poetica: Il musichiere 999
Voglio essere Gainsbourg, voglio una Lolita al mou, ay Marieke, mon amour, dammi quello che vuoi tu. Se con gli altri balli il twist, se con gli altri prendi il trip. Dove vado non lo so, quanto male ti farò. Voglio il ciuffo di De André e una bimba come te. Certi giorni penso che voglio odiare, I want to hate, copulare in hit parade, ammazzarmi insieme a te. Forse un giorno morirò, amplificatore Vox, if I die Juliette Greco all'inferno brucerò. Il tabacco di De André e una fica come te. Build the modern chansonnier

8 Charlie fa surf Charlie don’t surf (1997) di Maurizio Cattelan
Vorrei morire a quest’età, vorrei star fermo mentre il mondo va, ho quindici anni. Programmo la mia drum machine e suono la chitarra elettrica: vi spacco il culo. È questione d’equilibrio, non è mica facile. Charlie fa surf, quanta roba si fa: Mdma. Ma ha le mani inchiodate. Se Charlie fa skate, non abbiate pietà, crocifiggetelo. Sfiguratelo in volto con la mazza da golf. Alleluja, alleluja. Mi piace il metal e l’ r’n’b, ho scaricato tonnellate di filmati porno. Vado in chiesa e faccio sport, prendo pastiglie che contengono Paroxetina. Io non voglio crescere, andate a farvi fottere. Charlie fa surf, quanta roba si fa: Mdma. Ma ha le mani inchiodate da un mondo di grandi e di preti, fa skate. Non abbiate pietà. Una mazza da baseball quanto bene gli fa. Alleluja, Alleluja. Dal film Apocalypse Now (1979) di Francis Ford Coppola

9 I videoclip Dal film Bande à part (1964) di Jean-Luc Godard
Dal videoclip di Un romantico a Milano (2006) di Lorenzo Vignolo Dal videoclip de Gli spietati (2010) di Daniele Persica

10 Grazie a tutti!


Scaricare ppt "La poetica dei Baustelle: un’analisi semiotica"

Presentazioni simili


Annunci Google