La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università degli studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria – sede di Modena Corso di Laurea in Ingegneria Informatica – Nuovo Ordinamento Relatore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università degli studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria – sede di Modena Corso di Laurea in Ingegneria Informatica – Nuovo Ordinamento Relatore."— Transcript della presentazione:

1 Università degli studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria – sede di Modena Corso di Laurea in Ingegneria Informatica – Nuovo Ordinamento Relatore Chiar.ma Prof. Sonia Bergamaschi Correlatore Chiar.mo Ing. Maurizio Vincini Tesi di Laurea di Francesca Tartaglione Re-engineering del wrapper XML Schema per il sistema MOMIS Anno Accademico

2 Sommario Il sistema MOMIS I linguaggi di riferimento Wrapper XML Schema Re-engineering del wrapper Validazione sul caso di studio THALIA Attività progettuale svolta presso il Dipartimento di Ingegneria dellInformazione

3 Il sistema MOMIS MO Mediator envirOnment for M I S Multiple Information Sources

4 Linguaggio di partenza: XML Schema Sviluppato dal W3C Rappresentato interamente in XML 1.0 Descrive la grammatica per un linguaggio di markup basato su XML Set di componenti (definizioni di tipi, dichiarazioni di elementi) usati per validare gli oggetti che compongono un documento XML Fa uso di namespace

5 Linguaggio di arrivo: ODL I 3 Definito dal DB Group come estensione del linguaggio standard ODL (Object Definition Language) in accordo con le indicazioni del programma I³ (Intelligent Information Integration) Progettato per descrivere ed integrare un insieme di sorgenti eterogenee ODL I³ = ODL + I³

6 Wrapper XML Schema Progettato ed implementato da R. Rasi Consente la traduzione di documenti in formato XML Schema nel formato ODL I 3 Regole di traduzione per ogni componente XML Schema Presenza di problemi Fase di re-engineering

7 Re-engineering: gestione di element globali

8 Re-engineering: gestione di element globali

9 Re-engineering: troncamento dei livelli di nesting Obiettivo: ottimizzare la traduzione Eliminazione dellinterfaccia creata dalla traduzione di un elemento globale a contenuto complesso Modifica ai tag assegnati alle interfacce e agli attributi di un Model Group: _sequence_i _choice_i

10 Re-engineering: gestione del Model Group choice Mancata corrispondenza tra le regole ideate e la traduzione effettuata

11 Re-engineering: gestione del Model Group choice Traduzione con regola precedente interface ${UNIONE} { attribute UNIONE_choice_1 ${UNIONE_choice_1}; } interface ${UNIONE_choice_1} { attribute string ${UNO}; attribute string ${DUE}; attribute string ${TRE}; }; Traduzione con nuova regola interface ${UNIONE_choice_1} { attribute string ${UNO}; union attribute string ${DUE}; union attribute string ${TRE}; };

12 Validazione su caso di studio: il benchmark THALIA THALIA: benchmark pubblico e disponibile per sistemi di integrazione di informazione Fornisce oltre 40 fonti scaricabili Scopo: classificazione sistematica dei differenti tipi di eterogeneità sintattiche e semantiche Uso del wrapper re-engineered per la traduzione di 10 Target schema in XML Schema nei rispettivi Challenge schema in ODL I 3 per ottenere una validazione del lavoro svolto

13 Esempio: file asu.xsd Target schema: Challenge schema:

14 Conclusioni Analisi dei due linguaggi di riferimento e delle regole di traduzione ideate da R. Rasi Fase di re-engineering che ha consentito al wrapper di funzionare in maniera corretta ed ottimizzata rispetto alla versione precedente Validazione delle modifiche apportate attraverso il caso di studio THALIA

15 Re-engineering del wrapper XML Schema per il sistema MOMIS


Scaricare ppt "Università degli studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria – sede di Modena Corso di Laurea in Ingegneria Informatica – Nuovo Ordinamento Relatore."

Presentazioni simili


Annunci Google