La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

25 APRILE FESTA DELLA LIBERAZIONE DELL’ITALIA DALL’OCCUPAZIONE NAZIFASCISTA A cura di Luca Lissoni Grafiche di Marco Cattazzo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "25 APRILE FESTA DELLA LIBERAZIONE DELL’ITALIA DALL’OCCUPAZIONE NAZIFASCISTA A cura di Luca Lissoni Grafiche di Marco Cattazzo."— Transcript della presentazione:

1 25 APRILE FESTA DELLA LIBERAZIONE DELL’ITALIA DALL’OCCUPAZIONE NAZIFASCISTA A cura di Luca Lissoni Grafiche di Marco Cattazzo

2 LA SITUAZIONE POLITICA EUROPEA NEL 1943

3 L’OPERAZIONE HUSKY – 10 LUGLIO 1943

4 ARMISTIZIO DELL’8 SETTEMBRE 1943 Il proclama di armistizio di Badoglio dell'8 settembre 1943, costituisce l'annuncio dell'entrata in vigore dell'armistizio con gli Alleati. Il messaggio, letto dal maresciallo Pietro Badoglio annunciò alla popolazione italiana l'entrata in vigore dell'armistizio firmato con gli anglo-americani il giorno 3 dello stesso mese.

5 L’ITALIA DIVISA IN DUE

6 LE DONNE PARTIGIANE Le donne nella Resistenza Italiana rappresentarono una componente fondamentale per il movimento partigiano nella lotta contro il nazifascismo. Vi erano gruppi organizzati di donne che svolgevano propaganda antifascista, raccoglievano fondi ed organizzavano assistenza ai detenuti politici ed erano impegnate anche nel mantenimento delle comunicazioni oltre che nelle operazioni militari.

7 ALBERT KONRAD KESSELRING Albert Konrad Kesselring fu il generale tedesco che mantenne il controllo dell'Italia occupata con grande durezza, represse il movimento di Resistenza e fu responsabile di numerosi crimini di guerra. Per la sua direzione militare in Italia è stato considerato da molti storici uno dei migliori generali tedeschi della seconda guerra mondiale.

8 ERWIN JOHANNES EUGEN ROMMEL Rommel fu il generale tedesco che durante la seconda guerra mondiale, nel marzo 1943, diresse l'occupazione dell'Italia settentrionale durante l'operazione Achse, piano elaborato dai tedeschi per controbattere un'eventuale uscita dell'Italia dalla guerra

9 SALVO D’ACQUISTO Salvo D'Acquisto è stato un vice brigadiere dei Carabinieri, insignito di Medaglia d'oro al valor militare alla memoria per i fatti del 23 settembre 1943 che lo videro eroico protagonista

10 JOSIP BROZ TITO Josip Broz, più conosciuto con il nome di battaglia di Tito, è stato un rivoluzionario, capo di Stato jugoslavo. A seguito delle elezioni dell'11 novembre 1945, venne dichiarato decaduto il re Pietro II e costituita la Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia, una dittatura monopartitica che Tito governò come Primo Ministro tra il 29 novembre 1945 ed il 29 giugno 1963 e come Presidente della Repubblica dal 14 gennaio 1953 alla morte. 1963

11 LE FOIBE

12 CROCE DI LORENA

13 CHARLES DE GAULLE Charles de Gaulle è stato un generale e politico francese. Dopo la sua fuga a Londra nel giugno del 1940, fu scelto come capo e rappresentante della Francia libera, che ha combattuto contro il regime di Vichy e contro l'occupazione italiana e tedesca della Francia durante la seconda guerra mondiale.

14 CASTELLO ARAGONESE DI ORTONA

15 LINEA GUSTAV

16 BATTAGLIA DI MONTECASSINO Rovine dell’abbazia di Mntecassino Rovine della Città

17 PALMIRO TOGLIATTI Palmiro Togliatti è stato un politico e antifascista italiano, leader storico del Partito Comunista Italiano. Dal 1944 al 1945 ricoprì la carica di vice Presidente del Consiglio e dal 1945 al 1946 quella di Ministro di Grazia e Giustizia nei governi che ressero l'Italia dopo la caduta del fascismo.

18 IVANOE BONOMI Ivanoe Bonomi è stato un avvocato, giornalista e politico italiano. Dopo la caduta del fascismo e l'invasione alleata divenne presidente del Comitato di Liberazione Nazionale (CLN); fondò successivamente il Partito Democratico del Lavoro, di ispirazione democratica e riformista; in seguito alla caduta del secondo governo Badoglio, ottenne il 9 giugno 1944 l'incarico di creare un nuovo governo

19 UMBERTO II DI SAVOIA Umberto II di Savoia è stato luogotenente generale del Regno d'Italia dal 1944 al 1946 e ultimo re d'Italia

20 FOSSE ARDEATINE

21 ECCIDIO DI S. ANNA DI STAZZEMA Monumento Ossario di S. Anna di Stazzema Bassorilievo sull’eccidio

22 ECCIDIO DI MARZABOTTO Il centro abitato di Marzabotto si è sviluppato in tempi relativamente recenti. Durante la Seconda guerra mondiale, il paese fu teatro e vittima della Strage di Marzabotto (29 settembre 1944), perpetrata dai nazisti. Marzabotto è quindi tra le Città decorate al Valor Militare per la Guerra di Liberazione

23 ALBA La Repubblica partigiana di Alba fu un'entità politicamente autonoma che ebbe esistenza breve (dal 10 ottobre al 2 novembre 1944) ad Alba, nell'Italia settentrionale e che si inserisce nelle cosiddette repubbliche partigiane, di cui la prima fu la Repubblica del Corniolo.

24


Scaricare ppt "25 APRILE FESTA DELLA LIBERAZIONE DELL’ITALIA DALL’OCCUPAZIONE NAZIFASCISTA A cura di Luca Lissoni Grafiche di Marco Cattazzo."

Presentazioni simili


Annunci Google