La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I disturbi del comportamento alimentare. gruppo di patologie complesse gruppo di patologie complesse alterato rapporto con il cibo e con il corpo alterato.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I disturbi del comportamento alimentare. gruppo di patologie complesse gruppo di patologie complesse alterato rapporto con il cibo e con il corpo alterato."— Transcript della presentazione:

1 I disturbi del comportamento alimentare

2 gruppo di patologie complesse gruppo di patologie complesse alterato rapporto con il cibo e con il corpo alterato rapporto con il cibo e con il corpo +++ ragazze anni ragazzi ragazze anni ragazzi paesi industrializzati +++ paesi industrializzatiEziopatogenesi fattori predisponenti (culturali, individuali, familiari) sono la base del DCA fattori predisponenti (culturali, individuali, familiari) sono la base del DCA fattori precipitanti o scatenanti (separazioni,malattie) innescano il DCA fattori precipitanti o scatenanti (separazioni,malattie) innescano il DCA fattori perpetuanti (conseguenze della malnutrizione) cronicizzano il DCA fattori perpetuanti (conseguenze della malnutrizione) cronicizzano il DCA sintomi clinici = punta dell iceberg I Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA)

3 Anoressia nervosa (AN) Anoressia nervosa (AN) Bulimia nervosa (BN) Bulimia nervosa (BN) Disturbo da alimentazione incontrollata o da abbuffate ricorrenti (BED) Binge Eating Disorder Disturbo da alimentazione incontrollata o da abbuffate ricorrenti (BED) Binge Eating Disorder Disturbi del comportamento alimentare non altrimenti specificati (NAS) Disturbi del comportamento alimentare non altrimenti specificati (NAS) Classificazione del DSM-IV

4 Anoressia Nervosa (AN) peso < 85 % di quello previsto per età e altezza peso < 85 % di quello previsto per età e altezza esagerata paura di ingrassare esagerata paura di ingrassare esagerata preoccupazione per peso e aspetto fisico esagerata preoccupazione per peso e aspetto fisico rifiuto assoluto ad ammettere lo stato di malattia rifiuto assoluto ad ammettere lo stato di malattia assenza di mestruazioni da almeno tre mesi assenza di mestruazioni da almeno tre mesiSottotipi: Restricter: ridotta assunzione di cibo, attività fisica Restricter: ridotta assunzione di cibo, attività fisica estrema, senza regolari condotte di eliminazione estrema, senza regolari condotte di eliminazione Con Abbuffate/Condotte di Eliminazione regolari: Con Abbuffate/Condotte di Eliminazione regolari: vomito autoindotto, uso incontrollato di lassativi vomito autoindotto, uso incontrollato di lassativi o enteroclismi e diuretici o enteroclismi e diuretici Criteri Diagnostici 1

5 Bulimia Nervosa Abbuffate ricorrenti: 1) mangiare in un periodo di tempo definito, es. due ore, una quantità di cibo nettamente superiore allumanamente possibile 2) sensazione di perdita del controllo durante l'episodio; non riuscire a smettere di mangiare o controllare qualità e quantità del cibo Condotte di eliminazione-compensazione regolari: vomito autoindotto, abuso di lassativi, enteroclismi, diuretici, esercizio fisico Abbuffate e condotte di eliminazione: almeno 2 volte alla settimana, per almeno 3 mesi Criteri Diagnostici 2

6 Disturbo da Alimentazione Incontrollata, o da abbuffate ricorrenti (Binge Eating Disorder BED) mangiare voracemente fino a sentirsi strapieni mangiare voracemente fino a sentirsi strapieni ingurgitare mucchi di cibo senza aver fame ingurgitare mucchi di cibo senza aver fame mangiare di nascosto, con profondi sensi di colpa mangiare di nascosto, con profondi sensi di colpa abbuffarsi regolarmente per almeno due giorni alla settimana per sei mesi abbuffarsi regolarmente per almeno due giorni alla settimana per sei mesi non compensare le abbuffate con condotte di eliminazione e/o compensazione non compensare le abbuffate con condotte di eliminazione e/o compensazione Criteri Diagnostici 3

7 Disturbi dell'Alimentazione Non Altrimenti Specificati (NAS) Tutti i DCA non identificabili nellAN, BN o BED tutti i criteri dell'AN con peso nei limiti della norma tutti i criteri dell'AN con peso nei limiti della norma tutti i criteri dell'AN con ciclo mestruale regolare tutti i criteri dell'AN con ciclo mestruale regolare tutti i criteri di BN con condotte compensatorie e abbuffate < 2/settimana/3 mesi tutti i criteri di BN con condotte compensatorie e abbuffate < 2/settimana/3 mesi adottare regolari condotte compensatorie per piccole quantità di cibo (es. uno-due biscotti) adottare regolari condotte compensatorie per piccole quantità di cibo (es. uno-due biscotti) masticare grandi quantità di cibo e sputarlo masticare grandi quantità di cibo e sputarlo Criteri Diagnostici 4

8 Aspetti clinici Correlati alla malnutrizione Correlati alla malnutrizione Correlati alle condotte di eliminazione Correlati alle condotte di eliminazione Quando si spaventano? prolasso della mitrale prolasso della mitrale versamento pericardico versamento pericardico osteoporosi osteoporosi sofferenza fisica sofferenza fisica

9 Cosa non fare… 8 risposte poco chiare, evasive 8atteggiamento saccente, di chi vuol insegnare insegnare 8 atteggiamento a presa di giro 8 generalizzare, usare espressioni come generalmente voi … generalmente voi …

10 Cosa non fare… 8 dare importanza al peso 8stabilire un programma alimentare senza consultare la paziente anche se a fin di consultare la paziente anche se a fin di bene bene 8 fissare date per i controlli …come da schema! ???

11 …alcuni strumenti utili: Cosa fare… anamnesi nutrizionale diario anamnesi nutrizionale diario impedenziometria (BIA) impedenziometria (BIA) calorimetria calorimetria

12 serve per avvicinarle, comprendere i loro dubbi e le angosce e avviare un dialogo Attenzione!!! il diario non deve protrarsi a lungo (non oltre le due settimane) le pazienti hanno bisogno di un confronto-incontro, di qualcuno che risponda alle loro domande, di qualcuno che legga quello che hanno dentro Diario

13 dal diario di Elisabetta, 17 anni Colazione ½ tazza di latte parz. scremato con ½ tazza di acqua 2 cucchiaini di fruttosio 2-3 cucchiaini di Muesli o cereali Non posso fare a meno della colazione, non vorrei modificarla Non posso fare a meno della colazione, non vorrei modificarla Pranzo verdura abbondante, bollita o cotta al vapore, anche patate talvolta una ciotola grande di insalata, non digerisco bene la verdura cruda pane 1 pera o 1 mela

14 dal diario di Elisabetta, 17 anni Cena (dopo la palestra) pesce, 4 volte alla settimana verdura bollita 1 pera o 1 mela Spuntino raramente e, nel caso, a metà mattina un succo di frutta alla pera … bevo vino solo in occasioni particolari, non bevo mai bevande gassate (mi provocano bruciore di stomaco)…non mangio dolci, ogni tanto me ne concedo un po… prendo un cucchiaino di miele al giorno…preferisco non mangiare la carne e la pasta…

15 Non vi sono a tuttoggi studi che dimostrino che un determinato modello terapeutico possa garantire maggiori probabilità di successo rispetto ad altri modelli Per quanto riguarda l intervento nutrizionale si può affermare che, se quello forzato-intrusivo può essere utile e talora indispensabile nelle situazioni critiche, il miglior approccio terapeutico è quello di tipo riabilitativo nel quale la paziente, motivata e collaborante, è la protagonista della propria cura

16 Attenzione!!! Scelte terapeutiche frettolose di coscienza timore del peso o del BMI ridotti timore del peso o del BMI ridotti richiesta ossessiva dei familiari richiesta ossessiva dei familiari timore di eventi clinici drammatici timore di eventi clinici drammatici identificare il recupero del peso con la identificare il recupero del peso con la guarigione guarigione Terapia

17 garantire alla paziente che: garantire alla paziente che: l obiettivo non è raggiungere il peso ideale, cioè ingrassare ma modificare il costume alimentare modificare il costume alimentare cibo: medicina che evita e/o corregge le complicanze della malnutrizione cibo: medicina che evita e/o corregge le complicanze della malnutrizione concordare un peso desiderabile concordare un peso desiderabile recuperare il rapporto con il cibo recuperare il rapporto con il cibo Approccio dolce

18 rieducazione alimentare a piccoli passi rieducazione alimentare a piccoli passi aggiunta progressiva di nuovi alimenti aggiunta progressiva di nuovi alimenti concordare volta per volta quantità e qualità degli alimenti da reintrodurre concordare volta per volta quantità e qualità degli alimenti da reintrodurre non ridere se hanno paura di un cibo non ridere se hanno paura di un cibo analisi accurata delle scelte alimentari della paziente analisi accurata delle scelte alimentari della paziente diario alimentare diario alimentare eccellente rapporto con la nutrizionista eccellente rapporto con la nutrizionista Approccio dolce

19 Il ricovero è obbligatorio per: gravi complicanze metaboliche e/o cardiache gravi complicanze metaboliche e/o cardiache rischio di suicidio rischio di suicidio peso inferiore al 62% del peso ideale (?) peso inferiore al 62% del peso ideale (?) infusione di nutrienti in vena periferica infusione di nutrienti in vena periferica nutrizione enterale per sondino NG nutrizione enterale per sondino NG nutrizione parenterale totale per CVC nutrizione parenterale totale per CVC Vissuto come intrusivo e violento Approccio aggressivo

20 Complicanza della rialimentazione processo delicato e complesso processo delicato e complesso pensare sempre a questa complicanza pensare sempre a questa complicanza non voler soddisfare i fabbisogni nutrizionali tutti e subito!!! non voler soddisfare i fabbisogni nutrizionali tutti e subito!!! orale orale parenterale parenterale Sindrome da refeeding

21 modificare la considerazione negativa del proprio corpo e del proprio valore modificare la considerazione negativa del proprio corpo e del proprio valore recuperare il rapporto con gli altri, soprattutto con i familiari recuperare il rapporto con gli altri, soprattutto con i familiari imparare ad affrontare i problemi imparare ad affrontare i problemi rafforzare lautostima rafforzare lautostima Benessere psico-fisico Benessere psico-fisico Mete da raggiungere

22 Day-hospital partecipare a protocolli di studio partecipare a protocolli di studio mangiare con altre pazienti mangiare con altre pazienti bere miscele nutrizionali in compagnia di un operatore bere miscele nutrizionali in compagnia di un operatore ricevere per infusione lenta piccole quantità di soluzioni polisaline o glucosate a bassa concentrazione (idratazione o integrazione elettrolitica!!!) ricevere per infusione lenta piccole quantità di soluzioni polisaline o glucosate a bassa concentrazione (idratazione o integrazione elettrolitica!!!) Attenzione alle sospensioni lipidiche!!! Attenzione alle sospensioni lipidiche!!! Approccio semi-dolce

23 assorbimento incerto (vomito, lassativi e diuretici) assorbimento incerto (vomito, lassativi e diuretici) rischio di overdose (comportamenti suicidari o marcata riduzione del peso) rischio di overdose (comportamenti suicidari o marcata riduzione del peso) stipsi ansia lassativi stipsi ansia lassativi compliance opinabile (paura della perdita di controllo) compliance opinabile (paura della perdita di controllo) farmaci investiti di valenze demoniache o miracolistiche farmaci investiti di valenze demoniache o miracolistiche Uso dei farmaci antidepressivi

24 psichiatra, psicologo, internista, nutrizionista, infermiere, terapista occupazionale rieducazione alimentare e sostegno psicologico rieducazione alimentare e sostegno psicologico farmaci adiuvanti farmaci adiuvanti terapia farmacologica e nutrizionale: sempre concordata fra paziente e referente familiari sostenuti ed informati Terapia (?) Terapie (?)


Scaricare ppt "I disturbi del comportamento alimentare. gruppo di patologie complesse gruppo di patologie complesse alterato rapporto con il cibo e con il corpo alterato."

Presentazioni simili


Annunci Google