La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Identità e responsabilità professionale Rosaria Raffaelli Tamara Procopio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Identità e responsabilità professionale Rosaria Raffaelli Tamara Procopio."— Transcript della presentazione:

1

2 Identità e responsabilità professionale Rosaria Raffaelli Tamara Procopio

3 IL CONCETTO DI PROFESSIONE Definizione di PROFESSIONE comparsa per la prima volta Occupazione in cui la conoscenza professata in qualche settore della cultura o delle scienze è utilizzata nella sua applicazione ai problemi altrui o nellesercizio di unarte basata su di essa Oxford English Dictionary, 1541

4 Identificare le cure infermieristiche significa interrogarsi su ciò che le caratterizza, su ciò che fonda la loro identità.

5 Identità Professionale: elementi costitutivi Profilo professionale (DM 739/1994) Percorso formativo: base e post base (DM 509/99) Codice deontologico Gli elementi costitutivi sono evidenziati da un lungo ed articolato percorso legislativo il quale definisce inoltre: ruolo nelle organizzazioni sanitarie responsabilità professionale

6 L 43 /2006 (coordin) L 69 (defibrill) DM270 (atenei) RD 2330/1929 DPR 775/1965 (DAI) L 124/1971 (maschi) L 795/1973 (Strasburgo) L 243/1980 (inf. generici) L (equipoll) DI (Classi di laurea) L 251 /2000 (dirigenza) L 42 /99 mansionario DM739 (profilo ) DM509 (atenei) IL PERCORSO LEGISLATIVO PER LA PROFESSIONE INFERMIERISTICA

7 Identità Professionale: elementi costitutivi Profilo professionale (DM 739/1994) Percorso formativo: base e post base (DM 509/99) Codice deontologico Gli elementi costitutivi sono evidenziati da un lungo ed articolato percorso legislativo il quale definisce inoltre: ruolo nelle organizzazioni sanitarie responsabilità professionale

8 -Art.1 – Primo comma E individuata la figura dellinfermiere con il seguente profilo: lINFERMIERE è loperatore sanitario che, in possesso del DIPLOMA ABILITANTE e dellISCRIZIONE allALBO PROFESSIONALE, è RESPONSABILE dellASSISTENZA INFERMIERISTICA. Secondo comma preventiva, curativa, palliativa e riabilitativadi natura tecnica, relazionale, educativa prevenzione delle malattie, lassistenza ai malati e dei disabili di tutte le età e leducazione sanitaria Lassistenza infermieristica preventiva, curativa, palliativa e riabilitativa è di natura tecnica, relazionale, educativa. Le principali funzioni sono la prevenzione delle malattie, lassistenza ai malati e dei disabili di tutte le età e leducazione sanitaria Decreto ministeriale 14 settembre 1994, n. 739 Regolamento concernente lindividuazione della figura e del relativo profilo professionale dellinfermiere

9 LAssistenza Infermieristica è di natura: tecnica relazionale educativa D.M. 739/94 Regolamento concernente lindividuazione della figura e relativo profilo professionale dellInfermiere

10 Identità Professionale: elementi costitutivi Profilo professionale (DM 739/1994) Percorso formativo: base e post base (DM 509/99) Codice deontologico Gli elementi costitutivi sono evidenziati da un lungo ed articolato percorso legislativo il quale definisce inoltre: ruolo nelle organizzazioni sanitarie responsabilità professionale

11 corsi di studiotitoli accademiciCFUanni 1° ciclo Corso di Laurea – CLLaurea-L ° ciclo Corso di Laurea Magistrale-CLMLaurea Magistrale-LM1202 Corso di Specializzazione di 1° livello-CS1 Diploma di Specializzazione di 1° livello -DS Corso di Master Universitario di 1° livello-CMU1 Master Universitario di 1° livello -MU ° ciclo Corso di Dottorato di Ricerca- CDRDottorato di Ricerca-DR 3+ Corso di Specializzazione di 2° livello-CS2 Diploma di Specializzazione di 2° livello-DS Corso di Master Universitario di 2° livello-CMU2 Master Universitario di 2° livello -MU Percorso formativo EVOLUZIONE NORMATIVA RECENTE (DM 509/99)

12 Formazione infermieristica DM 509/99 : Formazione infermieristica MASTER 2° LIVELLO (60 CFU) DOTTORATO DI RICERCA (180 CFU) LAUREA SPECIALISTICA (120 CFU) MASTER 1° LIVELLO (60 CFU) LAUREA IN INFERMIERISTICA (180 CFU) Formazione avanzata Formazione base

13 Identità Professionale: elementi costitutivi Profilo professionale (DM 739/1994) Percorso formativo: base e post base (DM 509/99) Codice deontologico Gli elementi costitutivi sono evidenziati da un lungo ed articolato percorso legislativo il quale definisce inoltre: ruolo nelle organizzazioni sanitarie: infermiere, coordinatore, DS Professional responsabilità professionale

14 Identità Professionale: elementi costitutivi DS PROFESSIONAL Il valore aggiunto della competenza avanzata specialistica Selezione interna fine professionisti (infermieri ed ostetrici) miglioramento dellassistenza infermieristica ed ostetrica attraverso linserimento nellorganizzazione di competenze e funzioni clinico assistenziali e tecnico professionali specifiche

15 Identità Professionale: elementi costitutivi Profilo professionale (DM 739/1994) Percorso formativo: base e post base (DM 509/99) Codice deontologico Gli elementi costitutivi sono evidenziati da un lungo ed articolato percorso legislativo il quale definisce inoltre: ruolo nelle organizzazioni sanitarie responsabilità professionale

16 LEGGE 26 febbraio 1999, n. 42 Disposizioni in materia di Professioni Sanitarie LEGGE 10 agosto 2000, n. 251 Disciplina delle professioni Sanitarie Infermieristiche, Tecniche della Riabilitazione, della prevenzione nonché della professione Ostetrica RESPONSABILITA PROFESSIONALE: RESPONSABILITA PROFESSIONALE

17 DEONTOLOGIA Insieme di regole di autodisciplina e di comportamento autodeterminate da un gruppo professionale, alla luce dei valori della professione stessa. (J.Bentham 1834) Ieri DOVERI AUTODEFINITI da una professione che scaturiscono dai valori della professione stessa Oggi RESPONSABILITA e IMPEGNI DEL PROFESSIONISTA che scaturiscono dai valori della professione stessa.

18 RESPONSABILITA Il CODICE DEONTOLOGICO è il manifesto degli impegni dellinfermiere, indica i modelli di comportamento che linfermiere si impegna a realizzare. Il Codice Deontologico è il decalogo delle responsabilità che scaturiscono dai valori stessi della professione.

19 CODICE DEONTOLOGICO linfermiere è il professionista sanitario responsabile dellassistenza infermieristica ART.1 : linfermiere è il professionista sanitario responsabile dellassistenza infermieristica lassistenza infermieristica è servizio alla persona, alla famiglia e alla collettività. Si realizza attraverso interventi specifici, autonomi e complementari di natura intellettuale, tecnico- scientifica, gestionale, relazionale ed educativa ART.2 : lassistenza infermieristica è servizio alla persona, alla famiglia e alla collettività. Si realizza attraverso interventi specifici, autonomi e complementari di natura intellettuale, tecnico- scientifica, gestionale, relazionale ed educativa. CODICE DEONTOLOGICO

20 Il capo IV (art.19 – 40) riguarda la responsabilità dellinfermiere negli aspetti applicativi specifici della relazione con la persona. ascoltainformacoinvolge lassistito e valuta con lui i bisogni assistenziali art. 20: linfermiere ascolta, informa, coinvolge lassistito e valuta con lui i bisogni assistenziali, anche al fine di esplicitare il livello di assistenza garantito e facilitarlo nellesprimere le proprie scelte. Codice Deontologico: Ambito relazionale

21 La comunicazione nel Codice Deontologico Articolo 24 L'infermiere aiuta e sostiene lassistito nelle scelte, fornendo informazioni di natura assistenziale in relazione ai progetti diagnostico-terapeutici e adeguando la comunicazione alla sua capacità di comprendere.

22 Evoluzione dello stile di comunicazione da biomedico a biopsicosociale. Lo stile biopsicosociale attua un approccio centrato sullassistito, sono presi in considerazione gli aspetti emozionali e sociali, ed è richiesta la partecipazione attiva al processo di cura, promovendo lespressione della persona ed il coinvolgimento della famiglia. CODICE DEONTOLOGICO

23 La comunicazione è lo strumento per garantire al paziente il necessario diritto allinformazione e ad una consapevole libertà di scelta oppure, differentemente, per ravvisare nel paziente lopposta volontà di non sapere e improntare il proprio comportamento al rispetto di tale esigenza.

24 Patto Infermiere Cittadino: 12 Maggio 1996 Inquadramento dellassistenza in una dimensione sociale più ampia dei limiti delle sole strutture sanitarie, proponendo un contratto tra infermiere e cittadino.

25 PRESENTARMI PRESENTARMI al nostro primo incontro, spiegarti chi sono e cosa posso fare per te. SAPERE SAPERE chi sei, riconoscerti, chiamarti per nome e cognome. FARMI RICONOSCERE FARMI RICONOSCERE attraverso la divisa e il cartellino di riconoscimento. DARTI RISPOSTE DARTI RISPOSTE chiare e comprensibili o indirizzarti alle persone e agli organi competenti. FORNIRTI INFORMAZIONI FORNIRTI INFORMAZIONI utili a rendere più agevole il tuo contatto con linsieme dei servizi sanitari. GARANTIRTI GARANTIRTI le migliori condizioni igieniche e ambientali. FAVORIRTI FAVORIRTI nel mantenere le tue relazioni sociali e familiari. RISPETTARE RISPETTARE il tuo tempo e le tue abitudini. AIUTARTI AIUTARTI ad affrontare in modo equilibrato e dignitoso la tua giornata supportandoti nei gesti quotidiani di mangiare, lavarsi, muoversi, dormire, quando non sei in grado di farlo da solo. INDIVIDUARE INDIVIDUARE i tuoi bisogni di assistenza, condividerli con te, proporti le possibili soluzioni, operare insieme per risolvere i problemi. INSEGNARTI INSEGNARTI quali sono i comportamenti più adeguati per ottimizzare il tuo stato di salute nel rispetto delle tue scelte e stile di vita. GARANTIRTI GARANTIRTI competenza, abilità e umanità nello svolgimento delle tue prestazioni assistenziali. RISPETTARE RISPETTARE la tua dignità, le tue insicurezze e garantirti la riservatezza. ASCOLTARTI ASCOLTARTI con attenzione e disponibilità quando hai bisogno. STARTI VICINO STARTI VICINO quando soffri, quando hai paura, quando la medicina e la tecnica non bastano. PROMUOVERE PROMUOVERE e partecipare ad iniziative atte a migliorare le risposte assistenziali infermieristiche allinterno dellorganizzazione. SEGNALARE SEGNALARE agli organi e figure competenti le situazioni che ti possono causare danni e disagi. PATTO INFERMIERE CITTADINO Io infermiere mi impegno nei tuoi confronti a:

26 Lidentità professionale si fonda su due poli: Due componenti antagoniste ma complementari: -una di permanenza, di continuità -una che non esclude il cambiamento continuo, la modificazione permanente …. Lidentità si costruisce attraverso il cambiamento

27 ….. costruire lidentità attraverso la consapevolezza di come essere professionista nelle organizzazioni sanitarie delle proprie caratteristiche distintive: ruolo dellambito relazionale nella professione infermieristica La consapevolezza dellidentità permette di relazionarsi rispetto alla persona in modo da migliorare la propria immagine nei confronti del cittadino

28 Conclusioni Sforzarsi di trovare unidentità alle cure infermieristiche per renderle identificabili, non identiche, significa accettare di riconoscere ad esse delle caratteristiche permanenti che dovranno essere adattate a situazioni mutevoli.


Scaricare ppt "Identità e responsabilità professionale Rosaria Raffaelli Tamara Procopio."

Presentazioni simili


Annunci Google