La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Espansione romana - Nel Lazio, V-IV secolo a.C. Veio, Lega Latina, Sabini, Equi e Volsci - In Italia, IV-III secolo a.C. a) verso Nord: Etruria, Umbria,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Espansione romana - Nel Lazio, V-IV secolo a.C. Veio, Lega Latina, Sabini, Equi e Volsci - In Italia, IV-III secolo a.C. a) verso Nord: Etruria, Umbria,"— Transcript della presentazione:

1 Espansione romana - Nel Lazio, V-IV secolo a.C. Veio, Lega Latina, Sabini, Equi e Volsci - In Italia, IV-III secolo a.C. a) verso Nord: Etruria, Umbria, Pretuzzi, Piceni, Galli; inglobamento dell'ager Gallicus et Picenus nel territorio di Roma (232); b) verso Sud: Sanniti, Campania, Taranto, popolazioni indigene (Lucani, Iapigi, Messapi, Bruzi - Nel Mediterraneo, III-II secolo a.C. a) contro Cartagine: I-II guerrra punica ( ; ) b) contro i regni ellenistici: Guerre macedoniche ( ; ; ); guerra siriaca ( ); guerra acaica (146)

2

3 Roma e l'Italia alla vigilia della seconda guerra punica

4 Organizzazione del territorio italico 1. Cittadini romani (cives optimo iure) 2. Cittadini senza diritto di voto (cives sine suffragio) 3. Municipia 4. Alleati (socii; civitates foederatae) 5. Colonie latine

5 Province Provincia = sfera di competenza del magistrato, avesse o meno base territoriale, per i magistrati rivestiti di imperium, ovvero consoli e pretori. In seguito indica la sfera di competenza "fuori d'Italia", il che presuppone una circoscrizione territoriale e amministrativa. Il territorio italico e i suoi cittadini godono privilegi, ovvero l'esclusione da ogni presidio militare e l'esenzione dal tributo fondiario. Nelle province tutti gli abitanti non hanno diritto di cittadinanza; il suolo è per diritto di conquista proprietà dello Stato romano, sottoposto al tributum soli. Le prime province furono Sicilia, Sardegna, Corsica La Sicilia conquistata nel 241 (esclusa Siracusa fino alla II guerra punica) Sardegna e Corsica occupate nel 238 Due province, Sicilia / Sardegna e Corsica, furono ordinate nel 227 a.C..

6 Province dell'età repubblicana 197 → Hispania Citerior e Ulterior 148 → Macedonia (e parte dell'Illirico), fatte provincia nel → Achaia, dopo la distruzione di Corinto Dopo il 146 → Africa, in seguito alla conquista di Cartagine 129 → prima provincia d'Asia (dopo la donazione di Attalo III di Pergamo del 133) 120 → Gallia Narbonense Forse al tempo di Silla venne fatta provincia la Gallia Cisalpina, che più tardi con Cesare entrerà a far parte dell'Italia. Le campagne di Silla, Lucullo e Pompeo estendono il dominio in Asia Minore dal Ponto Eusino fino al Tauro (Bitinia e Ponto, Siria e Cilicia) Con il testamento dell'ultimo re Apione si forma anche la Cirenaica, e Creta dopo la guerra contro i pirati. Cesare aggiunge la Numidia all'Africa nel 46 (Africa nova) e conquista la Gallia Comata fino al Reno (che poi Augusto divise)

7

8 Amministrazione in età repubblicana Mancanza nel diritto pubblico romano di un concetto sui rapporti tra governo centrale e quello provinciale; riluttanza a istituire nuove magistrature Le prime province ebbero pretori annuali, eletti accanto ai 2 urbani Quando le province divennero 8 s'introdusse l'uso della prorogatio imperii, per cui il magistrato allo scadere dell'anno di carica non deponeva l'imperium, ma lo conservava prorogato per un certo periodo, non come consul o praetor, ma come pro consul o pro praetor. Scelta e assegnazione delle province: fatta dal senato, dopo l'entrata in carica dei magistrati; dal 123 la lex Sempronia de provinciis (C. Gracco) stabilisce il rango delle province in consolari e pretorie prima dell'entrata in carica dei magistrato e l'assegnazione avviene mediante sortitio. Dopo Silla la promagistratura dura per più anni, non più per uno soltanto. Con Pompeo nel 52 si stabilisce un intervallo di 5 anni tra magistratura urbana e quella provinciale.


Scaricare ppt "Espansione romana - Nel Lazio, V-IV secolo a.C. Veio, Lega Latina, Sabini, Equi e Volsci - In Italia, IV-III secolo a.C. a) verso Nord: Etruria, Umbria,"

Presentazioni simili


Annunci Google