La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Principi internazionali sul controllo della qualità e impatti derivanti dal Dlgs.39 Corso di revisione aziendale progredito 1.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Principi internazionali sul controllo della qualità e impatti derivanti dal Dlgs.39 Corso di revisione aziendale progredito 1."— Transcript della presentazione:

1 Principi internazionali sul controllo della qualità e impatti derivanti dal Dlgs.39 Corso di revisione aziendale progredito 1

2 Introduzione 2

3 3 ISA 220 ISQC 1 ISA 230 Cerchio della Qualità Controllo di qualità degli Incarichi Controllo di qualità dellorganizzazione del revisore Documentazione del lavoro di revisione Dlgs.39/2010 Controllo di qualità dellattività di revisione svolta dai soggetti abilitati

4 Obiettivi ISA 220 Obiettivo del revisore è mettere in atto procedure a livello di incarico per acquisire una ragionevole sicurezza che: a)La revisione sia conforme ai principi e alle norme b)La relazione emessa sia appropriata ISQC 1 Obiettivo del soggetto abilitato è istituire e mantenere un sistema di controllo della qualità per acquisire una ragionevole sicurezza che: a)Il soggetto e il suo personale rispettino i principi e le norme b)Le relazioni emesse siano appropriate

5 I presupposti dell ISA 220 LISA 220 deve essere letto congiuntamente ai principi etici applicabili. Si basa sul presupposto che il soggetto incaricato della revisione sia tenuto al rispetto dellISQC 1 ovvero di disposizioni nazionali che prevedono regole stringenti almeno quanto quelle contenute nellISQC 1.

6 I presupposti dell ISA 220 Principi etici applicabili Parti A e B del Code of Ethics dellIFAC: inte- grità; obiettività; compe- tenza e diligenza profes- sionale; riservatezza; comportamento profes- sionale Parti A e B del Code of Ethics dellIFAC: inte- grità; obiettività; compe- tenza e diligenza profes- sionale; riservatezza; comportamento profes- sionale Disposizioni na- zionali che preve- dono regole più restrittive Disposizioni na- zionali che preve- dono regole più restrittive + ISQC 1 ISQC 1 - Elementi del sistema: responsabilità per la qualità; principi etici; accettazione e mantenimento del clien- te e di incarichi; risorse umane; svolgimento del- lincarico; monitoraggio. ISQC 1 - Elementi del sistema: responsabilità per la qualità; principi etici; accettazione e mantenimento del clien- te e di incarichi; risorse umane; svolgimento del- lincarico; monitoraggio.

7 Prima parte: ISQC1 7

8 8 ISQC1(R) Elementi del sistema di controllo della qualità: a)Leadership responsabilities for quality within the firm b)Ethical requirements c)Acceptance & continuance of client relationships and specific engagements d)Human resources d)Engagement performance e)Monitoring f)Documentation

9 Tone at the top FORTE Valori e priorità comunicate Investimenti in formazione Procedure e Manuale aggiornati Premi e incentivi per lavoro di qualità Azioni correttive immediate Approccio adeguato ai nuovi principi Lavoro impostato in base ai rischi Rifiuto di clienti ad alto rischio Soci e superiori danno lesempio DEBOLE Non ci sono valori e priorità Scarsa propensione alla formazione Incarichi e attività non pianificati Comportamenti difformi non sanzionati Si lavora sempre in emergenza Nuova terminologia, vecchio approccio Lavoro impostato in base ai compensi Accettazione di clienti ad alto rischio Fate ciò che dico, non ciò che faccio

10 10 ISQC1(R) Elementi del sistema di controllo della qualità: a)Leadership responsabilities for quality within the firm b)Ethical requirements c)Acceptance & continuance of client relationships and specific engagements d)Human resources d)Engagement performance e)Monitoring f)Documentation

11 Monitoraggio Un sistema di controllo della qualità efficace include un processo di monitoraggio configurato per conseguire una ragionevole sicurezza che le direttive e procedure del soggetto incaricato della revisione di tale sistema siano pertinenti, adeguate e operino in modo efficace. Monitoraggio del SISTEMA del SISTEMA di INCARICHI specifici di INCARICHI specifici corretta configurazione corretta configurazione efficacia Es: cicli ispettivi periodici

12 12 Cosa deve fare la società di revisione? Individuazione di ruoli e responsabilità in merito al controllo qualità Comprensione e individuazione delle direttive, procedure e controlli chiave Utilizzo di strumenti a supporto per svolgere e documentare il lavoro di comprensione, valutazione e test dei controlli individuati. -

13 13 Cosa deve fare la società di revisione? Raccolta e documentazione delle direttive e procedure sul controllo qualità e relativi controlli della società ordinate in base allo standard di riferimento Disponibilità a tutti di tale documentazione (ad es. manuale/intranet) Comunicazione e richiesta conferma periodica da parte di tutti sulla conoscenza e rispetto di tali direttive e procedure

14 14 Cosa deve fare la società di revisione? Annuale attività di valutazione della narrativa e test delleffettiva operatività dei controlli per ogni elemento previsto dall ISQC1 Identificazione di debolezze di narrativa e /o di operatività dei controlli Redazione di un elenco delle principali criticità Redazione di un piano di rimedi a fronte delle criticità rilevate Follow up del piano di rimedio

15 15 UN ESEMPIO

16 16 1.Tone at the Top e Organizzazione Processo di allineamento allISQC1 (R) supportato dalla Leadership della società di revisione Definizione di organigramma organizzativo Comunicazione a tutti gli appartenenti alla società di revisione

17 17 2- Allocazione di ruoli e responsabilità Individuazione di una persona o funzione responsabile del controllo della qualità ex ISQC1 Intitolato e delegato dallAD Independente Collettore di Direttive e Procedure Monitoratore della Qualità Riporta allAD Comunicatore della Qualità Persona di riferimento per il Regolatore

18 18 3. Definizione Organigramma AD Monitoraggio Qualità HR Assunzioni Sviluppo carriera Formazione Risk Management Indipendenza Intregrità Accettazione Dipartimento Tecnico Audit/accounting Metodologia Consultazione

19 19 4. Composizione di un Team della Qualità Revisori competenti, esperti, riconosciuti Totalmente e/o parzialmente dedicati allattività Svolgimento delle attività lungo tuttolanno Definizione dei piani attività Creazione e uso di template standard (matrici di controllo, report di criticità e di piani di azione) approvati dall AD

20 20 5. Quality review degli incarichi Review di un campione di incarichi selezionati Utilizzo di questionari di controllo Utilizzo di statistiche da sistema Report delle criticità Piano di azione

21 21 6. Raccolta delle direttive e procedure esistenti Interviste con i responsabili di funzione Raccolta delle direttive esistenti, procedure, e strumenti di supporto Che cosa manca?

22 22 7. Integrazione della narrativa e dei controlli mancanti Integrazione a cura dei responsabili delle singole funzioni Aggiornamento della narrativa Approvazione da parte della leadership delle direttive e procedure e strumenti di supporto Comunicazione Facile accesso al manuale (portale intranet)

23 23 8.Documentazione: Utilizzo di matrici di controllo (obiettivo/controllo/chi/quando/come/conclusione) Ethical Requirements Eventuale riconciliazione con Standard nazional i # ISCQ 1 Obiettivo 1. 14/19/ 20 xxxxx

24 24 9.Documentazione: Report delle debolezze e delle raccomandazioni (azione/chi/quando)RecommendationPriorityCommentsACTIONSWHOWHEN We recommend organization chart updating HAgreed To do HRSet-10

25 Follow up delle raccomandazioni RecommendationPriorityCommentsACTIONSWHO WHE N REMEDIATED YES/NO WHEN We recommend organization chart updating HAgreed To do HR Set - 10 yes

26 Stretta collaborazione e coordinamento con le altre funzioni aziendali Formazione Compliance IT

27 Comunicare Incontri periodici di aggiornamento per presentare I risultati e fornire messaggi per migliorare Individuazione di necessità di formazione e svolgimento di eventi formativi Utilizzo di rete aziendale e di booklet come guide, manabili etc per agevolare la compliance Help Desk

28 28 Quali di questi sono elementi del controllo della qualità in base allISQC1? a)Human resources b)Documentation c)Controls d)Acceptance of client relationship and specific engagements e)Acceptance & Continuance of client relationship and specific engagements Risposte a)b)e) sono corretteQUIZ

29 29 Le direttive e le procedure devono essere conosciute prevalentemente dal personale responsabile delle funzioni della società di revisione (ad es HR, L&D) in modo che siano comprese, rispettate ed adottate. FALSO! Devono essere conosciute da TUTTO il personale della società di revisione in modo che siano comprese,rispettate ed adottate da tutti. QUIZ: VERO o FALSO?

30 30 Quale di questi non è elemento del controllo della qualità in base allISQC1? a)Human resources b)Documentation c)Leadership responsibilities for quality within the firm d)Ethical requirements e)Acceptance & Continuance of client relationship and specific engagements f)Engagement performance g)Compliance h)Monitoring Risposta g) è correttaQUIZ

31 31 Quali di queste risposte sono corrette? La società di revisione deve far si che: a)I controlli chiave del suo sistema di qualità siano stati identificati e valutati b)I controlli chiave del suo sistema di qualità siano identificati, valutati e testati regolarmente dal regolatore. c)I controlli chiave del suo sistema di qualità siano stati identificati, valutati e testati regolarmente per verificarne lefficacia operativa Risposta c) è correttaQUIZ

32 32 Quali di queste domande fareste al responsabile della formazione di una società di revisione? a)Come monitorate la frequenza alle sessioni di formazione che fate? b)Come monitoratate che le raccomandazioni che ricevete per I prossimi corsi siano recepite e implementate? c)Quanto tempo dedicate in un anno alla funzione L&E? d)Con quali modalità rendete disponibile lofferta formativa della vostra società di revisione e il materiale dei corsi? Tutte le risposte sono corretteQUIZ

33 Monitoraggio: Riempite gli spazi Monitoraggio Del ………. Del ………. Di …………. specifici Di …………. specifici Corretta ……………. Corretta ……………. ……….

34 Monitoraggio del SISTEMA del SISTEMA di INCARICHI specifici di INCARICHI specifici corretta configurazione corretta configurazione efficacia

35 Seconda parte: ISA

36 Responsabilità Soggetto incaricato (Ref ISQC1) Soggetto incaricato (Ref ISQC1) Prevedere procedure a livello di incaricoPrevedere procedure a livello di incarico Istituire e mantenere un sistema di controllo della qualitàIstituire e mantenere un sistema di controllo della qualità Prevedere procedure a livello di incaricoPrevedere procedure a livello di incarico Istituire e mantenere un sistema di controllo della qualitàIstituire e mantenere un sistema di controllo della qualità Team di revisione Responsabile dellincarico Responsabile * riesame qualità Applicare le procedureApplicare le procedure Fornire informazioni pertinenti lindi- pendenzaFornire informazioni pertinenti lindi- pendenza Applicare le procedureApplicare le procedure Fornire informazioni pertinenti lindi- pendenzaFornire informazioni pertinenti lindi- pendenza Qualità complessiva dellincaricoQualità complessiva dellincarico Svolgimento incarico in modo conformeSvolgimento incarico in modo conforme Appropriatezza della relazione emessaAppropriatezza della relazione emessa Qualità complessiva dellincaricoQualità complessiva dellincarico Svolgimento incarico in modo conformeSvolgimento incarico in modo conforme Appropriatezza della relazione emessaAppropriatezza della relazione emessa Valutazione obiettiva dei giudizi significativi del teamValutazione obiettiva dei giudizi significativi del team Altre verifiche per incarichi di quotateAltre verifiche per incarichi di quotate Valutazione obiettiva dei giudizi significativi del teamValutazione obiettiva dei giudizi significativi del team Altre verifiche per incarichi di quotateAltre verifiche per incarichi di quotate * se nominato

37 Principi etici applicabili Il responsabile dellincarico deve: prestare attenzione alle evidenze di non conformità ai principi etici da parte dei membri del team; stabilire azioni correttive conseguenti: valutare la conformità ai principi sullindipendenza: o acquisire informazioni appropriate anche dagli altri soggetti della rete; o valutare eventuali minacce allindipendenza; o intraprendere misure di salvaguardia: riducendo / eliminando le minacce; recedendo dallincarico, se consentito; comunicando al soggetto incaricato le questioni irrisolte.

38 Principi etici applicabili (2) MINACCE ALLINDIPENDENZA: Code of Ethics (Codice IFAC): interessi finanziari prestiti e garanzie relazioni daffari relazioni familiari e personali impiego presso il cliente prestito di personale professionale al cliente prestazione di altri servizi personale professionale membro della direzione utilizzo dello stesso personale esperto

39 Accettazione Il responsabile dellincarico deve: assicurarsi che siano seguite procedure appropriate; stabilire se siano state raggiunte conclusioni appropriate; comunicare al soggetto incaricato le eventuali informazioni successive, che ottenute prima lo avrebbero indotto a rifiutare. Procedure Accettazione Mantenimento Cliente Incarico

40 Accettazione (2) Aspetti da considerare: integrità della direzione e dei proprietari disponibilità di: team di revisione con competenze e capacità tempo e risorse sufficienti eventuali esperti eventuale responsabile del riesame della qualità possibilità di rispettare i principi etici applicabili aspetti significativi emersi in incarichi precedenti ATTENZIONE!!! Deve essere effettuata anche una valutazione continua durante lincarico ATTENZIONE!!! Deve essere effettuata anche una valutazione continua durante lincarico

41 Assegnazione Il responsabile dellincarico deve convincersi che il team di revisione e gli eventuali esperti possiedano complessivamente le competenze e le capacità per: svolgere lincarico in conformità ai principi e alle norme; emettere una relazione di revisione appropriata. Una persona con competenze in unarea specializzata della contabilità o della revisione: è un membro del team se svolge procedure di revisione; non è un membro del team se viene solo consultato.

42 Assegnazione (2) Aspetti da considerare per valutare le competenze e le capacità del team: comprensione ed esperienza di incarichi simili comprensione dei principi e delle norme applicabili competenze tecniche, informatiche, contabili e di audit conoscenza dei settori di attività del cliente capacità di giudizio professionale comprensione delle procedure di controllo della qualità

43 Direzione e supervisione Il responsabile dellincarico deve assumersi la responsabilità: della direzione, della supervisione e dello svolgimento dellincarico in conformità ai principi e alle norme; dellappropriatezza della relazione di revisione. Direzione Supervisione Informare costantemente i membri del team Informare costantemente i membri del team Effettuare riunioni e discussioni aperte con i membri del team Effettuare riunioni e discussioni aperte con i membri del team Seguire lavanzamento dellincarico Seguire lavanzamento dellincarico Verificare che i membri comprendano le istruzioni Verificare che i membri comprendano le istruzioni Affrontare nel durante gli aspetti significativi con eventuali consultazioni Affrontare nel durante gli aspetti significativi con eventuali consultazioni

44 Consultazione, divergenze Il responsabile dellincarico deve: assumersi la responsabilità che vengano effettuate consultazioni appropriate, interne o esterne; che la natura e lampiezza delle consultazioni siano state concordate con il soggetto consultato; che le conclusioni derivanti siano state attuate. Il team di revisione deve seguire le procedure previste per affrontare e risolvere le divergenze di opinione: nellambito del team; con i soggetti consultati; tra il responsabile dellincarico e quello del riesame della qualità.

45 Riesame Il responsabile dellincarico deve: assumersi la responsabilità che sia svolto il riesame del lavoro in conformità alle procedure previste; assicurarsi che siano stati ottenuti elementi probativi sufficienti e appropriati, mediante il riesame e una discussione con il team. Riesame del lavoro Riesame del lavoro Responsabile incarico Responsabile incarico Team di revisione Team di revisione Riesame della qualità Riesame della qualità Responsabile ad hoc Responsabile ad hoc Quotate Altre tipologie predefinite Altre tipologie predefinite +

46 Riesame (2) Aspetti da considerare: conformità a principi e norme aspetti significativi evidenziati consultazioni appropriate svolte e conclusioni documentate e attuate necessità di modificare natura, tempi ed estensione del lavoro documentazione del lavoro a supporto delle conclusioni elementi probativi sufficienti e appropriati a supporto della relazione obiettivi delle procedure raggiunti ASSISTENTI SENIOR MANAGER PARTNER Il riesame si basa sul principio che il lavoro dei membri meno esperti del team sia riesaminato da quelli più esperti Training on the job Riesame del lavoro

47 Riesame (3) Valutazioni in merito allindipendenza Appropriatezza delle con- sultazioni e delle con- clusioni emerse Riesame di documenta- zione selezionata Discussione degli aspetti significativi con il responsabile dellincarico Riesame del bilancio e della bozza della relazione Riesame di documentazione selezionata Valutazione delle conclusioni a supporto della bozza di relazione e della sua appropriatezza Riesame della qualità Valutazione obiettiva dei giudizi significativi del team Valutazione obiettiva dei giudizi significativi del team Altre verifiche per incarichi di quotate Altre verifiche per incarichi di quotate

48 Monitoraggio Un sistema di controllo della qualità efficace include un processo di monitoraggio configurato per conseguire una ragionevole sicurezza che le direttive e procedure del soggetto incaricato della revisione di tale sistema siano pertinenti, adeguate e operino in modo efficace. Monitoraggio del SISTEMA del SISTEMA di INCARICHI specifici di INCARICHI specifici corretta configurazione corretta configurazione efficacia Es: cicli ispettivi periodici

49 49 Obiettivi del monitoraggio dei singoli incarichi Il controllo di qualità sui singoli incarichi ha come principali obiettivi: – Fornire una ragionevole sicurezza che i lavori di revisione siano svolti in linea con i principi di revisione di riferimento, che i bilanci siano preparati in base ai principi contabili e che le relazioni siano emesse in modo appropriato. – Fornire una ragionevole sicurezza che le relazioni e la documentazione sottostante non esponga la società di revisione a rischi di contenzioso. – Assicurare che siano prese azioni adeguate qualora un incarico esponga la società di revisione ad un rischio inaccettabile – Validare le conclusioni derivanti dallanalisi e verifica delle direttive e procedure e controlli di qualità testati in base all ISQC1(R). – Agevolare lindividuazione di cause di fondo di eventuali debolezze e la definizione di piani di rimedio.

50 50 Principali aspetti operativi del processo Tutti i partner sono soggetti a review su base rotativa Principali aspetti operativi: – Organizzazione e identificazione del team di reviewer – Selezione degli incarichi – Allocazione dei reviewer agli incarichi selezionati – Review degli incarichi – Eventuale coinvolgimento di specialisti nel team dei reviewer – Incontri con I team di revisione – Condivisione dei risultati con il responsabile della revisione – Reporting

51 51 Questionari per le review degli incarichi In generale devono seguire il flusso della revisione e garantire la compliance con gli aspetti richiesti dai principi di revisione di riferimento. Ad esempio: – Accettazione, indipendenza, e altri aspetti di Risk management – Comprensione del cliente, valutazione del rischio – Strategia e piano di revisione – Svolgimento del lavoro (audit evidence) – Supervisione, direzione e consultazione – Completamento – Comunicazione con gli organi rappresentativi della governance

52 52 Il responsabile dellincarico deve: prestare attenzione alle evidenze di non conformità ai principi etici da parte dei membri del team e Attendere che le azioni correttive siano intraprese da altre persone della società di revisione FALSO! prestare attenzione alle evidenze di non conformità ai principi etici da parte dei membri del team e stabilire azioni correttive conseguenti QUIZ: VERO o FALSO?

53 53 Quali aspetti non sono da considerare durante laccettazione del cliente e dellincarico? A)integrità della direzione e dei proprietari B) disponibilità di: team di revisione con competenze e capacità tempo e risorse sufficienti eventuali esperti eventuale responsabile del riesame della qualità C) possibilità di rispettare i principi etici applicabili D) aspetti significativi emersi in incarichi precedenti Nessuno: sono tutti aspetti da considerareQUIZ

54 54 Quali di queste affermazioni è vera: Il responsabile dellincarico deve: a)assumersi la responsabilità che vengano effettuate consultazioni appropriate, interne o esterne; b) che la natura e lampiezza delle consultazioni siano state concordate con il soggetto consultato; c)Assicurarsi che le conclusioni derivanti siano state attuate se concorda con la risposa ricevuta dal soggetto consultato. a), b) sono vere. Il responsabile dellincarico deve assicurarsi che le conclusioni derivanti dalla consultazione siano state attuate.QUIZ

55 55 Vanno istituiti appropriati livelli di supervisione del lavoro svolto dal personale in modo da monitorare lavanzamento del lavoro, la soluzione dei problemi ed identificare eventuali necessità di consultazioni. VERO! E quanto previsto dagli standard di controllo di qualità QUIZ: VERO o FALSO?

56 56 Quali di questi aspetti sono tipicamente da considerare durante il riesame del lavoro? a) integrità del management b)necessità di modificare natura, tempi ed estensione del lavoro c)documentazione del lavoro a supporto delle conclusioni d)elementi probativi sufficienti e appropriati a supporto della relazione e) obiettivi delle procedure raggiunti b), c), d) e) sono da considerareQUIZ

57 Terza parte: D.Lgs. 39/

58 D.Lgs. 39/2010 Contributo al miglioramento della disciplina della revisione legale Aspetti principali introdotti: – Definizione delle modalità professionali di svolgimento della revisione, ovvero i principi di revisione internazionali adottati dalla Commissione europea – Necessità di formazione continua e di aggiornamento professionale – Definizione di un sistema di controllo della qualità dellattività di revisione svolta dai soggetti abilitati

59 D.Lgs. 39/2010 Introduzione di un sistema obbligatorio della qualità per i revisori legali che prevede: – Periodiche verifiche ispettive di controllo della qualità nei confronti di tutti gli iscritti nel Registro dei revisori contabili ( società di revisione, revisori unici, sindaci incaricati della revisione) – Sistema di sanzioni

60 D.Lgs. 39/2010 Il controllo di qualità sullattività dei revisori legali era previsto in precedenza solo per le società di revisione iscritte allalbo speciale Consob. Adesso si richiede che anche gli altri revisori (persone fisiche e società) Distinzione tra EIP (enti dinteresse pubblico) e soggetti diversi da questi. Regolamentazioni più restrittive e più frequente effettuazione del controllo di qualità sulloperato del revisore di EIP (ogni 3 anni) rispetto al revisore di società non EIP (ogni 6 anni) Controllo di qualità sull operato del revisore di EIP svolto da Consob Controllo di qualità sull operato del revisore di EIP svolto dal Ministero delle Finanze (MEF). Il D.Lgs ha fissato regole generali, lasciando ai regolamenti di attuazione (a cura del MEF)la definizione dei criteri per il controllo di qualità nei confronti degli iscritti al Registro

61 D.Lgs. 39/2010 Il controllo di qualità ha per oggetto la valutazione: – Della conformità ai principi di revisione e a i requisiti dindipendenza – Della quantità e qualità delle risorse investite – Dei corrispettivi per la revisione – Del sistema di controllo interno della qualità

62 62 ISA 220 ISQC 1 ISA 230 Cerchio della Qualità Controllo di qualità degli Incarichi Controllo di qualità dellorganizzazione del revisore Documentazione del lavoro di revisione Dlgs.39/2010 Controllo di qualità dellattività di revisione svolta dagli iscritti al registro dei revisori contabili(Oversight)

63 Principi internazionali sul controllo della qualità e impatti derivanti dal Dlgs.39 Fine lezione Corso di revisione aziendale progredito 63


Scaricare ppt "Principi internazionali sul controllo della qualità e impatti derivanti dal Dlgs.39 Corso di revisione aziendale progredito 1."

Presentazioni simili


Annunci Google