La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LICEO CLASSICO “ D. ALIGHIERI “ - LATINA ALTERNANZA SCUOLA LAVORO Dirigente scolastico Prof.ssa Giovanna Bellardini Referente del progetto Prof.ssa Barbara.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LICEO CLASSICO “ D. ALIGHIERI “ - LATINA ALTERNANZA SCUOLA LAVORO Dirigente scolastico Prof.ssa Giovanna Bellardini Referente del progetto Prof.ssa Barbara."— Transcript della presentazione:

1 LICEO CLASSICO “ D. ALIGHIERI “ - LATINA ALTERNANZA SCUOLA LAVORO Dirigente scolastico Prof.ssa Giovanna Bellardini Referente del progetto Prof.ssa Barbara Camardella Auditorium 31 maggio 2011

2 ALTERNANZA SCUOLA LAVORO: una opportunità di orientamento, di implementazione del curricolo e di modernizzazione della conoscenza. OBIETTIVI E STRATEGIE DEFINITE IN SEDE DI CONSIGLIO DI ISTRUZIONE EUROPEA (Lisbona 2000 e Barcellona 2002): educazione permanente; formazione integrata e personalizzata; apertura della scuola al territorio; raccordo tra apprendimento scolastico e apprendimento proveniente dall’esperienza lavorativa e sociale; implementazione delle culture della cittadinanza, della comunicazione, delle tecnologie, della scienza, della qualità dell’imprenditorialità il tutto in vista di UN RINNOVAMENTO DEL SISTEMA SCOLASTICO EUROPEO

3 OBIETTIVO PRIMARIO: NON TANTO una delle modalità per facilitare l’ingresso degli studenti nel mondo del lavoro, QUANTO: UNA EFFICACE FORMA DI ARRICCHIMENTO dell’offerta formativa; Una innovativa e sofisticata OPPORTUNITA’ UTILE AL SUCCESSO FORMATIVO; Uno strumento di ORIENTAMENTO. UTILE: AGLI ALUNNI DIRETTAMENTE COINVOLTI A TUTTI GLI ALUNNI DELLE CLASSI INTERESSATE (creazione di curricoli integrati da svolgersi in orario didattico regolare)

4 PERCORSI COERENTI CON I PIANI DI STUDIO possono essere: 1. straordinaria forma di rafforzamento delle conoscenze; 2. strumento di implementazione di abilità pertinenti l’area dei saperi scolastici; 3. mezzo di sollecitazione di motivazioni, input, strade che saranno di aiuto allo studente per riconoscersi e posizionarsi, con maggiore autonomia, sulle vie delle scelte possibili, al termine del ciclo di studi; 4. occasione di incontro e di scambio con il territorio, sia nella forma dell’Università (sbocco più naturale per studi classici), che delle Aziende partner; 5. apertura a tutte le sollecitazioni offerte dall’Autonomia: progettualità, innovazione, flessibilità didattica e organizzativa, qualità e riflessione sui piani di studio.

5 PROPOSTA DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO: Settore di realizzazione: Area della comunicazione linguistica e della multimedialità AREA DELLA COMUNICAZIONE -- coerente con i piani di studio e con gli indicatori di fattibilità, letti come: risorse umane interne, bisogni formativi rilevati, rete delle istituzioni e delle aziende sul territorio disponibili a collaborare e con le quali il Liceo negli ultimi anni ha intrattenuto rapporti: Università di Roma “Tor Vergata” – Facoltà di Lettere Settore formazione universitaria Latina oggi, quotidiano di Latina, Formia e provincia Settore azienda – giornalismo ed editoria Il Messaggero di Latina Settore azienda – giornalismo ed editoria

6 ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO: Triennale (2011 / 2013) CLASSI: prime liceali da un minimo di 30 alunni ad un massimo di 40 ORE COMPLESSIVE: (120 nell’arco del triennio) Il percorso si svolgerà secondo le seguenti modalità:  nella forma di lezioni curriculari tenute dai docenti del Consiglio di classe (orario mattutino);  nella forma di lezioni teoriche preordinative delle attività di simulazione e di stage aziendali, tenute dai docenti tutor interni (orario mattutino e/o pomeridiano);  Nella forma di simulazione di attività aziendali tenute dai tutor ed esperti esterni (orario mattutino e/o pomeridiano  Nella forma di stage in azienda presso le sedi delle aziende partner (orario mattutino)  Nella forma di prove di valutazione tenute dai tutor interni e dal tutor esterno.

7 Articolazione di massima del percorso formativo di alternanza scuola-lavoro nel triennio, dalla terza classe alla quinta: Periodo (orientativamente)Attività che si svolgeranno a scuolaAttività che si svolgeranno in Azienda/Ente/Associazione Maggio SettembreRilevamento dei fabbisogni formativi Sensibilizzazione di alunni e genitori Orientamento studenti Incontri con le Aziende partner Aggiornamento – autoaggiornamento dei docenti tutor Predisposizione dei materiali Stipula delle Convenzioni Discipline coinvolte: tutte PRIMA FASE

8 Articolazione di massima del percorso formativo di alternanza scuola-lavoro nel triennio, dalla terza classe alla quinta: Discipline coinvolte: Italiano e Latino, Storia e Filosofia, Diritto, L.N.V.M. SECONDA FASE Ottobre 2011 – Marzo 2012Lezioni teoriche preordinative delle attività di simulazione Prove di scrittura Correzioni Simulazioni di attività aziendali Attività di tirocinio Partecipazione a conferenze e stage Azioni di orientamento

9 Articolazione di massima del percorso formativo di alternanza scuola-lavoro nel triennio, dalla terza classe alla quinta: Discipline coinvolte: Italiano e Latino, Storia e Filosofia, Diritto, L.N.V.M. TERZA FASE Ottobre 2012 – Marzo 2013Lezioni teoriche preordinative delle attività di simulazione Prove di scrittura Correzioni Progettazione dei prodotti finali (lavoro multimediale e giornale) Stesura dei prodotti finali Simulazioni di attività aziendali Attività di tirocinio Partecipazione a conferenze e stage Valutazione finale

10 COMPETENZE da acquisire, nel percorso triennale, coerenti con gli obiettivi formativi del curricolo e la specificità dell’indirizzo: Competenze trasversali : Sviluppare caratteristiche e dinamiche alla base del lavoro aziendale (lavoro di squadra, relazioni interpersonali, rispetto di ruoli e gerarchie, strategie aziendali); Sviluppare competenze spendibili nel mondo dell’istruzione universitaria e del lavoro, arricchendo le opportunità dell’offerta formativa e rendendo consapevoli i giovani del legame stretto esistente tra i saperi, le competenze e le personalità sviluppate dalla scuola e la realizzazione nel lavoro e nella vita; Migliorare la comunicazione a tutti i suoi livelli, sollecitando capacità critiche e di diagnosi essenziali al cittadino di oggi e di domani, perché sia in grado di cogliere il senso vero dell’informazione e la sua dimensione concretamente autonoma e “democratica” ; Acquisire la capacità di essere flessibili nel comportamento e nella gestione delle relazioni.

11 COMPETENZE da acquisire, nel percorso triennale, coerenti con gli obiettivi formativi del curricolo e la specificità dell’indirizzo: COMPETENZE DISCIPLINARI a) GENERALI: Acquisire apprendimenti culturali sussidiari e preordinativi delle attività di simulazione di stage aziendali; Acquisire apprendimenti dimensionati sugli obiettivi educativi e formativi del piano formativo di istituto; Acquisire competenze spendibili nell’ambito delle professionalità legate alla comunicazione giornalistica e televisiva applicata alla indagine culturale, alla ricerca e alla linguistica.

12 COMPETENZE da acquisire, nel percorso triennale, coerenti con gli obiettivi formativi del curricolo e la specificità dell’indirizzo: COMPETENZE DISCIPLINARI b) SPECIFICHE: I principi della comunicazione e gli elementi basilari per una comunicazione efficace; Lo stile e il linguaggio giornalistico; L’analisi di un articolo giornalistico; Lo sviluppo della televisione: dall’apparecchio a valvole al digitale terrestre; La televisione via cavo, la pay tv, la televisione attraverso Internet; La realizzazione di un giornale; La realizzazione di un telegiornale; La realizzazione di un prodotto multimediale; Il ruolo del giornalista e di altri operatori; Il mercato del lavoro nel settore della comunicazione; Attività di stage presso Tv e giornali locali.

13 COMPETENZE da acquisire, nel percorso triennale, coerenti con gli obiettivi formativi del curricolo e la specificità dell’indirizzo: COMPETENZE DISCIPLINARI c) COMPETENZE TECNICO – OPERATIVE Potenziamento delle capacità generali di analisi, sintesi e scrittura testi; Capacità di scrittura giornalistica; Esercitazioni di scrittura sulla struttura di un articolo, l’attacco di un pezzo, le agenzie di stampa, il menabò della prima pagina, la conferenza stampa, i titoli; Capacità di lettura di un giornale nelle sue componenti essenziali (di struttura, di stile, di contenuto); Capacità di produzione di un giornale; Capacità di lettura di un telegiornale; Potenziamento delle competenze informatiche; Potenziamento delle competenze multimediali.


Scaricare ppt "LICEO CLASSICO “ D. ALIGHIERI “ - LATINA ALTERNANZA SCUOLA LAVORO Dirigente scolastico Prof.ssa Giovanna Bellardini Referente del progetto Prof.ssa Barbara."

Presentazioni simili


Annunci Google