La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DIRETTIVA BIOCIDI Valutazione dellefficacia dei prodotti RODENTICIDI e INSETTICIDI - ACARICIDI Roberto Romi e Luciano Toma Istituto Superiore di Sanità

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DIRETTIVA BIOCIDI Valutazione dellefficacia dei prodotti RODENTICIDI e INSETTICIDI - ACARICIDI Roberto Romi e Luciano Toma Istituto Superiore di Sanità"— Transcript della presentazione:

1 DIRETTIVA BIOCIDI Valutazione dellefficacia dei prodotti RODENTICIDI e INSETTICIDI - ACARICIDI Roberto Romi e Luciano Toma Istituto Superiore di Sanità Dipartimento M.I.P.I. Reparto malattie trasmesse da vettori e sanità internazionale e sanità internazionale Giornata di studi, 25 giugno 2009 "I prodotti biocidi: peculiarità dell'applicazione della direttiva 98/8/CE nel sistema normativo italiano"

2 Giornata di studi, 25 giugno 2009 "I prodotti biocidi: peculiarità dell'applicazione della direttiva 98/8/CE nel sistema normativo italiano" I Biocidi si suddividono in 4 gruppi e 23 tipi Gruppo 1: disinfettanti e biocidi in generale preservanti, antincrostanti Gruppo 2 : preservanti, antincrostanti Gruppo 3: controllo degli animali nocivi prodotti vari Gruppo 4 : prodotti vari I Biocidi si suddividono in 4 gruppi e 23 tipi Gruppo 1: disinfettanti e biocidi in generale preservanti, antincrostanti Gruppo 2 : preservanti, antincrostanti Gruppo 3: controllo degli animali nocivi prodotti vari Gruppo 4 : prodotti vari Tipo 14 Rodenticidi Priorità I Tipo 18 Insetticidi/acaricidi Priorità II Tipo 19 Repellenti e attrattivi Priorità II

3 Giornata di studi, 25 giugno 2009 "I prodotti biocidi: peculiarità dell'applicazione della direttiva 98/8/CE nel sistema normativo italiano" Documentazione richiesta per la valutazione dellefficacia Prima registrazione di un principo attivo Caratteristiche specifiche della molecola modalità dimpiego modalità dimpiego Registrazione di un formulato rappresentativo La documentazione deve soddisfare quanto previsto nei protocolli standard di laboratorio e di campo per la valutazione dellefficacia

4 Giornata di studi, 25 giugno 2009 "I prodotti biocidi: peculiarità dell'applicazione della direttiva 98/8/CE nel sistema normativo italiano" Pr ima valutazione del prodotto rappresentativo: informazioni richieste Allegato II B, punto V Funzione e campo di applicazione Funzione e campo di applicazione Organismi da controllare Organismi da controllare Modalità dazione Modalità dazione Efficacia sugli organismi bersaglio Efficacia sugli organismi bersaglio Dosi simpiego Dosi simpiego Utilizzatore (privato o professionista) Utilizzatore (privato o professionista) Eventuale resistenza al p.a. Eventuale resistenza al p.a.

5 Prima registrazione Protocolli Linee direttrici comunitarie comunitarie Norme ISO, UNI EN Norme ISO, UNI EN Norma nazionale Norma nazionale Norma dellIndustria* Norma dellIndustria* Norma del produttore* Norma del produttore* Ove accettati dall RMS * Ove accettati dall RMS BBA BBA: Biologische Bundesanstalt; AFSSA AFSSA: French Agency for Food Safety; OECD OECD: Organization of Economic Co-operation and Development; MAFF MAFF: Ministry of Agriculture, Fisheries and Food; EPPO EPPO: European Plant Protection Organization; AGENZIE

6

7 Giornata di studi, 25 giugno 2009 "I prodotti biocidi: peculiarità dell'applicazione della direttiva 98/8/CE nel sistema normativo italiano" Specie da testare; Specie da testare; Numero congruo di organismi Numero congruo di organismi da testare; da testare; saggi su ceppi di laboratorio; saggi su ceppi di laboratorio; e su popolazioni di campo; e su popolazioni di campo; Guidelines for laboratory and field testing of mosquito larvicides Pesticides and their Application ror the Control…. Testing of insecticides Seguire regole comunque condivise dalla comunità scientifica (Protocolli seguiti per la pubblicazione di lavori scientifici, protocolli operativi del WHO)

8 Giornata di studi, 25 giugno 2009 "I prodotti biocidi: peculiarità dell'applicazione della direttiva 98/8/CE nel sistema normativo italiano" Efficacia dei Rodenticidi SAGGI DI LABORATORIO Per anticogulanti di 2° generazione codificati da FAO e EPPO: 2 tipi di test per ingestione con effetti a 10 giorni condotti su: Sprague Dawley rat Swiss House mice 1) Somministrazione senza scelta valutazione del p.a. (0,05%); valutazione del p.a. (0,05%); 2) Doppia scelta Valutazione dellappetibilità dellesca. SAGGI di CAMPO Non codificati, da condurre almeno su Rattus norvegicus Pre-baiting (neofobia) Trattamento Post-baiting Controllo non trattato

9 Giornata di studi, 25 giugno 2009 "I prodotti biocidi: peculiarità dell'applicazione della direttiva 98/8/CE nel sistema normativo italiano" Insetti volanti Spray abbattenti Test EPA IERI Gabbia di Peet–Grady da 1m 3 OGGI Stanza da almeno 30m3 Nessun prodotto per trattamenti residuali INSETTI VOLANTI: PRODOTTI PER USO DOMESTICO Fornelli elettroemanatori (Piastrine e liquidi) Uso esclusivamente a finestre aperte (stanza 30m3) Impiego solo notturno Zampironi e candele Impiego solo allaperto o in locali semi aperti (verande, terrazzzi)

10 Giornata di studi, 25 giugno 2009 "I prodotti biocidi: peculiarità dell'applicazione della direttiva 98/8/CE nel sistema normativo italiano " SAGGI di CAMPO Non codificati Da condursi secondo lo schema di Valutazione pre- e post trattamento mediante trappole ZECCHE su BLATTE e ZECCHE Non si può dare per scontata lefficacia del prodotto sulle zecche poichè non essendo insetti, hanno un comportamento e un ciclo biologico diversi e sono fisiologicamente meno sensibili delle blatte agli insetticidi INSETTI STRISCIANTI: PRODOTTI PER USO DOMESTICO Trattamenti ad azione residua IERI Test di contatto forzato Prova della MattonellaOGGI Vanno rivisti: materiali, tempi di esposizione, numero di insetti, modalità di valutazione. PRODOTTI NON IDONEI per lmpiego contro insetti volanti Prodotti in gel o esche alimentari Test non codificati da asssimilare a quelli utilizzarti per i roditori

11 Giornata di studi, 25 giugno 2009 "I prodotti biocidi: peculiarità dell'applicazione della direttiva 98/8/CE nel sistema normativo italiano" PRODOTTI PER USO PROFESSIONALE Come definire un prodotto per uso professionale Perché contiene un p.a. pericoloso Perché non pronto alluso Perché concentrato Perché richiede una attrezzatura complessa per luso Perché ci si trattano ampi spazi sia indoor che outdoor Lannoso problema Di regolamentare la vendita e limpiego Degli antiparassitari Per uso civile È ancora da risolvere

12 Una delle principali differenze rispetto alla registrazione come PMC è che un prodotto registrato come Biocida dovrà fornire in etichetta indicazioni duso non generiche, ma specifiche (come da all. IV del D.Lgs 174) Giornata di studi, 25 giugno 2009 "I prodotti biocidi: peculiarità dell'applicazione della direttiva 98/8/CE nel sistema normativo italiano" Il Claim e letichetta Riportare solo quanto dimostrato con i test allegati. Riportare solo quanto dimostrato con i test allegati. Scelta ponderata del p.a. adatto al controllo del bersaglio. Scelta ponderata del p.a. adatto al controllo del bersaglio. Efficacia (da dimostrare ogni volta che venga cambiato un Efficacia (da dimostrare ogni volta che venga cambiato un coformulante) sui singoli organismi da controllare. coformulante) sui singoli organismi da controllare. Durata dellattività dellazione insetticida. Durata dellattività dellazione insetticida. Non saranno più ammesse frasi generiche quali: Non saranno più ammesse frasi generiche quali: Efficace su insetti volanti e striscianti) o frasi ingannevoli (..allestratto naturale di…..,..a basso rischio ambientale, ecc.). Efficace su insetti volanti e striscianti) o frasi ingannevoli (..allestratto naturale di…..,..a basso rischio ambientale, ecc.).

13 Giornata di studi, 25 giugno 2009 "I prodotti biocidi: peculiarità dell'applicazione della direttiva 98/8/CE nel sistema normativo italiano" Lesempio del Piretro e dei suoi derivati Chrysanthemum cinerariaefolium Lestratto di piretro contiene 6 principi attivi: - Piretrina 1 e Piretrina 2 - Cinerina 1 e Cinerina 2 - Jasmolina1 e Jasmolina 2 Allestratto naturale di… I prodotti commerciali non sono ottenuti da una spremuta di fiori, ma sintetizzati in aboratorio Le piretrine sono molecole instabili, che si degradano rapidamente nellambiente. Procurano un immediato abbattimento degli insetti (KD), ma l'effetto è solo temporaneo. Per questo vengono generalmente formulate con un sinergizzante, il butossido di piperonile, in rapporto di 1:8. Le piretrine sono molecole instabili, che si degradano rapidamente nellambiente. Procurano un immediato abbattimento degli insetti (KD), ma l'effetto è solo temporaneo. Per questo vengono generalmente formulate con un sinergizzante, il butossido di piperonile, in rapporto di 1:8.

14 Giornata di studi, 25 giugno 2009 "I prodotti biocidi: peculiarità dell'applicazione della direttiva 98/8/CE nel sistema normtivo italiano" CONCLUSIONI Dove vogliamo arrivare: alla produzione di una documentazione che non sia solo formale e per uso amministrativo, ma che costituisca un idoneo strumento per la valutazione scientifica. In pratica un manuale che standardizzi i test di efficacia per i diversi prodotti che vorrano essere registrati in Italia Di cosa abbiamo bisogno: di un maggiore impegno da parte di chi richiede la Registrazione e da parte di chi deve valutarla, mediante la formazione di riconosciuti gruppi di lavoro tecnico/scientifici composti da esperti del settore

15 Giornata di studi, 25 giugno 2009 "I prodotti biocidi: peculiarità dell'applicazione della direttiva 98/8/CE nel sistema normativo italiano" Repellenti e Attrattivi Non sono veri e propri biocidi Problemi principali Estendere le prove di laboratorio Ad ambienti di campo o semi-campo Eliminare tutta una serie di formulati Palesemente poco efficaci Cambiare lo stile del claim E lo schema delle etichette


Scaricare ppt "DIRETTIVA BIOCIDI Valutazione dellefficacia dei prodotti RODENTICIDI e INSETTICIDI - ACARICIDI Roberto Romi e Luciano Toma Istituto Superiore di Sanità"

Presentazioni simili


Annunci Google