La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DIVARIO NORD-SUD. LE CITTA’ LE CITTA’ NEI PAESI IN VIA DI SVILUPPOLE CITTA’ DEI PAESI SVILUPPATI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DIVARIO NORD-SUD. LE CITTA’ LE CITTA’ NEI PAESI IN VIA DI SVILUPPOLE CITTA’ DEI PAESI SVILUPPATI."— Transcript della presentazione:

1 DIVARIO NORD-SUD

2 LE CITTA’ LE CITTA’ NEI PAESI IN VIA DI SVILUPPOLE CITTA’ DEI PAESI SVILUPPATI

3 1.RITMI DI CRESCITA. Nei paesi di più vecchia industrializzazione la crescita urbana è iniziata prima che nei PVS, si è evoluta rapidamente per tutta la fase dello sviluppo industriale e ha rallentato poi la sua corsa. Europa, Americhe e Oceania sono i continenti dove il livello di urbanizzazione è maggiore. Nelle città la popolazione cresce in modo contenuto e con modalità che frenano l’espansione delle grandi concentrazioni a favore di quelle medio- piccole. Questo fenomeno, definito deurbanizzazione è frutto anche del calo o della stasi demografica delle città maggiori e della crescita dei centri minori, causata dagli alti costi delle prime e dalle politiche pubbliche di decentramento. 2.PAESAGGI URBANI 2.PAESAGGI URBANI. Durante la rivoluzione industriale sorsero grandi agglomerati urbani vicino ai distretti carboniferi, la rapida crescita portò anche a un degrado delle strutture urbane. Mentre il centro si abbelliva e si ampliava, in periferia venivano costruite case in prossimità delle fabbriche come case per gli operai. Sorsero così i «quartieri ghetto», gli «slum» (topaia, bassofondo): abitazioni sovraffollate e malsane dove regnavano promiscuità e miseria. Verso la fine del XIX secolo le metropoli europee furono sottoposte ad un riassetto urbanistico che le trasformò (illuminazione, rete fognaria, aree verdi, trasporti e servizi sanitari). In seguito alla scoperta dell’elettricità prima e alla diffusione dell’elettronica poi, nel Nord del mondo la città industriale ha lasciato il posto a quella postindustriale, in cui prevalgono le attività terziarie mentre sono state delocalizzate altrove quelle industriali trasferite o nelle aree suburbane o delocalizzate anche fuori dai confini nazionali.

4 LE CITTA’ NEI PAESI IN VIA DI SVILUPPO 1.RITMI DI CRESCITA: nei paesi in via di sviluppo l’espansione urbana è iniziata più tardi rispetto ai paesi sviluppati, ha avuto una veloce accelerazione e la crescita continua ancora a ritmi sostenuti. Dal 1950 ad oggi la popolazione urbana si è mediamente quadruplicata, ma mentre nei paesi sviluppati è raddoppiata, nei PVS si è sestuplicata. Oggi delle venti città e agglomerati urbani più popolosi del mondo ben diciassette sono localizzati nei PVS e solo tre nei paesi sviluppati (New York, Los Angeles e Tokyo). Nel Sud del mondo la crescita urbana determina la formazione di enormi concentrazioni urbane, di difficile gestione sociale. 1. PAESAGGI URBANI. La crescita urbana nel Sud è stata causata dall’esodo dalle campagne e dall’incremento naturale della popolazione. Migliaia di persone si trasferivano nelle città nella vana speranza di trovarvi migliori condizioni di vita e un lavoro. Tutto ciò, insieme a una scarsa qualità delle politiche di gestione del territorio da parte della pubblica amministrazione, provocò una crescita disordinata e caotica delle città. Intorno al nucleo centrale con le poche attività produttive, gli uffici di rappresentanza e le abitazioni di lusso, si estendono enormi periferie, fatte di baracche e abitazioni senza acqua, elettricità e servizi igienici. Qui i nuovi arrivati occupano i terreni liberi e con materiali di fortuna si costruiscono alloggi precari che si addossano l’uno all’altro, ingigantendo gli insediamenti che, a seconda delle realtà geografiche, prendono il nome di slum, bidonville, favelas.


Scaricare ppt "DIVARIO NORD-SUD. LE CITTA’ LE CITTA’ NEI PAESI IN VIA DI SVILUPPOLE CITTA’ DEI PAESI SVILUPPATI."

Presentazioni simili


Annunci Google