La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL VINO BIOLOGICO. Fonti: AssoBio, FiBL, Nielsen, Nomisma, Sinab.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL VINO BIOLOGICO. Fonti: AssoBio, FiBL, Nielsen, Nomisma, Sinab."— Transcript della presentazione:

1 IL VINO BIOLOGICO

2 Fonti: AssoBio, FiBL, Nielsen, Nomisma, Sinab

3

4

5

6 155,489,364,689 CNY

7 VENDITE BIOLOGICHE IN ITALIA, TUTTI I CANALI

8 Copyright ©2012 The Nielsen Company. Confidential and proprietary. 8 BIOLOGICO: UN SETTORE DA 2,5 MILIARDI Totale Biologico – Anno 2014 – Fatturati in milioni di euro Fonte: Nielsen, Federbio, Assobio Altri Canali: vendite dirette, farmer’s market, GAS, on-line, vendite su abbonamento, ecc. 853 milioni di € +12% 2014 vs % Primi 4 mesi milioni di €

9 Copyright ©2012 The Nielsen Company. Confidential and proprietary. 9 CRESCITA A DOPPIA CIFRA NEGLI ULTIMI 5 ANNI PER I PRODOTTI BIOLOGICI CONFEZIONATI (I+S) Iper e Super – prodotti Biologici a peso imposto (*) Gen-Apr 2015 vs Gen-Apr 2014 Nielsen Trade*Mis

10 Copyright ©2012 The Nielsen Company. Confidential and proprietary. 10 IL BIOLOGICO VALE OGGI IL 2,5% DEGLI ALIMENTARI CONFEZIONATI (I+S) Iper e Super – prodotti Biologici a peso imposto Nielsen Trade*Mis

11 Copyright ©2012 The Nielsen Company. Confidential and proprietary. 11 IL TREND BIOLOGICO PER AREA GEOGRAFICA Iper+Super+Lib.Serv.+Discount Nielsen Trade*Mis +30% +16% +15% +13% +15% Totale

12 Copyright ©2012 The Nielsen Company. Confidential and proprietary. 12 LE TOP 15 CATEGORIE DEL BIOLOGICO PER FATTURATO Dati riferiti all’ultimo anno terminante ad aprile 2015 Iper+Super+Lib. Serv.+Discount Fonte: Nielsen Trade*Mis 47% del tot. Bio64% della crescita del tot. Bio

13 Copyright ©2012 The Nielsen Company. Confidential and proprietary. 13 LE TOP 10 CATEGORIE PER CRESCITA DEL FATTURATO Dati riferiti all’ultimo anno terminante ad aprile 2015 Iper+Super+Lib. Serv.+Discount Fonte: Nielsen Trade*Mis

14 Copyright ©2012 The Nielsen Company. Confidential and proprietary. 14 3,2 MILIONI DI FAMIGLIE SONO ACQUIRENTI ABITUALI E SPIEGANO IL 70% DEGLI ACQUISTI.. e acquistano tutte le settimane Fonte: Nielsen Consumer Panel Acquistano BIO ogni settimana Acquistano BIO una volta al mese Acquistano BIO ogni 3 mesi

15 Copyright ©2012 The Nielsen Company. Confidential and proprietary. 15 CRESCE IL NUMERO DI CLIENTI ABITUALI DI BIO L’aumento della frequenza di acquisto è il principale driver della crescita: questo si traduce in un maggior numero di famiglie abituali e saltuarie Fonte: Nielsen Consumer Panel Totale Acquirenti Biologico da 17,9 a 18,4 milioni di famiglie Abituali (da 2,8 a 3,2 mio famiglie) +14,8% Saltuari (da 3 a 3,2 mio famiglie) +8,4% Occasionali (12 mio famiglie) -1,4% 75% delle famiglie italiane 13% delle famiglie italiane

16 Copyright ©2012 The Nielsen Company. Confidential and proprietary. 16 IL 20% DEGLI ITALIANI SCEGLIE «SPESSO» PRODOTTI BIOLOGICI Tra i 25 e i 44 anni e i anni i consumatori più attivi % di Molto+Abbastanza d’accordo Fonte: Nielsen, Survey su Panel Consumer 23% 17%

17 Copyright ©2012 The Nielsen Company. Confidential and proprietary. 17 IL BIOLOGICO E I TREND DI CONSUMO IN ATTO Iper+Super+Lib.Serv.+Discount – Anno ter. Aprile 2015 – Peso % dei prodotti biologici sulle categorie del paniere di consumo e variazione in punti Nielsen Trade*Mis PRODOTTI A CONTENUTO SI SERVIZIO per i piatti pronti (primi e secondi) PIATTO UNICO BENESSERE SALUTISTICO CONSUMI DI TENDENZA -prodotti per fare l’Aperitivo in casa -prodotti per fare cene gourmet in casa PRIMI PIATTI E LEGUMI PRODOTTI PER PREPARARE IN CASA dolci, pizze, … PRIMA COLAZIONE 0,5 0,8 8,9 23,2 0,3 1,5 5,0 2,5 +0,2 +0,1 +0,9 +1,3 = +0,2 +0,5 +0,2 Peso % BIO Var. in punti vs anno precedente

18 VINO: HIGHLIGHTS Crescita esponenziale della viticoltura biologica nel mondo negli ultimi dieci anni. La Spagna è il Paese europeo con la maggior superficie a vite biologica (più del 32% degli ettari bio in Europa). Mentre dal 2000 ad oggi la superficie vitata TOTALE in Italia è diminuita, quella a vite biologica è più che raddoppiata (quasi 68 mila gli ettari nel 2013). Il vino cresce, ma è lontano dal top delle vendite del paniere biologico, per i produttori italiani il business è l’export.

19 VINO: HIGHLIGHTS Quanta viticoltura biologica è rivolta al mercato? Quanta viticoltura biologica è rivolta ai PSR?

20 Stima della produzione biologica possibile 2013:oltre 400 milioni di tonnellate di uve, equivalenti a circa 240 milioni di litri, circa il 7% del totale nazionale. Le vendite 2013 di vino biologico nella GDO italiana sono state di EUR. Nel 2014 sono state di EUR. Nel 2014 crescita del 21.5% per DOC e DOCG tranquilli, del 60.5% per gli IGT e di un enorme % per gli spumanti.

21 La quota nelle rispettive categorie in GDO è poco rilevante, ma i DOC e DOCG tranquilli sono aumentati dallo 0.22% (2013) allo 0.27% (2014), i frizzanti/spumanti dallo 0.08% allo 0.30%. La quota degli IGT è più che raddoppiata: dallo 0.14% nel 2013 allo 0.32% del Nel 2014 il prezzo medio nel canale iper/supermercati è stato di 6.70 EUR (DOC), 5.70 EUR (IGT), 7.20 EUR (frizzanti/spumanti).

22 Marchesi de' Frescobaldi, 700 anni di storia, sta convertendo i vigneti di Brunello di Castelgiocondo. Tenute Lunelli (Ferrari) ha concluso la conversion dei suoi vigneti toscani (Podernuovo ha il marchio dal 2012, Castelbuono dal 2014), i vigneti trentini sono entrati in conversione a febbraio Foradori è passata al biodinamico, La-Vis e Cavit hanno line biologiche. Alto Adige? Non solo Tenute Loacker, anche Cantina Tramin

23 In Franciacorta da oltre 10 anni Barone Pizzini, nel 2014 Berlucchi (4,2 milioni di bottiglie) ha avviato la conversion dei suoi 85 ettari e ha chiesto ai suoi 60 conferitori di fare altrettanto sui loro 350: un terzo del Franciacorta è biologico o in conversione. Sicilia: Occhipinti e Graci, ma anche Firriato o Cos (biodinamica), eccetera.

24

25

26

27 anno Superficie in ettari (bio+conversione) VITICOLTURA BIO ITALIA (Ha)

28

29 CONTROTENDENZA RISPETTO ALLA VITICOLTURA CONVENZIONALE, CHE NEL 2013 È SCESA DA ETTARI A

30 2013: crescita del 18,5% sulla consistenza 2012 a livello nazionale

31

32

33

34 In Italia la quota di superficie a vite bio sul totale è pari al 10,5%; vi sono regioni con incidenza elevata, soprattutto nel centro-sud. In Sicilia quasi un ettaro su quattro coltivato a vite è bio. Se il peso sulla SAU totale è del 10.5%, perché il peso nelle vendite in GDO è sotto lo 0.33%?

35 A quale consumatore e a quale mercato si pensa?

36 FederBio: il vino biologico è l’unico codificato secondo una normativa di riferimento Il Presedente di FederBio scrive a La Repubblica Il vino biologico è sottoposto a una normativa di riferimento e viene certificato da organismi di controllo espressamente autorizzati dal ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali. Quali sono i criteri oggettivi e le caratteristiche produttive e di qualità per definire un vino come “naturale”, “libero”? “La differenza sostanziale tra “vino naturale” e “vino biologico” sta nel fatto che il “vino biologico” è codificato secondo una normativa di riferimento, il vino naturale no. Cosa significa vino naturale? Al momento “vino naturale” è un semplice claim, che non identifica le caratteristiche produttive e la qualità del prodotto. Attenzione, quindi, perché ciascuno può avere il proprio concetto di “naturale”, che differisce da quello di altri. E' come doversi basare sulla dichiarazione di ciascuna cantina, è come chiedere all’oste se ha il vino buono. Nel biologico, invece, tale dichiarazione è confermata dalla certificazione di un organismo di controllo terzo, espressamente autorizzato dal ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, che ispeziona vigneto e cantina, anche prelevando campioni da sottoporre ad analisi”. Interviene Paolo Carnemolla, presidente di FederBio per fare in modo che la polemica attuale non crei confusione soprattutto nel consumatore. E per tutelare il consumatore è bene ricordare che è certo un bene la scelta di non utilizzare diserbanti e fertilizzanti chimici di sintesi, ma sarebbe necessario non tacere che nel “vino libero” - si ricorre a insetticidi e anticrittogamici, la cui entità, per frequenza di trattamenti, impatto ambientale e residui sul vino è di gran lunga più significativa di diserbanti e fertilizzanti. L’agricoltura biologica non usa OGM, non usa fertilizzanti e diserbanti chimici di sintesi e nemmeno gli insetticidi e gli anticrittogamici. E’ dettagliatamente codificata da norme europee e nazionali, sottoposta a un sistema di controllo europeo, con regolari ispezioni nelle aziende e prelievo di campioni per escludere contaminazioni anche accidentali da sostanze non ammesse.

37 FederBio e la sfida dei vini senza solfiti I vini dei Castelli Romani: verso una vinificazione senza solforosa FederBio ha promosso e realizzato il progetto “Sviluppo e trasferimento di sistemi innovativi di produzione per la qualità e salubrità al consumo di vini dei Castelli Romani - Applicazione combinata di prodotti enologici e tecnologie di vinificazione per limitare il contenuto di SO2 totale nei vini al consumo” con il contributo della Regione Lazio e l’apporto scientifico dell’Università della Tuscia. L'obiettivo del progetto è stata la qualificazione dei vini dei Castelli Romani attraverso la riduzione del contenuto di solfiti, nel rispetto degli aspetti qualitativi. Nell'ambito della sperimentazione, che ha riguardato varie aziende del territorio, è stata fatta una prova avanzata di vinificazione in totale assenza di solfiti aggiunti e nel rispetto di una soglia totale di solfiti nel vino inferiore ai 10 mg/litro, cioè alla soglia identificata dalla Direttiva europea sugli allergeni. La vinificazione senza solfiti si è concretizzata nella produzione del Biancodarco, il primo Frascati Superiore Doc senza solfiti, prodotto dalla cooperativa agricola biologica Agricoltura Capodarco). Dopo le vendemmie 2010 e 2011, nel 2012 il Biancodarco è stato freagiato, come gli altri Frascati Superiore, della Docg. Il successo della sperimentazione è stato attestato dal fatto che, già nella vendemmia 2010, la vinificazione ha avuto un successo tale da giustificare l'imbottigliamento e la messa in commercio del Biancodarco, con un ottimo successo di critica e commerciale. Il Biancodarco è infatti un prodotto che ha incontrato il favore degli appassionati e dei degustatori e anche l'interesse di quei consumatori che hanno problemi di salute nell'assunzione di solfiti con gli alimenti. IL BIANCODARCO, BIO E SOLFITI FREE Dalla sperimentazione è nato il primo vino Frascati Superiore DOC da agricoltura biologica ottenuto completamente senza l’aggiunta di solfiti IL BIANCODARCO, BIO E SOLFITI FREE Dalla sperimentazione è nato il primo vino Frascati Superiore DOC da agricoltura biologica ottenuto completamente senza l’aggiunta di solfiti

38 FederBio: campagna advertising sul vino biologico FederBio Federazione Italiana Agricoltura Biologica e Biodinamica Sede Bologna Piazza dei Martiri, Bologna Tel Fax FederBio sul tuo smartphone: Sede Roma Via Livenza, Roma Tel Fax Contatti Noi produttori di vino biologico, siamo sicuri di garantirti un prodotto unico e autentico. La nostra (e la tua) sicurezza si fonda sulla certificazione, che impone al vino biologico di essere libero, naturale privo di fertilizzanti, diserbanti, fungicidi e insetticidi chimici di sintesi. Solo quello certificato, infatti, è il vero vino biologico. BEVI RESPONSABILMENTE. BEVI BIOLOGICO Noi produttori di vino biologico, siamo sicuri di garantirti un prodotto unico e autentico. La nostra (e la tua) sicurezza si fonda sulla certificazione, che impone al vino biologico di essere libero, naturale privo di fertilizzanti, diserbanti, fungicidi e insetticidi chimici di sintesi. Solo quello certificato, infatti, è il vero vino biologico. BEVI RESPONSABILMENTE. BEVI BIOLOGICO

39 Verona, 6-9 aprile a edizione del Vinitaly Vinitalybio: il primo Salone Internazionale dei vini biologici e biodinamici Dall’accordo firmato tra Veronafiere e FederBio nasce Vinitalybio, il primo Salone dedicato esclusivamente ai vini biologici e biodinamici certificati in base ai regolamenti (CE) n.834/2007 e (UE) n.203/2012. Vinitalybio nasce con l'ambizione di rappresentare la produzione enologica bio italiana e di diventare un punto di riferimento anche a livello internazionale. L’area espositiva di 1000 mq, localizzata nel padiglione 11 della 48 a edizione del Vinitaly, ha come unico protagonista il vino biologico certificato, che rappresenta un’eccellenza del made in Italy. La sua forza è proprio nella certificazione, che garantisce al consumatore la trasparenza del sistema produttivo, così come stabilito dal regolamento UE n. 203/2012 sulla produzione e l’etichettatura del vino biologico. VINITALYBIO 2014 La prima edizione sar à realizzata nell'ambito del 48° Vinitaly la piattaforma mondiale per il business del vino mq di superficie, oltre 100 espositori certificati VINITALYBIO 2014 La prima edizione sar à realizzata nell'ambito del 48° Vinitaly la piattaforma mondiale per il business del vino mq di superficie, oltre 100 espositori certificati L ’ ENOTECA VINITALYBIO Oltre agli stand, all ’ interno dello spazio dedicato è allestita un ’ enoteca che mette in degustazione una selezione dei vini biologici presenti a Vinitaly L ’ ENOTECA VINITALYBIO Oltre agli stand, all ’ interno dello spazio dedicato è allestita un ’ enoteca che mette in degustazione una selezione dei vini biologici presenti a Vinitaly LE DEGUSTAZIONI DEL VINITALYBIO In calendario una serie di eventi di degustazione organizzati da FederBio e rivolti ai buyer e giornalisti che vogliono approfondire la conoscenza dei vini biologici LE DEGUSTAZIONI DEL VINITALYBIO In calendario una serie di eventi di degustazione organizzati da FederBio e rivolti ai buyer e giornalisti che vogliono approfondire la conoscenza dei vini biologici

40

41

42

43

44 O QUALCOS’ALTRO, MA QUALCOSA VA FATTO CON AZIONI DI SISTEMA.


Scaricare ppt "IL VINO BIOLOGICO. Fonti: AssoBio, FiBL, Nielsen, Nomisma, Sinab."

Presentazioni simili


Annunci Google