La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La crisi del Darfur nellobiettivo del fotogiornalista: ordinarie storie di diritti umani violati Università degli Studi di Pavia Corso di Laurea Interfacoltà

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La crisi del Darfur nellobiettivo del fotogiornalista: ordinarie storie di diritti umani violati Università degli Studi di Pavia Corso di Laurea Interfacoltà"— Transcript della presentazione:

1 La crisi del Darfur nellobiettivo del fotogiornalista: ordinarie storie di diritti umani violati Università degli Studi di Pavia Corso di Laurea Interfacoltà in Comunicazione Interculturale e Multimediale ANNO ACCADEMICO 2009/2010 Relatore: Chiar.mo Prof. Giampaolo Azzoni Correlatore: Chiar.mo Prof. Marco Dotti Tesi di laurea di Alessandra Perotti

2

3

4

5

6

7

8

9

10 FOTOGIORNALISMO I principi del fotogiornalismo sono gli stessi del giornalismo: le 5 W. Queste stesse linee guida possono raccontare la sua storia. WHAT: giornalismo delle immagini. La fotografia diventa NOTIZIA e non ha bisogno di parole per raccontare un singolo evento.

11 WHEN Primi esempi emergono nel Regno Unito durante la guerra di Crimea, tra il 1853 e il I conflitto mondiale: limmagine diventa FATTO, documento certo della realtà. Tra le due guerre mondiali: immagine come propaganda dei regimi VS problema della censura. Rischio di manipolazione e strumentalizzazione. Anni cinquanta: reazione alla censura e focus sullindipendenza dei fotografi. FOTOGIORNALISMO: primi passi

12 FOTOGIORNALISMO: i protagonisti Roger Fenton Guerra di Crimea Margareth Bourke-White Life Henri Cartier Bresson Carpe Diem Robert Capa Fotografia di guerra Weegee Paparazzi Robert Frank The Americans Josef Koudelka Reportage sociale Eddie Adams Vietnam John Filo Studenti e pacifisti HO HAT HERE W

13 FOTOGIORNALISMO: le ragioni WHY La fotografia non inganna; essa corrisponde senza dubbio al vero, è un ottimo testimone, l unico cui si può credere, Anonimo, Ho capito all'improvviso che la fotografia poteva fissare l'eternità in un attimo, Henri Cartier Bresson. To see life; to see the world; to eyewitness great events; to watch the faces of the poor and the gestures of the proud; to see strange things machines, armies, multitudes, shadows in the jungle and on the moon; to see man's work his paintings, towers and discoveries; to see things thousands of miles away, things hidden behind walls and within rooms, things dangerous to come to; the women men love and many children; to see and to take pleasure in seeing; to see and be amazed; to see and be instructed, Henry Luce.

14 SUDAN & DARFUR Una lunga storia di guerre Divide et impera del dominio inglese Le due guerre civili Il problema delle risorse: Arabi e Africani, nomadi e sedentari Interessi di paesi stranieri DARFUR: 25 febbraio 2003 Khartoum e i janjawid Gruppi ribelli DLF/SLA e JEM VS

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24 FOTOREPORTER IN DARFUR I protagonisti Jan Grarup Ron Haviv Kadir Van Lohuizen Pep Bonet

25 IDP CAMPS Jan Grarup Kadir Van LohuizenPep Bonet Kadir Van Lohuizen

26 RISORSE Jan Grarup Kadir Van Lohuizen Pep Bonet Ron Haviv

27 MILIZIE E VIOLENZA Jan Grarup Kadir Van Lohuizen Jan Grarup

28 CONCLUSIONI Il fotogiornalista racconta le storie di chi non potrebbe essere ascoltato: parte attiva della scena e difficoltà del lavoro non è impassibile di fronte agli eventi: empatia Fare reportage significa approfondire gli eventi, non darne un quadro superficiale: Noor s mission is to contribute to a growing understanding of the world by producing independent in-depth visual reports, Noor Images

29 CONCLUSIONI La fotografia non è solo documentazione ma anche denuncia: After 94, after Rwanda, everybody said never again. And it's going on right now. It's been going on for three years, and we're still not doing anything about it. Relief workers who are going there, media people who are going there, politicians who are going there are shouting and screaming for people to get involved, for the governments to get involved, and nothing happens. And that is very, very shameful, Jan Grarup Why are we doing this if nothing changes? Pep Bonet

30 Grazie.


Scaricare ppt "La crisi del Darfur nellobiettivo del fotogiornalista: ordinarie storie di diritti umani violati Università degli Studi di Pavia Corso di Laurea Interfacoltà"

Presentazioni simili


Annunci Google