La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Arte di Ascoltare1 Percorso di formazione sul tema Percorso di formazione sul tema Arte di ascoltare ed Arte di ascoltare ed autoconsapevolezza emozionale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Arte di Ascoltare1 Percorso di formazione sul tema Percorso di formazione sul tema Arte di ascoltare ed Arte di ascoltare ed autoconsapevolezza emozionale."— Transcript della presentazione:

1 Arte di Ascoltare1 Percorso di formazione sul tema Percorso di formazione sul tema Arte di ascoltare ed Arte di ascoltare ed autoconsapevolezza emozionale autoconsapevolezza emozionale Docente: Yoga Patti La comunicazione

2 Arte di Ascoltare2 Il corso è stato sviluppato a partire dai contenuti del lavoro di ricerca presentati nel testo Arte di ascoltare e mondi possibili di Marianella Sclavi La comunicazione

3 Arte di Ascoltare3 Premesse Implicite o Cornici Le premesse implicite (o Cornici) si presentano come una serie fittissima di regole di comportamento acquisite con lesperienza, ormai accettate come ovvie e date per scontate e non più oggetto di riflessione. Sono cioè il nostro modo inconsapevole di strutturare lesperienza. La comunicazione

4 Arte di Ascoltare4 Le Premesse Implicite Teoricamente possiamo dire che le premesse implicite si potrebbero ricavare chiedendosi: come strutturavo inconsciamente, senza esserne consapevole,il campo perché questi comportamenti, questi criteri di correzione mi siano apparsi gli unici possibili, ovvi, scontati, logici? Ma vedremo che ciò non è così semplice La comunicazione

5 Arte di Ascoltare5 Riflessione sul concetto di Cornici La comunicazione

6 Arte di Ascoltare6 I due tipi di Cambiamento Possiamo dunque individuare due possibili tipi di Cambiamento: Cambiamenti/1: sono cambiamenti entro un campo, entro una cornice Cambiamenti/2: sono i cambiamenti di campo, cioè della cornice, delle premesse implicite La comunicazione

7 Arte di Ascoltare7 Cambiamenti/1 e Cambiamenti/2 Un Cambiamento/2 non opera allo stesso livello logico di un Cambiamento/1 Un Cambiamento/2 è un cambiamento delle premesse implicite che regolavano e delimitavano i cambiamenti di ordine inferiore (cioè i Cambiamenti/1) Chi ha risolto il gioco dei nove punti, non si è limitato a cambiare percorso, ma ha cambiato le Premesse Implicite. La comunicazione

8 Arte di Ascoltare8 Muoversi dentro una cornice o cambiare cornice Muoversi dentro una cornice o cambiare la cornice sono due processi assolutamente differenti e comportano due diversi modi di rapportarsi a sé stessi ed al mondo. La comunicazione

9 Arte di Ascoltare9 Larte di ascoltare/osservare Larte di ascoltare/osservare Imparare larte di ascoltare/osservare significa far pratica, familiarizzarsi con questi due diversi modi di rapportarsi a sé stessi ed al mondo ed in particolare con che cosa succede quando si passa dalluno allaltro (dal Cambiamento1 al Cambiamento2). La comunicazione

10 Arte di Ascoltare10 Premesse Implicite e Gestalt Quando parliamo di Premesse Implicite ci riferiamo alla strutturazione di un campo ad una Gestalt (=forma) La psicologia della Gestalt ha mostrato che qualsiasi processo conoscitivo comporta una strutturazione di campo; un decidere inconsapevolmente cosa viene messo in primo piano e cosa lasciato sullo sfondo (rapporto: figura/sfondo). Questa strutturazione/organizzazione, definisce un ventaglio di possibilità ben preciso, entro il quale ci è consentito di muoverci ed uscendo dal quale quella Gestalt verrebbe messa in discussione, verrebbe cioè dissolta. La comunicazione

11 Arte di Ascoltare11 Gestalt e gestatten Gestalt in tedesco significa forma, formare e gestatten significa permettere. Da notare che mentre la prima parola evoca processi creativi, la seconda si riferisce al suo contrario: unautorità che proibisce. Dopo aver fatto il gioco dei nove punti, si capisce che i due processi sono connessi e che si comprendono entrambi meglio se visti in questa connessione. Non cè Gestalt senza delle implicite gestatten, senza delle proibizioni e resistenze, date per scontate, a uscire da quella cornice. La comunicazione

12 Arte di Ascoltare12 Cosa afferma la Psicologia della Gestalt Qualsiasi campo percettivo si differenzia in uno sfondo ed una forma o figura. La forma è chiusa, strutturata. E alla forma che il contorno sembra appartenere. Non è possibile distinguere una figura senza uno sfondo. La comunicazione

13 Arte di Ascoltare13 Cosa accade quando ci avventuriamo ai confini delle Gestalt Ogni volta che ci avventuriamo ai confini di un campo gestaltico avvertiamo delle precise resistenze, perché questo equivale a rimettere in discussione la Gestalt. La Gestalt si difende e resiste poiché questo movimento la dissolverebbe. Si tratta di un movimento che prefigura un Cambiamento/2. La comunicazione

14 Arte di Ascoltare14 Il valore conoscitivo delle emozioni Mentre tentiamo di collegare tutti e nove i punti, leventualità di uscire dal quadrato provoca ansia,disagio: è come se ci mancasse il terreno sotto i piedi. Questa ansia,questa particolare emozione, possiamo interpretarla come un segnale che stiamo avvicinandoci ai confini di una nostra Gestalt e cioè di una nostra Cornice. La comunicazione

15 Arte di Ascoltare15 Le emozioni ci aiutano ad individuare le nostre Cornici In questo senso le sensazioni di ansia e disagio che avvertiamo, segnalandoci che ci stiamo avvicinando ai confini delle nostre Gestalt, ci aiutano ad individuare ed a mettere a fuoco le Cornici allinterno delle quali ci muoviamo e delle quali altrimenti resteremmo inconsapevoli. La comunicazione

16 Arte di Ascoltare16 Ma come reagiamo abitualmente a queste emozioni? Leventualità di uscire dal quadrato, di violare la Gestalt ci provoca ansia e normalmente reagiamo a questa ansia con un atteggiamento di chiusura, di irrigidimento. Di fronte al rischio percepito di rompere le nostre certezze implicite, tendiamo a reagire con un atteggiamento difensivo/aggressivo, placando lansia attraverso giustificazioni razionali. La comunicazione

17 Arte di Ascoltare17 Saper gestire lansia senza volersene subito liberare Anche coloro che hanno risolto il gioco dei nove punti hanno avvertito un senso di ansia ma hanno avuto maggiore tolleranza nei suoi riguardi e non hanno avvertito lurgenza di liberarsene. In qualche modo hanno saputo associare lansia non con un atteggiamento difensivo- aggressivo, ma con un atteggiamento esplorativo. La comunicazione

18 Arte di Ascoltare18 Una riflessione: a cosa ci fa pensare quello che abbiamo analizzato La comunicazione

19 Arte di Ascoltare19 Ambiente semplice ed ambiente complesso Ambiente semplice: un ambiente in cui valgono le stesse cornici (=le stesse cose hanno uguale significato per le diverse parti) Ambiente complesso:ambiente in cui coesistono cornici diverse (= le stesse cose e gli stessi eventi hanno per le diverse parti significati diversi e incompatibili fra loro) La comunicazione

20 Arte di Ascoltare20 Cosa accade in un ambiente complesso Più un ambiente è complesso e più spesso la comunicazione fra le sue parti si presenta come una serie di situazioni in cui le stesse cose, gli stessi eventi hanno significati diversi ed incompatibili fra loro. Più un ambiente è complesso e più è importante avere consapevolezza delle Cornici e del loro significato. La comunicazione

21 Arte di Ascoltare21 Competenza comunicativa non riduzionista E una competenza comunicativa consapevole dellimportanza delle cornici di cui siamo parte e dotata di un savoir faire delle cornici (cioè della capacità di risalire alle nostre cornici come pure alle cornici degli altri) La comunicazione

22 Arte di Ascoltare22 Quandè che ci troviamo in un ambiente complesso? In tutti quei casi in cui,di fronte ad una situazione problematica,tentiamo e tentiamo e tentiamo ancora ma senza successo (come nel gioco dei nove punti). E allora che dovrebbe nascerci il dubbio: forse devo cambiare le premesse. La comunicazione

23 Arte di Ascoltare23 Due abitudini di pensiero Sistemi sempliciSistemi complessi Dove le stesse cose hanno lo stessoDove le stesse cose hanno significati significatodifferenti Stesse premesse impliciteDiverse premesse implicite Ciò che diamo per scontato ci aiutaCiò che diamo per scontato ci comunicareimpedisce di comunicare Io ho ragione tu hai torto Tutti hanno ragione; esistono ragioni diverse Mondo mono-culturale (Uni/verso)Mondo pluri-culturale (Pluri/verso) Quando proviamo e sbagliamo, proviamo e sbagliamo,proviamo e sbagliamo,ci dovrebbe venire il dubbio:forse devo adottare laltra abitudine di pensiero, quella adatta al rispetto della complessità. Certamente quando entriamo a contatto con una cultura diversa dalla nostra, la sensibilità per le stesse cose con significati differenti deve essere sempre allerta come strumento principale per la comprensione reciproca. La comunicazione

24 Arte di Ascoltare24 Ascolto Passivo / Ascolto Attivo Ascolto Passivo / Ascolto Attivo Vediamo quali sono le principali differenze fra i due modi di osservare guidati rispettivamente dallascolto passivo e dallascolto attivo Ascolto PassivoAscolto Attivo Ascolto PassivoAscolto Attivo Passivo (rispecchiare la realtà) Attivo (costruzione della realtà) Statico (ununica prospettiva giusta) Dinamico (molte prospettive) In controllo Goffo (Incidenti di percorso e imbarazzi (incidenti di percorso e imbarazzi vissuti come negativi) vissuti come positivi) Soggettivo no, oggettivo si Né soggettivo né oggettivo (ma esploratore di mondi possibili) Neutralizzare le emozioni Centralità delle emozioni Attenzione ai contenuti Attenzione alla forma La comunicazione

25 Arte di Ascoltare25 Il gioco della doppia visione La comunicazione

26 Arte di Ascoltare26 Il gioco della doppia visione ( le dissonanze cognitive ) Il gioco della doppia visione ( le dissonanze cognitive ) ItalianoInglese ItalianoInglese Sottolineare le vocali Essere Sottolineare le consonanti più chiaro più chiaro esempio di mappa bisociativa che mostra le differenze, rispetto ad uno stesso problema, derivanti da cornici diverse La comunicazione

27 Arte di Ascoltare27 Il gioco della doppia visione ( le dissonanze cognitive ) Il gioco della doppia visione ( le dissonanze cognitive ) ItalianoInglese Sottolineare le vocali Essere Sottolineare le consonanti più chiaro Vediamo dunque come lo stesso problema e cioè Essere più chiaro venga visto, attraverso le due cornici diverse, in due modi completamente diversi ( Doppia visione ) La comunicazione

28 Arte di Ascoltare28 Il gioco della doppia visione ( le dissonanze cognitive ) Il gioco della doppia visione ( le dissonanze cognitive ) LuiLei Essere analitici Essere sintetici Sapersi spiegare Pochi concetti ma chiari Riuscire a Scendere nei dettagli Essenziali e logicicapirsi Approfondire e cogliere le sfumature La lamentela ed il rimprovero reciproci sono: Lui : Con te non si finirebbe Lei: Con te non si riesce mai ad mai di parlare iniziare veramente un dialogo La comunicazione

29 Arte di Ascoltare29 Che cosa è accaduto? Che cosa è accaduto? Lerrore, ripetuto, dellitaliano è consistito nellattenersi ad una premessa implicita che vale nella sua lingua dorigine (essere più chiari=sottolineare le vocali) completamente diversa da quella valida nella lingua inglese (essere chiari=sottolineare le consonanti). La comunicazione

30 Arte di Ascoltare30 Correggere il sistema di autocorrezione Correggere il sistema di autocorrezione Per risolvere il suo problema egli avrebbe dovuto correggere il proprio sistema di autocorrezione, ma ciò non è facile perché non ne è consapevole. Dunque la soluzione sta nello spostare lattenzione dai comportamenti alla dissonanza fra matrici cognitive (cioè fra cornici). La comunicazione

31 Arte di Ascoltare31 Cosa non dobbiamo fare per arrivare alla dissonanza di cornici Cosa non dobbiamo fare per arrivare alla dissonanza di cornici In primo luogo vediamo cosa non si deve fare: litaliano del nostro esempio ha commesso 2 errori molto comuni e interrelati: -Si è fatto prendere dallansia di tornare al più presto possibile in controllo, dallurgenza di riaffermare la propria competenza. Quando sentiamo il terreno che manca sotto i piedi la risposta giusta non è di puntarli con maggior forza, ma di librarsi a una spanna da terra. Non dobbiamo diventare più pesanti, ma più leggeri. -Era tutto impegnato ad individuare ed eliminare le cause della situazione di disagio: in che cosa sbaglio? Perché laltro non mi capisce? Questo può andar bene inizialmente,ma dopo ripetuti ed infruttuosi tentativi avrebbe dovuto pensare: Sto sbagliando ripetutamente quindi ho loccasione ideale per imparare qualcosa sulle mie premesse implicite La comunicazione

32 Arte di Ascoltare32 Come arrivare alla dissonanza di cornici Come arrivare alla dissonanza di cornici Per risolvere il problema comunicativo occorre mettere al centro dellattenzione qualcosa che ci appare marginale e fastidioso in quanto,se vi rivolgessimo lattenzione, ci costringerebbe a mettere in discussione la struttura del campo (la Gestalt) nella quale ci sentiamo così sicuri. Bisogna identificare le emozioni che emergono in quella situazione ed usarle per risalire alle nostre Cornici (ai modi di vedere e di agire che davamo per scontati). La comunicazione

33 Arte di Ascoltare33 Emozioni ed atteggiamento esplorativo Emozioni ed atteggiamento esplorativo Quando una cornice sbatte contro laltra, le emozioni vanno utilizzate come mezzi che ci permettono di risalire alle premesse implicite (Cornici) della nostra cultura di appartenenza. Limportante è associare questi sentimenti (di ansia, di ridicolo, di imbarazzo) invece che con atteggiamenti difensivi-offensivi come di solito facciamo, con un atteggiamento esplorativo di osservazione di altri mondi possibili. La comunicazione

34 Da: "Arte di ascoltare e mondi possibili" - Marianella Sclavi 34 Cosa dovrebbe fare il congressista italiano per arrivare alla dissonanza di cornici? Cosa dovrebbe fare il congressista italiano per arrivare alla dissonanza di cornici? Le domande per arrivare alla dissonanza di cornici, nel caso del congressista, sono di questo tipo: Che cosa cè che mi appare al tempo stesso marginale e fastidioso, irrilevante e ridicolo quando provo a parlare inglese? Non è sicuro che la risposta ci arrivi subito ma col tempo arriva ed è: Giudico ridicolo (imbarazzante) il modo in cui loro pronunciano le consonanti. La comunicazione

35 Da: "Arte di ascoltare e mondi possibili" - Marianella Sclavi 35 Limbarazzo come informatore sulle nostre cornici Limbarazzo come informatore sulle nostre cornici La resistenza ed il senso del ridicolo ad adottare una pronuncia inglese sono sentimenti che danno informazioni non sullinglese, ma su come tipicamente vediamo e reagiamo a quello stesso comportamento nella nostra cultura, parlando in italiano con accento inglese. (il problema è nellaccogliere entrambe le cornici: è ridicolo e non è ridicolo sapendo passare da una cornice allaltra con disinvoltura! ) La comunicazione

36 Da: "Arte di ascoltare e mondi possibili" - Marianella Sclavi 36 Metodologia umoristica vs. principio di serietà Metodologia umoristica vs. principio di serietà Le persone che sono portate per le lingue, riescono a cogliere ciò che,nellapprendere unaltra lingua,appare come marginale e fastidioso e si giocano queste informazioni come una risorsa. Accolgono entrambe le matrici è ridicolo, non è ridicolo, riuscendo a passare da una cornice allaltra con disinvoltura, senza resistenze. Coloro che sono negati per le lingue, rimangono bloccati nelle proprie cornici sociali e linguistiche (sentendo inutile adottare una certa pronuncia, anzi farlo sarebbe umiliante e ridicolo). Possiamo dire che: i primi sono flessibili, i secondi rigidi. I primi, nel connettersi a sé stessi e al mondo, adottano una metodologia umoristica, i secondi quello che possiamo chiamare il principio di serietà o retorica del controllo. La comunicazione

37 Da: "Arte di ascoltare e mondi possibili" - Marianella Sclavi 37 Metodologia umoristica Metodologia umoristica Lumorismo non è uno stato danimo, è un modo di guardare il mondo il mondo Ludwig Wittgenstein La comunicazione

38 Arte di Ascoltare38 Valore metacomunicativo dellimbarazzo Quando limbarazzo segnala lemergere di un problema comunicativo di tipo interculturale, esso si presenta come un atto non più soltanto discorsivo ma metacomunicativo. Occorre allora associare limbarazzo non con un atteggiamento difensivo-offensivo, ma esplorativo. Ciò significa abbandonare labitudine di pensiero Io ho ragione tu hai torto in favore di unabitudine di pensiero guidata dallascolto attivo che favorisca il riconoscimento,il rispetto e ladattamento reciproco. La comunicazione

39 Arte di Ascoltare39 Risalire alle cornici non implica condividerle Risalire alle cornici non implica condividerle ma soltanto capirle meglio, in modo più adeguato, evitando di respingere a priori cornici diverse dalle nostre, come inconcepibili ed inaccettabili. Si tratta cioè di acquisire la capacità di gestire le differenze, partendo dal prendere consapevolezza di quali siano le cornici con cui siamo entrati in contrasto. La comunicazione

40 Arte di Ascoltare40 Di cosa ci informano le emozioni (nella dissonanza di cornici) Di cosa ci informano le emozioni (nella dissonanza di cornici) Le emozioni parlano un linguaggio non verbale ma analogico Esse ci danno informazioni non su cosa vediamo, ma su come guardiamo Le emozioni ci dicono qualcosa sulle cornici sociali e culturali che usiamo per interpretare il mondo La comunicazione

41 41 Dissonanza nel proprio ambiente culturale Dissonanza nel proprio ambiente culturale Chiamiamo dissonanza nel nostro ambiente culturale tutte le situazioni in cui le incomprensioni e i conflitti si perpetuano, nonostante i tentativi degli attori di adottare tattiche e strategie mutevoli. Cioè tutte le situazioni che per essere comprese richiedono un Cambiamento2, una uscita forte da cornici forti; il superamento di resistenze che tutti i protagonisti in qualche modo collaborano, spesso inconsapevolmente, a riprodurre. La comunicazione

42 42 Empatia ed Exotopia Empatia ed Exotopia Lexotopia poggia su una scelta di alterità, in cui la differenza è considerata una condizione necessaria alla comprensione. Nel confronto con lalterità, le nostre reazioni divengono materiale indispensabile per la comprensione (e questo proprio attraverso il confronto di cornici diverse). Empatia = mettersi nei panni dellaltro Exotopia = accettazione dellaltro in quanto diverso da sé La comunicazione

43 43 Empatia ed Exotopia Empatia ed Exotopia una differenza fondamentale Nellempatia cerchiamo di capire lesperienza dellaltro in base alla propria esperienza, quindi mantenendo valido il proprio contesto (fingiamo di metterci nelle scarpe dellaltro, ma allultimo momento mettiamo laltro nelle nostre scarpe). Nellexotopia la ricerca inizia quando, cercando di metterci nelle scarpe dellaltro, ci accorgiamo che non ci vanno bene. La comunicazione

44 Arte di Ascoltare44 Le sette regole dellarte di Ascoltare ( di Marianella Sclavi ) Le sette regole dellarte di Ascoltare ( di Marianella Sclavi ) Non avere fretta di arrivare alle conclusioni. Le conclusioni sono la parte più effimera della ricerca Quel che vedi dipende dal tuo punto di vista. Per riuscire a vedere il tuo punto di vista,devi cambiare punto di vista Se vuoi comprendere quel che un altro sta dicendo,devi assumere che ha ragione e chiedergli di aiutarti a vedere le cose dalla sua prospettiva Le emozioni sono degli strumenti conoscitivi fondamentali,se sai comprendere il loro linguaggio. Non ti informano su cosa vedi, ma su come guardi. Un buon ascoltatore è un esploratore di mondi possibili. I segnali più importanti per lui sono quelli che si presentano come marginali e fastidiosi perché incongruenti con le proprie certezze Il buon osservatore affronta volentieri i dissensi come occasioni per mettere a fuoco le proprie e altrui cornici ed arrivare ad una gestione creativa dei conflitti Per divenire esperto nellarte di ascoltare devi adottare una metodologia umoristica, ma quando hai imparato ad ascoltare, lumorismo viene da sé. La comunicazione

45 Arte di Ascoltare45 Limportanza di risalire dai giudizi alle cornici nella gestione creativa dei conflitti Limportanza di risalire dai giudizi alle cornici nella gestione creativa dei conflitti In ogni conflitto comunicativo, quando ci troviamo in un sistema complesso e cioè caratterizzato dalla presenza/scontro di cornici diverse, il chiedersi: di chi è la colpa, cosa è giusto e cosa è sbagliato risultano domande inutili. In generale nella gestione creativa dei conflitti lassumere che tutti hanno ragione permette di fare passi in avanti perché consente di risalire dai giudizi alle cornici. La comunicazione

46 Arte di Ascoltare46 Quattro stili di ascolto Quattro stili di ascolto Minimizzare in buona fede Minimizzare in buona fede: cerca di sedare le preoccupazioni dellinterlocutore Esagerare in buona fede: Esagerare in buona fede: mostrare solidarietà amplificando le preoccupazioni dellinterlocutore Liquidare il problema Liquidare il problema: saltare immediatamente alla fase del dare consigli Ascolto interattivo Ascolto interattivo: fare domande per capire i vari aspetti del problema; riassumere ciò che laltro ci dice; riconoscere i suoi sentimenti La comunicazione

47 Arte di Ascoltare47 Autostima positiva ed arrogante Autostima positiva Autostima positiva = sicurezza nella propria capacità di imparare Autostima arrogante Autostima arrogante = Io non sono scalfito da alcuna critica possibile, sono non raggiungibile Mentre nella autostima positiva sono sicuro della mia possibilità di capire. ( flessibilità vs rigidità ) La comunicazione

48 Arte di Ascoltare48 LIndagine Variazionale : Ciò che vediamo dipende dal come guardiamo? LIndagine Variazionale : Ciò che vediamo dipende dal come guardiamo? Abbiamo prima detto che le emozioni ci danno informazioni non su cosa vediamo, ma su come guardiamo. Ma quale relazione esiste fra come guardiamo e cosa vediamo? La comunicazione

49 49 Indagine Variazionale Indagine Variazionale Qual è la prima cosa che vi viene in mente nel guardare questa figura? La comunicazione

50 Arte di Ascoltare50 Indagine variazionale Disegno del Palcoscenico/Piramide tronca NoesisNoema Livello IApodittico O piramide tronca oppure palcoscenico (visione ingenua) Livello IIPolimorfo Piramide tronca/palcoscenico nel linguaggio della fenomenologia noesis sta ad indicare come guardiamo e noema indica cosa vediamo. La visione apodittica esclude qualsiasi dubbio e diversa possibilità; è ingenua non perché sbagliata ma perché implica di essere lunica possibile. E soltanto al LivelloII (dopo aver sperimentato un cambiamento di cornice) che ci rendiamo conto che quella precedente era una visione ingenua. Soltanto al livello II prendiamo coscienza della correlazione fra noema e noesis: Tutto quel che vedi dipende dal tuo punto di vista.Per riuscire a vedere il tuo punto di vista, devi cambiare punto di vista. Il passaggio dal Livello I al Livello II ha una proprietà non transitiva: cioè la visione ingenua una volta perduta non è più recuperabile. La comunicazione

51 Arte di Ascoltare51 Indagine variazionale Lindagine variazionale entra propriamente in funzione passando dal Livello II al Livello III. Entra una persona guarda la figura e dice:Oh, avete disegnato un robot senza testa! Si riesce quando si passa dalla tridimensionalità alla bidimensionalità, variazione più difficile e drammatica della precedente. Quando ci riusciamo è una variazione che ci spiazza e questa sensazione di spiazzamento di cosa ci informa? Che usciamo da una cornice che davamo per scontata. In questo caso possiamo dire che lo spiazzamento ci informa che: davamo per scontato di aver esaurito il ventaglio delle possibilità. Siamo costretti a riconoscere che una cosa che non cè (una testa fantasma) si è dimostrata utile nel passaggio dalle tre alle due dimensioni, senza di lei sarebbe stato più difficile; è strano ma è così. NB: quando andiamo in un paese straniero quello che più ci spiazza sono proprio delle assenze;diamo per scontato che le persone in certe circostanze debbano reagire in certi modi, ma non è così: non si comportano come prevediamo (= assenze). Quando raccontiamo queste nostre aspettative disattese ai locali,per loro è come se disegnassimo delle teste artificiali. La comunicazione

52 Arte di Ascoltare52 Indagine variazionale Adesso possiamo aggiungere il Livello III Noesis Noema (dimensione noetica) LivelloIApodittico O piramide tronca o palcoscenico (visione ingenua) Livello II Polimorfo Sia piramide tronca che palcoscenico Livello IIIIndagine Variazionale Piramide/palcoscenico/ robot/ ecc. (Polimorfo R.) Al livello II eravamo convinti che il campo delle possibilità da esplorare fosse limitato,mentre al Livello III prendiamo consapevolezza che ci eravamo illusi. Lindagine variazionale comporta la consapevolezza che possiamo sempre trovare un campo più vasto di possibilità (che diventano illimitate). Al Livello III cambia la concezione di contesto noetico: prima prevedeva possibilità limitate, adesso illimitate. Importante osservare il ruolo cruciale giocato in questo passaggio da ciò che non cè: qualcosa che non cè ci aiuta a fare un salto da un campo di possibilità ad un altro. La comunicazione

53 Arte di Ascoltare53 Bibliografia Bibliografia Arte di ascoltare e mondi possibili – Marianella Sclavi – Bruno Mondadori A una spanna da terra – Marianella Sclavi – Bruno Mondadori Intelligenza emotiva – Daniel Goleman - BUR Saggi La Negoziazione -Rino Rumiati e Davide Pietroni – Raffaello Cortina Editore La Mediazione - Stefano Castelli - Raffaello Cortina Editore Negoziare - Rino Rumiati e Davide Pietroni – Raffaello Cortina Editore Costruire una Pace – Marianella Sclavi – Bruno Mondadori Relazioni in armonia – Enrico Cheli - Franco Angeli Comunicazione e personalità – Maurizio DAmbra - Zelig Editore Negoziare in situazioni difficili – William Ury - NLP Italy Negoziare secondo Harvard – Alessio Roberti – NLP Italy Conflitti e mediazione- E.Arielli,G.Scotto – Bruno Mondadori Larte e la scienza della negoziazione - H.Raiffa – NLP Italy La Comunicazione - Zani,Selleri,David - Editore Carocci Messaggi-McKay, Marta Davis,Patrick Fanning-Ediz.Il Sole 24 ORE La comunicazione

54 Arte di Ascoltare54 Arte di Ascoltare ed autoconsapevolezza emozionale Per contatti: Yoga mobile 333 / fax 0586/


Scaricare ppt "Arte di Ascoltare1 Percorso di formazione sul tema Percorso di formazione sul tema Arte di ascoltare ed Arte di ascoltare ed autoconsapevolezza emozionale."

Presentazioni simili


Annunci Google