La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Documentare a scuola - documentare la scuola A cura di Gloria Bernardi Irrsae Toscana.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Documentare a scuola - documentare la scuola A cura di Gloria Bernardi Irrsae Toscana."— Transcript della presentazione:

1 1 Documentare a scuola - documentare la scuola A cura di Gloria Bernardi Irrsae Toscana

2 2 Documentare a scuola documentare la scuola : Indice n La documentazione nel sistema educativo : guardiamoci intorno problemi interventi possibili guardiamoci intorno problemi interventi possibili guardiamoci intorno problemi interventi possibili n Documentazione. Che cosè? Documentazione. Che cosè? Documentazione. Che cosè? n I saperi essenziali della documentazione I saperi essenziali della documentazione I saperi essenziali della documentazione n Documentare a scuola Documentare a scuola Documentare a scuola n Perché? Perché?

3 3 La documentazione nel sistema educativo: guardiamoci intorno n 1) BANCHE DATI STRUTTURATE es. Ambiente, Andrea … CDE Modena, CDLEIAmbiente AndreaCDE Modena, CDLEI n 2) RACCOLTE E REPERTORI TEMATICI es. Ambiente, Eduscuola, Circolo Pavone CanaveseAmbienteEduscuola, Circolo Pavone Canavese n 3) SINGOLE ESPERIENZE I web delle scuole toscaneI web delle scuole toscane n I centri di documentazione in Toscana La rete regionale La rete regionale

4 4 La documentazione nel sistema educativo: problemi INDICI GENERALI n Cè la percezione dellesistenza di materiale informativo, ma la ricerca è difficile perché non ci sono INDICI GENERALI La documentazione è episodica e non sistematica n La documentazione tratta oggetti diversificati (scuola, progetti, esperienze, prodotti…)

5 5 La documentazione nel sistema educativo: problemi n a) individua ANCHE fonti non scolastiche n b) i documenti in rete non dono indicizzati e non esistono CRITERI PER LA RICERCA n c) ciascun motore dà risultati differenti n d) i risultati ottenuti sono insoddisfacenti sul piano della qualità (esaustività, significatività, coerenza, pertinenza…) MOTORI La ricerca attraverso i MOTORI è dispersiva e inefficace perché

6 6 La documentazione nel sistema educativo: problemi n problemi strutturali che dipendono dal sistema scuola difficoltà nellaffermarsi di standard n problemi di ordine contenutistico che dipendono dallassenza di una cultura documentaria nelle singole scuole confusione tra documentazione e informazione/atto dufficio/comunicazione

7 7 La documentazione nel sistema educativo: interventi possibili n pubblicizzazione e sensibilizzazione nei confronti dei progetti nazionali n formazione docenti in ambito documentario in ambito tecnologico: a) area delle banche dati b) area dellediting multimediale

8 8 Documentazione: che cosa e? n La documentazione è un'attività di raccolta, catalogazione e diffusione di unità informative (documenti strutturati).

9 9 Documentazione: che cosa e? n E' "comunicazione di informazioni" diretta ad una utenza di cui si è preventivamente fatta l'analisi delle esigenze informative n Non considera solo pubblicazioni e libri, ma si espande verso una pluralità tipologica di documenti e vive in modo diretto e dinamico le trasformazioni tecnologiche e informatiche

10 10 Documentazione: che cosa e Documentazione: che cosa e? n La documentazione è un'azione mentale che cerca di analizzare e interpretare i contenuti concettuali di un documento (fonte) al fine di individuarne "unità informative" e diffonderle con apposite procedure. n E scienza per conoscere e tecnica per far conoscere

11 11 I saperi essenziali della documentazione n E' un processo comunicativo tra una fonte e un ricevente di informazione n Media il rapporto tra documento primario (fonte) attraverso l'analisi documentaria e il processo documentario.

12 12 I saperi essenziali della documentazione n La documentazione produce UNITA' INFORMATIVE attraverso il PROCESSO DOCUMENTARIO n Le unità informative sono documenti "strutturati", articolati secondo una logica funzionale alle aspettative e ai bisogni dell'utenza.

13 13 I saperi essenziali della documentazione n Il primo passo è quindi l'analisi dei bisogni del particolare tipo di utenza a cui è finalizzata la documentazione n Lo stesso documento primario (un libro, il testo di un progetto, un oggetto) può dare origine a unità informative differenti a seconda dell'utente ipotizzato.

14 14 I saperi essenziali della documentazione n La strutturazione dell'unità informativa dipende tanto dalle caratteristiche dell'oggetto su cui si vuole dare informazioni quanto dal destinatario delle informazioni.

15 15 I saperi essenziali della documentazione

16 16 I saperi essenziali della documentazione n Raccolta Raccolta n Trattamento Trattamento n Diffusione Diffusione Gli elementi del processo

17 17 I saperi essenziali della documentazione n reperimento per scheda n selezione secondo: criteri formali (oggettivi o interni) criteri concettuali (soggettivi o interni ) Raccolta

18 18 I saperi essenziali della documentazione: la scheda n E una griglia organizzata per raccogliere tutti e soltanto i dati utili n Esempi : Archivio BIGA SBAS Banca dati minori Banca dati cinema Scheda tipo beni culturali Sistemi educativi Webgallery Archivio BIGA SBAS Banca dati minori Banca dati cinema Scheda tipo beni culturali Sistemi educativi Webgallery

19 19 I saperi essenziali della documentazione: la scheda n Ha lo scopo di rendere omogenea, cioè confrontabile l'informazione contiene campi: n fissi (formattati) cioe' con un numero pretederminato di caratteri n aperti, a lunghezza variabile

20 20 I saperi essenziali della documentazione: la scheda n La scheda catalogo consente il recupero dellinformazione n Il corpo della documentazione (dossier documentario, descrizione di percorso, materiale prodotto) consente lapprofondimento dellinformazione Distinguere tra:

21 21 I saperi essenziali della documentazione: Trattamento n trasformazione del documento (fonte) in unità informativa attraverso una serie di operazioni: n descrizione bibliografica n indicizzazione n abstract

22 22 I saperi essenziali della documentazione: Trattamento Descrizione bibliografica n registrazione degli elementi informativi di base (catalogo) n individuazione del documento secondo norme stabilite (es. ISBN RICA )

23 23 I saperi essenziali della documentazione: Trattamento La descrizione bibliografica permette di: n identificare n localizzare n collocare n recuperare il documento

24 24 I saperi essenziali della documentazione: Trattamento n analisi concettuale del documento che individua i concetti più significativi che lo compongono n traduzione dei concetti in espressioni standard tramite descrittori appartenenti ad un determinato linguaggio controllato. n Lo scopo è quello di consentire il reperimento dei documenti Indicizzazione

25 25 I saperi essenziali della documentazione: Trattamento Abstract n rappresentazione sintetica del contenuto concettuale del documento senza interpretazioni o critiche n caratteristiche: concisione, esaustività, chiarezza, obiettività, assenza di abbreviazioni, di informazioni non significanti n scopo: aiutare lutente a selezionare i documenti

26 26 I saperi essenziali della documentazione: Trattamento Abstract n È il riassunto del documento originale n Costituisce una sintesi del documento n E espresso in linguaggio libero

27 27 I saperi essenziali della documentazione: Trattamento Abstract A che cosa serve: Fornisce allutente indicazioni per decidere se consultare o meno il documento originale Aiuta lutente a selezionare e recuperare linformazione

28 28 I saperi essenziali della documentazione: Trattamento Abstract Nel compilare un abstract, si tiene conto di: n formato e organizzazione del documento n argomento trattato n metodologie utilizzate nellaffrontare il tema

29 29 I saperi essenziali della documentazione: Trattamento Abstract Nel compilare un abstract, si tiene conto di: n destinatari n materiali allegati n tipologia di utilizzazione e diffusione

30 30 I saperi essenziali della documentazione: Trattamento Abstract Regole generali : n attenersi oggettivamente al documento n mantenere fedeltà al testo originale n fornire il maggior contenuto informativo

31 31 Abstract Regole generali : n sintetizzare il concetto principale n essere chiari, sintetici, efficaci n informare sullintero documento e non solo su parti di esso I saperi essenziali della documentazione: Trattamento

32 32 Abstract Regole generali : n evitare ridondanze n usare uno stile giornalistico (conciso, immediato) n non usare abbreviazioni n sfuggire ad influenze soggettive I saperi essenziali della documentazione: Trattamento

33 33 I saperi essenziali della documentazione: i linguaggi documentari I linguaggi documentari sono linguaggi convenzionali, formati da un insieme di termini utilizzati per descrivere il contenuto concettuale di un documento (chiavi daccesso/descrittori)

34 34 I saperi essenziali della documentazione: i linguaggi documentari Il linguaggio naturale non può essere linguaggio documentario per luso polivalente del lessico (sinonimi, omonimi, iponimi)

35 35 I saperi essenziali della documentazione: i linguaggi documentari Qualche esempio sinonimi: scuola secondaria inferiore scuola secondaria di primo grado scuola

36 36 I saperi essenziali della documentazione: i linguaggi documentari Qualche esempio omonimi: rumore (acustica - informatica) classe (scuola - biologia - società)

37 37 I saperi essenziali della documentazione: i linguaggi documentari Qualche esempio iponimi: scuola elementare iponimo di scuola dellobbligo

38 38 I saperi essenziali della documentazione: i linguaggi documentari n linguaggi classificatori rappresentano il contenuto concettuale in modo sintetico : soggettari n linguaggi di indicizzazione rappresentano il contenuto concettuale in modo analitico : thesauri

39 39 I saperi essenziali della documentazione: i linguaggi documentari n linguaggi classificatori linguaggi di indicizzazione Loperazione è simile, ma lo strumento è diverso Lobiettivo è comunque il reperimento del documento

40 40 I saperi essenziali della documentazione: il thesaurus n E uno strumento per trasformare le idee in parole n E un elenco alfabetico di termini semanticamente e gerarchicamente correlati (descrittori) Esistono specifici thesauri per ciascun argomento

41 41 I saperi essenziali della documentazione: il thesaurus Un thesaurus comporta: descrittori: parole o espressioni che designano in modo non ambiguo i concetti costitutivi del settore coperto dal thesaurus non descrittori: parole o espressioni del linguaggio naturale che rimandano ai descrittori relazioni semantiche tra essi (norma ISO 2788

42 42 I saperi essenziali della documentazione: il descrittore E un termine che rappresenta un concetto e si distingue da una parola chiave del linguaggio naturale perché lo rappresenta in maniera univoca I descrittori relativi ad un determinato argomento sono raccolti nel relativo thesaurus

43 43 I saperi essenziali della documentazione: il descrittore Ogni volta che un documento tratterà lo stesso concetto si utilizzerà il medesimo descrittore per lindicizzazione, quali che siano i termini utilizzati dallautore allinterno del testo

44 44 I saperi essenziali della documentazione: il descrittore Lutente, partendo da un determinato descrittore è certo di trovare tutte le informazioni e solo quelle che trattano quel concetto, indipendentemente dai sinonimi, dai modi di dire e da ogni altra formulazione usata dallautore del testo

45 45 I saperi essenziali della documentazione: il descrittore Regole per scegliere un descrittore: 1) Selettività: registrare soltanto i contenuti sui quali il documento fornisce una informazione che possa interessare gli utenti 2) Completezza: registrare tutti i concetti che compaiono sul documento sia espliciti che impliciti

46 46 I saperi essenziali della documentazione: Diffusione n Definizione delle strategia di ricerca n Definizione dei prodotti e del livello di diffusione (rapporti, dossier, archivi in linea…)

47 47 E … nella scuola???? Distinguere tra: n Documentazione di sistema include: organizzazione struttura funzionamento POF

48 48 Documentazione di sistema n A livello regionale e nazionale, la documentazione di sistema è utile per diffondere informazioni sulle modalità attraverso cui ciascuna scuola realizza l'autonomia e identifica la propria carta di identità. Attraverso la circolarità di questo tipo di informazioni è possibile confrontare le soluzioni adottate dalle diverse scuole, evidenziare le buone pratiche per suggerire ipotesi di lavoro e stimolare l'innovazione organizzativa.

49 49 Documentazione di sistema n Il punto di riferimento in questo caso è il Piano dellofferta formativa, organizzato nelle sue linee essenziali e negli approfondimenti degli aspetti più qualificanti e significativi in raccordo con le scelte che caratterizzano maggiormente listituzione scolastica.

50 50 Documentazione di sistema n Nellambito della singola scuola invece, rappresenta la memoria storica dell'istituzione scolastica e facilita il lavoro collegiale e l'inserimento dei nuovi docenti. n In questo ambito la documentazione di sistema si intreccia fortemente con gli aspetti propri della comunicazione, di cui rappresenta una componente

51 51 Documentazione di sistema n Possibili materiali –Piani di lavoro annuali –Materiali prodotti dai gruppi di lavoro, dai dipartimenti disciplinari –Moduli disciplinari, unità didattiche –Raccolte di prove dingresso e di verifica –Raccolte di prove desame –Test, questionari –Accordi di programma, convenzioni –Agenda delle iniziative –Formazione docenti

52 52 E … nella scuola???? Distinguere tra: n Documentazione di percorsi ESPERIENZE PROGETTI n Documentazione di prodotti Risultato visibile

53 53 La documentazione di esperienze consente n di elaborare "un vissuto n di trasformare in "unità informativa" gli aspetti più interessanti di un'attività, di un progetto. n di favorire lo sviluppo di una serie di riflessioni sulle esperienze vissute nella scuola

54 54 Per chi documentare? n Docenti n Studenti n Genitori n Sistema scuola n Esterno n Una forma di documentazione? n Più forme di documentazione? n Quali priorità?

55 55 Distinguere tra: n Documentazione di percorso processo n itinerario percorso n Documentazione di prodotto n risultato visibile

56 56 Distinguere tra: n Scheda catalogo indice con le informazioni essenziali per favorire il reperimento dei dati n Documentazione personalizzata (dossier, iperscheda…) materiali per lapprofondimento dellinformazione

57 57 Scheda catalogo n descrive l'oggetto (sistema, processo o prodotto) in modo sintetico, evidenziandone le caratteristiche di tipo "anagrafico", i dati che rispondono alle domande: chi, dove, quando, cosa, con chi etc. è finalizzata in primo luogo a facilitare la ricerca e il reperimento dei dati è un puntatore che rimanda a maggiori approfondimenti ·

58 58 Scheda catalogo n piega le specificità dell'oggetto a cui si riferisce alle necessità di mettere in risalto gli elementi comuni a tutti gli oggetti dello stesso tipo n implica l'utilizzo di strumenti documentari come l'indicizzazione attraverso descrittori (le "parole chiave" con cui viene identificato il contenuto), l'uso di abstract

59 59 Il dossier: i tratti distintivi della "documentazione di percorso n la presenza dei "materiali utilizzati", dei materiali cioè che pur non avendo una autonoma significatività, sono stati utili per realizzare il percorso (schede, griglie, dati informativi, materiale già prodotto da altri, strumenti normativi, bibliografici…) n l'esplicitazione del "cammino": il punto di partenza, gli accadimenti, le motivazioni delle singole scelte, le difficoltà…..

60 60 Documentare il processo/percorso n La descrizione di un processo educativo n I materiali che sono serviti per realizzare il processo n I prodotti del processo n lesperienza didattica n schede, griglie, consegne... n i risultati dellesperienza A scuola linformazione è costituita da:

61 61 Documentare il processo/percorso n Se vogliamo che la documentazione sia una pratica ordinaria e diffusa è necessario che essa prioritariamente costituisca per ogni insegnante un "valore aggiunto n che ciascuno possa trovare nell'insieme delle informazioni quella che gli è utile, che lo indirizza, che gli consente il confronto con quanto sta realizzando o intende realizzare, che in sostanza gli offre degli "strumenti".

62 62 Documentare il processo/percorso n Per questo è necessario che la documentazione scolastica contenga degli elementi utili non solo a comprendere "che cosa" altrove è stato fatto, dal punto di vista puramente informativo, ma anche "come" è stato fatto, ovvero sia ricca di tracce di percorso, di indicazioni di strumenti, procedure, metodi.

63 63 Documentare il processo/percorso n Smontare il percorso in tappe significative n Ogni tappa deve essere rappresentata

64 64 Documentare il processo/percorso n Analizzare il percorso dal punto di vista del senso n occorre individuare parametri per determinare il grado di significatività n Selezionare gli elementi di rappresentatività ancora in base al criterio della significatività

65 65 Documentare il processo/percorso n Per documentare occorre scegliere

66 66 Documentare il processo/percorso n Elementi che possono esser presi in considerazione per la selezione dei materiali: n chiarezza n indispensabilità n caratterizzazione

67 67 Documentare il processo/percorso n chiarezza indispensabilità n caratterizzazione n Se manca non si comprende n elementi che definiscono le specificità

68 68 Documentare il processo/percorso n Originalità n Successo n Eccellenza la significatività l'esemplarietà la trasferibilità n Rispondenza ai bisogni ipotizzati dellutenza Parametri di significatività per la selezione delle esperienze da documentare

69 69 Documentare il processo/percorso n Blocchi significativi n Tappe/fasi n che cosa n chi n come n quando n dove n con che cosa n con chi Progetto Le intenzioni (in breve) Litinerario attuativo

70 70 Documentare il processo/percorso n Tappe/fasi n Il contesto n Il problema/la motivazione n I contenuti n La realizzazione, le sue fasi; L'organizzazione ; Le metodologie; Gli strumenti n Le modalità di verifica I risultati Progetto Le intenzioni Litinerario attuativo

71 71 Documentare il processo/percorso n Chi la promuove n Singoli docenti, consiglio di classe, collegio, rete di scuole, iniziative extrascuola Che cosa dire di unesperienza

72 72 Documentare il processo/percorso n Quali sono le possibilità di ampliamento n Disciplinare, pluridisciplinare, verticale, orizzontale, a rete Che cosa dire di unesperienza

73 73 Documentare il processo/percorso n Perché si fa n Problemi interni alla scuola, problemi del/dal territorio, interessi dei ragazzi, interesse culturale dei docenti, proposte esterne Che cosa dire di unesperienza

74 74 Documentare il processo/percorso n Quali sono i contenuti n Disciplinari, trasversali... n Coerenza con le metodologie adottate, significatività in merito ai problemi educativi, operatività su percorsi epistemologici Che cosa dire di unesperienza

75 75 Documentare il processo/percorso n Quali sono le forze coinvolte con chi si fa n Altre scuole, reti di scuole, enti di ricerca, università, associazioni, istituzioni del territorio Che cosa dire di unesperienza

76 76 Documentare il processo/percorso n Come si verifica n Tipologie, modalità, strumenti, tempi, n risultati verificabili nellambito degli apprendimenti comportamenti Che cosa dire di unesperienza

77 77 Documentare il processo/percorso n Come è organizzato il lavoro n Gruppo/i; classe/i, n articolazione flessibile con gruppi orizzontali, verticali, della stessa scuola, di altre Che cosa dire di unesperienza

78 78 Documentare il processo/percorso n Quali metodologie si adottano n Interdisciplinarietà, metodo della ricerca-azione, uso didattico delle tecnologie, laboratori…. Che cosa dire di unesperienza

79 79 Documentare il processo/percorso n che cosa produce n produttori: ragazzi/docenti, strumenti, tecnologie, materiali, processi, procedure, nuove condotte il prodotto può essere utilizzato come nuova risorsa Che cosa dire di unesperienza

80 80 Documentare il processo/percorso n Si tratta di informazioni molto diverse tra loro per supporto, formato, struttura, che devono essere elaborate in modo da rendere comprensibile il processo svolto e confrontabili i risultati

81 81 Il dossier è strutturato in modo da n facilitare la comprensione dell'esperienza nei suoi diversi aspetti: non soltanto chi, dove, cosa, ma soprattutto perché e come offrire esempi significativi e sufficientemente esplicativi dei materiali elaborati per lo svolgimento delle attività e di quelli prodotti come risultato

82 82 Il dossier è strutturato in modo da n Mettere in evidenza le specificità dellesperienza in corrispondenza con i suoi obiettivi prioritari n In questo caso ……..???

83 83 Ipotesi di lavoro n Quali sono gli elementi che connotano una esperienza che pone in primo piano –la dimensione curricolare –il rapporto con il territorio –Il senso di appartenenza

84 84 Ipotizzare una traccia di dossier documentario n Che tenga conto della esigenza della confrontabilità n Che tenga conto delle specificità n Che contenga elementi utili per il fare

85 85 Documentare il processo/percorso n I docenti della stessa scuola n I docenti di scuole diverse n i docenti di paesi diversi n diffusione interna alla scuola n diffusione nazionale n diffusione internazionale Lutenza: i docenti

86 86 Perché documentare? n Per rendere visibile allesterno le capacità progettuali della scuola. –Da sempre si dice che la scuola non riesce a far conoscere allesterno le attività significative e pregevoli che studenti e insegnanti producono e si concorda nel sottolineare la solitudine degli insegnanti e degli studenti

87 87 Perché documentare? n Per condividere percorsi di lavoro –Mettere in rete i prodotti delle scuole è un modo per far conoscere lo stato dellattività, consentire la conoscenza di situazioni concrete, consolidare il lavoro collegiale e tentare di rendere riproducibile lesperienza fatta.

88 88 Perché documentare? n Per dimostrare che le innovazioni sono possibili e che anzi, a volte, semplificano la vita. –Attraverso la presentazione e la proposta di modelli organizzativi e di percorsi realizzati

89 89 Perché documentare? n Per costruire una comunità virtuale –Scambiare materiali consente a gruppi di scuole e di docenti di costituire una comunità di esperti


Scaricare ppt "1 Documentare a scuola - documentare la scuola A cura di Gloria Bernardi Irrsae Toscana."

Presentazioni simili


Annunci Google