La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

V. Macellari Dipartimento TESA - ISS Le novità per gli Organismi Notificati V. Macellari Istituto Superiore di Sanità (ON 0373)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "V. Macellari Dipartimento TESA - ISS Le novità per gli Organismi Notificati V. Macellari Istituto Superiore di Sanità (ON 0373)"— Transcript della presentazione:

1 V. Macellari Dipartimento TESA - ISS Le novità per gli Organismi Notificati V. Macellari Istituto Superiore di Sanità (ON 0373)

2 V. Macellari Dipartimento TESA - ISS La direttiva 2007/47/CE era necessaria ? La nuova versione della direttiva sui DM rafforza lazione degli ON, sia nella sostanza sia nella forma, permettendo una maggiore oggettività delle valutazioni. Linnovazione tecnologica richiede forti competenze di valutazione.

3 V. Macellari Dipartimento TESA - ISS Caso: Drug Eluting Stents (DES) Uso Off - Label (60 %) (responsabilità degli utilizzatori e dei produttori) A tre anni le prestazioni dei DES sono confrontabili con i BMS Tuttavia è richiamata levidenza clinica della modifica delle qualità della parete coronarica dopo DES.

4 V. Macellari Dipartimento TESA - ISS Caso: Drug Eluting Stents (DES) Uso Off - Label non deve essere consentito Nuova sperimentazione clinica per ampliare luso inteso La 2007/47/CE richiede sia valutazioni cliniche per tutte le classi di rischio, sia i follow-up post market dei produttori. LON può intervenire, e valutare anche le somiglianze; comunque deve essere competente nella valutazione.

5 V. Macellari Dipartimento TESA - ISS Valutazione clinica È stato inserito un nuovo punto (6 bis) nellelenco dei requisiti essenziali (Allegato I): La dimostrazione della conformità con i requisiti essenziali deve comprendere una valutazione clinica a norma dellallegato X. La valutazione clinica è quindi obbligatoria per tutti i DM, indipendentemente dalla classe di rischio. Le modalità specifiche per la valutazione clinica varieranno a seconda della classe di rischio.

6 V. Macellari Dipartimento TESA - ISS Valutazione clinica (allegato X) La valutazione clinica, che tiene conto ove necessario delle eventuali norme armonizzate pertinenti, deve seguire una procedura definita e metodologicamente valida fondata alternativamente su: a)unanalisi critica della letteratura scientifica pertinente sui temi della sicurezza, delle prestazioni, delle caratteristiche di progettazione e della destinazione duso del dispositivo qualora sia dimostrata lequivalenza tra il dispositivo in esame e il dispositivo cui si riferiscono i dati, e i dati dimostrino adeguatamente la conformità ai requisiti essenziali pertinenti; b) unanalisi critica di tutte le indagini cliniche condotte; c) unanalisi critica dei dati clinici combinati di cui ai punti a) e b)

7 V. Macellari Dipartimento TESA - ISS Valutazione clinica (allegato X) - 2 La valutazione clinica e il relativo esito sono documentati. La documentazione tecnica del dispositivo contiene tali documenti e/o i relativi riferimenti completi. La valutazione clinica e la relativa documentazione sono attivamente aggiornati con dati derivanti dalla sorveglianza post-vendita. Ove non si consideri necessario il follow-up clinico post-vendita nellambito del piano di sorveglianza post-vendita applicato al dispositivo, tale conclusione va debitamente giustificata e documentata.

8 V. Macellari Dipartimento TESA - ISS Valutazione clinica: strumenti per aumentare lefficienza degli ON Lesigenza di aumentare loggettività della valutazione clinica dei DM (specialmente per i DM più critici e innovativi) potrebbe essere più facilmente soddisfatta mediante strumenti comuni di valutazione, quali: database di sperimentazione clinica criteri condivisi per dichiarare lequivalenza fra DM risorse di tipo Evidence-based Medicine Health Technology Assessment (HTA)

9 V. Macellari Dipartimento TESA - ISS Competenze specifiche del personale (Allegato II) Il gruppo incaricato della valutazione comprende almeno una persona che possieda unesperienza di valutazione della tecnologia in questione. La procedura di valutazione comprende una valutazione su base rappresentativa dei documenti di progettazione dei prodotti in questione, una visita nei locali del fabbricante e, in casi debitamente giustificati, nei locali dei fornitori del fabbricante e/o dei subappaltatori per controllare i processi di fabbricazione.

10 V. Macellari Dipartimento TESA - ISS Il ruolo degli ON nella valutazione di DM ad alto contenuto tecnologico Per i DM di classe più elevata di rischio, i possibili percorsi di certificazione (All. II, III+IV oppure III+V) richiedono una conoscenza approfondita delle proprietà biomeccaniche dei DM. Lesperienza specifica dellON è importante per valutare le conseguenze di un uso non inteso (off label) del DM. P.es., procedura di oversizing, oppure diverso posizionamento rispetto alla valvola nativa, nel caso di TAVI. Esempio: DM per TAVI (transcutaneous aortic valve implantation)

11 V. Macellari Dipartimento TESA - ISS Elementi di novità della nuova Direttiva 2007/47/CE, dal punto di vista degli ON Convergenza delle direttive per DM e DMIA Identificazione di un solo mandatario per i DM Modifiche alle regole di classificazione (es. software stand alone) Valutazione clinica richiesta per tutte le classi di DM; deve essere documentata e valutata dallON Piano di follow-up clinico post vendita

12 V. Macellari Dipartimento TESA - ISS Elementi di novità della nuova Direttiva 2007/47/CE, dal punto di vista degli ON - 2 DM con farmaco/derivato del sangue umano (sia DM che DMIA): consultazione fra ON e organismi di valutazione (es. EMEA) Obblighi di trasparenza Definizione delle competenze specifiche richieste al personale dellON incaricato della valutazione dei DM (p.es., All. II) Controlli del Fabbricante sui subfornitori formalmente previsti

13 V. Macellari Dipartimento TESA - ISS ISS: Organismo Notificato 0373 ISS è ON per la direttiva 90/385/CEE (1994), per la direttiva 93/42/CE (1997), e per la direttiva 98/79/CE (IVD), attività collocate nei Dipartimenti Tecnologie e Salute, Ambiente e Connessa Prevenzione Primaria, Malattie Infettive, Parassitarie ed Immunomediate. È lunico in Italia per la 90/385/CEE (DMIA) ISS: istituto di ricerca del SSN con competenze tecnico scientifiche ampie: biologiche, fisico chimiche, bioingegneristiche, farmacologiche, statistico matematiche … ISS: opera nella valutazione dei dispositivi di tutte le classi, in particolare dei DM di classe III mediante allegato III e V, attento a modalità e procedure che forniscano elementi oggettivi a supporto della conformità (sicurezza ed efficacia) dei DM

14 V. Macellari Dipartimento TESA - ISS Conclusioni E necessario trarre vantaggio dalla possibilità di colloquiare tra ON e di rendere pubbliche informazioni su avvenute certificazioni, o su mancate certificazioni. Nella valutazione clinica è importante poter utilizzare dati relativi a DM equivalenti e potersi basare su criteri condivisi per stabilire lequivalenza stessa tra diversi DM. Bisogna dotarsi di strumenti di valutazione condivisi, quali data base, di estensione nazionale ed europea, linee guida, valutazioni di Health Technology Assessment e di Evidence Based Medicine. A livello nazionale va valorizzata la presenza di un ON pubblico di ricerca, anche rafforzando la collaborazione tra questo e gli ON privati. La collaborazione fra ON, attraverso la condivisione delle proprie esperienze, consentirebbe di migliorare la qualità del lavoro di tutti, in particolare riferendosi ai nuovi DM di elevata criticità e tecnologicamente innovativi.


Scaricare ppt "V. Macellari Dipartimento TESA - ISS Le novità per gli Organismi Notificati V. Macellari Istituto Superiore di Sanità (ON 0373)"

Presentazioni simili


Annunci Google