La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Trellech, 18 maggio 1872 Penrhyndeudraeth, 2 febbraio 1970 (Inghilterra) Logico e Filosofo, è stato Premio Nobel nel 1950 Ha pubblicato numerosi scritti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Trellech, 18 maggio 1872 Penrhyndeudraeth, 2 febbraio 1970 (Inghilterra) Logico e Filosofo, è stato Premio Nobel nel 1950 Ha pubblicato numerosi scritti."— Transcript della presentazione:

1

2

3 Trellech, 18 maggio 1872 Penrhyndeudraeth, 2 febbraio 1970 (Inghilterra) Logico e Filosofo, è stato Premio Nobel nel 1950 Ha pubblicato numerosi scritti che in forma vivace e spesso polemica trattano problemi di etica, di politica e di religione Le sue idee pacifiste, durante gli anni delle guerre, lo allontanarono dall’insegnamento al Trinity College e gli costarono mesi di carcere

4 « In un villaggio vi è un solo barbiere, un uomo ben sbarbato, che rade tutti e soli gli uomini del villaggio che non si radono da soli. Il barbiere rade sé stesso? » Paradossi « Se io sostenessi che tra la Terra e Marte ci fosse una teiera di porcellana in rivoluzione attorno al Sole su un'orbita ellittica, nessuno potrebbe contraddire la mia ipotesi purché io avessi la cura di aggiungere che la teiera è troppo piccola per essere rivelata persino dal più potente dei nostri telescopi. Ma se io dicessi che, giacché la mia asserzione non può essere smentita, dubitarne sarebbe un'intollerabile presunzione da parte della ragione umana, si penserebbe giustamente che stia dicendo fesserie. Se però l'esistenza di una tale teiera venisse affermata in libri antichi, insegnata ogni domenica come la sacra verità e instillata nelle menti dei bambini a scuola, l'esitazione nel credere alla sua esistenza diverrebbe un segno di eccentricità e porterebbe il dubbioso all'attenzione dello psichiatra in un'età illuminata o dell'Inquisitore in un tempo antecedente. »

5 Stadi principali del metodo scientifico

6 Ivan Pavlov ( 26 settembre 1849 Rjazan', Russia ; 27 febbraio 1936 San Pietroburgo, Russia )

7 Condizionamento classico di Pavlov

8 Limitazioni del metodo scientifico «L’induzione rimane un insoluto problema di logica.» Il tacchino induttivista è una metafora ideata da Bertrand Russell allo scopo di confutare la validità dell'inferenza induttiva per enumerazione, cardine dell'empirismo tradizionale Un tacchino, in un allevamento statunitense, decise di formarsi una visione del mondo scientificamente fondata. «Fin dal primo giorno questo tacchino osservò che, nell'allevamento dove era stato portato, gli veniva dato il cibo alle 9 del mattino. E da buon induttivista non fu precipitoso nel trarre conclusioni dalle sue osservazioni e ne eseguì altre in una vasta gamma di circostanze: di mercoledì e di giovedì, nei giorni caldi e nei giorni freddi, sia che piovesse sia che splendesse il sole. Così arricchiva ogni giorno il suo elenco di una proposizione osservativa in condizioni più disparate. Finché la sua coscienza induttivista non fu soddisfatta ed elaborò un'inferenza induttiva come questa: "Mi danno il cibo alle 9 del mattino". Questa concezione si rivelò incontestabilmente falsa alla vigilia di Natale, quando, invece di venir nutrito, fu sgozzato.»

9 Siamo talmente abituati a credere che il ponte sia sicuro e privo di falle, che non ci aspettiamo l’eventualità che ci sia un’interruzione. E’ l’abitudine, direbbe Hume, o una sorta di riflesso condizionato (Pavlov) ad indurci a credere ciò.

10 Inferenze a ciò che non è sperimentato «Questi tratti, per mezzo di un riflesso condizionato di Pavlov, portano alla vostra mente la parola Jones.» «Se tutti vedono Jones, vi devono essere tanti diversi Jones per quanti spettatori vi sono e se vi è un solo e vero Jones, non è concesso ad alcuno di vederlo.» Non possiamo avere la certezza di Jones quando non lo sperimentiamo.

11 L’astrattezza della fisica «Un mondo fisico che partecipa della struttura del nostro mondo sensibile può causarlo, anche se non gli somiglierà in nulla tranne che nella struttura.»

12 Il pensiero scientifico è «pensiero di potenza; quella specie di pensiero, cioè, il cui scopo, conscio o inconscio, è di dare potere al suo possessore.»

13 Società Create Artificialmente “La società scientifica, come la concepisco io, è quella che impiega la miglior tecnica scientifica nella produzione, nell’educazione e nella propaganda.” La scienza fornisce all’uomo sempre più potere che, attraverso le varie tecniche, gli permette di mirare alla creazione di società artificiali.

14 Impero Giapponese Imposizione della scienze, dell’educazione e dell’industrializzazione appresi dal modello occidentale ma modificate secondo l’ideologia giapponese del Mikado e dello Shintoismo. Adattamento della scienza alle necessità politiche. Forte nazionalismo.

15 Germania nazista Forte nazionalismo basato sulle ideologie di Hitler. La sconfitta in guerra della Germania nazista e del Giappone distrusse tale esperimento di società artificiale, e la costruzione scientifica ebbe così termine.

16 Unione Sovietica Controllo di produzione e distribuzione dei beni. Educazione indirizzata. Forte sentimento religioso verso lo stato. Stampa e letteratura controllate dallo Stato per la propaganda. Direzione unitaria delle attività. Creazione di uno stato mondiale organizzato basato sulle teorie di Marx e Lenin.

17 “Dobbiamo quindi aspettarci sempre più che i governi cadano nelle mani di oligarchie, non di nascita ma di opinione.” “La scienza aumenta il nostro potere di fare il bene e il male, e perciò accresce la necessità di frenare gli impulsi distruttivi.”

18 L’individuo e il tutto La riduzione della libertà individuale probabilmente aumenterà per due cause: la tecnica moderna rende la società più organica, e la sociologia moderna rende gli uomini sempre più consapevoli delle leggi causali per le quali gli atti di un uomo sono utili o dannosi ad altri. Per giustificare una libertà individuale nella società scientifica si dovrà verificare se essa è benefica per la società come un “tutto”. “Ogni governo, di conseguenza, finché non sia trattenuto da pregiudizi tradizionali difenderà più di quanto è giusto il diritto di regolare la libertà.”

19 “I bambini oltre il numero assegnato saranno probabilmente uccisi […]. La qualità così come la quantità della popolazione diverrà probabilmente un oggetto di pubblica norma.”

20 Scienza e valori Impulso di amoreImpulso di potere e dominio “La società scientifica del futuro, come noi l’abbiamo immaginata, è una in cui l’impulso del potere ha completamente sopraffatto l’impulso dell’amore”

21 “Un mondo senza piaceri e senza affetti è un mondo privo di valore […]. Si rende necessaria una nuova concezione morale in cui la sottomissione ai poteri della natura sia sostituita dal rispetto per ciò che è migliore nell’uomo. Dove questo rispetto viene a mancare, la tecnica scientifica è pericolosa.”


Scaricare ppt "Trellech, 18 maggio 1872 Penrhyndeudraeth, 2 febbraio 1970 (Inghilterra) Logico e Filosofo, è stato Premio Nobel nel 1950 Ha pubblicato numerosi scritti."

Presentazioni simili


Annunci Google