La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Continuità Inglese primaria Inglese secondaria paolo iottiwww.paoloiotti.net.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Continuità Inglese primaria Inglese secondaria paolo iottiwww.paoloiotti.net."— Transcript della presentazione:

1 Continuità Inglese primaria Inglese secondaria paolo iottiwww.paoloiotti.net

2 Aspettative Primaria e Secondaria in dialogo (confronto) Scuola Primaria: alla fine della quinta i nostri studenti devono Sapere… Saper fare… Saper essere…

3 Aspettative Primaria e Secondaria in dialogo (confronto) Scuola Secondaria: quando entrano in prima i nostri studenti devono Sapere… Saper fare… Saper essere…

4 … Per quanto riguarda la lingua inglese nella scuola primaria, … appropriarsi spontaneamente di modelli di pronuncia e intonazione per attivare più naturalmente un sistema plurilingue. Tale processo integrerà elementi della nuova lingua nel sistema della lingua madre, della lingua di scolarizzazione e di eventuali altre lingue in possesso dell’alunno, ampliandone e differenziandone implicitamente le varie componenti linguistiche (aspetti fonico-acustici, articolatori, sintattici e semantici). Al fine dell’educazione plurilingue e interculturale potranno essere utili esperienze di sensibilizzazione a lingue presenti nei repertori linguistici di singoli alunni. … dalle indicazioni 2012

5 Nella scuola secondaria di primo grado l’insegnante guiderà l’alunno a riconoscere gradualmente, rielaborare e interiorizzare modalità di comunicazione e regole della lingua che egli applicherà in modo sempre più autonomo e consapevole, nonché a sviluppare la capacità di riflettere sugli usi e di scegliere tra forme e codici linguistici diversi quelli più adeguati ai suoi scopi e alle diverse situazioni.

6 Primaria: Nell’apprendimento delle lingue la motivazione nasce dalla naturale attitudine degli alunni a comunicare, socializzare, interagire e dalla loro naturale propensione a “fare con la lingua”. L’insegnante avrà cura di alternare diverse strategie e attività: ad esempio proposte di canzoni, filastrocche, giochi con i compagni, giochi di ruolo, consegne che richiedono risposte corporee a indicazioni verbali in lingua.

7 Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria per la lingua inglese (Livello A1 ) L’alunno comprende brevi messaggi orali e scritti relativi ad ambiti familiari. Descrive oralmente e per iscritto, in modo semplice, aspetti del proprio vissuto e del proprio ambiente ed elementi che si riferiscono a bisogni immediati. Interagisce nel gioco; comunica in modo comprensibile, anche con espressioni e frasi memorizzate, in scambi di informazioni semplici e di routine. Svolge i compiti secondo le indicazioni date in lingua straniera dall’insegnante, chiedendo eventualmente spiegazioni. Individua alcuni elementi culturali e coglie rapporti tra forme linguistiche e usi della lingua straniera.

8 Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola primaria. Ascolto: comprendere vocaboli, istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano, pronunciati chiaramente e lentamente relativi a se stesso, ai compagni, alla famiglia. Parlato: Produrre frasi significative riferite ad oggetti, luoghi, persone, situazioni note; interagire con un compagno per presentarsi e/o giocare, utilizzando espressioni e frasi memorizzate adatte alla situazione. Lettura: comprendere cartoline, biglietti e brevi messaggi, accompagnati preferibilmente da supporti visivi o sonori, cogliendo parole e frasi già acquisite a livello orale. Scrittura: ccrivere parole e semplici frasi di uso quotidiano attinenti alle attività svolte in classe e ad interessi personali e del gruppo.

9 Obiettivi di apprendimento al termine della classe quinta della scuola primaria Ascolto: comprendere brevi dialoghi, istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano se pronunciate chiaramente e identificare il tema generale di un discorso in cui si parla di argomenti conosciuti; comprendere brevi testi multimediali identificandone parole chiave e il senso generale. Parlato: descrivere persone, luoghi e oggetti familiari utilizzando parole e frasi già incontrate ascoltando e/o leggendo; riferire semplici informazioni afferenti alla sfera personale, integrando il significato di ciò che si dice con mimica e gesti, interagire in modo comprensibile con un compagno o un adulto con cui si ha familiarità, utilizzando espressioni e frasi adatte alla situazione.

10 Lettura: leggere e comprendere brevi e semplici testi, accompagnati preferibilmente da supporti visivi, cogliendo il loro significato globale e identificando parole e frasi familiari. Scrittura: scrivere in forma comprensibile messaggi semplici e brevi per presentarsi, per fare gli auguri, per ringraziare o invitare qualcuno, per chiedere o dare notizie, ecc. Riflessione sulla lingua e sull’apprendimento Osservare coppie di parole simili come suono e distinguerne il significato; osservare parole ed espressioni nei contesti d’uso e coglierne i rapporti di significato; osservare la struttura delle frasi e mettere in relazione costrutti e intenzioni comunicative. Riconoscere che cosa si è imparato e che cosa si deve imparare.

11 Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado (Livello A2 ) L’alunno comprende oralmente e per iscritto i punti essenziali di testi in lingua standard su argomenti familiari o di studio che affronta normalmente a scuola e nel tempo libero. Descrive oralmente situazioni, racconta avvenimenti ed esperienze personali, espone argomenti di studio. Interagisce con uno o più interlocutori in contesti familiari e su argomenti noti. Legge semplici testi con diverse strategie adeguate allo scopo. Legge testi informativi e ascolta spiegazioni attinenti a contenuti di studio di altre discipline.

12 Scrive semplici resoconti e compone brevi lettere o messaggi rivolti a coetanei e familiari. Individua elementi culturali veicolati dalla lingua materna o di scolarizzazione e li confronta con quelli veicolati dalla lingua straniera, senza atteggiamenti di rifiuto. Affronta situazioni nuove attingendo al suo repertorio linguistico; usa la lingua per apprendere argomenti anche di ambiti disciplinari diversi e collabora fattivamente con i compagni nella realizzazione di attività e progetti. Autovaluta le competenze acquisite ed è consapevole del proprio modo di apprendere.

13 Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola secondaria di primo grado Ascolto (comprensione orale) Comprendere i punti essenziali di un discorso, a condizione che venga usata una lingua chiara e che si parli di argomenti familiari, inerenti alla scuola, al tempo libero, ecc. Individuare l’informazione principale di programmi radiofonici o televisivi su avvenimenti di attualità o su argomenti che riguardano i propri interessi, a condizione che il discorso sia articolato in modo chiaro. Individuare, ascoltando, termini e informazioni attinenti a contenuti di studio di altre discipline.

14 Parlato (produzione e interazione orale) Descrivere o presentare persone, condizioni di vita o di studio, compiti quotidiani; indicare che cosa piace o non piace; esprimere un’opinione e motivarla con espressioni e frasi connesse in modo semplice. Interagire con uno o più interlocutori, comprendere i punti chiave di una conversazione ed esporre le proprie idee in modo chiaro e comprensibile. Gestire conversazioni di routine, facendo domande e scambiando idee e informazioni in situazioni quotidiane prevedibili.

15 Lettura (comprensione scritta) Leggere e individuare informazioni esplicite in brevi testi di uso quotidiano e in lettere personali. Leggere globalmente testi relativamente lunghi per trovare informazioni specifiche relative ai propri interessi e a contenuti di studio di altre discipline. Leggere testi riguardanti istruzioni per l’uso di un oggetto, per lo svolgimento di giochi, per attività collaborative. Leggere brevi storie, semplici biografie e testi narrativi più ampi in edizioni graduate.

16 Scrittura (Produzione scritta) Produrre risposte a questionari e formulare domande su testi. Raccontare per iscritto esperienze, esprimendo sensazioni e opinioni con frasi semplici. Scrivere brevi lettere personali adeguate al destinatario e brevi resoconti che si avvalgano di lessico sostanzialmente appropriato e di sintassi elementare.

17 Riflessione sulla lingua e sull’apprendimento Rilevare semplici regolarità e differenze nella forma di testi scritti di uso comune. Confrontare parole e strutture relative a codici verbali diversi. Rilevare semplici analogie o differenze tra comportamenti e usi legati a lingue diverse. Riconoscere come si apprende e che cosa ostacola il proprio apprendimento.

18 Che cosa offrire nel percorso dalla Primaria: e.e. Conoscenza: ascoltare in lingua straniera; entrare in una lingua senza timore, con naturalezza. Abilità: Indica la capacità di usare la conoscenza. E’ descritta come cognitiva (uso del pensiero logico, intuitivo e creativo) e pratica (manualità, uso di metodi, materiali e strumenti) Competenza: percezione positiva di de stessi in rapporto alla lingua, a partire da se stessi; consapevolezza di capire e di poter essere capiti (esprimersi) Sapere Fare Saper essere

19 Ascoltare in lingua stranera, scopo principale della primaria. Dall’ascolto sereno e consapevole discendono implicazioni psicologiche, di identità.

20 Come ascolta un orecchio italiano, come ascoltano altri orecchi.

21 documento Castellarano

22

23

24

25

26

27 Verifica finale comune

28

29

30

31 Come interpretare alla secondaria i voti della primaria? Progetto Castellarano

32 Obiettivi graduati per la redazione di PDP e PEI 1 Classe prima Il bambino accetta di ascoltare storie e indicazioni che comprendano anche l'uso della Lingua Inglese. Ha un atteggiamento aperto nei confronti dell'ascolto di storie, comandi, canzoni in L.I. Risponde con gesti e azioni a specifiche richieste in L.I. E' in grado di rispondere con l'uso di parole - chiave. Cerca di usare la L.I. per parlare di sé.

33 Obiettivi graduati per la redazione di PDP e PEI 2 Classe seconda Ha un atteggiamento aperto nei confronti dell'ascolto di storie, comandi, canzoni in L.I. E' in grado di percepire l'importanza della intonazione della frase. Risponde con gesti e azioni a specifiche richieste in L.I. E' in grado di rispondere con l'uso di parole – chiave E' in grado di rispondere con l'uso di semplici strutture.

34 Obiettivi graduati per la redazione di PDP e PEI 3 Classe terza (Listening)Ascoltando storie, messaggi, comandi e canzoni, ne comprende il senso generale. (Listening) (Speaking)E' in grado di riprodurre correttamente suoni di parole e intonazioni di frase. (Speaking) (Speaking / Interacting)E' in grado di interagire in L.I. su argomenti legati alle proprie esperienze.(Speaking / Interacting) (Reading)E' in grado di leggere e comprendere brevi storie illustrate. (Reading) (Writing)Si rapporta positivamente all’uso del codice scritto. (Writing)

35 Obiettivi graduati per la redazione di PDP e PEI 4 Classe quarta (Listening)Ascoltando storie, messaggi, comandi e canzoni, ne comprende il senso generale. (Listening) (Speaking)E' in grado di riprodurre correttamente suoni di parole e intonazioni di frase. (Speaking) (Reading)E' in grado di leggere e comprendere brevi storie illustrate, ricavando dal contesto il significato di parole non conosciute. (Reading) (Speaking / Interacting)Interagisce in dialoghi strutturati utilizzando le strutture conosciute. (Speaking / Interacting) (Writing)E' in grado di scrivere per riordinare e completare frasi e dialoghi studiati. (Writing)

36 Obiettivi graduati per la redazione di PDP e PEI 5 Classe quinta (Listening)Ascoltando storie, messaggi, comandi e canzoni, ne comprende senso e sfumature di significato. (Listening) (Speaking / Interacting)E' in grado di sostenere una conversazione su argomenti di familiari. (Speaking / Interacting) (Reading)E' in grado di leggere brevi storie illustrate, ricavando dal contesto il significato di parole non conosciute. (Reading) (Speaking / Interacting)E' in grado di utilizzare la L.I. senza lasciarsi intimorire da vocaboli o frasi di non immediata comprensione. (Speaking / Interacting) (Writing)Scrive frasi in autonomia, utilizzando le strutture maggiormente familiari. (Writing)

37 L’ESPERIENZA DEL FARE SCUOLA VA RIPENSATA DENTRO UNA “NUOVA CORNICE CULTURALE”

38 La scuola LE MATERIE I CONTENUTI OBIETTIVI I SAPERI DI BASE LA CITTADINANZA LE COMPETENZE TRASVERSALI IN MODO UNIFORME E RIGIDO cosa come IN MODO DIVERSIFICATO E FLESSIBILE chi TUTTI GLI ALUNNI LA PERSONA, IL CITTADINO

39 Rispetto alle vecchie indicazioni… le Indicazioni del 2004 affermavano la secondarietà del percorso di apprendimento della secondaria di primo grado, parlando “del valore simbolico di rottura” del passaggio e insistendo sulla sua secondarietà. Concetto del fare scuola: “dare a ciascuno quello che chiede” le Indicazioni del 2007 pongono la centralità della “continuità del processo formativo dai 3 ai 14 anni”e una visione unitaria del primo ciclo, tanto da presentare, in forma unitaria per primaria e secondaria, sia il primo ciclo in generale, sia ogni singola disciplina. Concetto del fare scuola: “dare a ciascuno quello che ha bisogno” Nelle nuove Indicazioni si afferma che nel primo ciclo i percorsi di conoscenza sono semplicemente “progressivamente orientati alle discipline”, come se i saperi prioritariamente disciplinari arrivassero solo nel secondo grado (già la stessa primaria, nel suo modo proprio, s’inoltra nelle discipline e non è solo orientata ad esse). Concetto del fare scuola: “dare attenzione alla persona sulla base dell’unità e della continuità del percorso” Sembra una visione che minimizza la criticità del passaggio alla secondarietà MA la secondaria di primo grado guarda non solo alla continuità con la primaria, ma anche con la scuola secondaria di secondo grado.

40 Architettura delle indicazioni per il curricolo La scuola nel nuovo scenario Centralità della persona Per una nuova cittadinanza Per un nuovo umanesimo Cultura Scuola Persona Principi e finalità Obiettivi generali del processo formativo Profilo dello studente Profilo dello studente al termine del 1° ciclo Dalle indicazioni al curricolo Continuità ed unitarietà del curricolo Traguardi per lo sviluppo delle competenze Obiettivi di apprendimento Valutazione Organizzazione del curricolo Architettura delle indicazioni per il curricolo Cultura Scuola Persona Profilo dello studente al termine del 1° ciclo (new) Dalle indicazioni al curricolo (new) Continuità ed unitarietà del curricolo (new) Traguardi per lo sviluppo delle competenze Obiettivi di apprendimento Valutazione Certificazione delle competenze (new) Comunità professionale (new) Organizzazione del curricolo Architettura delle indicazioni per il curricolo

41 I campi di esperienza: Il sé e l’altro Il corpo e il movimento L’arte, la musica e i media (Linguaggi, creatività, espressione) I discorsi e le parole Numeri e spazio, fenomeni e viventi (La conoscenza del mondo) Scuola dell’Infanzia Il senso dell’esperienza educativa L’alfabetizzazione culturale di base Cittadinanza e Costituzione L’ambiente di apprendimento Italiano, Lingue comunitarie, Storia, Geografia, Matematica, Scienze, Musica, Arte e immagine, Scienze motorie e sportive, Tecnologia La scuola del 1° ciclo Architettura delle indicazioni per il curricolo

42 Il significato di «competenza» Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio del 7 settembre Il Quadro europeo delle Qualifiche e dei Titoli contiene le seguenti definizioni: e.e. Conoscenza: è l’insieme di fatti, principi, teorie e pratiche, relative a un settore di studio o di lavoro; le conoscenze sono descritte come teoriche e/o pratiche Abilità: Indica la capacità di usare la conoscenza. E’ descritta come cognitiva (uso del pensiero logico, intuitivo e creativo) e pratica (manualità, uso di metodi, materiali e strumenti) Competenza: Indica la capacità di usare la conoscenza, abilità e capacità personali, sociali e/o metodologiche, in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e personale; è descritta in termini di responsabilità e autonomia Sapere Fare Saper essere

43 conoscenza archiviare dati e informazioni abilità usare uno strumento in forza di conoscenze acquisite competenza lavorare sì, ma… anche in équipe

44 Profilo dello studente… autonomia e con responsabilità Lo studente al termine del primo ciclo, attraverso gli apprendimenti sviluppati a scuola, lo studio personale, le esperienze educative vissute in famiglia e nella comunità, è in grado di iniziare ad affrontare in autonomia e con responsabilità le situazioni di vita tipiche della propria età, riflettendo ed esprimendo la propria personalità. padronanza della lingua italiana Dimostra una padronanza della lingua italiana…. comprende enunciati e testi di una certa complessità, esprime le proprie idee…. esprimersi in due lingue europee Nell'incontro con persone di diverse nazionalità è in grado di esprimersi in due lingue europee. Allo stesso modo riesce ad utilizzare una lingua europea nell'uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione: posta elettronica, navigazione web, social network, blog, ecc.. conoscenze matematiche e scientifico-tecnologiche Le sue conoscenze matematiche e scientifico-tecnologiche gli consentono di analizzare dati e fatti della realtà e di verificare l'attendibilità delle analisi quantitative e statistiche proposte da altri. Il possesso di un pensiero razionale sviluppato gli consente di affrontare problemi e situazioni sulla base di elementi certi. le tecnologie della comunicazione Utilizza in modo sicuro le tecnologie della comunicazione con le quali riesce a ricercare e analizzare dati ed informazioni e ad interagire con soggetti diversi. procurarsi nuove informazioni con autonomia. Possiede un patrimonio di conoscenze e nozioni di base ed è allo stesso tempo capace di ricercare e di procurarsi nuove informazioni con autonomia. regole nella convivenza civile. Ha assimilato il senso e la necessità del rispetto delle regole nella convivenza civile. Dimostra originalità e spirito di iniziativa Dimostra originalità e spirito di iniziativa. Si assume le proprie responsabilità e chiede aiuto quando si trova in difficoltà. In relazione alle proprie potenzialità e al proprio talento si impegna in campi espressivi ed artistici che gli sono congeniali.

45 Obiettivi di apprendimento al terzo e al quinto anno della scuola primaria e al terzo anno della scuola secondaria di primo grado Gli obiettivi di apprendimento sono definiti in relazione al terzo e al quinto anno della scuola primaria e al terzo anno della scuola secondaria di primo grado. Sono obiettivi ritenuti strategici al fine di raggiungere i traguardi di sviluppo delle competenze previsti dalle Indicazioni. OBIETTIVO


Scaricare ppt "Continuità Inglese primaria Inglese secondaria paolo iottiwww.paoloiotti.net."

Presentazioni simili


Annunci Google