La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Presentazione del Progetto Sistemi Informativi Avanzati Anno Accademico 2013/2014 Corso di Laurea Magistrale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Presentazione del Progetto Sistemi Informativi Avanzati Anno Accademico 2013/2014 Corso di Laurea Magistrale."— Transcript della presentazione:

1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Presentazione del Progetto Sistemi Informativi Avanzati Anno Accademico 2013/2014 Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale Reggio Emilia, 23 ottobre 2013

2 Sistemi Informativi Avanzati A.A Project Work – ambito di valutazione Viene richiesta la formazione di n gruppi di 2/3 persone che avranno il compito di presentare i seguenti deliverable facenti parte della valutazione: Modello Concettuale e Modello Logico: rappresentazione concettuale e logica del dominio applicativo – almeno 2 fatti e 4 dimensioni. (PPT o Word) ETL e DM: script SQL di popolamento del DM e DM implementato. (file.sql e db SQL). Reporting: modello multidimensionale implementato sugli Universi Business Objects e 2 Report significativi. (1 Universo e 2 Report DeskI). Presentazione del progetto (PPT) L'esame orale consiste in due parti, entrambe obbligatorie: Discussione comune sul progetto realizzato Discussione ed orale singolo (di ciascun componente del gruppo) 2

3 Sistemi Informativi Avanzati A.A Registrazione gruppi Ciascuno studente si registra entro il 30/10 attraverso linvio di una all'indirizzo con in copia 1.Oggetto: Registrazione gruppi 2.Contenuto (organizzato in una tabella con una riga per ogni membro del gruppo): – Nome, Cognome, Matricola, Cellulare, , Facoltà Triennale di provenienza, Materia Tesi Laurea Triennale, Nome del Gruppo di Progetto 3.L deve essere inviata dal referente di ogni gruppo. 3

4 Sistemi Informativi Avanzati A.A FASE 1: scelta della sorgente dati Il candidato può usare una propria sorgente dati oppure può usare una delle sorgenti dati fornite e descritte nel seguito. Nel caso in cui il candidato utilizzi una propria sorgente dati può facoltativamente prendere in considerazione anche la fase di integrazione ovvero partire da due o più sorgenti dati ed effettuarne l'integrazione e la riconciliazione. Dopo la scelta della sorgente dati il candidato può effettuare la progettazione del DataMart DB "NEWPUBS" (backup del DB) Deriva dal DataBase Pubs distribuito con SQL Server modificato ed esteso con ulteriori tabelle. NEWPUBS e' un RDB operazionale gia' riempito con istanze significative. Schema del DB ed Indicazioni per il progetto backup del DB Schema del DB ed Indicazioni per il progetto DB "DB Assets Maintenance" (backup del DB) Deriva dal DB distribuito come esempio in SQL SERVER 2005/2008 e disponibile sul sito della Microsoft. Del DB Assets Maintenance e' fornito solo lo schema e quindi occorre generare opportunamente i dati attraverso il tool Advanced Data Generator Schema del DB ed Indicazioni per il progetto backup del DBdisponibileAdvanced Data Generator Schema del DB ed Indicazioni per il progetto DB "DB Oracle" (backup del DB) E' il DB d'esempio utilizzato nell'ambiente OLAP di ORACLE. Al DataBase Originale, scaricabile dal sito ORACLE, sono state aggiunte le tabelle EMPLOYEE, REPAIRS e REPAIRS_EMPLOYEES, per rappesentare le riparazioni associate alle vendite, riparazioni realizzate dagli impiegati. Schema del DB ed Indicazioni per il progetto backup del DB Schema del DB ed Indicazioni per il progetto 4

5 Sistemi Informativi Avanzati A.A FASE 2: Progettazione concettuale del Data Mart Scopo di questa fase è identificare i fatti di interesse ritenuti più interessanti ed effettuare la progettazione concettuale tramite i relativi schemi di fatto. Tale fase progettuale deve contenere un minimo di discussione sulle analisi che si vogliono condurre sui dati, sui relativi fatti di interesse scelti, sulle dimensioni (e quindi sul livello di granularità da adottare) e sulle misure. La progettazione concettuale parte dal DataBase operazionale riconciliato e quindi dallo schema relazionale di tale DataBase; è necessario riportare lo schema E/R relativo a tale schema relazionale. Documentare la progettazione concettuale con una breve descrizione per le scelte effettuate, limitatamente ai punti più importanti. 5

6 Sistemi Informativi Avanzati A.A FASE 3: Progettazione logica del Data Mart La fase di progettazione logica deve essere condotta con quanto analizzato durante il corso. Tale fase di progettazione deve produrre lo schema del DataMart (star schema e/o snowflake schema) che verrà implementato su SQL Server. 6

7 Sistemi Informativi Avanzati A.A FASE 4: Progettazione dell'alimentazione del DM La fase di progettazione dell'alimentazione del DM deve portare alla realizzazione delle query che consentano l'estrazione statica dei dati dal DB transazionale. Un esempio verrà eseguito durante le esercitazioni 7

8 Sistemi Informativi Avanzati A.A FASE 5: Implementazione delluniverso Il DM realizzato nella fase precedente verrà importato in BusinessObject creando luniverso corrispondente ed alimentandolo. Un esempio verrà visto nelle esercitazioni. 8

9 Sistemi Informativi Avanzati A.A FASE 6: Progettazione e realizzazione del Reporting Infine verranno creati 2 report su BusinessObject che riguardino i fatti e le dimensioni modellate negli step precedenti. 9

10 Sistemi Informativi Avanzati A.A Pianificazione 10 Registrazione dei gruppi: entro mercoledì 30/10/2013 Feedback modello Concettuale e Logico mercoledì 20/11/2013 Consegna da parte degli studenti entro sabato 16/11 Feedback ETL e DM mercoledì 04/12/2013 Consegna da parte degli studenti entro sabato 30/11 Feedback Reporting lunedì 16/12/2013 Consegna da parte degli studenti entro sabato 14/12 Presentazione Finale Project Work: PPT e Report (Esame orale) Preappello: giovedì 19/12/2013 Le lezioni in laboratorio intermedie serviranno per: le esercitazioni e la supervisione sul Project Work Chi non rispetta queste firm deadline oppure presenta degli elaborati insufficienti che richiedono modifiche significative farà l'esame con l'anno nuovo

11 Sistemi Informativi Avanzati A.A ORALE INDIVIDUALE L'obiettivo dell'ORALE INDIVIDUALE è quello di valutare la preparazione dello studente su tutti gli argomenti del corso, prendendo come riferimento il caso del progetto realizzato. Lesito dellorale individuale potrà produrre una differenziazione del voto finale tra i vari componenti del gruppo di progetto. Ad esempio, con riferimento alla tesina svolta Modificare lo Schema di FAtto Dettagli Ordini Acquisto di pagina 41: 1.considerando la FD: FORNITORE --> ID_DIPENDENTE 2.considerando la FD: MODELLO,CATEGORIA --> CLASSE 3.eliminando tutte le dimensioni temporali ad eccezione di DataConsegna 4.innestando PRODOTTO ed aggiungendo una misura NUMERO_PRODOTTI = COUNT(DISTINCT PRODOTTO) Modificare lo schema logico sulla base delle modifiche precedenti Individuare le modifiche da effettuare sulle viste dell'ETL Individuare le modifiche da effettuare nel Reporting derivanti dalle modifiche dei punti precedentiInfine verranno creati 2 report su BusinessObject che riguardino i fatti e le dimensioni modellate negli step precedenti. 11


Scaricare ppt "UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Presentazione del Progetto Sistemi Informativi Avanzati Anno Accademico 2013/2014 Corso di Laurea Magistrale."

Presentazioni simili


Annunci Google