La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prof. A. Capra1 Corsi di laurea di I livello: Scienze e tecnologie agrarie Gestione tecnica del territorio agroforestale e sviluppo rurale Moto nelle condotte.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prof. A. Capra1 Corsi di laurea di I livello: Scienze e tecnologie agrarie Gestione tecnica del territorio agroforestale e sviluppo rurale Moto nelle condotte."— Transcript della presentazione:

1 prof. A. Capra1 Corsi di laurea di I livello: Scienze e tecnologie agrarie Gestione tecnica del territorio agroforestale e sviluppo rurale Moto nelle condotte in pressione Applicazioni a casi pratici Materia: Idraulica agraria (6 CFU) docente: prof. Antonina Capra a.a

2 prof. A. Capra2 Problemi di verifica e problemi di progetto Verifica Il sistema esiste e sono note le sue caratteristiche Occorre determinare alcuni parametri di funzionamento Es. 1. Una condotta di cui si conoscono le caratteristiche geometriche (D, L) ed il carico disponibile H; Si vuole determinare la portata Q 2. Una condotta di cui si conoscono D, L, Q e H iniziale Si vuole determinare il carico finale H finale (=H ini -Y) Progetto Il sistema è in fase di progettazione Occorre procedere al dimensionamento idraulico Es. 1.Si vuole realizzare una condotta per trasportare una certa Q da una altezza geometrica z 1 ad una altezza z 2 ; Occorre determinare il diametro D 2. Si vuole realizzare un impianto irriguo per distribuire una portata Q ad un certo appezzamento di terreno Occorre determinare i diametri D del sistema di condotte necessarie ed eventualmente le caratteristiche della pompa se necessaria

3 prof. A. Capra3 Condotte lunghe e condotte corte Condotte lunghe Si trascurano le perdite di carico localizzate poiché molto piccole rispetto a quelle distribuite condotte con L>2000*D (unità di misura omogenee) In tali condotte le pdc distribuite sono di solito dellordine dei m, mentre quelle localizzate sono dellordine dei cm Es. 1 per V= 1 m/s =1 = *V 2 /2g= 1/(2*9.81)~1/20 ~0.05 m ~ 5 cm Es. 2 Una condotta lunga 250 m e con D = 110 mm 200>2000* >220 Condotte corte Le pdc localizzate sono dello stesso ordine di grandezza di quelle distribuite, o addirittura superiori, quindi non sono trascurabili

4 prof. A. Capra4 Condotte a gravità e condotte con sollevamento Condotte a gravità Lenergia disponibile per essere dissipata è di tipo naturale Es. vasca posta a quota altimetrica (H m ) superiore a quella dellappezzamento da irrigare (H v ), quindi lenergia disponibile è data da: Y=H m -H v Condotte con sollevamento Non si dispone di energia in quantità sufficiente, quindi lenergia deve essere fornita artificialmente attraverso una pompa Es.1 sollevamento dellacqua da un pozzo con livello idrico inferiore al piano di campagna Es. 2 messa in pressione dellacqua proveniente da una vasca e immessa in un impianto di irrigazione

5 prof. A. Capra5 Sistemi semplici e sistemi complessi Sistemi semplici Es. condotte con un unico sbocco finale (condotte di adduzione di un impianto di irrigazione) Sistemi complessi Es. condotte con uscite intermedie lungo il percorso (condotte di distribuzione di un impianto di irrigazione)


Scaricare ppt "Prof. A. Capra1 Corsi di laurea di I livello: Scienze e tecnologie agrarie Gestione tecnica del territorio agroforestale e sviluppo rurale Moto nelle condotte."

Presentazioni simili


Annunci Google