La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL PROGRAMMA LIFE PLUS Andrea Boffi. Indice Obiettivi generali3 Struttura del programma4 Sottoprogramma Ambiente5 Sottoprogramma Azioni per il clima6.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL PROGRAMMA LIFE PLUS Andrea Boffi. Indice Obiettivi generali3 Struttura del programma4 Sottoprogramma Ambiente5 Sottoprogramma Azioni per il clima6."— Transcript della presentazione:

1 IL PROGRAMMA LIFE PLUS Andrea Boffi

2 Indice Obiettivi generali3 Struttura del programma4 Sottoprogramma Ambiente5 Sottoprogramma Azioni per il clima6 Ambito di applicazione territoriale 7 Modalità di erogazione delle risorse8 Tipologie di progetti e cofinanziamento9 Calendario11 Esempio 1: COBRA12 Esempio 2: HPRS13 Esempio 3: Progetto MuSAE14

3 Obiettivi generali SETTORE AMBIENTALE Il programma LIFE+ rappresenta il principale strumento di finanziamento per lo sviluppo e l'attuazione della politica e del diritto in materia ambientale. Obiettivi di carattere generale:  Contribuire al passaggio a un’economia efficiente in termini di risorse, contribuire alla protezione e al miglioramento della qualità dell’ambiente, e all’interruzione e all’inversione del processo di perdita di biodiversità;  Migliorare lo sviluppo, l’attuazione e l’applicazione della politica e della legislazione ambientale e climatica dell’Unione Europea, e catalizzare e promuovere l’integrazione degli obiettivi ambientali e climatici nelle altre politiche dell’Unione e nella pratica nel settore pubblico e privato, anche attraverso l’aumento della loro capacità;  Sostenere maggiormente la governance ambientale e climatica I nuovi Bandi Life Plus dovrebbero essere pubblicati tra Maggio e Giugno

4 Struttura del programma Life + è diviso in 2 sottoprogrammi: Ambiente, diviso in 3 settori di azione prioritari: 1. Ambiente ed uso efficiente delle risorse; 2. Biodiversità; 3. Governance ed informazione ambientale. Azione per il clima, diviso in 3 settori di azione prioritari: 1. Mitigazione dei cambiamenti climatici; 2. Adattamento ai cambiamenti climatici; 3. Governance ed informazione in materia climatica. BUDGET TOTALE 3,45 MILIARDI di EURO 2 miliardi e 592 milioni di euro della dotazione finanziaria globale sono destinati al sottoprogramma Ambiente 864 milioni di euro destinati al sottoprogramma Azione per il clima. ESEMPI DI AZIONI FINANZIATE Progetti pilota; progetti dimostrativi; progetti di buone pratiche; progetti di assistenza tecnica; progetti d’informazione, sensibilizzazione e divulgazione; etc… COFINANZIAMENTO Il tasso massimo di cofinanziamento per i progetti è pari al 70% dei costi eleggibili (in alcuni casi eccezionali come per i c.d. progetti preparatori e progetti integrati sarà pari all’80% dei costi ammissibili).

5 Sottoprogramma Ambiente Finanzierà progetti nei seguenti ambiti: Natura e biodiversità Acqua, compreso l’ambiente marino Rifiuti Efficienza nell’uso delle risorse, compreso l’uso del suolo e delle foreste, e la green economy Ambiente e salute, inclusi temi quali le sostanze chimiche ed il rumore Qualità dell’aria ed emissioni, compreso l’ambiente urbano Informazioni e governance Le priorità tematiche per i progetti da finanziare verranno stabilite dai programmi di lavoro pluriennale.

6 Sottoprogramma Azioni per il clima Finanzierà progetti nei seguenti ambiti: Contribuire all’attuazione e allo sviluppo delle politiche e della legislazione dell’Unione in materia di mitigazione, compresa l’integrazione tra i diversi settori Migliorare la base di conoscenze e mettere in pratica tali conoscenze Facilitare lo sviluppo e l’attuazione di strategie integrate e di piani d’azione contribuire allo sviluppo e alla dimostrazione di tecnologie, sistemi, metodi e strumenti di mitigazione innovativi, idonei a essere replicati, trasferiti o integrati

7 Ambito di applicazione territoriale L’ambito di applicazione territoriale è ampliato tramite: Maggiore flessibilità per la partecipazione di Paesi Terzi Possibile cooperazione con organizzazioni internazionali (ad es. per stesura di rapporti internazionali quali il TEEB - The Economics of Ecosystems and Biodiversity) - se indispensabili per raggiungere gli obiettivi ambientali e climatici dell’Unione o per garantire l’efficacia degli interventi effettuati negli Stati membri; - a condizione che la sede del beneficiario incaricato del coordinamento sia nell’UE

8 Modalità di erogazione delle risorse Il Programma Life + prevede diverse modalità di erogazione delle risorse a seconda delle azioni promosse: Minimo l’81% della dotazione finanziaria – ovvero circa 2,8 miliardi di Euro – è dedicata allo sviluppo di progetti europei per quanto concerne le sovvenzioni (call for proposal). A riguardo sono previste diverse tipologie di progetto: progetti integrati, progetti di assistenza tecnica, progetti di sviluppo delle capacità (capacity building) e progetti preparatori Sovvenzioni di funzionamento ed altri tipi di finanziamento, le quali non possono superare il 19% dell’allocazione finanziaria del programma. Queste sono suddivise come segue: - Sovvezioni di funzionamento (es. ONG): circa il 3% delle risorse del programma (tasso di co- finanziamento pari al 70%) - Altri tipi di finanziamento: solitamente call for tender, non possono superare il 15% delle risorse del programma

9 Tipologie di progetti e cofinanziamento (1/2) Progetti tradizionali: progetti di buone pratiche, innovativi e dimostrativi, progetti d’informazione, sensibilizzazione e divulgazione Cofinanziamento: per progetti tradizionali Natura e Biodiversità cofinanziamento al 60%, ma 75% per i progetti aventi come oggetto habitat e specie di interesse prioritario Progetti integrati: finalizzati all’attuazione su vasta scala territoriale delle politiche ambientale e climatica dell’UE nei settori natura, acqua, rifiuti e aria, attraverso una mobilitazione coordinata di altri finanziamenti dell’Unione, nazionali e privati. Cofinanziamento: 60% Progetti preparatori: progetti che rispondono alle esigenze specifiche connesse all’attuazione ed allo sviluppo delle politiche e della legislazione dell’Unione in materia ambientale o climatica Cofinanziamento: 60% Progetti di capacity building: supporto finanziario per attività necessarie a mettere gli Stati membri in condizione di partecipare in maniera più efficace al programma LIFE Cofinanziamento: 100%

10 Tipologie di progetti e cofinanziamento (2/2) Per quanto riguarda i tassi di cofinanziamento per tutte le altre tipologie di progetto, ovvero: -Progetti tradizionali nell’ambito del sottoprogramma “Azioni per il clima” -Progetti tradizionali nel settore prioritario ambiente ed uso efficiente delle risorse -Progetti tradizionali nel settore governance ed informazione ambientale nell’ambito del sottoprogramma Ambiente  Cofinanziamento al 60% nel corso del primo programma di lavoro pluriennale ( )  Cofinanziamento al 55% nel corso del primo programma di lavoro pluriennale ( )

11 Calendario  Scrittura delle linee guida e dell’application package in corso  Sessiono informative a primavera 2015  Bandi a Maggio o Giugno 2015 Timetable indicativa Pubblicazione Maggio 2015 Deadline Sett./Ott Accordo Maggio 2015 Progetti Tradizionali Pubblicazione Maggio 2015 Concept Note Sett./Ott Deadline full proposal Aprile 2015 Progetti Tradizionali Accordo Settembra 2015

12 Esempio 1: COBRA Titolo progetto COBRA Obiettivo generale del progetto Il progetto LIFE + COBRA mira a dimostrare una nuova tecnologia per le pastiglie dei freni, basata sull'uso di cemento invece di resine fenoliche. Si spera cosi di ridurre le emissioni di sostanze chimiche dannose e polveri sottili dalla produzione e dall'uso di pastiglie dei freni, pur mantenendo le prestazioni in frenata rispetto alle attuali tecnologie convenzionali. Il progetto prevede di costruire e avviare due linee pilota per la produzione di pastiglie. Inoltre, sempre attraverso la sostituzione delle resine fenoliche con materiali cementizi, si spera di ridurre sensibilmente il consumo di acqua ed energia ed eliminare la generazione di polveri ultrasottili durante il processo produttivo. Principale beneficiario BREMBO Consorzio Brembo ; IRFMN(Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri) ; CTG(CTG S.p.A.), Italia e PNOUK(PNO CONSULTANTS LIMITED), United Kingdom Contributo UE su un totale (circa 39% finanziato) Durata del progetto 44 mesi

13 Esempio 2: HPRS Titolo progetto HPRS - High Pressure Resination System Obiettivo generale del progetto Il progetto mira a ridurre l'utilizzo di resina nel settore della produzione di pannelli in legno. Gli obiettivi principali sono: Dimostrare i vantaggi ambientali, economici e tecnici dovuti all’introduzione di nuove tecnologie meccaniche che sono in grado di distribuire particelle di resina con una maggiore efficienza rispetto alle tecnologie di miscelazione attualmente sul mercato; Ottenere una riduzione dell'utilizzo di resina nella produzione, andando a dimostrare una linea di pannelli che utilizza fino al 10% in meno di resina per ogni metro cubo di pannelli. Principale beneficiario IMAL srl, Modena Consorzio CEPRA–Centro Promozionale Acimall S.p.A., Xilopan SpA, Italia ; J.M. Colomer S.A., Spagna ; EUMABOIS, Belgio Contributo UE su un totale (circa 50% finanziato) Durata del progetto 18 mesi

14 Esempio 3: Esempio 3: Progetto MuSAE Titolo progetto Progetto MuSAE - Municipalities Subsidiarity for Action on Energy Obiettivo generale del progetto Il progetto MuSAE è incentrato sul trasferimento di conoscenze e competenze nel settore energetico dal Comune di Perugia agli altri Comuni partner del progetto. Nasce infatti dalle esperienze maturate dal Comune di Perugia nella definizione del Piano Energetico Ambientale Comunale (PEAC) e si prefigge di sviluppare in maniera analoga un PEAC in ogni Comune partner fornendo così strumenti e conoscenze. Principale beneficiario Comune di Perugia Consorzio Regione Umbria, Università di Perugia (CIRIAF) ed i Comuni di Marsciano, Umbertide e Lisciano Niccone. Contributo UE Euro su un totale Euro (circa 50% finanziato) Durata del progetto 32 mesi


Scaricare ppt "IL PROGRAMMA LIFE PLUS Andrea Boffi. Indice Obiettivi generali3 Struttura del programma4 Sottoprogramma Ambiente5 Sottoprogramma Azioni per il clima6."

Presentazioni simili


Annunci Google