La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Antonella Gedda1 LE COMPETENZE Competenze di base e Competenze trasversali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Antonella Gedda1 LE COMPETENZE Competenze di base e Competenze trasversali."— Transcript della presentazione:

1 Antonella Gedda1 LE COMPETENZE Competenze di base e Competenze trasversali

2 Antonella Gedda2 LE COMPETENZE DI BASE Il termine ‘competenze’ è usato da tempo nel campo della formazione professionale per indicare che cosa ci si aspetta che un individuo sappia effettivamente fare in rapporto alla prestazione lavorativa che è chiamato a svolgere.

3 Antonella Gedda3 Nel mondo dell’istruzione Con il termine competenza viene indicata la capacità di un individuo di mobilitare il repertorio di conoscenze e abilità di cui è in possesso, per affrontare compiti complessi in contesti di vita quotidiana, scolastica o lavorativa. La capacità di identificare e utilizzare le conoscenze e le competenze necessarie per affrontare tali compiti richiede un certo livello di consapevolezza dei processi cognitivi e operativi che si intende mettere in atto e implica anche una dimensione di tipo affettivo- motivazionale rispetto ai compiti e ai contesti con cui ci si confronta.

4 Antonella Gedda4 L’OCSE breve storia Nel 1997 l’OCSE promosse il progetto DeSeCo (The Definition and Selection of Key Competencies). Nell’ambito di questo progetto furono individuate tre aree di competenza, indicate come capacità di utilizzare strumenti in modo interattivo (linguaggio e tecnologia), di interagre in gruppi eterogenei, di agire autonomamente. A ciascuno di queste aree corrispondono alcune competenze chiave, fra loro collegate: 1.Uso degli strumenti in modo interattivo 2.Capacità di interagire in gruppi eterogenei 3.Capacità di agire autonomamente

5 Antonella Gedda5 Competenze Trasversali Le competenze chiave sono fortemente integrate tra loro. Si tratta di competenze trasversali non riconducibili ad alcuna specifica area disciplinare Non chiamano in causa soltanto conoscenze e abilità, ma anche atteggiamenti e valori Le competenze, in un’ottica di apprendimento per tutta la vita, non sono date per acquisite una volta per sempre: possonoessere sviluppate, ma possono essere anche perse a frontedella mancanza di opportunità.

6 Antonella Gedda6 OCSE-PISA Il progetto DeSeCo è stato sviluppato in riferimento a PISA Il termine literacy indica le competenze di base. La definizione data di literacy scientifica in PISA 2006 è sicuramente la più articolata. Consente di definire: 1.L’insieme delle conoscenze scientifiche e l’uso di tali conoscenze 2.La comprensione dei tratti distintivi della scienza intesa come forma di sapere e di indagine 3.La consapevolezza di come scienza e tecnologia plasmino il nostro ambiente materiale, intellettuale e culturale 4.La volontà di confrontarsi con i temi e i problemi legati alle scienze.

7 Antonella Gedda7 Competenze e curricolo Le competenze individuate in PISA sono considerate come competenze essenziali alla cui costruzione i sistemi scolastici dovrebbero contribuire. La definizione delle competenze oggetto della rilevazione PISA non si fonda su un’analisi dei curricoli dei paesi partecipanti Si tratta di competenze che comunque tutti i sistemi scolastici debbono contribuire a costruire, indipendentemente dagli specifici curricoli nazionali

8 Antonella Gedda8 Competenze e curricolo PISA ha l’obiettivo di valutare se e in quale misura alcune competenze ritenute fondamentali sono effettivamente padroneggiate al livello di età che corrisponde alla conclusione della scuola dell’obbligo. PISA non esaurisce la possibilità di valutazione dei singoli sistemi scolastici. PISA non valuta nè i saperi nè i programmi

9 Antonella Gedda9 PISA PISA offre una prospettiva concettuale e metodologica Gli strumenti di rilevazione costituiscono un possibile modello di rilevazione utile a misurare prestazioni cognitive, atteggiamenti, motivazioni e consapevolezza.

10 Antonella Gedda10 Le competenze e gli assi culturali Le indicazioni per il curricolo per la scuola dell’infanzia e per il primo ciclo dell’istruzione (2007) Regolamento sull’adempimento dell’obbligo d’istruzione (2007) Questi due documenti ministeriali evidenziano due approcci diverse per il raggiungimento delle competenze (trasversali). Nel primo caso le competenze sono definite per singole aree disciplinari e in rapporto ai diversi gradi di scolarità

11 Antonella Gedda11 Le competenze e gli assi culturali Nel secondo caso gli esperti hanno scelto di indicare alcune competenze chiave che devono emergere all’interno di tutti gli assi culturali intorno ai quali il curricolo è costruito. Nel primo caso (Indicazioni), i traguardi per lo sviluppo delle competenze si sovrappongano agli obiettivi indicati per ciascuna area disciplinare Nelle Indicazioni ci troviamo a traguardi di competenze individuati a volte in termini di conoscenze. Nel Regolamento non è chiaro il rapporto tra competenze chiave e competenze disciplinari.

12 Antonella Gedda12 Le competenze e gli assi culturali Cosa manca? Manca il raccordo tra i livelli di competenza da raggiungere in una prospettiva di di CONTINUITA’ VERTICALE Manca il raccordo tra i livelli di competenza in una prospettiva di APPRENDIMENTO PER TUTTA LA VITA Questo perché le competenze non vanno costruite una volta per tutte, ma vanno conservate e sviluppate

13 Antonella Gedda13 Didattica e Competenze La costruzione delle competenze richiede percorsi didattici in cui gli studenti siano effettivamente messi in condizione di utilizzare il proprio patrimonio di conoscenze e di abilità, di affrontare problemi, anche in modo cooperativo, di confrontare tra loro diversi possibili percorsi e soluzioni Saranno da privilegiare attività laboratoriali, lavori per progetti, forme di apprendimento cooperativo. Inoltre i percorsi individuali dovranno essere pensati non come esiti da conseguire bensì come modalità per conseguirli

14 Antonella Gedda14 Valutazione delle competenze Il lavoro sulle competenze non può essere calato dall’alto. E’ necessaria una rielaborazione degli imput offerti da PISA da parte del corpo docente di ogni ordine e grado Occorre una prospettiva di tipo critico ed evolutivo

15 Antonella Gedda15 Competenze, Abilità, Conoscenze Abilità 1.la capacità di utilizzare le proprie conoscenze in modo relativamente agevole per l’esecuzione di compiti semplici (OCSE 2002) 2.La capacità di applicare conoscenze e di usare know- how per portare a termine compiti e risolvere problemi…sono descritte come cognitive(uso del pensiero logico,intuitivo e creativo) e pratiche (che implicano l’abilità manuale e l’uso di metodi, materiali, strumenti)”(Parlamento europeo 2006)

16 Antonella Gedda16 Conoscenze Fatti o idee acquisiti attraverso lo studio, la ricerca, l’osservazione o l’esperienza…. Designa un insieme di informazioni che sono state comprese (OCSE 2002) Il risultato dell’assimilazione di informazioni attraverso l’apprendimento… sono l’insieme di fatti, principi, teorie e pratiche, relative a un settore di studio o di lavoro…. Sono descritte come teoriche e /o pratiche. (Parlamento europeo 2006)

17 Antonella Gedda17 Competenze Fronteggiare efficacemente richieste e compiti complessi comporta non solo il possesso di conoscenze e abilità nonché emozioni e atteggiamenti adeguati a un’efficace gestione di tali componenti (OCSE DeSeCo 2002) Una combinazione di conoscenze, abilità e attitudini adeguate per affrontare una situazione particolare… appropriate al contesto. (Parlamento Europeo 2006) La comprovata capacità di usare conoscenze, abilità e capacità personali, sociali e/o metodologiche, in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professinale e/o personale sono descritte in termini di responsabilità e autonomia. (Parlamento europeo 2006)

18 Antonella Gedda18 Competenze trasversali per la vita Proposte dall’OMS Raccomandate dall’UE ai paesi membri Sono l’insieme di abilità cognitive, metacognitive, metaemozionali e relazionali che servono per affrontare positivamente la vita quotidiana e i suoi problemi La mancanza di tali competenze socio-emotive può causare, in particolare nei giovani, comportamenti negativi e a rischio in rispost agli stress.

19 Antonella Gedda19 Competenze trasversali per il lavoro Elaborate dall’ISFOL Sono capacità individuali essenziali per determinare un comportamento adeguato in grado di trasformare un sapere in una prestazione efficace. Sono trasferibili in tutte le esperienze che il soggetto fa, modulano la qualità delle prestazioni attraverso le strategie messe in atto. Influiscono sulla qualità e sulle possibilità di sviluppo delle risorse personali Sono implicate in numerosi tipi di compiti, dai più elementari ai più complessi

20 Antonella Gedda20 Competenze trasversali e istruzione Integrare le competenze trasversali nei curricoli non significa aggiungere semplicemente nuovi traguardi, ma costruire le condizioni per una pratica didattica efficace. Non esistono competenze puramente disciplinari perché: 1.Sono necessarie conoscenze di tipo dichiarativo, procedurale, pragmatico. 2.Gli interventi di insegnamento /apprendimento quanto più si misurano con questi tre tipi di conoscenza ed educano all’autoriflessione e all’automodificazione


Scaricare ppt "Antonella Gedda1 LE COMPETENZE Competenze di base e Competenze trasversali."

Presentazioni simili


Annunci Google