La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Roma, 9 Giugno 2010 Dieta senza glutine: limiti e complicanze Sara Farnetti Medicina Interna - Fisiopatologia Nutrizione e Metabolismo Policlinico A.Gemelli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Roma, 9 Giugno 2010 Dieta senza glutine: limiti e complicanze Sara Farnetti Medicina Interna - Fisiopatologia Nutrizione e Metabolismo Policlinico A.Gemelli."— Transcript della presentazione:

1 Roma, 9 Giugno 2010 Dieta senza glutine: limiti e complicanze Sara Farnetti Medicina Interna - Fisiopatologia Nutrizione e Metabolismo Policlinico A.Gemelli. Roma Delegato SISA

2 Indicazioni Nutrizionali nel MC Dieta priva di glutine – GFD: Prodotti aglutinati Prodotti aglutinati Alimenti naturalmente privi di glutine Alimenti naturalmente privi di glutine Castagne Castagne Amaranto Amaranto Grano saraceno Grano saraceno Legumi: fagioli, lenticchie, piselli, ceci, fave Legumi: fagioli, lenticchie, piselli, ceci, fave Mais, Miglio, Riso, Quinoa Mais, Miglio, Riso, Quinoa Patate Patate Sorgo Sorgo Tapioca Tapioca

3 Indicazioni Nutrizionali nel MC Pasti a basso carico glucidico Pasti a basso carico glucidico Dopo GFD, pz celiaci normopeso con alterazioni della composizione corporea e della distribuzione della massa grassa- (androide). Normal weigth obese syndrome, Sovrappeso o Obesi Iperinsulinismo con Insulino resistenza senza iperglicemia. Utilizzo di alimenti naturalmente privi di glutine Utilizzo di alimenti naturalmente privi di glutine Selezione dei prodotti aglutinati industriali Selezione dei prodotti aglutinati industriali Couseling Nutrizionale per GLD Couseling Nutrizionale per GLD

4 Indicazioni Nutrizionali nel MC Alimenti ad elevato carico glucidico - HGL Alimenti ad elevato carico glucidico - HGL riso brillato, patate e fecola, farina di mais, prodotti estrusi e cereali accelerato svuotamento gastrico per assenza della componente proteica Prodotti aglutinati con sciroppo di glucosio Prodotti aglutinati con sciroppo di glucosio Consumo di fruttosio Consumo di fruttosio Grassi vegetali idrogenati Grassi vegetali idrogenati Counseling Nutrizionale: attenzione a..

5 Indicazioni Nutrizionali nel MC Indicazioni Nutrizionali nel MC Svuotamento gastrico e pasta aglutinata

6 Fattori che modificano il GL di un alimento Tipo di amido Amidi resistenti Viscosità delle fibre Contenuto di grassi Contenuto di proteine Contenuto di acidi Modalità di Preparazione Modalità di cottura Contenuto di zuccheri

7 Indicazioni Nutrizionali nel MC 1. Gli alimenti GF contengono nickel: mais, patate, grano saraceno, fagioli, lenticchie, piselli, mandorle, arachidi, nocciole, noci, tè 2. Numerosi prodotti aglutinati contengono fitati: farina di lupino e soia (1.8 mg/100 ), mais (1.1), riso specie integrale (0.9), sesamo, mandorle (1.1), fagioli (1.2), nocciole (0.9) I pericoli della dieta aglutinata: elevato GL elevato GL più Nickel reazioni da ipersensibilità più Nickel reazioni da ipersensibilità più Fitati < assorbimento di Ca, Fe e Zn più Fitati < assorbimento di Ca, Fe e Zn Nickel e Fitati

8 Indicazioni Nutrizionali nel MC Nel pz celiaco si assiste ad una ridotta sensibilità dei recettori della CCK nella colecicisti Colecistostasi ipotonica (dispesia e litiasi) Colecistostasi ipotonica (dispesia e litiasi) Soluzioni nutrizionali coleretiche e colagoghe modalità di cottura modalità di cottura sostanze contenute negli alimenti sostanze contenute negli alimenti evitare alimenti che creano stasi biliare evitare alimenti che creano stasi biliare

9 Indicazioni Nutrizionali nel MC Nel pz celiaco si osserva positività del Glucosio H 2 BTH per contaminazione tenuale (SIBO) aumentata incidenza di litiasi ossalica aumentata incidenza di litiasi ossalica Riduzione del consumo di alimenti ricchi di Riduzione del consumo di alimenti ricchi di ossalati e con alto Ossalato/Ca: spinaci, ossalati e con alto Ossalato/Ca: spinaci, bieta e cacao (7 g/kg ). bieta e cacao (7 g/kg ). Acido Ossalico

10 Indicazioni Nutrizionali nel MC Indicazioni Nutrizionali nel MC 1. Intolleranza al lattosio secondaria in fase acuta 2. Scarsa tolleranza al lattosio per contaminazione tenuale 3. I formaggi ad alto tenore di grassi peggiorano la colecistostasi Dieta ricca di calcio da alimenti vegetali e pesci con Ca/P elevato: agretti (7), rucola, olive (5), polpo, vongole Dieta ricca di calcio da alimenti vegetali e pesci con Ca/P elevato: agretti (7), rucola, olive (5), polpo, vongole Alimentazione non acidificante, ricca in minerali tamponi (per limitare la perdita renale di calcio) e sinergici al calcio Alimentazione non acidificante, ricca in minerali tamponi (per limitare la perdita renale di calcio) e sinergici al calcio Malassorbimento, con o senza intolleranza al lattosio

11 Nutrizione Funzionale nella MC Dieta priva di glutine - GFD Dieta priva di glutine - GFD Pasti a basso carico glucidico - LGL Pasti a basso carico glucidico - LGL Sinergie nutrizionali ricche di calcio Sinergie nutrizionali ricche di calcio Contenuto di nickel e ossalati negli Contenuto di nickel e ossalati negli alimenti alimenti Soluzioni nutrizionali e impiego Soluzioni nutrizionali e impiego di alimenti coleretici e colagoghi di alimenti coleretici e colagoghi


Scaricare ppt "Roma, 9 Giugno 2010 Dieta senza glutine: limiti e complicanze Sara Farnetti Medicina Interna - Fisiopatologia Nutrizione e Metabolismo Policlinico A.Gemelli."

Presentazioni simili


Annunci Google