La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Comparazioni, periodizzazioni, scale, pluralità : la grammatica di una storia di tutti insegnata Charles Heimberg, IFMES e Università di Ginevra Bologna,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Comparazioni, periodizzazioni, scale, pluralità : la grammatica di una storia di tutti insegnata Charles Heimberg, IFMES e Università di Ginevra Bologna,"— Transcript della presentazione:

1 Comparazioni, periodizzazioni, scale, pluralità : la grammatica di una storia di tutti insegnata Charles Heimberg, IFMES e Università di Ginevra Bologna, Proteo, 19 marzo 2007

2 Quali sono i contenuti dello sguardo storico sul mondo ?

3 Quali sono gli elementi di questo sguardo storico sul mondo su cui costruire i contenuti della storia insegnata in una scuola democratica ?

4 Prima domanda cardinale: Stiamo parlando davvero di una storia investigatrice, e non antiquaria, di una storia del collegare e del fare circolare ?

5 Seconda domanda cardinale? Stiamo parlando davvero di una storia di tutti, su tutte le scale, attenta sia alla pluralità culturale che alla comunità di destino dellumanità?

6 Per lo storico Marc Bloch, la storia è la scienza di un cambiamento e delle differenze…

7 Per lo storico Marc Bloch, la storia è la scienza di un cambiamento e delle differenze… … non consiste nel dare lezioni al presente, ma si presenta piuttosto come un vettore dintelligibilità del mondo

8 Citando un proverbio arabo, Marc Bloch ha scritto pure che gli uomini rassomigliavano più ai loro tempi che ai loro padri

9 Citando un proverbio arabo, Marc Bloch ha scritto pure che gli uomini rassomigliavano più ai loro tempi che ai loro padri In altre parole, la storia non si deve preoccupare dalle origini, ma piuttosto di farci percepire la copresenza contemporanea

10 Tre tradizioni didattiche forti dei docenti (inchiesta francese di Nicole Lautier) Il peso della diacronia logica con cui la storia va presentata come una successione lineare di fatti, dimenticandosi dal peso del caso e prendendo il rischio di una teleologia mal controllata La mancanza di tempo a disposizione per cui si pensa di dover essere più « efficace » con un insegnamento tradizionale, cioè magistrale e dialogato La necessità per gli allievi di conoscere le basi del sapere storico prima di mobilitare il pensiero storico e di costruire dei contenuti storici

11 La storia insegnata con 4 « R » (Audigier) Insegna dei Risultati Propone dei contenuti basati su un Referente consensuale È concepita a partire da un Rifiuto del politico Pretende dire la Realtà del mondo

12 Un curriculo di storia organizzato attorno a: 1. Quattro griglie di lettura: - il pensare storicamente, - i presenti del passato, - le interrogazioni fondamentali, - le scale della storia 2. Tre problemi: - la tematizzazione, - il lavoro della memoria - i quesiti socialmente vivi

13 1 a griglia di lettura del mondo : il pensare storicamente Il nodo centrale: comparare (dal passato al presente e osservando le peculiarità del passato) e periodizzare (considerando la pluralità dei tempi e delle durate) La distinzione tra la storia e il suo uso pubblico nella società (storia e memoria, storia nelle opere e nei media) [Piano di studi della scuola media ginevrina]

14 2 a griglia di lettura del mondo : i presenti del passato, i rapporti col tempo Ricostruire i presenti del passato : per ogni attore della storia, tra campo desperimento e orizzonte di attesa, cè uno spazio diniziativa [Reinhart Koselleck, Paul Ricœur]

15 3 a griglia di lettura del mondo : le interogazione fondamentali della storia a monte di ogni narrazione A proposito delle opposizioni : - tra la vita e la morte, tra linelutttabilità della morte e la possibilità di uccidere - tra le nozioni di amicizia e dinimicizia, che sono aperte a tutti i contenuti possibili - tra il dentro ed il fuori, lincluso e lescluso, che determinano delle configurazioni spaziali - tra luomo e la donna, un rapporto di alterità che permette la riproduzione e la vita - tra il dominante ed il dominato, attraverso dei rapporti di potere giuridichi o sociali [Reinhart Koselleck]

16 4 a griglia di lettura del mondo : La pluralità delle scali della storia Tempo : diverse periodizzazioni a secondo delle tre durate di Fernand Braudel Spazio : collegare il locale al mondiale Società : considerare i punti di vista di tutte le categorie sociali, dominanti e subalterni

17 La grammatica della storia, costituita dalle quattro griglie di lettura storica del mondo, determina le modalità, e la complessità, dei lavori proposti ai ragazzi nel laboratorio di storia per farli superare i loro luoghi comuni sulla storia ed il passato delle società Ma su quali tema?

18 1 o problema Le trappole della tematizzazione - la sovrabbondanza dei temi - la loro prevalenza nazionale o eurocentrata - lindicazione di un tema senza precisazione sul modo in cui trattarlo

19 Per il mondo che le ha realizzate e vissute, [le crociate] sono state ben altro che una grandiosa epopea dell'Occidente cristiano contro l'Oriente islamico o un'avventura segnata dall'ignoranza e dal fanatismo. Ma, soprattutto, esse non sono un'avventura che possa essere riassunta sotto una sola etichetta, valida per ì circa duecento anni in cui l'Occidente ha avuto rapporti militari, commerciali e politici con l'Oriente, in quel fazzoletto di terra in cui lo aveva richiamato e lo tratteneva il Sepolcro vuoto del Cristo. Dalla Introduzione generale di Gioia Zaganelli, in Crociate. Testi storici e poetici, a cura e con introduzione di Gioia Zaganelli, Milano, Citato da Antonio Brusa a Ginevra il 20 febbraio 2007

20 Il problema dellinvenzione della tradizione Dobbiamo insegnare i miti fondatori delle nazioni in quanto realtà storiche oppure in quanto tali ?

21 2 o problema: Distinguere la storia e la memoria Il lavoro sulla memoria Si tratta di evitare: - la banalizzazione - la sacralizzazione - la concorrenza tra le vittime - la prescrizione - la moralizzazione

22 Ciò che contradistingue la storia… La storia investigatrice percorre i tempi e non è una storia antiquaria. La richiesta di storia corrisponde ad unimpostazione intellettuale critica. La storia è una ricostruzione del passato a partire dalle domande del presente. Una ricerca di verità e di unità del racconto dellumanità. Una pluralità dalla quale si può costruire ununità aperta Per uno sguardo denso

23 Ciò che contradistingue la storia… La storia investigatrice percorre i tempi e non è una storia antiquaria. La richiesta di storia corrisponde ad unimpostazione intellettuale critica. La storia è una ricostruzione del passato a partire dalle domande del presente. Una ricerca di verità e di unità del racconto dellumanità. Una pluralità dalla quale si può costruire ununità aperta Per uno sguardo denso … dalla memoria Una memoria biografica, con i suoi testimoni, vs una memoria culturale delle origini. La richiesta sociale di memoria è prevalentemente affettiva. La memoria corrisponde ad una rimembranza di alcuni fatti del passato. Una ricerca di identità che riguarda individui o gruppi. Una pluralità divisa che rimarrà tale disegnando la complessità. Contro loblio.

24 I pilastri del lavoro sulla memoria I pilastri del lavoro sulla memoria Conoscenza dei fatti Conoscenza delle loro possibili interpretazioni Identificazione delle manifestazioni della memoria Sintesi tra storia e memoria basata sulluniversalità dei diritti e il rifiuto di ogni concorrenza tra sofferenze o tra memorie

25 Nel lavoro di distinzione tra storia e memoria, si tratta insomma di sapere come affermare le rilevanze senza prescriverle

26 3 o problema: Le questioni socialmente vive La loro presenza nella storia insegnata Un tema di storia può essere socialmente vivo: - nella scuola o nella classe - nella società, nelle famiglie - nel contesto della disciplina storica, dei suoi saperi

27 Pubblicato nel 2006

28 1 o esempio: Il fatto di saper se insegnare positivamente la presenza francese oltremare oppure latteggiamento delle autorità svizzere nei confronti del vicino Terzo Reich corrisponde ad una questione socialmente viva nella società (una parte dellopinione pubblica lo pretende; anche se cio è perfettamente contrario alle conoscenze della storia)

29 2 e esempio: La Prima Guerra mondiale e le sue tre configurazioni storiografiche conducono a delle interpretazioni diverse tra gli storici a proposito della cultura di guerre, del consenso, della coercizione, della brutalizzazione; si tratta di una questione viva per i saperi e la disciplina storici.

30 Conclusioni La storia insegnata… …non dovrebbe essere sottoposta a dei processi di legittimazione identitaria … non dovrebbe presentare delle interpretazioni storiche come fatti realmente avvenuti … dovrebbe permettere a tutti i ragazzi di esaminare le società collocchio critico della storia … dovrebbe essere aperta alla pluralità delle identità, dei campi desperienza, degli orizzonti dattesa e degli esiti

31

32 Le cartable de Clio Revue sur les didactiques de lhistoire


Scaricare ppt "Comparazioni, periodizzazioni, scale, pluralità : la grammatica di una storia di tutti insegnata Charles Heimberg, IFMES e Università di Ginevra Bologna,"

Presentazioni simili


Annunci Google