La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 1 Corso di “Economia degli intermediari finanziari” - Ciclo di conferenze didattiche L’AREA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 1 Corso di “Economia degli intermediari finanziari” - Ciclo di conferenze didattiche L’AREA."— Transcript della presentazione:

1 Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 1 Corso di “Economia degli intermediari finanziari” - Ciclo di conferenze didattiche L’AREA FINANZA nella gestione dell’intermediario bancario Secondo Intervento - 24 marzo 2001 L’OPERATIVITA’ DELL’”AREA FINANZA” NELLA BANCA: struttura del mercato finanziario gli strumenti del mercato monetario e finanziario i parametri di valutazione dell’investimento finanziario teoria di portafoglio e tecniche di gestione operativa cos’è il “benchmarking” i profili essenziali della gestione attiva e passiva

2 Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 2 Struttura dei mercati finanziari Complesso delle emissioni-negoziazioni di titoli rappresentativi di prestiti monetari e finanziamenti con vincolo di credito e di capitale. Mercato Primario (aste-consorzi):Mercato Primario (aste-consorzi): riguarda l'emissione ed il primo collocamento dei titoli (funzione: finanziamento emittenti) Mercato Secondario (Borsa-OTC):Mercato Secondario (Borsa-OTC): riguarda il complesso delle negoziazioni di titoli già collocati al pubblico (funzione: facilitare la liquidabilità degli investimenti)

3 Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 3 Mercati diretti (depositi, prestiti, etc.) Mercati aperti Mercati internazionali Monetario (Bot, P/T, interbancario, cambiali fin.) - primario - secondario Finanziario (titoli di debito, azioni) - primario - secondario Cambi Mercati diretti (depositi/crediti banche) Mercato monetario Mercato finaziario Mercati interni

4 Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 4 Gli strumenti finanziari Titoli di capitale:  Azioni  Obbligazioni convertibili Titoli di debito:  Titoli di Stato  Obbligazioni societarie  Obbligazioni strutturate  “Securitization”

5 Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 5 Gli strumenti finanziari (segue) Titoli “derivati”:  futures  opzioni  swap Risparmio gestito:  fondi comuni di investimento  fondi chiusi / fondi pensione  prodotti assicurativi

6 Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 6 Valutazione dei titoli a reddito fisso Rischio emittenteRischio emittente Rischio interesseRischio interesse Rischio cambioRischio cambio LiquiditàLiquidità Rendimento effettivoRendimento effettivo FiscalitàFiscalità Costruzione e valore segnaletico della Yield Curve.

7 Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 7 Valutazione dei titoli azionari Analisi Fondamentale (bilancio)Analisi Fondamentale (bilancio) Analisi Tecnica (prezzi, volumi)Analisi Tecnica (prezzi, volumi) Analisi dei Flussi (domanda, offerta)Analisi dei Flussi (domanda, offerta)

8 Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 8 Aspetti strutturali del portafoglio Si tratta di definire sulla base delle proprie valutazioni la composizione ottimale in termini di: rischiorischio rendimentorendimento liquiditàliquidità fiscalitàfiscalità

9 Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 9 Elementi per la gestione di portafoglio Gli specialisti dei mercati finanziari hanno un’ossessione: LA DIVERSIFICAZIONE. Per ottenere il miglior risultato con il minor rischio bisogna, infatti, RIPARTIRE IL CAPITALE, tenendo conto del diverso grado di correlazione delle attività selezionate. liquidità, obbligazioni, azioni Per garantirsi una certa indipendenza statistica nei risultati si diversifica, di norma, tra liquidità, obbligazioni, azioni.

10 Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 10 Cos’è l’Asset Allocation Si tratta della “procedura” utilizzata per ottenere la migliore composizione di portafoglio possibile in funzione di: scenario economico atteso condizione soggettiva dell’investitore. non standardizzabile. Si tratta di un processo complesso non standardizzabile.

11 Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 11 Tipologie di gestioni di portafoglio Asset Allocation “Strategica” rappresentata dalle scelte di investimento di medio-lungo termine relative al portafoglio da predisporre Asset Allocation “Tattica” scelte di breve termine condizionate dalle situazioni contingenti di mercato e dalla selezione degli investimenti.

12 Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 12 Il concetto di rischio finanziario Nel contesto di mercato il rischio è costituito dalla possibilità di realizzare risultati diversi da quelli attesi in una dato arco temporale. Per un portafoglio finanziario tale possibilità dipende in parte dalle caratteristiche intrinseche dei titoli considerati ed in parte dal loro grado di correlazione.

13 Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 13 Cosa spiega la variabilità dei prezzi sul mercato finanziario Titoli di capitale o di debito Rischio specifico e rischio generico Rischio emittente / cambio Rischio di interesse Effetti della diversificazione

14 Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 14 Il ruolo della teoria finanziaria La teoria finanziaria si occupa delle decisioni ottimali prese da investitori razionali tendenzialmente avversi al rischio. Investire in una sola attività finanziaria non rappresenta una soluzione efficiente poiché a parità di rischio si può ottenere di più suddividendo l’investimento in due o più attività.

15 Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 15 Il rapporto rischio/rendimento Per la valutazione degli investimenti in un contesto di incertezza si considerano due variabili chiave: rischiorischio (misurato statisticamente con la deviazione standard); rendimento mediorendimento medio (misurato attraverso la rilevazione dei rendimenti storici o previsti).

16 Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 16 Frontiera efficiente e propensione al rischio La migliori combinazioni rischio-rendimento offerte dal mercato in un dato istante si dispongono lunga una Frontiera Efficiente. Tale elaborazione tiene conto del rendimento atteso, della deviazione standard e della correlazione tra le diverse attività prese in considerazione. L'investitore, una volta definito il livello di rischio "tollerabile", costruirà il suo mix di investimenti così da massimizzare il risultato atteso.

17 Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 17 Il grafico rischio-rendimento RISCHIO RENDIMENTO 4%8%12%16%20% 6% 9% 12% 90% obb. 10% az. 100% obb 100% az. 80% obb. 20% az. 30% obb. 70% az.

18 Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 18 BENCHMARKING Gli indici di mercato possono costituire punti di riferimento per verificare, in un dato arco temporale, se il gestore del portafoglio sia stato abile oppure no. Non è sufficiente verificare che la performance di un investimento sia stata, per es., il 15%: il giudizio “qualitativo” sarà ben diverso a seconda che l’indice di riferimento sia aumentato del 30% (il gestore è stato un somaro!) o che sia diminuito del 10% (il gestore è stato un genio!).

19 Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 19 Stile di gestione del portafoglio Gestione Passiva Benchmark Rend. Tracking error (+) Tracking error (-) Gestione Attiva Lo stile di gestione può spaziare da gestioni passive (atte a replicare un indice di mercato) a gestioni particolarmente attive (atte a selezionare i migliori titoli al momento giusto) passando attraverso strategie di natura intermedia.

20 Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 20 Strategie operative di gestione Gestione AttivaGestione Attiva (mercati inefficienti) Si ritiene che esistano titoli il cui valore risulta superiore al prezzo corrente; l’obiettivo è quello di selezionare i titoli migliori (analisi fondamentale) al momento giusto (analisi tecnica / analisi dei flussi). è finalizzata ad ottenere risultati migliori a quelli normali di mercato attraverso il costante monitoraggio delle condizioni di mercato e la rinegoziazione dei titoli Gestione PassivaGestione Passiva (mercati efficienti) Impiegata da operatori avversi al rischio; si basa sulla replica di un indice di mercato.

21 Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 21 BIBLIOGRAFIA Mario Ghiraldelli Eugenio Linguanti L’ASSET MANAGEMENT PER GLI INVESTITORI PRIVATI STRATEGIE DI DIVERSIFICAZIONE, CONTROLLO DEI RISCHI E VALUTAZIONE DEI RISULTATI NELLA GESTIONE INDIVIDUALE DEI PATRIMONI Edizioni Il Sole 24 ORE - Ottobre 2000


Scaricare ppt "Dr. Mario Ghiraldelli - CARDINE BANCA S.p.a. - Presidente ASSIOM 1 Corso di “Economia degli intermediari finanziari” - Ciclo di conferenze didattiche L’AREA."

Presentazioni simili


Annunci Google