La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DIVARIO DIGITALE E NUOVI MEDIA Silvia Gregorio Lezione 7 Editoria Multimediale CIM 2010-2011 BARRIERE D’ACCESSO ALL’INFORMAZIONE IN ITALIA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DIVARIO DIGITALE E NUOVI MEDIA Silvia Gregorio Lezione 7 Editoria Multimediale CIM 2010-2011 BARRIERE D’ACCESSO ALL’INFORMAZIONE IN ITALIA."— Transcript della presentazione:

1 DIVARIO DIGITALE E NUOVI MEDIA Silvia Gregorio Lezione 7 Editoria Multimediale CIM BARRIERE D’ACCESSO ALL’INFORMAZIONE IN ITALIA

2 L’INFORMAZIONE Perché è così importante? “L’informazione non è un connotato facoltativo, ma una delle condizioni essenziali per l’esistenza dell’umanità. La lotta per la sopravvivenza, biologica e sociale, è una lotta per l’informazione” Jurij M. Lotman Perché:RIDUCE L’INCERTEZZA è FONTE DI POTERE e di VANTAGGIO è la MONETA del mondo moderno

3 IL FENOMENO DIGITAL DIVIDE : Gap tra coloro che hanno accesso all’informazione tramite la tecnologia e coloro che ne sono esclusi BARRIERA all’accesso all’ INFORMAZIONE Information HAVES Information HAVE NOTS

4 LA STORIA 1999: il termine nasce ufficialmente negli USA, illustrato nel rapporto della National Telecommunication and Information Administration “Falling through the net: defining digital divide” 2000: il DD diventa un fenomeno noto vengono pubblicati i primi articoli che contestano l’esistenza del problema 2002: il problema esiste! Le istituzioni cominciamo ad occuparsene in concreto L’UE prende in considerazione il DD. 2010:Ancora non si è giunti ad una soluzione

5 GLOBAL DIGITAL DIVIDE Estensione del DD a livello globale: 1970 Hans Singer parla di “DUALISMO TECNOLOGICO INTERNAZIONALE” 2008 Pick e Azari definiscono il fenomeno: “Rapidly growing disparities in the utilization, expenditure, and availability of technology in the world” Il 50% degli utilizzatori del web al mondo si colloca negli stati del G8! Nel 2002 l’88% degli internauti si colloca negli stati industrializzati che costituivano allora il 15% della popolazione mondiale.

6 GLOBAL DIGITAL DIVIDE Paesi al vertice per ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA: Korea Hong Kong Olanda TASSO DI DIFFUSIONE della BANDA LARGA [Indagine WSIS 2005]: Korea 65% Bangladesh1%

7 LE DIMENSIONI del DD MOTIVAZIONE: perché si visita il web? ACCESSO: qualità e autonomia della connessione COMPETENZE : conoscenze necessarie ad un impiego efficace e consapevole USO: genere e livello d’impiego

8 L’USO CLASIFICAZIONE DEGLI UTENTI: MONOMORFI 1,3% Tendenzialmente incompetenti, accedono raramente e con scopi precisi UTILITARISTI 23,7% hanno come unico scopo il conseguimento di un obiettivo, accedono settimanalmente POLIMORFI 32,1% Sono interessati a migliorarsi, svolgono una varietà di attività e accedono regolarmente RETICOLARI 42,9% Accedono quotidianamente, svolgono molte attività con competenza

9 LE COMPETENZE L’insieme delle competenze per operare con in computer e la rete, cercare e selezionare informazioni e usare tali informazioni per raggiungere i propri obiettivi Jan Van Dick livelli di competenze: OPERATIVE: a livello di hardware e software INFORMAZIONALI: per la selezione e ricerca delle informazioni STRATEGICHE: consentono di raggiungere gli obiettivi e di migliorare la posizione nella società

10 ACCESSO AL WEB LUOGHI CANALI: OBIETTIVI: CONVERGENZA UBIQUITUS COMPUTING

11 LE CONSEGUENZE ECONOMICHE Collocazione nel MONDO DEL LAVORO Sono richieste: -competenze informatiche -informazioni cui l’informatica da accesso Gestione e controllo del MERCATO Ostacolo all’evoluzione economica del Paese

12 LE CONSEGUENZE SOCIALI Crea INCLUSIONE su categorie privilegiate Fenomeni di ESCLUSIONE sociale MERTON: effetto SAN MATTEO, “Chi più ha, più avrà” Ostacolo all’evoluzione sociale DISPARITA’ SOCIALE DISPARITA’ DIGITALE DISEMBEDDED GENERATION

13 LE CAUSE Disparità nella distribuzione di: TECNICHE INFORMAZIONALI RISORSE FISICHE COMPETENZE RISORSE ECONOMICHE

14 LE CAUSE ASSENZA DI RISORSE RELAZIONALI e CULTURALI NON COMPRENSIONE DELLE DIMENSIONI DEL WEB DISINTERESSE SFIDUCIA NELLA TECNOLOGIA

15 LE CAUSE MAGGIORI CAUSE DI NON UTILIZZO DELLA RETE:

16 GLI INTERNAUTI INTERNET USERS - Giovane età - Possesso di laurea o diploma superiore - Condizione occupazionale stabile o studente - Residente nel centro-nord. NOT INTERNET USERS - Età avanzata - Basso titolo di studio - Estraneità al mercato del lavoro - Residente nel sud e isole

17 UN PO’ DI NUMERI …. QUANTIFICAZIONE DEL FENOMENO

18 PANORAMA ITALIANO BENI TECNOLOGICI POSSEDUTI (per famiglie) [ISTAT 2009] INTERNET In 6^ posizione!

19 PANORAMA ITALIANO RAPPORTO ANNUALE SULLA SITUAZIONE SOCIALE DEL PAESE [CENSIS 2009] Tasso di DIFFUSIONE DEL WEB: 2001 : 20,1% 2009 : 47 % OSTACOLI: Tradizionalismo Sfiducia Risorse economiche Gran parte della popolazione resta legata ai mezzi classici

20 PANORAMA ITALIANO RIVOLUZIONE DEI CONSUMI MEDIATICI Nel 2009, “anno della crisi” STAMPA: Press Divide, crisi di quotidiani e periodici GIORNALI ONLINE:Leggero calo di fruizione, ma con buone prospettive soprattutto per i giornali integrati TV:Gradualmente scompare la Tv analogica, rimane il media più usato dagli italiani RADIO: Nuove prospettive, in aumento l’ascolto dei giovani CELLULARE: Inversione di tendenza, diffusione degli Smartphone E-BOOK: Bassa quota di utenza per la limitatezza di titoli in lingua italiana

21 PANORAMA ITALIANO DIETA MEDIATICA nel 2008

22 PANORAMA ITALIANO DIETA MEDIATICA per titolo di studio Nessun cambiamento consistente dal 2001 al 2008

23 PANORAMA ITALIANO DISCONNESSI: Non fanno nessun uso del pc e non possiedono un accesso a internet INTERMITTENTI: Posseggono le abilità per entrare ed uscire dal mondo dei connessi, accedono regolarmente al web INTERNAUTI: visitano la rete con competenza e continuità

24 STRUTTURA del DD per ETA’

25 per TITOLO DI STUDIO STRUTTURA del DD

26 per CATEGORIA PROFESSIONALE STRUTTURA del DD

27 Per AREA GEOGRAFICA STRUTTURA del DD

28 PANORAMA EUROPEO ACCESSO AD INTERNET IN EUROPA [EUROSTAT 2009] “PARZIALMENTE ONLINE”

29 PANORAMA EUROPEO INVESTIMENTI NELLA TECNOLOGIA in milioni di euro: Gran Bretagna Germania Francia [EUROSTAT 2008] ITALIA Lituania 353 Bulgaria 331 Lettonia 241 Estonia 223 USA UE

30 PANORAMA EUROPEO POLITICHE DELLA COMUNITA’ EUROPEA LISBONA 2000 Obiettivo: l’Europa deve diventare l’economia basata sulla conoscenza più dinamica e competitiva del mondo. Individua il ruolo fondamentale delle tecnologie comunicative BARCELLONA 2002 Definisce una linea d’azione DICHIARAZIONE DI RIGA 2006 Tema dell’E-INCLUSION si riconosce che le tecnologie dell’informazione sono: - indispensabili per ottenere gli obiettivi di Lisbona - potenti catalizzatori di crescita e sviluppo

31 SOLUZIONI NORMALIZZAZIONEINTERVENTISMO È NECESSARIO UN INTERVENTO ESTERNO Il DD si RIGENERA con nuove Grammatiche all’aumentare di supporti e tecnologie NON È NECESSARIO UN INTERVENTO ESTERNO Il DD si AUTOESTINGUE Con il tempo Es: La tecnologia “invecchiando” cala in termini di prezzo, i supporti divengono perciò prima o poi disponibili a tutti ERRORE! Considera solo la dimensione dell’ACCESSO

32 SOLUZIONI USABILITA’ E ACCESSIBILITA’ DEL WEB CONOSCENZA DEL PROBLEMA SINDACATI e ISTITUZIONI NUOVI SUPPORTI ECONOMICI CORSI e SOFTWARE GRATUITI -PUBBLICITÁ SOCIALE -PASSAPAROLA ELDY: Software per over 65

33 CURIOSITA’ SAPEVATE CHE …

34 I SILVER SURFERS Gli utenti OVER65 sono gli internauti che trascorrono la MAGGIOR QUANTITA’ DI TEMPO online! ATTIVITA’ PIU’ CONDIVISE: La gestione del conto bancario La prenotazione di viaggi Operazioni di ricerca

35 L’INFORMAZIONE ON-LINE

36 FONTI DI INFORMAZIONE ONLINE

37 PORTALI D’ INFORMAZIONE SOCIAL NETWORK MOTORI DI RICERCA AGGREGATORI DI NOTIZIE ENCICLOPEDIE ONLINE GIORNALI ONLINE BLOG CHAT e GIOCHI DI RUOLO BANCHE DATI VIDEO/MUSIC SHARE

38 E-COMMERCE Circa il 30% degli internauti acquista on-line Hanno ordinato merce o servizi on-line:

39 PERCHE’ SI ACQUISTA Ampia scelta Prezzi competitivi Sconti e offerte Comodità e rapidità Sicurezza Qualità Feedback PERCHE’ NON SI ACQUISTA Non è possibile esaminare il prodotto Assenza di sicurezza Assenza di garanzie Privacy Assenza di competenze E-COMMERCE

40 COSA SI ACQUISTA? SPESE DI VIAGGIO LIBRI e GIORNALI FILM e MUSICA PRODOTTI SPECIFICI (sport, cura del corpo) BIGLIETTI DI SPETTACOLI SOFTWARE e AGGIORNAMENTI


Scaricare ppt "DIVARIO DIGITALE E NUOVI MEDIA Silvia Gregorio Lezione 7 Editoria Multimediale CIM 2010-2011 BARRIERE D’ACCESSO ALL’INFORMAZIONE IN ITALIA."

Presentazioni simili


Annunci Google