La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il CURRICOLO per COMPETENZE Seminario provinciale – Liceo Mascheroni 28 aprile 2015.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il CURRICOLO per COMPETENZE Seminario provinciale – Liceo Mascheroni 28 aprile 2015."— Transcript della presentazione:

1 Il CURRICOLO per COMPETENZE Seminario provinciale – Liceo Mascheroni 28 aprile 2015

2 Obiettivi: - confronto e scambio fra le esperienze di ricerca-azione sviluppate dalle scuole, in rete o autonomamente, nei processi legati al Curricolo per competenze; - promozione di una cultura della documentazione significativa e generativa. Relatori Rete “ASC - A scuola di competenze” (capofila IC Sorisole) Rete “Cittadini Digitali” (capofila IC Zogno) Rete “Progettare il curricolo per qualità” (capofila IC Verdellino) Rete “Progettare e certificare le competenze trasversali” (ISIS Turoldo, Paleocapa, Maironi) Progetto “Fare scuola oggi” (CTI - Ambito 1) IC Gazzaniga: “Curricolo verticale delle competenze” Istituto Salesiano di Treviglio: “Elaborazione e sperimentazione del curricolo verticale delle competenze” Progettazione e sperimentazione del Curricolo di Istituto (IC De Amicis di Bergamo)

3 Raccolta della documentazione e delle presentazioni sulla piattaforma

4 riferimento progettuale e finalit à educativa agganciato a storia ma trasversale a tutte le discipline CITADINANZA E COSTITUZIONE 8 COMPETENZE di CITTADINANZA INNOVAZIONE METODOLOGIE DIDATTICHE SCHOOLING CURRICOLO VERTICALE (e trasversale) PROCESSI COGNITIVI e METODOLOGICI ATTEGGIAMENTI e COMPORTAMENTI progressione COMPETENZE x fasce di et à TRAGUARDI OBIETTIVI di APPRENDIMENTO SAPERI ESSENZIALI – ABILITA ’ VALUTAZIONE e CERTIFICAZIONE

5 Certificare le competenze DL 13/2013. Definizione delle norme generali e dei livelli essenziali delle prestazioni per l'individuazione e validazione degli apprendimenti non formali e informali e degli standard minimi di servizio del sistema nazionale di certificazione delle competenze. (Entrata in vigore del provvedimento: 02/03/2013)

6 Definizioni: apprendimento permanente, formale, non formale, informale; competenza, enti pubblici titolari; individuazione e validazione delle competenze; certificazione delle competenze. Sistema nazionale di certificazione delle competenze (repertori nazionali di competenze; sistema di indicatori, strumenti e standard di qualita‘; identificazione degli indicatori, delle soglie e delle modalita' di controllo, valutazione e accertamento degli standard minimi.

7 CM 13/02/2015 CM 13/02/2015 finalmente dopo 16 anni… Retroazione positiva sulla didattica Adozione definitiva dei nuovi modelli - a. s : Adozione sperimentale dei nuovi dispositivi all'interno delle scuole che si dichiarano disponibili, con particolare riferimento a quelle impegnate nelle misure di accompagnamento delle Indicazioni/2012; - a. s : Adozione generalizzata in tutte le scuole del prototipo di modello - a. s : Adozione obbligatoria del nuovo modello di certificazione

8 Linee guida per la certificazione delle competenze nel 1° ciclo 1.la maturazione delle competenze costituisce la finalità essenziale di tutto il curricolo; 2.le competenze da certificare sono quelle contenute nel Profilo dello studente; 3.le competenze devono essere promosse, rilevate e valutate in base ai traguardi di sviluppo disciplinari e trasversali riportati nelle Indicazioni; 4.le competenze sono un costrutto complesso che si compone di conoscenze, abilità, atteggiamenti, emozioni, potenzialità e attitudini personali;

9 5. le competenze devono essere oggetto di osservazione, documentazione e valutazione; solo al termine di tale processo si può giungere alla certificazione delle competenze (2 volte nel 1° ciclo) 6. L’azione didattica: dalla progettazione alla certificazione. E’ necessario ripensare il modo di “fare scuola”, fondando l’insegnamento su esperienze significative …che consentano di “imparare facendo”; i docenti rendono l’alunno protagonista del processo di acquisizione delle competenze. 7. Compiti di realtà e progetti, ma anche osservazioni sistematiche e altro.

10 8. Valutazione in 4 livelli: iniziale-base-intermedio-avanzato Non del tutto superata la valutazione gelminiana delle competenze in decimi (L.169/2008 e DPR 122/2009) Il quadro normativo sulle competenze (Allegato 1) Un glossario dei termini più ricorrenti (Allegato 2) SCHEDA PRIMARIA SCHEDA 1° CICLO

11 Indicazioni per la certificazione competenze all’assolvimento dell’obbligo D.M. 9/2010 Certificato delle competenze di base del 2010 Certificato delle competenze di base “una base comune”, alla quale si riferiscono gli ordinamenti del primo e del secondo ciclo Continuità con l’Allegato 2 del D.M. 139/2007l’Allegato 2 del D.M. 139/2007 Continuità con il 2° ciclo

12 DPR /2010 tra continuità e discontinuità DPR 87 e 88 in linea con la scuola che promuove competenze (insegnare per sviluppare competenze, operare per progetti, valutare le competenze; legalità, cittadinanza e Costituzione) Un PECUP di alto profilo per i professionali e i tecnici Il DPR 89 sembra scritto da un’altra mano… forte approccio disciplinaristico.

13 Alcune riflessioni critiche finali… Si va verso una continuità dell’impianto culturale. Ma permane una discontinuità tra DM 254 e quadro ordinamentale precedente (in vigore nella normativa e nella quotidianetà). La scuola delle competenze rischia di restare sulla carta se non cambia il sistema organizzativo scolastico.

14 Le scelte innovative sul piano della progettazione, gestione e valutazione didattica richiedono altrettanto sul piano del sistema organizzativo scolastico, che è ancora in attesa di una riforma organica e coerente: - di un 1° ciclo, veramente unificato; - di un 2° ciclo incompiuto Rendere effettiva l’autonomia didattica e organizzativa delle scuole, liberandola dai vincoli del sistema centrale di reclutamento e di assegnazione dell’organico.

15 Fenomeni di retroazione negativa: segnali di un processo di disciplinarizzazione nella primaria… Attivare processi di proiezione virtuosa sugli ordinamenti successivi. Come integrare i Piani di studio del triennio della secondaria di 2° grado con quelli del biennio e in generale con l’impianto formativo e culturale della scuola delle competenze? L’Esame di maturità: esito coerente di un curricolo formativo unitario?


Scaricare ppt "Il CURRICOLO per COMPETENZE Seminario provinciale – Liceo Mascheroni 28 aprile 2015."

Presentazioni simili


Annunci Google