La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ministero della salute cure palliative affermano la vita e considerano la morte come un evento naturale; non accelerano né ritardano la vita; provvedono.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ministero della salute cure palliative affermano la vita e considerano la morte come un evento naturale; non accelerano né ritardano la vita; provvedono."— Transcript della presentazione:

1 Ministero della salute cure palliative affermano la vita e considerano la morte come un evento naturale; non accelerano né ritardano la vita; provvedono al sollievo dal dolore e dagli altri sintomi; integrano gli aspetti psicologici, sociali e spirituali dell’assistenza; offrono un sistema di supporto per aiutare la famiglia durante la malattia e durante il lutto. Legge 12 del 2001DM 18 aprile

2 DOLORE GLOBALE

3 Review sistematica sulla prevalenza del dolore oncologico Prevalence of Pain in Patients With Cancer: A Systematic Review of the Past 40 Years MHJ van den Beuken-van Everdingen et al ; Ann Oncol. 2007; 52 pubblicazioni (selezionate con metodo scientificamente valido, a partire da 4737 articoli) Il dolore viene definito di grado moderato-severo da circa un terzo dei pazienti. La prevalenza più alta di dolore è stata riscontrata nei tumori a carico della zona testa-collo (70%).. FREQUENZA DOLORE DA CANCRO

4 Il documento proposto…. 4

5 Definizione e Classificazione fisiopatologica del doloreDefinizione e Classificazione fisiopatologica del dolore Valutazione, Misurazione,Monitoraggio del doloreValutazione, Misurazione,Monitoraggio del dolore Trattamento (terapia farmacologica e non farmacologica)Trattamento (terapia farmacologica Strategie terapeutiche Tabelle di equianalgesia degli oppioidi,…Tabelle di equianalgesia degli oppioidi Bibliografia

6 La IASP (International Association for the Study of Pain ) definisce il dolore come “un’esperienza sensoriale ed emozionale spiacevole associata a danno tissutale, in atto o potenziale, o descritta in termini di danno.” E’ un esperienza individuale e soggettiva, a cui convergono componenti puramente sensoriali (nocicezione) relative al trasferimento dello stimolo doloroso dalla periferia alle strutture centrali, e componenti esperenziali e affettive,che modulano in maniera importante quanto percepito. 6

7 Scale unidimensionali (NRS,VAS,..) Scale multidimensionali (BPI) Distress 7

8 C. Strategia terapeutica Strategie Terapeutiche La scala antalgica del dolore utilizzata nel presente lavoro è quella classica della Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO, Ginevra 1986).

9 Fig 1. Algoritmo per la gestione del dolore (in degenza e territorio) Valutazione Trattamento OMS SCALE Conferma terapia in atto Rivalutazione Clinica Se paziente con dolore non severo:attivazione percorsi per il trattamento extra ospedaliero in continuità assistenziale *(MMG, dim protette, hospice, residenze…) Rivalutazione alla dimissione Specialista terapia del dolore Dolore controllato Sì Assenza di dolore Sì No

10 10 Il gruppo interaziendale della RCP ha la funzione di : Realizzare un’èquipe professionale che condivide gli stessi strumenti di governo clinico per assicurare la qualità del servizio nelle 2 dimensioni: Competenze professionali nel singolo atto sanitario e continuità dell’assistenza nelle singole fasi della malattia

11 Cascinali di Van Gogh ( il prima)

12 DIPARTIMENTO_____________ UNITA’ OPERATIVA____________________ CODICE A BARRE: COGNOME ……………………. NOME………………………… DATA DI NASCITA …..…/….…/……… SESSO:  M  F DOLORE AL MOMENTO DEL RICOVERO: NO  SI  SE SI VALORE SCALA NRS  o ALTRA SCALA…………………………………... TIPO DI DOLORE: ACUTO  POST-OPERATORIO  CRONICO  RIACUTIZZATO  TERAPIA ANTALGICA A DOMICILIO: NO  SI  DOLORE A RIPOSO NO  SI  VALORE SCALA  DOLORE AL MOVIMENTO NO  SI  VALORE SCALA  ISTRUZIONE PAZIENTE A CHIAMARE APPENA INIZIA IL DOLORE SI  NO  TERAPIA ANTALGICA IN ATTO: NO  SI  SE SI: RESCUE(R)  AD ORARIO FISSO (F)  IN CONTINUO (C)  TIPO DI FARMACO ** INTERVENTO CHIRURGICO/PROCEDURA SPECIFICARE……………………… DATA …………………….DOLORE ATTESO : A- B-C-D TIPO ANESTESIA: GENERALE  LOCOREGIONALE  ALTRO  specificare  DOLORE DURANTE L’INTERVENTO: NO  SI  SE SI VALORE SCALA NRS/Altra  CONVERSIONE ANALGESICA  INTENSITA’ DOLORE POST-OPERATORIO USCITA S.O SCALA NRS/ALTRA INFERMIERE ANESTESIA……… RESPONSABILE MEDICO…….

13 DATA NRSM P NM P NM P N M P NM P NM P NMPN Terapia (R- F- C) Valutazione del dolore Per NRS>3 aprire tabella criticità VALUTAZIONERIVALUTAZIONE DATAORASEDE DOLORE* LIV. DOLORE NRS*>3 INTERVENTO TERAPEUTICO ** FIRMAORALIV. DOLORE NRS EFFETTI COLLATERALI *** FIRMA SEDE DOLORE *TERAPIA **EFFETTI COLLATERALI *** A. Addominale1. FANS1. Ansia D. Dorso2. MORFINA2. Agitazione T. Torace3. ALTRI STUPEFACENTI3. Sedazione E. Estremita'4. PARACETAMOLO4. Clonie C. Capo/Collo5. PARACETAMOLO + CODEINA5. Sudorazione F. Ferita sede intervento6. ALTRI FARMACI6. Nausea SP. Altro, specificare7. TERAPIE NON FARMACOLOGICHE7. Vomito 8. Stipsi 9. Prurito 10. Altro, specificare Legenda Valutazione delle criticità


Scaricare ppt "Ministero della salute cure palliative affermano la vita e considerano la morte come un evento naturale; non accelerano né ritardano la vita; provvedono."

Presentazioni simili


Annunci Google