La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Vedere la Terra 1- Besse: paesaggio e geografia Mi 2008 2- Sentire e percepire 3- Petrarca sulla montagna 4- Le scoperte di Petrarca Francesco Micelli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Vedere la Terra 1- Besse: paesaggio e geografia Mi 2008 2- Sentire e percepire 3- Petrarca sulla montagna 4- Le scoperte di Petrarca Francesco Micelli."— Transcript della presentazione:

1 Vedere la Terra 1- Besse: paesaggio e geografia Mi Sentire e percepire 3- Petrarca sulla montagna 4- Le scoperte di Petrarca Francesco Micelli 11/4/13 M

2 Besse: paesaggio e geografia Mi 2008 J-M. Besse, Vedere la terra. Sei saggi sul paesaggio e la geografia, Milano 2008* Il paesaggio come insistenza dellinfinito nel finito è la molla della ricerca: Che cosa è una vita che prende la forma dello spazio, e che cosa deve fare per non sprofondarvi? (p.X) 1- Petrarca sulla montagna 2- Bruegel e la geografia 3- Viaggio in Italia di Goethe 4- Da Humboldt a V. de La Blache 5- Fenomenologia e paesaggio 6- Paesaggio e filosofia secondo Péguy * La gèographie selon Kant: lespace du cosmopolitisme, in Corpus, 1998, pp

3 Sentire e percepire Paesaggio è esercizio dello sguardo Paesaggio è prodotto di intenzioni e di atti Paesaggio e Geografia si distinguono come sentire e percepire (B.p.97 da Erwin Straus) Il mondo percettivo ha un ordine oggettivo: mondo di cose con proprietà fisse Il paesaggio invece precede la distinzione soggetto e oggetto. È partecipazione, è essere invasi dal mondo ( B. p.98)

4 Nota sulla nascita del paesaggio Giorgio Bertone, Lo sguardo escluso. Lidea di paesaggio nella letteratura occidentale, Novara 2000 Humboldt sulla vetta del Chimborazo annota: Non potevamo distogliere gli occhi dal colore della volta azzurra del cielo. La sua intensità allo zenit sembrava corrispondere a 41 gradi del cianometro (B., p. 45) Il paesaggio reale si fa quasi insopportabile deve essere … velato William Wordsworth riprende il tema di paesaggio esteriore-interiore Per entrambi, H. e W., nei diversi modi, il visibile e linvisibile si avvolgono luno nellaltro, in ogni angolo di natura il soggetto ritrovando laspetto sensibile e religioso del tutto (B., p. 46) Per W. Wordsworth: quel che vedevo sembrava qualcosa dentro di me, un paesaggio della mente (a prospect in my mind) vedi soprattutto Giovanni Nimis, W. Wordsworth, In Alto 2009

5 Petrarca sulla montagna La lettera del Ventoso salito il 26 aprile 1336 : Altissimum regionis huius montem, quem non immerito Ventosum vocant, hodierno die, sola vivendi insignem loci altitudinem cupiditate ductus, ascendi. [La lettera è indirizzata a Dionigi da Borgo San Sepolcro, il monaco che fece conoscere al Petrarca le Confessioni di S. Agostino. È racconto dellescursione con il fratello Gherardo.]. J. Burckhardt, La civiltà del Rinascimento in Italia, Milano 1996 : Laspetto della natura trovò nel suo spirito eco immediata (pp ) Il pastore invita gli esploratori a desistere …

6 Le scoperte di Petrarca La curiosità (cupiditas videndi = concupiscentia oculorum) è dispersione di sé, instabilità, impossibilità di vero riposo (p.16), ma anche infinita varietà e piacere del viaggio : questansia di andare di terra in terra ha pure in sé non so quale dolce fatica Ambivalenza del sentimento dello spazio e del viaggio (p.20) Spazio come fuori e come … evasione (B. 20)* * Bertone annotava commentando Balla con i lupi e Blade Runner : Un tempo niente più del paesaggio faceva sentire luomo ospite su questa terra ora diventa inospitalità e reiezione, orizzonte indifferenziato e non orientato di fuggitivi (B. p.265 )


Scaricare ppt "Vedere la Terra 1- Besse: paesaggio e geografia Mi 2008 2- Sentire e percepire 3- Petrarca sulla montagna 4- Le scoperte di Petrarca Francesco Micelli."

Presentazioni simili


Annunci Google