La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PERFORMANCE ALLA MACELLAZIONE DI OVINI ADULTI MACELLATI CON IL METODO TRADIZIONALE E CON IL RITO RELIGIOSO ISLAMICO PROGETTO MISURA 124 VA.CA.S.O.P.I.NU.M.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PERFORMANCE ALLA MACELLAZIONE DI OVINI ADULTI MACELLATI CON IL METODO TRADIZIONALE E CON IL RITO RELIGIOSO ISLAMICO PROGETTO MISURA 124 VA.CA.S.O.P.I.NU.M."— Transcript della presentazione:

1 PERFORMANCE ALLA MACELLAZIONE DI OVINI ADULTI MACELLATI CON IL METODO TRADIZIONALE E CON IL RITO RELIGIOSO ISLAMICO PROGETTO MISURA 124 VA.CA.S.O.P.I.NU.M “Valorizzazione delle carni e dei sottoprodotti della macellazione ovina tramite la realizzazione di prodotti innovativi e per nuovi mercati”.

2 MACELLAZIONE: l’uccisione dell’animale mediante dissanguamento. ABBATTIMENTO: qualsiasi procedimento che produca la morte dell’animale. La legge italiana nel rispetto degli animali prevede l'uccisione con un colpo secco o lo stordimento prima di procedere al dissanguamento ed espressamente specifica all'articolo 3 del Decreto Legislativo 333/1998 “Le operazioni di trasferimento, stabulazione, immobilizzazione, stordimento, macellazione e abbattimento devono essere condotte in modo tale da risparmiare agli animali eccitazioni, dolori e sofferenze evitabili”…

3 PROGETTO MISURA 124 VA.CA.S.O.P.I.NU.M “Valorizzazione delle carni e dei sottoprodotti della macellazione ovina tramite la realizzazione di prodotti innovativi e per nuovi mercati”. In Italia la normativa prevede quattro sistemi di stordimento dell'animale: 1.Pistola a proiettile captivo; 2.Elettronarcosi; 3.Esposizione al biossido di carbonio; 4.Commozione cerebrale. STORDIMENTO: qualsiasi procedimento che, praticato sugli animali, determina rapidamente uno stato di incoscienza che si protrae fino a quando non intervenga la morte.

4 PROGETTO MISURA 124 VA.CA.S.O.P.I.NU.M “Valorizzazione delle carni e dei sottoprodotti della macellazione ovina tramite la realizzazione di prodotti innovativi e per nuovi mercati”.

5 La macellazione Islamica è stata autorizzata in Italia con Decreto Ministeriale 11 giugno 1980 dal titolo “ autorizzazione alla macellazione degli animali secondo i riti religiosi ebraico ed islamico”. Il Regolamento (CE) 1099/2009 riconosce un’eccezione allo stordimento nel caso della macellazione rituale. La normativa garantisce inoltre agli strati membri dell’Ue, l’autonomia decisionale in tema di deroghe all’attuale legislazione riguardante stordimento e macellazione. Così alcuni paesi come la Polonia, la Svizzera, l’Austria e la Danimarca hanno vietato la macellazione rituale mentre altri come l’Italia la consentono. PROGETTO MISURA 124 VA.CA.S.O.P.I.NU.M “Valorizzazione delle carni e dei sottoprodotti della macellazione ovina tramite la realizzazione di prodotti innovativi e per nuovi mercati”. MACELLAZIONE RITUALE

6 La legge islamica, cioè l'insieme dei precetti del Corano e dei Hadith, prescrivono una serie di regole per la macellazione del bestiame affinché la carne sia considerata commestibile. Per i musulmani tali regole appaiono mutuate dalla tradizione ebraica del cibo Kosher e di fatto coincidono nelle due culture: quanto segue elenca i precetti del Corano. Condizioni del bestiame prima della macellazione: Tutti gli animali e il bestiame devono essere in salute, senza segni di malattia, non devono essere feriti né sfigurati in alcun modo; È espressamente proibito maltrattare, percuotere o impaurire gli animali da macellare PROGETTO MISURA 124 VA.CA.S.O.P.I.NU.M “Valorizzazione delle carni e dei sottoprodotti della macellazione ovina tramite la realizzazione di prodotti innovativi e per nuovi mercati”.

7 1.L'uccisione Halal (cioè lecita) di animali deve essere effettuata in locali, con utensili e personale separati e diversi da quelli impiegati per l'uccisione non halāl 2.L'uccisore deve essere un musulmano adulto, sano di mente e a conoscenza di tutti i precetti della religione islamica e sulla macellazione halāl; 3.Gli animali da uccidere devono essere animali halāl e devono poter essere mangiati da un musulmano senza commettere peccato; 4.Gli animali devono essere coscienti al momento dell'uccisione, anche se (come sovente accade) bendati per non vedere il coltello del macellaio. 5.L'uccisione deve avvenire recidendo la trachea e l'esofago: i principali vasi sanguigni verranno recisi di conseguenza. La colonna vertebrale non deve invece essere recisa: la testa dell'animale non deve essere staccata durante l'uccisione. Il macellaio deve pronunciare la basmala, orientando la testa dell'animale in direzione di Mecca 6.L'uccisione deve essere fatta in una sola volta: il movimento di taglio deve essere continuo e cessa quando il coltello viene sollevato dall'animale. Non è permesso un altro taglio: un secondo atto di uccisione sull'animale ferito rende la carcassa non halāl 7.Il dissanguamento deve essere spontaneo e completo 8.Gli utensili per l'uccisione e la macellazione halāl devono essere usati solo ed esclusivamente per animali leciti. PROGETTO MISURA 124 VA.CA.S.O.P.I.NU.M “Valorizzazione delle carni e dei sottoprodotti della macellazione ovina tramite la realizzazione di prodotti innovativi e per nuovi mercati”.

8 Appena la lama recide i nervi si produce un’attivazione dei neuroni con grave scarica dolorifica In seguito, l’estremità è depolarizzata e quindi non è più in grado di rispondere ad ulteriori stimoli Durante il taglio non ci sono reazioni di indietreggiamento e nessun riflesso di difesa Fondamentale è la capacità dell’operatore: prima della perdita di coscienza le terminazioni non sezionate sono in grado di veicolare informazioni dolorifiche. DOLORE AL TAGLIO

9 Lo stordimento degli animali è in alcuni casi permesso, come misura di gentilezza verso gli animali, a condizioni ben precise: 1.Lo stordimento deve essere temporaneo e non deve provocare danni permanenti. 2.Lo storditore deve essere musulmano, o deve essere sorvegliato da un musulmano o da una autorità di certificazione Halal. 3.I dispositivi usati per stordire animali non Halal non devono essere usati per stordire animali Halal. ATTUALE LEGISLAZIONE IN ITALIA: ammette la macellazione islamica, se si adottano particolari accorgimenti

10 PROGETTO MISURA 124 VA.CA.S.O.P.I.NU.M “Valorizzazione delle carni e dei sottoprodotti della macellazione ovina tramite la realizzazione di prodotti innovativi e per nuovi mercati”. GABBIE DI CONTENIMENTO

11 CONTENIMENTO CON NASTRO TRASPORTATORE A CAVALCIONI PROGETTO MISURA 124 VA.CA.S.O.P.I.NU.M “Valorizzazione delle carni e dei sottoprodotti della macellazione ovina tramite la realizzazione di prodotti innovativi e per nuovi mercati”. GABBIA DI CONTENIMENTO RUOTANTE

12 MATERIALI E METODI I PRESENTI RISULTATI RIGUARDANO 19 SOGGETTI MACELLATI IN MANIERA TRADIZIONALE E 10 SOGGETTI MACELLATI HALAL (DEL COMMERCIO) SU OGNI SOGGETTO E PER OGNI CARCASSA SONO STATE CONSIDERATE: Le rese alla macellazione La percentuale degli scarti di macellazione sulla RESA NETTA Misurazione e classificazione delle carcasse PROGETTO MISURA 124 VA.CA.S.O.P.I.NU.M “Valorizzazione delle carni e dei sottoprodotti della macellazione ovina tramite la realizzazione di prodotti innovativi e per nuovi mercati”.

13 PROGETTO MISURA 124 VA.CA.S.O.P.I.NU.M “Valorizzazione delle carni e dei sottoprodotti della macellazione ovina tramite la realizzazione di prodotti innovativi e per nuovi mercati”.

14 RILIEVI MACELLAZIONETRADIZIONALEHALAL SIGNI F DSR (RMSE) PESO VIVO Kg50,029±1,87146,166±3,149n.s.7,715 CARCASSA kg23,323±1,04720,616±1,763 n.s. 4,320 PESO VIVO NETTO kg42,97±18,1138,77±1,81 n.s. 7,46 RESA NETTA %54,43±1,2453,17±2,10 n.s. 5,15 RESA LORDA %46,54±0,9644,60±1,63 n.s. 3,99 CONFORMAZIONE7,8 ± 0,6 (R)5,0 ± 1,03 (O)**2,5 GRASSO6,94 ± 0,6 (3-)7,0 ± 1,0 (3-)n.s.2,6 RESE ALLA MACELLAZIONE PROGETTO MISURA 124 VA.CA.S.O.P.I.NU.M “Valorizzazione delle carni e dei sottoprodotti della macellazione ovina tramite la realizzazione di prodotti innovativi e per nuovi mercati”.

15 PROGETTO MISURA 124 VA.CA.S.O.P.I.NU.M “Valorizzazione delle carni e dei sottoprodotti della macellazione ovina tramite la realizzazione di prodotti innovativi e per nuovi mercati”. CARCASSA TRADIZIONALE CARCASSE HALAL

16 RILIEVI MACELLAZIONETRADIZIONALEHALALSIGNIFDSR (RMSE) STINCO ANTERIORE %0,60±0,020,71± 0,04 n.s. 0,11 STINCO POSTERIORE %0,60±0,020,74± 0,04**0,11 PELLE %9,60± 0,418,37±0,70n.s.1,72 TESTA %6,66±0,207,06±0,33 n.s. 0,82 GENITALI %0, 83±0,462,07± 0,58 n.s. 1,31 CORATA %5,50±0,299,60±0,48***1,17 POLMONE + TRACHEA % 2,20±0,195,68±0,31***0,75 CUORE %0,86± 0,030,74±0,05 n.s. 0,13 MILZA %0,36±0,030,37±0,05 n.s. 0,12 FEGATO %2,38±0,132,80±0,20 n.s. 0,51 SCARTI DI MACELLAZIONE (% sulla resa netta) PROGETTO MISURA 124 VA.CA.S.O.P.I.NU.M “Valorizzazione delle carni e dei sottoprodotti della macellazione ovina tramite la realizzazione di prodotti innovativi e per nuovi mercati”.

17 RILIEVI MACELLAZIONETRADIZIONALEHALALSIGNIFDSR (RMSE) APPARATO STOMACALE PIENO %19,11±0,9819,40±1,66 n.s. 4,07 APPARATO STOMACALE VUOTO%6,35±0,255,16±0,42**1,05 INTESTINI PIENI %10,87±0,4011,05±0,67 n.s. 1,66 INTESTESTINI VUOTI %6,70±0,295,97±0,49 n.s. 1,21 PERCENTUALE APPARATO GASTRO-INTESTINALE (% sulla resa netta) PROGETTO MISURA 124 VA.CA.S.O.P.I.NU.M “Valorizzazione delle carni e dei sottoprodotti della macellazione ovina tramite la realizzazione di prodotti innovativi e per nuovi mercati”.

18 RILIEVI MACELLAZIONETRADIZIONALEHALALSIGNIF DSR (RMSE) LUNGHEZZA CARCASSA cm73,4 ± 0,979,1 ± 1,5***3,8 LUNGHEZZA COSCIA cm37,8 ± 1,144,1 ± 1,9***4,8 LARGHEZZA GROPPA cm27,4 ± 0,527,3 ± 0,7NS2,2 LARGHEZZA TORACE cm24,7 ± 0,725,5 ± 1,2NS3,0 PROFONDITÀ TORACE cm27,6 ± 0,330,0 ± 0,5***1,2 MISURA E CONFORMAZIONE DELLE CARCASSE PROGETTO MISURA 124 VA.CA.S.O.P.I.NU.M “Valorizzazione delle carni e dei sottoprodotti della macellazione ovina tramite la realizzazione di prodotti innovativi e per nuovi mercati”.

19 CONCLUSIONI PROGETTO MISURA 124 VA.CA.S.O.P.I.NU.M “Valorizzazione delle carni e dei sottoprodotti della macellazione ovina tramite la realizzazione di prodotti innovativi e per nuovi mercati”. -RESA AL MACELLO PARAGONABILI TRA I DUE TIPI DI MACELLAZIONE -DIVERSE CONFORMAZIONI, PERCENTUALI DI SCARTO E MISURE DELLE CARCASSE (TIPI GENETITICI DIVERSI – MERCATO HALAL) -POTENZIALITÀ DI UTILIZZO DEGLI SCARTI (CORATA, BUDELLINE…)

20 PROGETTO MISURA 124 VA.CA.S.O.P.I.NU.M “Valorizzazione delle carni e dei sottoprodotti della macellazione ovina tramite la realizzazione di prodotti innovativi e per nuovi mercati”. GRAZIE PER L’ATTENZIONE


Scaricare ppt "PERFORMANCE ALLA MACELLAZIONE DI OVINI ADULTI MACELLATI CON IL METODO TRADIZIONALE E CON IL RITO RELIGIOSO ISLAMICO PROGETTO MISURA 124 VA.CA.S.O.P.I.NU.M."

Presentazioni simili


Annunci Google