La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Storie di ordinaria programmazione La tv fatta (e vista) dal basso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Storie di ordinaria programmazione La tv fatta (e vista) dal basso."— Transcript della presentazione:

1

2 Storie di ordinaria programmazione La tv fatta (e vista) dal basso

3 Altratv.tv / background e team Nicholas Negroponte nel 1995 in Essere digitali teorizzava un futuro in cui ognuno avrebbe potuto costruire una propria programmazione televisiva. Altratv.tv è in Rete dallottobre 2004, si sviluppa attraverso unanalisi delle micro-tv. Il team è composto da Studenti universitari web-journalist legati da percorsi di studio sulla Comunicazione: redazione centrale virtuale (Bologna), altre dodici redazioni periferiche virtuali sul territorio (Bari, Catania, Ferrara, LAquila, Macerata, Milano, Napoli, Padova, Pisa, Roma La Sapienza, Torino, Teramo).

4 Altratv.tv / struttura e obiettivi Realizzare una wikipedia delle altre tv. Finora sono state analizzate 56 altre tv suddivise per sei macrofamiglie: web tv, telePA, uni-tv, telestreet, web tv di comunità, rent-tv. Analizzare gli aspetti tecnologici e contenutistici delle altre tv. Ogni web-servizio è supportato da una scheda della tv e da una pagella. I materiali sono realizzati dagli studenti web- journalist visitatori dellaltra tv. Formare sul campo giovani studenti e appassionati di comunicazione nella realizzazione di reportage sulle altre tv.

5 Altratv.tv / cv Riconoscimenti: finalista al premio Cenacolo 2004, finalista al premio Palinsesto Italia, finalista al premio Obiettivo Comunicazione COM-PA 2005, finalista premio tecnologia e impegno etico, Università di Pisa. Collaborazioni radio-tv-internet anno : RaiDoc, Rai Futura, Radio1, PuntoCom, studenti.it. Incontri in università: e-learning Ateneo in linea (università di Chieti), convegno DTT e nuove forme della tv (università de LAquila), FuoriAula (università di Verona), I giovani comunicatori verso lEuropa (università di Pisa). Rassegna stampa: recensioni su La Repubblica, Il Mondo, PuntoCom, Italia Oggi, Il Messaggero, Il Mediario, Il Sole 24 Ore.

6 «Se una società fosse veramente seria non darebbe parole e principi ma piuttosto esempi da imitare. Sarebbe meglio (…) poter identificare degli eroi positivi, cioè delle persone che esprimono coerentemente un modo di pensare e di credere trasformando in azioni concrete qualche cosa che si può vedere e non solo ascoltare a livello di convinzioni». (Vittorino Andreoli, Giovani, Rizzoli – Milano, 1995)

7 Generazione del disincanto? LEspresso, 22/03/2007. Ricerca Euyoupart (Political Partecipation of Young People in Europe): 8mila ragazzi tra 15 e 25 anni intervistati in 3 anni in 8 Paesi Europei. In Italia interessati molto/abbastanza alla politica 43% In Italia 82% non ritiene importante condividere idee politiche con amici/parenti La politica non sta nelle istituzioni. Sta nei centri sociali, nelle ong, nei movimenti 1^ posto per fiducia: Amnesty International 2^ posto per fiducia: Greenpeace. 3^ posto Unione Europea.

8 Non proprio… Micro-citizen tv: Astuta Tv, Insu^Tv, Minimal Tv, Messina Web Tv, Monti Tv, Teletorre 19, Tele Osservanza, Tesino telesteet, Tele Monte Orlando, Tele Citofono, Piero Da Saronno Tv Tv delle micro-comunità: GameTribes Tv (Torino), Raf Tv (Milano) Uni-tv, web tv universitarie: Universy Tv (Roma Tre), Extracampus (Torino), Link Tv (Roma), Universo Tv (Bologna), Fuori Aula (Verona), la Classe non è acqua (Bergamo), Tg web (Teramo), Campus Network (Chieti), VTTV (Massa Carrara), Unimedia (Pisa), Webz Tv (Bolzano) Tv delle minoranze con impegno sociale: Disco Volante (Senigallia), Tesino Telestreet (Tesino), Tv del carcere (Saluzzo).

9 La mappa dellimpegno digitale

10 1/4 Micro-citizen tv Alcuni scatti da backstage di Monti Tv, Insu^Tv, Pnbox, Messina Web TV, Tele Monte Orlando e Telecitofono.

11 2/4 Tv delle microcomunità

12 3/4 Tv delle minoranze con impegno sociale

13 4/4 Uni-tv

14 La griglia delle esperienze community operativa microcomunitàglobalità comunicazione

15 Contenuti, obiettivi, target Esperienze televisive di prossimità versus finestra sul mondo. Queste tv parlano a comunità specifiche e alcuni cercano però anche una finestra sul mondo. Differenziazione dellofferta per target. I contenuti si incanalano sul fronte informativo, formativo e partecipativo, con una creazione di format per target più specifici. Abbassamento costi e moltiplicazione dellofferta. Grazie al digitale, produzione e post-produzione diventano alla portata degli stessi fruitori. Format user-generated content. I videoservizi che raccontano le micro-comunità sono realizzati dagli stessi utenti. Progetti formativi. Per i giovani sono palestre del digitale.

16 Packaging Modelli fast-news. I prodotti video si integrano ad un utilizzo anche sul web e sono brevi. Modelli con multifinestra. I format prendono le sembianze di ipertesti, con molti livelli di lettura testuali e visivi. Mutuazione dai linguaggi della generalista. I format ricalcano stereotipi gia conosciuti, tipici della cultura della generalisya mass- market della fine anni 90, facile da scimmiottare. Produzione e post-produzione user-generated content. La telecamera è in mano agli utenti. Esserci è più importante della cura formale del prodotto video.


Scaricare ppt "Storie di ordinaria programmazione La tv fatta (e vista) dal basso."

Presentazioni simili


Annunci Google