La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Portfolio servizi CNIPA, 6 febbraio 2009. 2 Portale CST E-Procurement Servizi Territoriali Videoconferenza PEC e Firma Digitale Agenda.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Portfolio servizi CNIPA, 6 febbraio 2009. 2 Portale CST E-Procurement Servizi Territoriali Videoconferenza PEC e Firma Digitale Agenda."— Transcript della presentazione:

1 Portfolio servizi CNIPA, 6 febbraio 2009

2 2 Portale CST E-Procurement Servizi Territoriali Videoconferenza PEC e Firma Digitale Agenda

3 3 Portale CST DESCRIZIONE DEL SERVIZIO ASSUNZIONI Il portale CST sarà realizzato al fine di garantire, a tutti gli utenti, un unico punto di accesso ai servizi erogati dai singoli CST. Il Portale CST sarà sviluppato allinterno dellinfrastruttura della PTI (Piattaforma Telematica Integrata) della Regione Siciliana a partire dal quale sarà garantito lacceso alle 9 sezioni, ciascuna dedicata ad uno specifico CST. PUNTI DI ATTENZIONE N/A BENEFICI -Immediata individuazione del CST di pertinenza. -Facilità di accesso ai servizi ed alle informazioni del CST stesso. -Standardizzazione grafica e dei contenuti per tutte le sezioni dei CST. -Gestione autonoma e user-friendly dei contenuti delle sezioni dei CST. E prevista lintegrazione/riuso delle seguenti componenti del portale della PTI: -PIR (Single Sign On) -Specifiche/standard grafici (standard già definiti: colori, caratteri, stili, etc.). -Content Management System (CMS).

4 4 Schema del Portale CST Portale CST Informazioni sulliniziativa CST. (Link diretti alle sezioni dedicate a ciascun CST) Archimede Comuntec Corona degli Erei Hyblae Innovazione e Sviluppo Messenia Monterraneo ProvCT Taormina Etna Comune/Ente (Link diretti al CST cui il Comune/Ente aderisce) Acate Aci Bonaccorsi Aci Castello Adrano Aidone Alcara Li Fusi etc. Portale CST Archimede News del CST. CST Presentazione Storia e contesto normativo Modello organizzativo Enti aderenti Come aderire SERVIZI Servizi territoriali e-Procurement Videoconferenza etc. ACCESSO RISERVATO

5 5 e-Procurement DESCRIZIONE DEL SERVIZIO Il servizio prevede il riuso del sistema di e-Procurement (SAE), della Regione Siciliana, allo scopo di gestire in modo uniforme ed unificato le procedure di acquisto in modalità telematica. E prevista ladozione di un unico Albo Fornitori e di un unico Catalogo Merceologico per tutti i CST, e delle seguenti componenti: -MercatoPA: gestione delle principali procedure telematiche di acquisto sotto soglia comunitaria; -LinkAcquisti: gestione di tutte le fasi delle Gare Telematiche; -Gestioni comuni: gestione unitaria della profilazione degli utenti, dellAlbo dei Fornitori, del Catalogo Merceologico e della Reportistica. ASSUNZIONI -È ritenuto completamente valido il flusso di processo definito dal Codice De Lise. -Individuazione da parte dell'Amministrazione di un CST Gestore per la gestione del catalogo merceologico e dellalbo dei fornitori. -Modifica dell'applicativo per l'introduzione delle gare in forma consorziata e delle convenzioni. -Non prevista alcuna altra modifica allapplicativo ad eccezione di quelle al punto precedente e di piccoli interventi di tuning del sistema. -Le attività di pubblicazione dei bandi sulla GUCE, GURS,… rimangono in carico alla PA appaltante. BENEFICI -Razionalizzazione e gestione della spesa. -Sviluppo delleconomia territoriale garantendo la massima trasparenza verso gli utenti finali. -Semplificazione delle attività e la riduzione dei tempi di accesso al mercato. -Condivisione dellimpostazione del servizio con i CST (1) -Individuazione del CST Gestore. -Definire i processi di comunicazione tra i CST ed il CST Gestore per laggiornamento delle informazioni condivise (albo fornitori e catalogo merceologico). PUNTI DI ATTENZIONE (1) Adozione di un unico Catalogo merceologico e albo fornitori

6 6 Organigramma Operativo – e-Procurement Allinterno del Sistema, ciascun utente ricopre uno o più ruoli operativi e, pertanto, gli sono associati uno o più profili sulla base dellorganigramma in figura. Legenda Mercato Elettronico Gare Telematiche Punto Ordinante Complesso Punto Ordinante Semplice Ente Ordinante Amministratore del Catalogo Amministrazione Fornitori di beni e/o servizi Gestione Acquisti Telematici Gestione del Catalogo Merceologico Distribuiti sui CST Distribuiti sul territorio Nazionale ed Estero Fornitore di beni e/o servizi Fornitore Procuratore Fornitore Semplice Fornitore Gestore del Catalogo Fornitore Amministratore Commissione di Gara Responsabile del Procedimento dellEnte Appaltante Responsabile del Procedimento Operatore di Supporto allAbilitazione Gestione Abilitazione Fornitori Gestore del Catalogo Operatore di Catalogo Centralizzati sul CST Gestore

7 7 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO Di seguito i servizi territoriali dei CST, concepiti per fornire a tutti i comuni gli strumenti cartografici a supporto dellazione amministrativa per il governo del territorio: infrastruttura cartografica, visualizzazione GIS del PRG e delle norme tecniche correlate, editing GIS dei piani regolatori dei piccoli comuni dei CST, aggancio delle pratiche edilizie al Catasto ed ai PRG, georeferenziazione delle programmazioni economiche sul territorio, gestione cartografica delle aree ed immobili patrimoniali e demaniali. PUNTI DI ATTENZIONE Il primo caricamento (inizializzazione), nonché laggiornamento delle informazioni riguardanti le pratiche edilizie sono in carico ai Comuni aderenti ai CST. Laggiornamento dei dati inerenti i PRG sono in carico ai Comuni aderenti ai CST. Il primo caricamento (inizializzazione), nonché laggiornamento delle informazioni riguardanti le aree ed immobili patrimoniali e demaniali sono interamente demandate ai Comuni aderenti ai CST. BENEFICI Economie connesse alla redazione degli strumenti urbanistici attraverso: il supporto alla progettazione tecnica, alla redazione/aggiornamento del PRG e dei piani di protezione civile. Incremento delle entrate proprie dei Comuni grazie al monitoraggio delle pratiche edilizie ed alla verifica e individuazione delle costruzioni edilizie non regolarizzate. Supporto ai cittadini/tecnici del settore (es. architetti, ingegneri, imprenditori) nella visualizzazione del PRG, della cartografia, dei dati catastali e della aree insediative ottimali per effettuare investimenti. Servizi Territoriali 1 Carta Tecnica Regionale Numerica ASSUNZIONI Integrazione con la DBTI della Regione Siciliana, realizzata con il progetto APQ-SITIR. Nella DBTI utilizzata per i CST è prevista la presenza dei dati catastali derivati dalla convezione Regione Siciliana e A.d.T. (con la Regione intermediario infrastrutturale verso i Comuni) e dal riuso del progetto SigmaTER previsto in SITIR. La completezza quindi della copertura dei catastali è subordinata ad un processo più ampio che a regime darà i migliori risultati. Nel contempo però si utilizzerà comunque una copertura catastale con dati AGEA che permetterà lerogazione del servizio.

8 8 Videoconferenza Il servizio prevede il riutilizzo del sistema di videoconferenza, già implementato in ambito SPC che consenta ai Comuni di gestire, tra laltro, sia la Videocomunicazione Point- to-Point ossia tra due utenti, sia la Multiconferenza. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO Riduzione dei costi: meno spese di viaggio e di trasporto. Eliminazione dei problemi logistici consentendo meeting senza la necessità di essere presenti nella stessa sede. Incremento della produttività: meno tempo speso in viaggi e quindi più dedicato ad attività produttive. BENEFICI PUNTI DI ATTENZIONE La qualità del servizio di video conferenza dipende dalla connessione e dalla rete. ASSUNZIONI Si assume di istallare il sw di videoconferenza implementato per spc in chiavette usb da distribuire ai comuni dei CST (in totale chiavette) e di dotare gli utenti di un kit di videoconferenza (cuffie, microfono, webcam). Si assume di sfruttare larchitettura tecnologica/applicativa che verrà implementata per il progetto APQ-SPC.

9 9 Videoconferenza – Interfaccia Utente

10 10 PEC e Firma Digitale CST Da unanalisi svolta sui progetti delle reti civiche finanziati con la misura 6.05, è emerso che, a dispetto di quanto dichiarato dai Comuni aderenti ai CST in fase di compilazione dello schema di rilevazione del fabbisogno ICT, la maggior parte dei Comuni è già dotata di PEC e kit di firma digitale, probabilmente ancora da attivare. Si ritiene che il CST, al più, potrebbe supportare i Comuni nel processo di attivazione di tali strumenti informatici già a loro disposizione. Descrizione Risultati dellanalisi Risultati tool


Scaricare ppt "Portfolio servizi CNIPA, 6 febbraio 2009. 2 Portale CST E-Procurement Servizi Territoriali Videoconferenza PEC e Firma Digitale Agenda."

Presentazioni simili


Annunci Google