La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOGIE CRONICHE dott.ssa Siciliano Italia Grazia biologo nutrizionista.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOGIE CRONICHE dott.ssa Siciliano Italia Grazia biologo nutrizionista."— Transcript della presentazione:

1

2 ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOGIE CRONICHE dott.ssa Siciliano Italia Grazia biologo nutrizionista

3 DALLA PREISTORIA AD OGGI: STILI DI VITA DIVERSI

4 Sale (g/die) Fibra ( g/die) DALLA PREISTORIA AD OGGI

5

6

7

8 GRASSO VISCERALE: FFA, ADIPOCHINE INFIAMMATORIE DISPLIPIDEMIA, PLACCA ATEROMASICA, INSULINO RESISTENZA, DIABETE TIPO 2 DANNO ENDOTELIALE VASALE RENALE IPERTENSIONE ED EVENTI CARDIOVASCOLARI STEATOSI EPATICA,COLELITIASI, SLEEP APNEA, RGE

9 CORRELAZIONE TRA PATOLOGIE CRONICHE E ALIMENTAZIONE NEI PAESI INDUSTRIALIZZATI OBESITA’: sbilanciamento tra entrate e uscite IPERTENSIONE E MALATTIE CARDIOVASCOLARI: alterazioni del metabolismo Lipidico, stress ossidativo, eccessivo apporto di sodio DIABETE: sovrappeso ( grasso viscerale ),sedentarietà TUMORI: eccesso di grassi saturi, poche fibre, scarso apporto di antiossidanti DIVERTICOLITE, MALATTIA EMORRIDARIA, STIPSI: scarso apporto di fibre CALCOLI BILIARI: ipercolesterolemia e sovrappeso

10 RIDUZIONE DEL 10% DEL PESO CORPOREO = RIDUZIONE di 10 mm Hg del 50% glicemia a digiuno del 10% COL TOT del 15% LDL Del 30 % TRIGL AUMENTO del’8% di HDL

11 FATTORI DI RISCHIO NON MODIFICABILI ETA’ SESSO FAMILIARITA’ FATTORI DI RISCHIO MODIFICABILI ERRATA ALIMENTAZIONE SEDENTARIETA’ ALCOOL E FUMO

12

13

14 I CARBOIDRATI

15

16

17 I GRASSI

18

19

20 ACIDI GRASSI ESSENZIALI

21 ACIDI GRASSI ESSENZIALI O AGE o EFA acidi grassi a 18 o più atomi di carbonio con doppi legami in posizione 3 e 6 Acido linoleico ( LA) ( 18:2) omega-6 Acido alfa-linolenico ( ALA) ( 18:3) omega -3 PUFA Serie omega-6  Ac.gamma linolenico ( GLA) ( 18:3)  Ac. Diomo-gamma-linolenico ( DLA) ( 20:3)  Ac. Arachidonico ( AA ) ( 20:4) Serie omega-3  Ac. Eicosapentaenoico ( EPA) ( 20:5)  Ac. Docosaenoico ( DHA ) ( 22:6)

22 FONTI ALIMENTARI DI AGE Omega-6 : olii di semi, frutta secca, legumi Omega-3: pesce azzurro e i semi di lino 6: 1 Sono i precursori delle prostaglandine Ruolo importante nella aggregazione piastrinica Nello scioglimento della placca aterosclerotica

23 IL COLESTEROLO

24 CONTENUTO DI GRASSI IN ALCUNI GRUPPI ALIMENTARI PESCE 1- 20% ( AGE; omega 3) FRUTTA SECCA % ( AGE; omega 6) CROSTACEI MOLLUSCHI 9- 16% ( saturi) CARNI 2- 30% ( saturi) INSACCATI 5- 30% (saturi) FORMAGGI 18- > 40 (saturi) UOVA 15% (saturi) BURRO, LARDO saturi OLII VEGETALI monoinsaturi

25 CONTENUTO IN COLESTEROLO DI ALCUNI ALIMENTI mg/ 100gr di parte edibile CARNI FEGATO 195 CROSTACEI E MITILI BURRO 260 UOVA TUORLO 220

26 LE PROTEINE

27

28

29

30

31 LA FIBRA

32 FIBRA ALIMENTARE= parte di alimenti vegetali che l’organismo non è in grado enzimaticamente di digerire FONTI ALIMENTARI: cereali, frutta, ortaggi, legumi. FABBISOGNO: gr /die ( adulti) Età pediatrica: 5+ età Carboidrati complessi = amido, cellulosa, pectina, emicellulosa, Gomme, mucillagini

33 FIBRA ALIMENTARE= INSOLUBILE + IDROSOLUBILE INSOLUBILI = cellulosa, emicellulosa, lignine CELLULOSA, EMICELLULOSA: crusca, cereali integrali, verdura, legumi, frutta LIGNINA: frumento, verdura, fragole, pere, pesche, prugne FUNZIONI: trattiene l’acqua, aumenta la massa fecale, riduce il tempo di transito intestinale, lega Sali biliari e Sali minerali TERAPIA: stipsi, diverticolosi, malattia emorroidaria PREVENZIONE: tumori del colon e del retto

34 FIBRA SOLUBILE PECTINE: frutta, patate dolci, carote, fragole GALATTOMANNANI: legumi GOMME: avena, legumi MUCILLAGINI: avena, legumi FUNZIONI: aumentano il tempo di svuotamento gastrico, riducono l’assorbimento di zucchero e colesterolo; TERAPIA: diabete, dislipidemie PREVENZIONE: tumori del colon

35

36 INDICE DI MASSA CORPOREA O BODY MASS INDEX

37 LE SETTE CATEGORIE DI PESO Magrezza grave  16,0 Magrezza  16,0 e ≤ 18,4 Sottopeso  18,5 Normopeso  18,5 e ≤ 24,9 Sovrappeso  25,0 e ≤ 29,9 Obesità I grado  30,0 e ≤ 34,9 Obesità II grado  35,0 e ≤ 39,9 Obesità III grado  40

38

39

40 CALCOLO DEL METABOLISMO BASALE

41

42

43

44 COMPARAZIONE TRA POTERE CALORICO DI ALCUNI ALIMENTI E ATTIVITA’ TENNIS = 240 Kcal X 30’ CORRERE= 380 Kcal CALCIO= 300 RIFARE I LETTI= 140 LAVARE I PAVIMENTI= 110 GUARDARE LA TV= GR DI POP CORN= 766 Kcal 30 GR DI PATATINE IN BUSTA= 155 Kcal 6 QUADRETTI DI CIOCCOLATO = 157 Kcal 1 PORZIONE GROSSA DI TORTA= 450 Kcal 1 PORZIONE DI GNOCCHI AL FORMAGGIO= 400 Kcal 1 PIZZA MARGHERITA= 484Kcal

45 QUALI CARATTERISTICHE DEVE AVERE UNA ALIMENTAZIONE CHE POSSA RIDURRE IL GRASSO VISCERALE ? POVERA DI GRASSI SATURI E COLESTEROLO POVERA DI ZUCCHERI SEMPLICI POVERA DI SODIO RICCA DI ACIDI GRASSI MONO-POLINSATURI CORRETTO APPORTO DI CARBOIDRATI COMPLESSI E FIBRE CORRETTO APPORTO DI PROTEINE PREFERIBILMENTE DI ORIGINE VEGETALE

46

47

48

49


Scaricare ppt "ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOGIE CRONICHE dott.ssa Siciliano Italia Grazia biologo nutrizionista."

Presentazioni simili


Annunci Google