La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PARIGI … A cura di: Di Ruscio Concetta, Gaman Raluca, Ranalli Gaia, Sacchetta Elisa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PARIGI … A cura di: Di Ruscio Concetta, Gaman Raluca, Ranalli Gaia, Sacchetta Elisa."— Transcript della presentazione:

1 PARIGI … A cura di: Di Ruscio Concetta, Gaman Raluca, Ranalli Gaia, Sacchetta Elisa

2 … un viaggio lungo la Senna …

3 …Geografia… Di Raluca Gaman

4 Francia La Francia è il terzo paese più esteso dell’Europa occidentale con Km ² e il secondo più popolato per una densità di 111 ab/km ². Il paese si estende con una forma che ricorda un esagono e ha per capitale Parigi. I suoi confini sono: a ovest con l’oceano Atlantico, a nord con il Belgio, la Germania e il Lussemburgo, a est con l’Italia e la Svizzera, a sud con il mar Mediterraneo.

5 Fiumi e canali La Senna attraversa Parigi e sfocia nella Manica invece la Loira si getta nell’Altlantico. Il Rodano è l’unico fiume che scorre da nord a sud e sfocia nel Mediterraneo. La Francia è anche ricca di canali artificiali come il Canal du Midi.

6 La Senna Parigi è al cuore del bacino parigino, alla confluenza di molti fiumi: la Senna la collega al mare e all'Inghilterra e forma un arco di cerchio, che entra nella città da Sud-Est, quindi che ritorna per uscire a sud- ovest. Situata all'ovest estremo dell'Europa, la città è ai margini del polo industriale- urbano che va da Rotterdam a Milano ed è il centro di una vasta rete autostradale e ferroviaria.

7 Carta d’identità di Parigi

8 La region parisienne La region parisienne, ha un'estensione molto vasta e, insieme a Londra e Mosca è tra i più grandi d'Europa. Oltre a quello della Parigi vera e propria, parigina comprende altri sei dipartimenti: Hauts-de- Seine, Seine-Saint Denis e Val de Marne che costituiscono la petit cuorunne e Val-d’Oise, Yvelines ed Essone che compongono la grande couronne.

9 Il clima Il clima di Parigi è a metà strada tra il clima oceanico e il clima continentale e largamente influenzato dalla Corrente del Golfo. L'inverno è caratterizzato da un'alternanza di periodi miti e piovosi ed è rara la neve invece in’estate le temperature medie possono variare tra i +14º e i +23º ma la temperatura più alta mai registrata è di 40,4°, il 28 luglio del 1947.

10 Lo stemma La nave, era l'emblema della potente corporazione dei Nautes (mercanti dell'acqua), che gestì la municipalità durante il medioevo. Il motto della città «Fluctuat Nec Mergitur» (« naviga ma non affonda»), è un riferimento a questo battello. Nella rappresentazione, l'arma riporta le decorazioni che la città autorizza: la legion d'onore, la Croce della guerra e la croce della Liberazione. Al di sopra dello stemma è presente una corona muraria d'oro a cinque torri, mentre a destra è presente un ramo di quercia e a sinistra uno d'alloro.

11 …Storia… Di Gaia Ranalli

12 Inno Nazionale Francese La Marsigliese L’inno divenne la chiamata alle armi della Rivoluzione francese e in questo contesto assunse il nome di Marsigliese perché cantata per le strade dai volontari provenienti da Marsiglia al loro arrivo a Parigi.La Marsigliese divenne Inno Nazionale con un decreto del 14 luglio In seguito la canzone fu messa al bando da Napoleone I, Luigi XVIII e Carlo x. Mentre gli inni nazionali invitano a combattere e morire, questo testo invece invita a combattere e vincere.

13 Storia di Parigi Il primo nucleo di Parigi è l’Ile de la Citè, un’isola alluvionale della Senna dove nella metà del III sec. a.C. si insediò la popolazione celtica dei Parisi. L’intera Gallia è stata sottomessa dai Romani e quando l’Impero si indebolì, nella regione si stanziarono le popolazioni germaniche. Tra queste prevalse la stirpe dei Franchi, guidati da Clodoveo che nel 508 stabilisce Parigi come capitale del regno merovingio. Nel 751 con Pipino il Breve, ai Merovingi si sostituì la dinastia carolingia. Nell’800 Carlo Magno venne consacrato Imperatore del Sacro Romano Impero, ma, alla sua morte dopo un lungo periodo di lotte prevalse la dinastia capetingia. Dai Romani al mille

14 Storia di Parigi Nel XIII sec. sotto il regno di Luigi IX, la Francia si evolve verso uno Stato unitario basato sul potere assoluto del re. Tra il 1328 e il 1453 la Francia è impegnata nella guerra dei Cent’anni contro L’Inghilterra. Il medioevo e le guerre di religione Giovanna d’Arco è un’eroina nazionale francese, venerata come santa dalla Chiesa cattolica. Riunì al proprio Paese parte del territorio caduto in mano inglese,guidando vittoriosamente le armate francesi contro quelle inglesi. Catturata dai Borgogni, Giovanna fu venduta agli inglesi che la sottoposero a un processo per eresia. Il 30 maggio 1431,fu condannata al rogo. Beatificata nel 1909 da Pio X, fu proclamata patrona di Francia.

15 Storia di Parigi Nella seconda metà del 1500 la Francia è segnata dalle guerre di religione, fra una minoranza protestante (ugonotti) e il resto di fede cattolica. Nel 1572 il conflitto finisce con il massacro degli ugonotti (notte di San Bartolomeo). Con Enrico IV si cercò di porre fine agli scontri, emanando l’Editto di Nantes con il quale si riconobbero dei diritti agli ugonotti.

16 Storia di Parigi Un periodo di intenso sviluppo che a Parigi si riflette con un’espansione demografica consistente fu la seconda metà del XVII sec., sotto la sovranità di Luigi XIII e del suo successore Luigi XIV. Furono soprattutto i loro potenti ministri Richelieu, Mazzarino e Colbert a favorire questo sviluppo, anche con un’imponente politica urbanistica. Giulio Raimondo Mazzarino nacque nel 1602 a Pescina AQ e morì nel 1661 a Vincennes. Passò la gioventù a Roma e dopo essersi laureato in legge iniziò la sua attività diplomatica al servizio del pontefice. Proprio per le sue spiccate doti diplomatiche, cominciò ad avere un contatto diretto con il cardinale e primo ministro francese Richelieu. Diventatone in seguito intimo amico,accettò la cittadinanza francese. Lo splendore della monarchia

17 Storia di Parigi Lo splendore della monarchia Dopo la morte di Richelieu e sostenuto dalla regina Anna d’Austria moglie di Luigi XIII, divenne primo ministro e il vero arbitro della politica francese. Anche il successore, Luigi XIV gli lasciò tutto il potere e con Mazzarino la Francia si assicurò il predominio europeo. La sua ricchezza era enorme e andò divisa fra i suoi nipoti ; infine l’eredità passò ai Grimaldi di Monaco. Nel 1677 Luigi XIV si trasferisce a Versailles, però Parigi conserva sempre i suoi caratteri fino alla Rivoluzione.

18 Storia di Parigi Agli inizi del Settecento, Parigi diventa un vero e proprio polo d’attrazione e d’incontro per letterati, filosofi e artisti, le cui idee si diffondono poi all’estero sotto il nome di Illuminismo. La decisione di Luigi XVI di sospendere l’assemblea degli Stati generali a Versailles innesca la reazione del popolo e della borghesia, che il 14 luglio 1789 occupano la fortezza della Bastiglia. Illuminismo e Rivoluzione La presa della Bastiglia avvenuta il martedì 14 luglio 1789 a Parigi, fu un evento storico della Rivoluzione francese che culminò con la cattura della Bastiglia simbolo dell’Ancien Règime da parte dei cittadini parigini. L’avvenimento assunse un enorme significato simbolo, a tal punto da essere considerato l’inizio della Rivoluzione.

19 Storia di Parigi Il 10 agosto 1792 viene decretata la fine della monarchia e proclamata la Repubblica. In una fase di dittatura si impose Robespierre. Dopo un colpo di stato emerse la figura di Napoleone Bonaparte che nel 1804 si fece incoronare imperatore.

20 Storia di Parigi Dopo le sconfitte di Lipsia e Warteloo finisce l’era napoleonica, viene restaurata la monarchia di Luigi XVIII; ma con il governo di Carlo X si torna all’ancien regime. I francesi reagirono nel 1830 con i moti parigini che portarono sul trono Luigi Filippo d’Orleans. Una nuova insurrezione popolare porta all’instaurazione della seconda repubblica. Con un colpo di stato assunse il potere assoluto Napoleone III ma nel 1871 nacque la terza repubblica. L’Ottocento ha visto la nascita di movimenti artistici come l’Impressionismo che ha segnato l’inizio dell’arte contemporanea. Nel 1889 in occasione dei cento anni della Rivoluzione, Parigi si arricchisce del monumento che ne è divenuto il simbolo, la Tour Eiffel. L’Ottocento

21 Storia di Parigi L’inizio del secolo si contraddistingue con un forte sviluppo artistico culturale: sono gli anni della Belle Epoque. La città si rinnova completamente e diventa un punto di riferimento per gli intellettuali sostenitori della libertà di pensiero. Nel 1939 la Francia entra in guerra contro la Germania e Parigi subisce un duro colpo. Nel 1940 Parigi rimase sotto il controllo dei tedeschi fino al 1944 quando le truppe alleate penetrarono nella città. Al termine del conflitto venne proclamata la quarta Repubblica, cui seguì nel 1958 la quinta repubblica a carattere presidenziale guidata da Charles De Gaulle. Il Novecento

22 Storia di Parigi Nel corso degli ultimi anni, sono stati attuati notevoli progetti tra cui il Centre Pompidou e la piramide di vetro del Louvre. Nel 1997 Parigi si è posta alla ribalta della cronaca per la morte di Lady Diana e per la conquista nel 1998 dei Mondiali di calcio. Il 7 gennaio 2015 c’è stato un gravissimo attentato terroristico alla sede di Charlie Hebdo per aver pubblicato vignette satiriche sul leader dello”Stato islamico” e su Maometto.

23 …Arte e musei... Di Elisa Sacchetta

24 Il museo del Louvre Il Museo del Louvre a Parigi, in Francia, è uno dei più celebri musei del mondo e il primo per numero di visitatori: 8,8 milioni l'anno. Attualmente la collezione del museo comprende alcune delle più famose opere d'arte del mondo, come la Gioconda, le Nozze di Cana e laVergine delle Rocce di Leonardo da Vinci, i due Prigioni di Michelangelo Buonarroti, Amore e Psiche di Antonio Canova, Il giuramento degli Orazi di Jacques-Louis David, La zattera della Medusa di Théodore Géricault, La Libertà che guida il popolo di Eugène Delacroix, la Venere di Milo e la Nike di Samotracia. Arte e musei

25 La Gioconda La Gioconda La Gioconda, nota anche come Monna Lisa, è un dipinto a olio su tavola di pioppo di Leonardo da Vinci e conservata nel Museo del Louvre di Parigi. Opera emblematica ed enigmatica, si tratta sicuramente del ritratto più celebre del mondo, oggetto di infiniti omaggi, ma anche parodie e sberleffi. Il sorriso impercettibile della Gioconda ha ispirato tantissime pagine di critica, di letteratura, di opere di immaginazione, di studi anche psicoanalitici. E’ vista ogni giorno da migliaia di persone, tanto che nella grande sala in cui è esposta un cordone deve tenere a notevole distanza i visitatori: nella lunga storia del dipinto non sono mancati i tentativi di vandalismo, nonché un furto rocambolesco che in un certo senso ne ha alimentato la leggenda. Arte e musei

26 Museo di Picasso Picasso una volta disse: «Sono il più grande collezionista di opere di Picasso del mondo». Al momento della morte aveva infatti accumulato un'enorme raccolta di proprie opere, che andavano da semplici schizzi a veri e propri capolavori. Il museo Picasso contiene più di opere di Picasso tra cui disegni, ceramiche e dipinti. È inoltre completato dalla collezione personale dell'artista, che comprende opere di Cézanne, Degas, Rousseau, Seurat, de Chirico e Matisse. Sono presenti anche alcuni antichi bronzi Iberici ed una vasta raccolta di arte primitiva. Uno degli aspetti che più colpiscono del museo è che contiene un ampio numero di opere che Picasso dipinse dopo aver compiuto il settantesimo anno di età. Arte e musei

27 Autoritratto 1901 Natura morta con sedia impagliata 1912 Ritratto di Olga in poltrona 1917 Ritratto di Marie Therese 1937 Il bacio 1925 Due donne che corrono sulla spiaggia 1922 Arte e musei

28 Museo d’Orsay Una delle mete imperdibili a Parigi per gli appassionati dell'arte è, insieme al Louvre, senza dubbio il museo d'Orsay. Al suo interno sono custodite le opere prodotte tra il 1848 e il 1914, appartenenti a diverse correnti artistiche, tra cui l'impressionismo, i cui capolavori hanno fatto la fama del museo. Al quinto piano, infatti, potrete ammirare le opere di grandi pittori come Monet, Cezanne, Renoir o Degas. Arte e musei

29 Museo Della Storia Naturale Museo Della Storia Naturale Il Museo nazionale di storia naturale, conosciuto come Muséum national d'Histoire naturelle, è uno dei più antichi spazi dedicati alla scienza non solo in Francia ma nel mondo intero. L'attività di ricerca del Museo consiste nell’ordinare e comprendere la diversità biologica ed ecologica, la sua origine, il suo ruolo e le sue dinamiche, al fine di contribuire alla gestione sostenibile di questa diversità. Il Museo, le cui collezioni nel corso del tempo si sono arricchite sempre più, organizza: mostre permanenti, presentazioni di piante e animali in parchi e giardini e mostre temporanee secondo temi o ricerche specifiche. Arte e musei

30 Museo Carnevalet Situato nel cuore del delizioso quartiere del Marais, il museo Carnavalet è il posto giusto per chi vuol saperne di più sugli eventi e i personaggi che hanno fatto Parigi, ripercorrendo una storia ormai millenaria. Una storia raccontata attraverso oggetti in uso all’epoca, modellini di vecchi monumenti e opere d’arte con cui si è voluto immortalare la trasformazione sociale e urbanistica della città. Arte e musei

31 Museo Cluny Museo Cluny Il Museo Cluny è un meraviglioso museo dedicato all’arte medievale ospitato all’interno delle spettacolari terme gallo- romane e nel magnifico Hôtel de Cluny. Il museo è stato fondato dallo Stato nel 1843 con la collezione privata di Alexandre du Sommerard, grande appassionato di arte medievale. La raccolta nel corso degli anni si è arricchita e oggi presenta una visione unica dell’arte e della storia umana dei primi anni del Cinquecento. Illustra, attraverso numerosi oggetti, disposti in 24 sale, le varie forme di arte e artigianato tipiche dell’epoca medievale. Il museo custodisce anche opere risalenti al periodo antecedente il medioevo come sculture gotiche e opere di arte romanica. La sezione più famosa è quella dedicata alle tappezzerie e ai tessuti. Arte e musei

32 Museo della Musica Il museo si articola lungo due percorsi, uno cronologico dal 1600 ai giorni nostri per le musiche occidentali e uno geografico per le musiche extraeuropee. La visita si effettua a suon di musica: un’audioguida, con un ricco repertorio di registrazioni realizzate con gli strumenti delle collezioni, accompagna il visitatore che potrà inoltre assistere ai bei concerti gratuiti organizzati tutti i giorni. Arte e musei

33 Museo Galliéra Il Museo Galliéra, conosciuto anche come Musée de la Mode de la Ville de Paris, si trova all’interno di un raffinato palazzo neorinascimentale del diciannovesimo secolo, il Palais Galliéra. Nel museo, dedicato alla moda, vi sono allestite diverse mostre, sia temporanee che permanenti, le quali illustrano la storia e l’evoluzione del costume dal XVIII secolo fino ai giorni nostri. Inoltre, le mostre sono in continua evoluzione grazie alle donazioni delle più importanti case di moda, come Yves St-Laurent e Dior, e di celebri personalità. Arte e musei

34 … Chiese, monumenti, piazze e viali … Di Gaia Ranalli e Elisa Sacchetta

35 Tour Eiffel Storia La torre venne costruita,dal 1887 al 1889;sarebbe dovuta servire da entrata all’Esposizione Universale del 1889,una Fiera Mondiale organizzata per celebrare il centenario della Rivoluzione francese. Fu inaugurata il 10 giugno di quell’anno e celebrata come il simbolo della scienza e della tecnica francese. Il 5 novembre 1898 fu impiantata l’antenna radiofonica che la elevò da 300 a 324 m. Arte Lo snello profilo ferrigno della Tour Eiffel (324m) compare in molte delle vedute più belle della città. La straordinaria struttura realizzata da Gustave Eiffel con ben componenti in ferro per un peso di oltre tonnellate è una delle meraviglie ingegneristiche del tardo XIX secolo. Chiese e monumenti La Tour Eiffel è il simbolo di Parigi e uno dei monumenti più celebri del mondo …

36 Notre -Dame La cattedrale di Notre – Dame sorge al posto della prima cattedrale dedicata a Santo Stefano che iniziava a essere troppo piccola. Maurice de Sully,vescovo di Parigi,aveva deciso di far costruire un edificio più ampio.La costruzione della cattedrale fu compiuta a partire dal 1163 fin verso l’inizio del XIV sec. La cattedrale posta sotto la protezione della Vergine Maria,è sempre stata legata ai momenti gloriosi o tragici della storia della Francia. Chiese e monumenti La bella cattedrale gotica è uno dei siti religiosi più visitati di tutta la Francia Storia Arte Si tratta di una chiesa gotica a pianta rettangolare con cinque navate che si chiudono nella zona absidale con un doppio deambulatorio. Sopra alle navate laterali interne vi è il matroneo attorniato da trifore e sormontato da bifore. Sulla facciata in alto vi è la galleria Chimere, dove vi sono i vari mostri ed i famosi Gargoyles, che fungono da doccioni. Non meno importanti sono le torri campanarie, alte 69m.

37 Sacrè-Coeur Storia Arte Questa basilica è caratterizzata dal materiale esterno, ovvero dalla pietra di Château-Landon, un travertino resistente al gelo e capace di divenire ancora più bianco e lucido con l'età e al contatto della pioggia. Gli interni sono piuttosto spogli, fatta eccezione per il mosaico d'oro dell'abside, uno dei più grandi del mondo. La pianta è a croce greca, con una grande cupola alta 83 metri sull'incrocio dei quattro bracci. Il coro è circondato da un deambulatorio con cappelle radiali che si apre sull'abside con undici arcate sorrette da colonne con capitelli scolpiti. Chiese e monumenti Dalla bianca basilica neobizantina si apre la più bella veduta panoramica di Parigi L’edificio fu costruito grazie ai fondi donati dai cittadini di ogni regione francese come voto per invocare il perdono per i caduti della guerra franco-prussiana del La prima pietra fu posata nel 1875,ma alcuni problemi rallentarono il progetto e l’edificio fu completato nel Poi vi fu la prima guerra mondiale che fece rimandare la consacrazione al 1919.A oltre 130 anni dal voto,i sacerdoti si danno ancora il turno per mantenere sempre viva la preghiera di perdono per gli orrori della guerra.

38 Champs-Elysèes Fu progettata nel 1667 dall’architetto André La Nôtre ed ebbe inizialmente il nome di Grand Cours. Agli inizi dell’Ottocento nella zona non c’erano che pochissime abitazioni.Nel 1824 il quartiere si affollò di palazzi,marciapiedi e fontane,diventando uno dei prediletti dall’aristocrazia. Oggi la grandiosa avenue des Champs Elysées è uno dei punti focali della vita nazionale francese. Lungo oltre 2 km e larga 71m Piazze e viali Il viale più celebre di Parigi,dove gli stilisti più famosi hanno aperto le loro boutique …

39 Arc de Triomphe Storia Arte L’arc de Triomphe si ispira all’ Arco di Tito nel Foro Romano a Roma. Il monumento ha un’altezza di 50m, una larghezza di 45m e una profondità di 22m. La museografia permette di capire meglio la storia del monumento. Dalla terrazza è possibile ammirare sia di giorno sia di notte un panorama unico sugli Champs Elysées. L’arco fu commissionato nel 1806 da Napoleone,che voleva un monumento imponente degno della gloria dell’esercito francese. Nel 1810 fu installato un modello a grandezza naturale per celebrare il matrimonio dell’imperatore con Maria Luisa d’Austria,ma la struttura definitiva fu pronta solo nel 1836,15 anni dopo la sua morte. Chiese e monumenti Il viale più celebre di Parigi è coronato dalla mola poderosa dell’Arc de Triomphe.

40 Jardin du Luxembourg Piazze e viali Con il suo laghetto,le favolose fioriture e il palazzo di stile italiano,è uno dei parchi più frequentati di Parigi. Maria de Medici commissionò i giardini e il Palazzo nel I lavori terminarono intorno al 1625,ma Maria, vedova di Enrico IV,ebbe poco tempo per goderne,perché venne esiliata dalla Francia.Durante la Rivoluzione,il Palazzo fu adibito a prigione e nel 1799 divenne sede della Camera Alta Francia. Nei 24 ettari si trovano aiuole fiorite tra le più belle di Parigi.Il punto di riferimento è il lago ottagonale circondato da statue di sovrane francesi. Nelle giornate di bel tempo, i parigini si ritrovano a prendere il sole,a giocare a bocce … Il vasto spazio accoglie anche campi da tennis,un palco per l’orchestra e persino una scuola di apicoltura. I bambini possono assistere agli spettacoli di marionette al Théâtre du Luxembourg (mer, sab e dom dalle 14), approfittare di altalene e scivoli e noleggiare piccoli motoscafi telecomandati con cui giocare sul lago.

41 Montmatre Storia Arte Piazze e viali Un villaggio in piena città,con viuzze lastricate,viste stupende e l’imponente basilica del Sacré-Coeur. In epoca romana,la collina era sede di un tempio dedicato a Mercurio.Fu ribattezzata Mont des Martyrs dopo l’assassinio,nel III sec,di S.Denis,primo vescovo di Parigi.Alla fine del XVII secolo vi sorgevano circa 30 mulini a vento e Montmatre godeva di un certo benessere grazie alla produzione di vino,farina e gesso.Di quei mulini,ne restano soltanto due. Domina la piazza la splendida chiesa di Saint-Pierre-de- Mont-martre,una delle più vecchie di Parigi,risalente al XII sec. Montmartre è uno dei quartieri più famosi di Parigi nonché il più caratteristico. Alla fine del 1800 era il quartiere degli artisti, scrittori e poeti, che contribuirono a crearne la fama e il fascino di cui gode ancora oggi. Tra i simboli di Montmartre vi sono senza dubbio Sacre Coeur e la Place du Tetre, pittoresca piazzetta degli artisti di strada e ritrattisti.

42 Place de la Concorde Piazze e viali La piazza,forse la più bella di Parigi,regala magnifiche prospettive degli Champs-Élysées,delle Tuileries con il Louvre e della Madeleine. Storia Creata nel 1753 in onore di Luigi XV,era ornata da una statua equestre del sovrano,abbattuta nel 1792 e sostituita dalla ghigliottina,quando la piazza fu ribattezzata “della Rivoluzione”.La prima vittima ne fu Luigi XVI. Oggi vi sorge l’obelisco di Luxor donato dal vicerè egiziano Mehemet Alì a Carlo V e giunto a Parigi nel 1833 sotto il regno di Luigi Filippo. Arte La piazza è stata costruita da Ange-Jacques Grabriel come un ottagono con il perimetro delimitato dagli Champs Elysées. L’obelisco egizio di Luxor, vecchio ormai 3300 anni, lo fece posizionare Luigi Filippo al centro della piazza durante l’intervento di rifacimento di quest’ultima. Alto 2286 cm, pesa 227 tonnellate. Nel 1998 fu fatto aggiungere anche la parte finale in oro, tanto voluta dagli egittologi.

43 Reggia di Versailles Storia Arte Versailles fu inizialmente sede di un capanno di caccia utilizzato da Luigi XIII. Nel 1661,Luigi XIV decise di trasferire la corte in questa zona paludosa e disabitata. I lavori continuarono ininterrotti fino alla sua morte,nel Il palazzo rimase sede del potere fino 1789,quando i rivoluzionari catturarono Luigi XVI e lo costrinsero a ritornare a Parigi. Chiese e monumenti Versailles è la più splendida reggia di Francia,un monumento opulento per celebrare il Re Sole, Luigi XIV. Definita anche come un grattacielo orizzontale. L’enorme reggia di Versilles è composta da quattro zone: Il palazzo, i giardini, il Grand Trianon e il Petit Trianon. Nel palazzo si trovano le parti più visitate. I giardini che si trovano intorno alla Reggia sono altrettanto belli e curati. Inoltre, la domenica, le fontane esibiscono splendidi giochi d’acqua. La reggia con il museo della storia di Francia conservano opere di gran pregio, prevalentemente di artisti francese ma non solo.

44 E…Gastronomia Di Concetta Di Ruscio

45 Gastronomia Durante la vostra vacanza a Parigi vi consigliamo di assaggiare in qualche ristorante della città la cucina francese piatti tipici come: la foie gras, le baquettes, le brioche, il soufflè, le crepes, e i dolci con la crema chantilly. Durante la vostra vacanza a Parigi vi consigliamo di assaggiare in qualche ristorante della città la cucina francese piatti tipici come: la foie gras, le baquettes, le brioche, il soufflè, le crepes, e i dolci con la crema chantilly.

46 Gastronomia Ecco una breve elenco di piatti tipici francesi che potrete assaggiare nei Ristoranti di Parigi: Ecco una breve elenco di piatti tipici francesi che potrete assaggiare nei Ristoranti di Parigi: Antipasto: Antipasto: - Cocktail di astice - Cozze alla Franciollon - Mousmé - Mousse di salmone - Rissoles ai funghi - Rissoles al fegato d'oca - Soufflé al formaggio

47 Gastronomia Zuppe: Zuppe: - Bouillabaisse alla marsigliese - Bourride provenzale - Cotriade - Crema di zucca - Zuppa al formaggio - Zuppa di cipolle - Zuppa parmentier

48 Gastronomia Secondi piatti Secondi piatti - Costolette di maiale alla Normanna - Gamberi alla francese - Aïado

49 Gastronomia Contorni: -Cardi alla provenzale - Pomodori alla provenzale - Ratatouille

50 Eventi in programma a Parigi Anche a Parigi, sono allestiti grandi mercati natalizi. Non passeranno certo inosservati gli chalet che, dal 14 novembre 2014 al 4 gennaio 2015, si affollano ai lati del viale più bello del mondo, gli Champs-Elysées. Ogni anno per le festività natalizie, Parigi viene illuminata e ornata con le sue decorazioni più belle. Lucciole, pioggia di stelle, alberi colorati ecc che animano più di 100 strade, piazze…

51 Dal 29 gennaio 2015 a Parigi è in programma la trentaseiesima edizione dell’affascinante Festival Mondial du Cirque de Demain che, nel corso degli anni, ha fatto scoprire al mondo intero alcuni tra i più importanti artisti contemporanei. Manifestazione unica al mondo, il Festival Mondial du Cirque de Demain rappresenta un evento eccezionale in cui giovani artisti hanno l'opportunità di presentare la loro arte ad una giuria internazionale e ad un curioso ed entusiasta pubblico. Eventi in programma a Parigi

52 Il 21 giugno la città di Parigi si trasformerà in un entusiasmante palcoscenico di artisti indipendenti che suoneranno e canteranno per le strade della città esibendosi al pubblico con tutti i generi di musica. Evento da non perdere per gli amanti della musica Le “Grands Eaux Musicales’’ hanno luogo nei giardini di Versailles nei mesi da Marzo ad Ottobre e rappresentano un percorso a piedi nei giardini della Reggia, dove potrete ammirare lo zampillare delle fontane accompagnate da un piacevole sottofondo musicale. Eventi in programma a Parigi

53 Lo sport in Francia viene praticato molto grazie alla varietà dei climi che permettono la pratica di tutte le attività. Chi ama il nuoto, amerà mete quali la Costa Azzurra o la Corsica. Gli appassionati di sci e sport invernali invece opteranno per un soggiorno nelle zona dei Pirenei o in quella del Massiccio Centrale, dove si pratica lo sci di fondo. I Francesi praticano anche il calcio, il basket e il tennis e sono popolari alcuni giochi tradizionali quali pétanque e boules (bocce), ma lo sport più popolare in Francia resta il ciclismo, quasi una mania, come dimostra la frequente pratica del Tour de France. Sport:Francia

54 Sport:Parigi CAP: Ovvero, course a piéd. Si parla di cosa si puo’ facilmente vedere per le strade. L’aspetto positivo da queste parti é che non sarete mai soli e che vi sono diversi parchi con percorsi più o meno lunghi. Tennis: Anche il tennis è uno sport molto praticato e per quanto riguarda i corsi, esistono moltissimi club per ogni arrondissement. Nuoto: Questo é forse l’aspetto migliore di Parigi: le piscine sono numerose e il costo é estremamente popolare (3€/ingresso). Da segnalare specialmente la piscina Josephine Baker

55 I film girati a Parigi A Parigi una gatta di nome Duchessa e i suoi tre cuccioli, Minou, Matisse e Bizet, vivono nella magione della cantante lirica in pensione Madame Adelaide Bonfamille, insieme al maggiordomo inglese Edgar. Presto lei fa testamento con il suo avvocato ma Edgar per avere tutta l’eredità fa sparire i gatti. Dopo tanti sforzi e, dopo aver incontrato Romeo, i gatti riescono a tornare a casa. Gli Aristogatti

56 I film girati a Parigi Rémy è un piccolo ratto con un grande sogno, cucinare. L'idolo di Rémy è il famoso chef francese Auguste Gusteau. Un giorno la famiglia di Rémy viene scoperta da una signora che li prende a fucilate e quindi sono costretti a scappare. Ad un certo punto Rémy si ritrova da solo e il fantasma di Gusteau lo conduce all’interno del suo ristorante. Mentre Rémy osserva i cuochi che lavorano vede un ragazzo, Alfredo,assunto da poco come sguattero. Alfredo viene scoperto mentre sta provando a cucinare e quindi il capo decide di licenziarlo perché non gli è concesso. Nel frattempo la zuppa è stata servita in sala ad un importante critico gastronomico che chiede di parlare con lo chef. I cuochi credono che sia stato Alfredo a cucinare la nuova zuppa, e per questo il capo gli ordina di riprepararla. Rémy però viene scoperto e catturato e il capo vuole che sia Alfredo a farlo annegare, ma Alfredo e Rémy si mettono d'accordo e decidono di collaborare: il topo lo guida mentre cucina. Un giorno il capo scopre che Alfredo è il figlio di Gusteau. Il capo capisce che lo sguattero dovrebbe diventare il padrone e cerca di correre ai ripari, ma Rémy se ne accorge e il giovane riesce a prendere possesso del locale. La delizia dei piatti incuriosisce un altro critico gastronomico e Alfredo decide di servirgli una riebolazione della Ratatouille, visto il grande successo Alfredo decide di chiamare il suo ristorante “Rataouille” Ratatouille:

57 I film girati a Parigi I l popolo e gli zingari sono considerati esseri socialmente inferiori e pertanto alcuni soldati circondano una famiglia di zingari quando una donna riesce a scappare ma viene inseguita dal giudice Frollo che la uccide e che scopre che questa donna aveva un neonato. Il neonato sarebbe dovuto morire anche lui ma l’arcidiacono di Notre-Dame riesce a salvarlo a condizione che rimanga sempre nella cattedrale di Notre-Dame. Questo bambino è chiamato Quasimodo e cresce con delle sembianze deformi. Un giorno durante una festa vede una bella ragazza, Esmeralda e allora decide di scendere dalla torre e di immergersi nella folla. Questa è una festa in maschera e vince la maschera più brutta. A vincere è proprio Quasimodo ma quando si scopre la verità, e cioè che non era una finzione ma era proprio così, la folla lo colpisce con frutta e ortaggi. Esmeralda lo aiuta e Frollo manda i suoi uomini e il capitano Febo a catturarli; Esmeralda con un trucco da zingara riesce a scomparire ma Quasimodo no. Febo si ribella al potere del giudice e viene salvato da Esmeralda che chiede a Quasimodo di nasconderlo. Frollo tende una trappola a Quasimodo e gli dice che sa dove sono nascosti gli zingari e che li attaccherà e allora Quasimodo e Febo vanno dagli zingari ma stanno per essere uccisi e di nuovo sono salvati da Esmeralda. Frollo imprigiona Febo e gli zingari,condanna Esmeralda al rogo e imprigiona Quasimodo nella cattedrale. Quasimodo salva Esmeralda, Frollo tenta di ucciderlo ma in realtà a morire sarà proprio lui. Quasimodo anche precipita ma viene salvato da Febo; così Febo ed Esmeralda coronano la loro unione e Quasimodo è acclamato dalla folla. Il Gobbo di Notre-Dam

58 I film girati a Parigi Cenerentola a Parigi: La rivista di moda Quality è alla ricerca di un nuovo volto, che riesca a far sognare di nuovo le donne americane. Il nuovo sogno viene individuato in Jo Stockton, una timida e intellettuale bibliotecaria;la giovane si lascia comunque convincere dalla Direttrice Maggie e da Dick a partire per Parigi-incantata. Arrivata a Parigi, Jo è rapita dal fascino elegante della moda parigina. La sera del gran debutto, Jo dimentica di presentarsi e Maggie e Dick cercano di convincerla ad andare ma lei si rifiuta. Quando finalmente si è decisa ad andare alla sfilata scopre che Dick era andato in aeroporto ma, per una strana coincidenza si rincontrano di nuovo in un parco e ammettono di amarsi.

59 I film girati a Parigi Dans Paris: Paul e Jonathan sono due fratelli che cercano rispettivamente di aiutarsi a superare i loro problemi e preoccupazioni, mentre loro padre Mirko sta divorziando. Paul ha rotto con la fidanzata Anna, mentre Jonathan è un donnaiolo.divorziando

60 I film girati a Parigi Due gemelle a Parigi Le due gemelle Melanie e Allyson Porter fanno visita al nonno Edward a Parigi. Quest'ultimo decide di affidare le sue due nipotine ad un suo giovane collaboratore,Jeremie, per far visitare loro la città. Le due gemelle visitano molti musei come il Louvre, ma si annoiano molto. In un ristorante incontrano Brigitte, una modella, e diventano sue amiche. Loro presentano Brigitte a Jeremie. Alla fine Brigitte e Jeremie si innamorano e Mel e Ally tornano in America.

61 I film girati a Parigi Parigi Pierre, un ballerino professionista, è costretto a cambiare drasticamente la sua vita a causa di un grave problema cardiaco. Mentre aspetta il trapianto che potrebbe salvargli la vita, la sorella Elise si trasferisce a casa sua, con i suoi tre figli, per prendersene cura. Intanto a Parigi si compiono le storie di altri personaggi: Roland, un professore di storia, si innamora di una sua studentessa; Jean, un venditore ambulante, rimane scosso dalla morte della sua ex moglie e collega, ma ritrova l'amore con Elise.

62 I film girati a Parigi Paris Express: Sam è un giovane corriere espresso parigino che, per effettuare il prima possibile le sue consegne, sfreccia con il suo scooter per le strade della capitale, infrangendo anche numerose regole del codice stradale. Nonostante il suo impegno nel lavoro, il suo capo non è comunque mai soddisfatto del suo operato. Nel giorno del matrimonio della sorella di Nadia, la sua fidanzata, il suo capo gli affida il compito di consegnare un pacco dal contenuto pericoloso e le cose per lui si complicano notevolmente.

63 I film girati a Parigi Per le vie di Parigi: Anna, fioraia, e Jean, autista di taxi, durante il ballo del 14 luglio a Parigi si innamorano. Poi si perdono di vista: Jean si lascia cambiare da Pola, una donna venuta da fuori, diventa un ladro e va a rubare nel locale dove Anna, che nel frattempo ha perso il lavoro e la madre, ha trovato impiego. Dopo varie peripezie, l'amore vince e lei, grazie ai soldi regalati da un miliardario, ricompra il carretto di fiori.

64 I film girati a Parigi Una piccola storia d’amore: Daniel, adolescente parigino conosce la coetanea Lauren, americana e figlia di impiegati dell'ambasciata USA in Francia. Tra i due ragazzini scoppia in breve l'amore, che viene osteggiato dai genitori di lei, che le proibiscono d'incontrare Daniel e la informano di voler tornare in America al più presto. Spaventati dall'idea di non potersi più rivedere, i ragazzi decidono di mettere in pratica un piano da lungo tempo sognato: fuggire a Venezia. Riusciranno nell'impresa, grazie alla forza del loro sentimento ma soprattutto con l'aiuto di Julius, ladro gentiluomo conosciuto per caso al parco, amico di Daniel.

65 Un po’ di…divertimento! Disneyland Resort Paris richiama milioni di visitatori nei suoi due parchi a tema: Disneyland Park e Walt Disney Studios Park. Situato a est di Parigi, fu inaugurato nel 1992 con un grandioso lancio pubblicitario. Disney Land Paris DISNEYLAND PARK E’ suddiviso in cinque aree: Main Street USA, che ci riporta nell’America del primo Novecento con un treno a vapore, un tram di inizio secolo trainato da cavalli, un municipio, la stazione ferroviaria…, Fantasyland, in cui si scopre il vero spirito di Disneyland, con il castello della Bella Addormentata, varie giostre di Biancaneve e i sette nani, Pinocchio, Dumbo, Peter Pan, Alice nel paese delle meraviglie…, Adventuryland, dedicato ai Pirati, Indiana Jones e Tarzan, Discoveryland, dedicato al futuro e al progresso delle esplorazioni spaziali, e Frontierland, dove si trovano scenari di Far West e cowboy americani, battelli sul Mississipi, ecc.

66 Disneyland Paris Walt Disney Studios Park E’ il secondo parco tematico di Parigi e il più recente. Si tratta di un parco cinematografico in cui è possibile fare un giro sul bolide giocattolo di Toy Story, gettarsi col paracadute, ma anche fare una passeggiata con la Sirenetta. E’ suddiviso in quattro aree: Front Lot, Animation Courtyard, Production Courtyard e Backlot.

67 Charlie Hebdo Charlie Hebdo è un periodico settimanale satirico francese dallo spirito caustico e irriverente. L'azione di critica è rivolta in primis alla difesa delle libertà individuali, civili e collettive, com'è difeso il diritto alla libertà d'espressione a partire dal proprio interno: non è infatti raro che i differenti redattori si siano trovati in disaccordo su temi più o meno importanti, per esempio in occasione del Referendum sulla Costituzione Europea. Je suis Charlie È uno slogan adottato dai sostenitori della libertà di parola e la libertà di espressione dopo il massacro del 7 gennaio 2015, in cui dodici persone sono state uccise negli uffici del giornale satirico Charlie Hebdo,a Parigi.

68 Shopping a Parigi Altra zona entrata di recente nei classici dello shopping è quella del Viaduc. Oggi è tutto in susseguirsi di atelier di artisti e artigiani, di negozi particolari sistemati sotto le sue arcate ristrutturate. Orari di apertura Dalle 9/10 alle 19/20 Riposo settimanale: lunedi mattina Grandi magazzini: Aperti fino le 21/22 Champs Elysées : Aperti fino le 24(una volta a settimana)

69 Shopping a Parigi Gli Champs Elysées sono un susseguirsi di negozi, alberi e ristoranti rinomati. L’avenue è piena di vita anche la sera, intanto perché la maggior parte dei negozi sono aperti fino alle 24,ma anche grazie ai suoi numerosi caffè, ristoranti, e teatri. Si tratta di locali storici come il celeberrimo caffè Fouquet ’s, l’Americano Planet Hollywood o il Lido. Molti degli stilisti più famosi hanno qui le loro splendide boutique.

70 Shopping a Parigi Hermès

71 Shopping a Parigi Ebbero origine da una piccola boutique fondata nel Difficile resistere alla tentazione dell’acquisto a ogni costo, ma si va anche ad ammirare la bella cupola di vetro art déco. Galeries Lafayette In questo centro commerciale,ci sono parrucchiere, agenzia di viaggi e di spettacoli e ben sette fra ristoranti e caffè,e in oltre ospita anche sfilate di moda. Poco distante dalla Galleria ci sono altri centri commerciali come la Fayette Maison…

72 Itinerario Arrivare in aereo a Parigi è il modo più comodo e veloce per raggiungere la capitale francese, in particolare se si parte dal Sud Italia e dalle isole. Molte città del Nord Italia e del centro, sono invece ugualmente ben collegate da altri mezzi trasporto come il treno veloce o il pullman di linea. Parigi dispone di 2 aereoporti : Paris Roissy Charles De Gaulle e Paris Orly e l’aeroporto di Paris-Beauvais Tille.Sono numerosi i collegamenti aerei effettuati da Alitalia e Air France.Le tariffe aeree variano con la stagionalità e la richiesta, se si prenota con largo anticipo si possono trovare promozioni molto convenienti, a partire da € 90 a persona andata/ritorno tasse e bagaglio inclusi. Come raggiungere Parigi

73 Come raggiungere Parigi In auto Partire in auto è sicuramente un'esperienza affascinante e la rete autostradale francese è ben attrezzata e tra le più sviluppate e sicure d'Europa. Per chi viene dall'Italia il punto di collegamento tra i due paesi è il traforo del Freju vicino Ginevra. Di seguito alcuni percorsi interattivi per raggiungere Parigi dalle principali città italiane: da Milano a Parigi - tempo 8h 30 circa da Torino a Parigi - tempo 7h 33 circa da Verona a Parigi - tempo 9h 43 circa da Roma a Parigi - tempo 13h 38 circa Una volta arrivati in città, consigliamo di parcheggiare l’auto e di utilizzare i mezzi di trasporto pubblici che funzionano in modo efficiente e risultano sicuramente più rapidi e comodi dell'automobile per spostarsi al centro di Parigi.

74 Itinerario I trasporti pubblici sono facili da usare ed efficientissimi:a Parigi nessun luogo disti più di 500 metri da una fermata di métro. Il métro e i principali bus circolano in genere dalle 5:30 alle Come visitare Parigi I biglietti (1,60 €),validi sia per la metropolitana che per i bus,sono in vendita all’interno delle stazioni. È più conveniente per chi lo desideri,acquistare la tessera Paris Visite,valida per 1,2,3 o 5 giorni consecutivi,su tutti i mezzi pubblici.

75 Come visitare Parigi Il giro turistico prevede 9 fermate presso i monumenti principali di Parigi. Il biglietto del bus è valido per due giorni consecutivi e permette di poter riprendere in qualsiasi momento e ad ogni stazione prevista il Bus Tour. Bus panoramici Chi invece preferisce effettuare il giro completo sul mezzo senza scendere alle varie fermate può sedersi sul piano superiore scoperto del bus.

76 Come visitare Parigi Crociera sulla Senna di un'ora e 10 minuti circa, con partenza da Pont de l'Alma, a pochi passi dalla Tour Eiffel e dagli Champs Elysées.Le varie visite sono commentate in francese,inglese,italiano e altre 3 lingue. Tutti i battelli permettono l'accesso ai disabili. Bateaux-Mouches Inoltre, i giorni festivi, il sabato e domenica si può pranzare o cenare.

77 Itinerario Il primo giorno faremo un giro nei Champs Elysées, salendo sull’ Arc de Triomphe, passeggiando su Place Charles de Gaulle fino a Place de la Concorde, visiteremo le Grand Palais e le Petit Palais, ammireremo la Madeleine. Giorno 1

78 Giorno 2 Il secondo giorno saliremo sulla Tour Eiffel e proseguiremo con il giro preposto dal Bateau Moche: dalla Tour Eiffel prenderemo il battello e ci fermeremo in varie tappe che danno la possibilità di visitare l’Hotel des Invalides, Sainte Chapelle, Notre Dame, Museo d’Orsay, Louvre, Concierge, Statua della Libertà e altro ancora.

79 Giorno 3 Il terzo giorno andremo nel quartiere di Montmartre a visitare Sacre Coeur, Place du Tetre, il Museo di Montmartre e la sera potremmo assistere ad uno spettacolo del Moulin Rouge.

80 Giorno 4 Il quarto giorno visiteremo qualche museo cominciando dal Museo di Picasso, proseguendo con il Museo di Storia Naturale, poi con il Museo Carnevalet, con il Museo Galliéra e per gli appassionati di musica anche la Cité de la Musique.

81 Giorno 5 Il quinto giorno andremo a visitare le Jardin de Luxembourg, il Cimitero Père- Lachaise e, anche se fuori da Parigi, la Reggia di Versailles. La sera faremo un giro sulla ruota panoramica.

82 Giorno 6 Il sesto e ultimo giorno lo dedicheremo interamente a Disneyland, per svagarci un po’. Faremo un po’ di giri sulle giostre e, intorno alle 19:00, assisteremo ad una parata con carri ispirati a i cartoni Disney. Inoltre dopo le 21:00 ci sarà uno strabiliante spettacolo di fuochi d’artificio.

83 Giorno 7 Il settimo giorno partenza per casa…..

84


Scaricare ppt "PARIGI … A cura di: Di Ruscio Concetta, Gaman Raluca, Ranalli Gaia, Sacchetta Elisa."

Presentazioni simili


Annunci Google