La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università degli Studi di Firenze Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Sistemi e Informatica Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Relatore: Prof.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università degli Studi di Firenze Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Sistemi e Informatica Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Relatore: Prof."— Transcript della presentazione:

1 Università degli Studi di Firenze Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Sistemi e Informatica Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Relatore: Prof. Ing. Paolo Nesi Candidati: Marco Pini Claudio Sorbi Modelli e strumenti per la descrizione e la selezione di stili per la formattazione automatica di contenuti multimediali

2 2 Contesto Crescita mercato multimedia in rete Esigenza di piattaforme integrate per la gestione di contenuti multimediali Riduzione dei costi di produzione e distribuzione: – necessità automatizzazione processi – difficoltà causata dall’eterogeneità delle risorse coinvolte

3 3 Obiettivo della tesi Studio e realizzazione di un prototipo in linguaggio C++ per la formattazione automatica di contenuti multimediali attraverso l’utilizzo di modelli: – generali – riutilizzabili – personalizzabili Rapporto col framework AXMEDIS: – Composition tool – Formatting tool

4 4 Analisi del problema Composizione delle risorse Modelli Template e Stylesheet – Scelta del linguaggio di rappresentazione – Adattamento e riutilizzo Descrittori Criteri di filtro Automazione del processo

5 5 Analisi del problema Composizione delle risorse Convenzioni che stabiliscano il ruolo delle risorse nella rappresentazione: – categorie d’uso standardizzate – disposizione gerarchica Definizione delle correlazioni fra risorse: – spaziale – logica – semantica

6 6 Analisi del problema Modelli I modelli hanno lo scopo di: permettere la creazione di varie tipologie di documenti essere riutilizzabili più volte anche in contesti eterogenei consentire facili modifiche per l’adattamento a nuovi contenuti consentire la separazione tra lo stile della presentazione e i contenuti che la compongono: – soluzione: divisione del modello in template e stylesheet

7 7 Analisi del problema Template Un template è il contenitore base degli oggetti multimediali è privo di informazioni riguardanti lo stile e la formattazione descrive le regioni logiche della presentazione definisce la temporizzazione degli eventi

8 8 Analisi del problema Linguaggio per i template SMIL (Synchronized Multimedia Integration Language) human readable standard W3C presentazioni su più finestre indipendenti separazione tra elementi spaziali e temporali configurazione dinamica del documento sincronizzazione fra gli elementi transizioni complesse fra i media

9 9 Analisi del problema Adattamento e riuso dei template Template SMIL: rappresenta il formato di output è un documento valido che non presenta differenze formali col risultato prodotto dall’applicazione dello stylesheet: – riutilizzo e personalizzazione problema: – creazione di scene logiche complesse e specializzate soluzione: – suddivisione dell’intera presentazione in sottoscene descritte da SMIL distinti

10 10 Analisi del problema Stylesheet Uno stylesheet definisce: il look and feel della presentazione il posizionamento e il dimensionamento delle regioni logiche descritte nel template i parametri che regolano le impostazioni di visualizzazione

11 11 Analisi del problema Linguaggio per gli stylesheet XSLT (Extensible Stylesheet Language Transformations) permette di operare modifiche sulla struttura del documento XML aumenta la possibilità di personalizzazione e ottimizzazione del documento fornisce funzionalità maggiori al CSS, consentendone l’eventuale inclusione

12 12 Analisi del problema Descrittore Il descrittore è un documento XML che: raccoglie informazioni ricavabili dalla struttura stessa dell’oggetto che rappresenta consente l’inserimento di metadati facilita le operazioni di selezione dei template e degli stylesheet

13 13 Analisi del problema Descrittore della risorsa specifica il ruolo che la risorsa riveste nel documento indica il riferimento ad una risorsa esterna correlata

14 14 Analisi del problema Descrittore del template informazioni fornite dal creatore del template informazioni ricavabili dall’analisi del template SMIL

15 15 Analisi del problema Descrittore dello stylesheet

16 16 Analisi del problema Criteri di filtro Primo criterio di filtro for each (template) for each (type) template.penalty += | numResInput(type) – numResTemplate(type) | Secondo criterio di filtro for each (template) for each (type) template.penalty += | numCategoryResMatched(type) – numCategoryResTemplate(type) | Criteri di filtro sugli stylesheet – precedente scelta del template – informazioni derivanti dai profili

17 Università degli Studi di Firenze Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Sistemi e Informatica Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Relatore: Prof. Ing. Paolo Nesi Candidati: Marco Pini Claudio Sorbi Modelli e strumenti per la descrizione e la selezione di stili per la formattazione automatica di contenuti multimediali

18 18 Descrizione del progetto Diagramma delle classi

19 19 Descrizione del progetto Gestione della formattazione Inizializzazione – caricamento dei descrittori di template e stylesheet – inserimento delle risorse Operazioni di filtro – filtro sui template – filtro sugli stylesheet Formattazione della presentazione – applicazione dello stylesheet al template selezionato – creazione dell’output SMIL

20 20 Descrizione del progetto Diagramma delle classi

21 21 Descrizione del progetto Gestione delle risorse La gestione delle risorse prevede: descrizione di risorse eterogenee – utilizzo di una factory creazione della lista – caricamento dei descrittori – metodi per reperire informazioni utili per il filtraggio

22 22 Descrizione del progetto Diagramma delle classi

23 23 Descrizione del progetto Gestione dei template Creazione e caricamento dei descrittori Metodi per la creazione di relazioni tra risorse e placeholders: – per tipo e categoria (facoltativa) – per tipo Regole per la gestione delle eccezioni nell’assegnamento: – risorse in eccesso o difetto rispetto al template (risorse di default, cancellazione nodi) – risorse da posizionare più volte nella stessa presentazione

24 24 Descrizione del progetto Diagramma delle classi

25 25 Descrizione del progetto Gestione degli stylesheet La gestione degli stylesheet si occupa della: creazione e caricamento dei descrittori associazione fra stylesheet e template memorizzazione di attributi per l’ottimizzatore

26 26 Descrizione del progetto Diagramma delle classi

27 27 Descrizione del progetto Gestione dei filtri Logica di selezione dei modelli di formattazione – metodi per la scelta del template più adatto sulla base delle risorse in input e della presentazione da generare – accesso alle informazioni contenute nei profili dei dispositivi di riproduzione Impostazione dei pesi per i criteri – modalità automatica – modalità manuale Ranking (penalità, meriti)

28 28 Insieme dei template contenuti nel sistema Insieme dei template contenuti nel sistema Descrizione del progetto Creazione descrittori dei template Parsing dei template Parsing dei template Creazione dei placeholder Setting dei tipi e delle categorie Creazione del descrittore Inserimento dei descrittori nella lista Inserimento dei descrittori nella lista

29 29 Descrizione del progetto Processo di filtraggio Filtro dei template Filtro dei template Filtro degli stylesheet Filtro degli stylesheet Template selezionato Stylesheet selezionato Template selezionato Risorse Profili Template Stylesheet

30 30 Descrizione del progetto Creazione dell’output Processore XSLT Processore XSLT template Template selezionato Stylesheet selezionato Sostituzione Placeholder/risorsa Sostituzione Placeholder/risorsa SMIL

31 31 Esempio Inserimento delle risorse buttonimgbut4 buttonimgbut3 buttonimgbut2 buttonimgbut1 backgroundvideoback1 CategoriaTipoID

32 32 Esempio Creazione dell’output Template selezionato in base alle risorse in ingresso Sostituzione placeholder/risorse Applicazione dello stylesheet

33 33 Conclusioni e sviluppi futuri Problematiche principali: – logica di selezione – regole di assegnamento risorse/placeholder – rappresentazione delle risorse attraverso descrittori XML – metodi per la manipolazione di documenti XML mediante le librerie Xerces e Xalan

34 34 Conclusioni e sviluppi futuri Sviluppi futuri: – integrazione del meccanismo nel framework AXMEDIS – gestione delle risorse contenute negli oggetti AXMEDIS – riutilizzo di parti delle presentazioni


Scaricare ppt "Università degli Studi di Firenze Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Sistemi e Informatica Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Relatore: Prof."

Presentazioni simili


Annunci Google