La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR PROGETTO PILOTA 2 VALUTAZIONE DELLA SCUOLA ITALIANA a cura Gruppo PP2 Lombardia Anno scolastico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR PROGETTO PILOTA 2 VALUTAZIONE DELLA SCUOLA ITALIANA a cura Gruppo PP2 Lombardia Anno scolastico."— Transcript della presentazione:

1 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR PROGETTO PILOTA 2 VALUTAZIONE DELLA SCUOLA ITALIANA a cura Gruppo PP2 Lombardia Anno scolastico

2 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR PROGETTO PILOTA 2 VALUTAZIONE DELLA SCUOLA ITALIANA SOMMARIO Premessa IL CONTESTO DAL PP1 AL PP2 IL PROGETTO PILOTA 2 RESPONSABILITA E COMPITI dei coordinatori e dei somministratori Il questionario delle attività della scuola LE PROVE E I TIPI DI SOMMINISTRAZIONE (cartacea e informatizzata)

3 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR PREMESSA La valutazione attraverso PP2 nella scuola: un SISTEMA ha bisogno di controllare la proprie attività da diversi punti di vista la COLLABORAZIONE tra i vari soggetti diviene scelta strategica 1 2

4 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR fa parte delle attività progettate a livello di coordinamento regionale per sostenere le scuole nellattivazione del progetto pilota per la Valutazione del Sistema dIstruzione 1 QUESTO INCONTRO

5 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR tali attività prevedono: A. seminari territoriali di formazione per i referenti distituto B. un seminario regionale in Milano per i referenti degli istituti coinvolti nella somministrazione informatizzata C. servizio di consulenza con help D. seminario per la restituzione dei dati e riflessione sulla qualità del servizio scolastico. 2 QUESTO INCONTRO

6 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Direttiva Generale 25/1/02 INValSI IL CONTESTO Legge 14/3/02 … determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale

7 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Servizio nazionale di valutazione Sistema nazionale di valutazione apprendimenti qualità insegnamenti sistema LA STRATEGIA

8 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR PROGETTO PILOTA ALLE SCUOLE AL SISTEMA DALLE SCUOLE I FLUSSI

9 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR ITALIA2.832 ist. sc. LOMBARDIA 483 ist. sc. / 575 scuole (campione non statistico, ma di giudizio con adesione volontaria) OBIETTIVO: sperimentazione per ottenere indicazioni sul funzionamento dellimpianto organizzativo ESITI: Progetto Pilota1 PP1 - Anno scolastico : Scuole partecipanti

10 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR ITALIA Ist. Sc. LOMBARDIA 758 ist. sc. pari a 971 scuole ENTRAMBE CON DUE CAMPIONI PP2 - Anno scolastico : Scuole partecipanti OBIETTIVO: estensione della sperimentazione per verificare soprattutto la produttività dellimpianto organizzativo 1. statistico stratificato per la somministrazione cartacea 2. ragionato per la somministrazione informatizzata; NB: in Lombardia un ulteriore campione regionale statistico stratificato

11 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR misura raggiungimento obiettivi nazionali individuazione punti critici per azioni correttive e allocazioni di risorse utilizzo parametri coerenti con i Ser Val comunitari e internazionali risorse congruenti con il bilancio. I PERCHE … Simulazione in un ambiente definito per raccogliere informazioni utili per la messa a punto organizzativa e logistica. Sperimentazione del modello di SNVI messo a punto dal GdL:

12 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Quarta elementare Prima media Prima superiore Terza superiore QUALI OBIETTIVI SPECIFICI … ? Apprendimento lingua italiana, matematica e scienze: Informazioni sulla Scuola come Sistema tramite il questionario di sistema

13 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Sondrio Istituzioni scolastiche (escluse materne )

14 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Scuole elementari 382 Scuole medie 327 Scuole superiori 262 SCUOLE LOMBARDE CAMPIONE REGIONALE LOMBARDO : 218 SCUOLE

15 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR ELEMENTARI: NAZIONALE 172 LOMBARDIA (39) MEDIE: NAZIONALE 172 LOMBARDIA (43) SUPERIORI: NAZIONALE: 245 (49 PER TIPO DI SCUOLA) LOMBARDIA (39) CAMPIONI CAMPIONE NAZIONALE: 589 SCUOLE CAMPIONE REGIONALE LOMBARDO : 218 SCUOLE A B C

16 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Sia nella versione cartacea che in quella informatizzata le classi intere si misurano attraverso prove uguali per tutto il territorio. Con il questionario di sistema gli istituti hanno loccasione di riflettere sullintero processo in atto al loro interno, sullefficacia e sulla coerenza delle azioni rispetto al POF I QUESTIONARI A B

17 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR PROVE OGGETTIVE DI PROFITTO QUESTIONARIO RILEVAZIONE ATTIVITA SOMMINISTRAZIONE INFORMATIZZATA QUESTIONARIO RILEVAZIONE ATTIVITÀ PROVE DI APPRENDIMENTO Valutazione per: cogliere la situazione generale degli apprendimenti in italiano, matematica e scienze. Valutazione per: cogliere le azioni stabilite e avviate dalle scuole, i risultati, gli effetti diretti. LE STRATEGIE PER LA VALUTAZIONE NAZIONALE A B C

18 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR un referente dellistituto che coordina le attività della compilazione delle prove oggettive di profitto il gruppo dei docenti somministratori Il dirigente scolastico, responsabile della somministrazione (può rispondere al questionario di sistema al posto del gruppo di discussione). PROVE DI APPRENDIMENTO: ORGANIZZAZIONE INTERNA Allinterno delle scuole lorganizzazione della somministrazione delle prove oggettive di profitto prevede:

19 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Prove oggettive forma digitale Studenti svolgono Sistemi on line Invalsi Personale scuola registra Questionario Gruppo di discussione compila Docente referente organizza Somministratori scuola informa conducono INVALSI Prove oggettive di profitto digitali, Questionario di rilevazione attività, Organizzazione generale Applicazioni software Prove ogg forma cartacea Invalsi ISTITUTO SCOLASTICO: RESPONSABILITA E COMPITI

20 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Assistere la propria scuola nella distribuzione, compilazione e raccolta degli elenchi e delle prove Organizzare ed illustrare ai docenti somministratori procedure di somministrazione prove (in collaborazione con il Dirigente Scolastico) COMPITI: IL COORDINATORE di ISTITUTO Far cogliere che il Progetto Pilota è occasione per far crescere la cultura della valutazione 1 2

21 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR A1 copie sufficienti per tutti gli studenti A2 fascicoli (italiano, matematica, scienze) e copie in più da restituire (!) A3 etichette autoadesive con codice ID A4 elenco classi e studenti A5 manuale somministratore COMPITI: IL COORDINATORE di ISTITUTO A Controllare il materiale ricevuto:

22 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Applicare le etichette autoadesive (codice ID) sulle copertine di ciascun fascicolo COMPITI: IL COORDINATORE DISTITUTO B Etichette autoadesive

23 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Compilare elenco studenti e classi COMPITI: IL COORDINATORE di ISTITUTO C Elenchi

24 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR A. è responsabile della sicurezza e della conservazione di tutti i materiali fino alla restituzione di essi allINValSI B. le Prove non possono essere riprodotte C. conservare il materiale in luogo sicuro D. garantire la riservatezza durante la somministrazione Organizzare (con il DS) la compilazione del questionario di rilevazione sulle attività della scuola COMPITI: IL COORDINATORE di ISTITUTO Organizzare la somministrazione prove: Scrivere una breve relazione per lINValSI al termine delle prove 1 2 3

25 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Predisporre: A. Elenchi studenti B. Elenco classi mantenendo copia degli elenchi inviati C. Fascicoli compilati e non utilizzati D. Relazione del Coordinatore e dei Somministratori 4

26 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Evitare che i docenti somministrino nelle proprie classi I somministratori devono aver a disposizione la copia del Manuale del somministratore qualche giorno prima dello svolgimento delle prove Sensibilizzare i somministratori sullimportanza dellindagine 5 Organizzare il lavoro dei somministratori

27 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Qualche giorno prima di iniziare la prova il coordinatore e/o ATA dovrà applicare sulle copertine dei fascicoli le etichette prestampate Nota: Lelenco è costruito in modo che risulti anonimo in base al criterio di corrispondenza con lelenco alunni/classe, ma con esplicitazione data nascita e sesso Per ogni classe è previsto un numero di etichette corrispondenti al numero degli studenti Nota: qualora le etichette non fossero in numero sufficiente occorre registrare i dati identificativi direttamente sulla copertine dei fascicoli).

28 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR La somministrazione è prevista in 3 giorni diversi Le date sono stabilite da MIUR e DIREZIONE GENERALE USRL Le Prove si svolgeranno tutte AL MATTINO Le date delle prove dovranno essere comunicate alle classi qualche giorno prima della somministrazione Gli studenti devono essere sensibilizzati per tempo sullimportanza della rilevazione PIANIFICAZIONE DELLE PROVE A B C D E

29 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Il giorno della somministrazione ogni docente somministratore riceverà : 1. i fascicoli delle prove per ogni studente 2. gli Elenchi degli Studenti della classe Accertarsi che ad ogni fascicolo sia applicata letichetta autoadesiva Durante le prove si raccomanda la massima riservatezza Al termine di ogni prova controllare che ogni studente abbia restituito il proprio fascicolo Restituire al coordinatore lelenco compilato degli studenti, e i fascicoli delle prove. ISTRUZIONI per i SOMMINISTRATORI A C B D

30 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR minuti per la distribuzione dei fascicoli 60 minuti per lo svolgimento delle prove (non è concesso prolungamento del tempo a disposizione) CONTROLLO DEI TEMPI A B

31 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR LA COLLABORAZIONE Non solo è importante che nelle singole scuole si avvii il processo per una buona riuscita del PP2… È altrettanto significativo che si creino le condizioni per costituire gruppi di lavoro che mantengano una certa stabilità e siano disponibili a collaborare anche in momenti successivi con lUfficio Regionale sul tema della valutazione del sistema scolastico.

32 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Lattività di riflessione dellistituzione scolastica INTENDE VALORIZZARE esperienza e capacità di analizzare attraverso una compartecipazione di tutti gli attori (famiglie, studenti, docenti, personale, direttivi e dirigenti) alla valutazione interna PER CONFRONTARSI CON unipotetica scuola ideale un modello concettuale di riferimento il compito di definire: A. un quadro generale della propria situazione B. aspetti da approfondire e spunti per interventi migliorativi

33 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR La valutazione di sistema si raccorda con la valutazione interna operata dalle istituzioni scolastiche che partecipano al progetto pilota LA VALUTAZIONE

34 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Modalità Obiettivi Struttura Procedure Questionario di rilevazione delle attività della scuola

35 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Il Questionario di rilevazione delle attività della scuola è compilato da tutte le scuole che aderiscono al Progetto Pilota due. Le modalità di compilazione prevedono che le attività di risposta siano attuate da un Gruppo di discussione e le risposte siano riportate nella versione digitale del questionario sul sito dellINValSI. QUESTIONARIO modalità

36 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Ogni istituzione scolastica compila: un questionario distituto. Gli istituti comprensivi, gli istituti superiori compilano: un questionario distituto dove si evidenziano le scelte comuni a tutto listituto questionari di ordine o di indirizzo per le parti che contraddistinguono le scelte relative o allordine o allindirizzo. QUESTIONARIO modalità

37 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR riflettere e confrontarsi su: A. analisi di scelte, azioni e risultati ottenuti B. risorse e dotazioni a disposizione C. ambiente-contesto descrivere: 1. il proprio funzionamento sulla base 2. di dimensioni e aree prestabilite QUESTIONARIO obiettivi

38 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Le dimensioni, aree e relativi insiemi di attività: 1. Dati generali Anagrafica, composizione istituto, popolazione scolastica, risorse e dotazioni (fisiche, tecnologiche, finanziarie). 2. Attività di definizione del contesto (interno-esterno) Comunicazioni genitori, reti di scuole, Enti locali e altri enti, accoglienza. 3. Attività di organizzazione dellistituto scolastico Responsabilità, comunicazione, flessibilità, integrazione, monitoraggio, verifica delle attività e valutazione interna. QUESTIONARIO la struttura

39 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Attività di sviluppo dellistruzione e della formazione: A.Attività di organizzazione: costruzione del curricolo, insegnamenti integrativi, recupero, supporto,continuità, ecc. B.Attività dinsegnamento: programmazione didattica, individualizzazione, valutazione profitto, ecc.. Attività di analisi sui risultati ottenuti dalle scuole: Destinazione degli studenti, soddisfazione degli utenti, miglioramento. QUESTIONARIO rilevazioni

40 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR ChiCosa QUESTIONARIO organizzazione Dirigente Scolastico/ Referente Coordina attività di compilazione Gruppo di discussioneRisponde al questionario

41 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR QUESTIONARIO attività di realizzazione 1. Svolgimento delle riunioni 2. Attività di riflessione individuale da svolgere prima delle riunioni

42 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR il Dirigente scolastico; due allievi (per le scuole superiori) scelti tra i rappresentanti di classe o di Istituto; due genitori scelti tra i rappresentanti di classe o di Istituto; il Direttore dei servizi generali e amministrativi e un rappresentante del personale ATA (per quanto di loro competenza e in particolare per le scuole statali); tre Docenti di discipline diverse. QUESTIONARIO esempio di organizzazione del GRUPPO DI DISCUSSIONE (relativamente al tipo di Istituto)

43 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR LE PROVE …. ITMASC….

44 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR ITALIANO MATEMATICA SCIENZE prove con quesiti a scelta multipla costruiti da un gruppo di esperti esterni allINVaISI e al GdL provate sul campo da docenti CARATTERISTICHE DELLE 3 PROVE

45 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR A. Uniformità della struttura, ogni prova è costituita da quesiti a scelta multipla (4 o 5 risposte, una sola corretta) B. Durata di ogni singola prova 60 min (leggermente sovradimensionata) C. Numero limitato di obiettivi (contenuti ed abilità allinterno del programma ministeriale dellanno precedente tenendo conto anche dei piani di studio in preparazione) D. Predisposizione di una prova (semplicità procedure di somministrazione) E. Taratura della difficoltà prove su indici medi (I diff = 0,4 ÷ 0,6) ITALIANO - MATEMATICA - SCIENZE criteri di costruzione

46 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Struttura: testo stimolo quesiti a scelta multipla (4 alternative) Proposti due testi: A. un testo narrativo (nel superiore narrativo letterario) B. un testo espositivo o informativo (nell'elementare informativo- funzionale) Quesiti riferiti sostanzialmente agli obiettivi della programmazione dellanno precedente quello in cui è svolta la prova. ITALIANO comprensione della lettura

47 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR A. Assenza di problematiche interpretative dovute ad ambiguità e polisemia complessa B. appartenenza alla tipologia narrativa e/o espositiva C. novità rispetto alle consuete letture (programmazioni ed antologie), per favorire linteresse dello studente alla lettura e di conseguenza motivare alla serietà nella prova D. scrittura di qualità, originalmente in lingua italiana perché le prove si riferiscono allapprendimento della lingua nazionale standard. ITALIANO caratteristiche del testo stimolo

48 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Nelle elementari - medie : A. la comprensione di aspetti pragmatici e semantici del testo B. la comprensione e le conoscenze lessicali C. la conoscenza delle strutture grammaticali nelle superiori: D. la comprensione globale e particolare del testo E. la comprensione e le conoscenze lessicali F. la conoscenza delle strutture grammaticali in TERZA, conoscenze su struttura e stile ITALIANO i quesiti per valutare:

49 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Nelle elementari quesiti (5 alternative), su 4 nuclei di conoscenze-competenze 1. aritmetica, numerazione. significato posizionale delle cifre (numeri interi naturali) 2. aritmetica significato delle operazioni, calcolo, confronto di numeri (numeri interi naturali) 3. geometria (conoscenza delle principali figure piane e proprietà), osservazione, calcolo, misura 4. logica, ragionamento, linguaggio (semplici problemi in contesti concreti). MATEMATICA i quesiti per valutare:

50 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Nelle medie quesiti (4 alternative), conoscenze sulle seguenti aree di contenuto: 1. numero (calcoli con numeri naturali e decimali, confrontare e ordinare numeri naturali e decimali, significato posizionale delle cifre, frazioni e decimali) 2. geometria (rette incidenti, conoscenza elementi signifìcativi e semplici proprietà) delle principali figure piane e solide 3. misura (unità di misura, ordini di grandezza, calcolo di aree) 4. dati (comprensione di grafici e tabelle). MATEMATICA i quesiti per valutare:

51 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR In prima superiore quesiti (5 alternative), conoscenze sulle seguenti aree di contenuto: 1. numero (calcoli con numeri decimali e frazioni, significato di numero, ordinamento) 2. geometria (proprietà delle figure piane, simmetria, rappresentazione di punti sul piano cartesiano) 3. misura (calcolo di aree) 4. dati (comprensione di grafici e tabelle, probabilità semplice) 5. algebra (rappresentazione con formule di situazioni problematiche, espressioni letterali, equazioni di 1° grado). MATEMATICA i quesiti per valutare:

52 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR In terza superiore quesiti (5 alternative), conoscenze sulle seguenti aree di contenuto: 1. numero (calcoli con frazioni, ordinamento di numeri elevati a potenza, proprietà e significato delle operazioni, rappres. dei numeri sulla retta orientata) 2. geometria (proprietà delle figure piane, traslazione, rotazione, simmetria, rette e parabole sul piano cartesiano) 3. misura (calcolo dellarea e del perimetro di figure piane complesse) 4. dati (comprensione di grafici e tabelle, probabilità) 5. algebra (equazioni di 2° grado, disequazioni di 1° grado, funzioni). MATEMATICA i quesiti per valutare:

53 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR In terza superiore: 1. Articolare le tematiche scelte su contenuti essenziali e fondamentali 2. richiedere conoscenze minimali sul piano dei linguaggi scientifici specifici 3. verificare abilità soprattutto a livello di metodo (metodi matematici, metodo sperimentale) 4. utilizzare alcuni item riguardanti contenuti minimamente specifici (lavoro, energia, forza, biologia molecolare, stati di aggregazione) per valorizzare quegli ordini di scuola in cui le scienze di base hanno uno spazio consistente e per fare emergere e prendere atto delle carenze. SCIENZE criteri di costruzione

54 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR 25 quesiti a scelta multipla (4 alternative) per tutti i livelli A. centrati sui concetti fondamentali delle scienze sperimentali della natura B. strutturati per verificare lacquisizione dei punti chiave del metodo scientifico che entra in gioco con modalità diverse nelle diverse discipline. SCIENZE caratteristiche

55 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR Le stesse (5 temi fondamentali) per tutti i livelli ma con approfondimenti e specificità disciplinari diversificati: 1. cambiamenti e/o trasformazioni 2. natura e limiti del metodo scientifico 3. uomo e/o ambiente 4. esseri viventi 5. energia. SCIENZE tematiche

56 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR 1. Riproposizione degli stessi argomenti nei diversi livelli, ma con formulazione più complessa dei quesiti e dei distrattori 2. abilità implicate dai concetti indagati; identificazione delle caratteristiche delloggetto, riconoscimento di differenze e somiglianze, costruzioni di nessi, ecc. 3. abilità trasversali: osservazione, uso di un linguaggio ordinario o tecnico, comprensione di un testo, ecc. SCIENZE i quesiti per valutare:

57 Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR FINE A cura Gruppo PP2 Lombardia


Scaricare ppt "Gruppo PP2 Lombardia 8/2/03 con la collaborazione di MIUR PROGETTO PILOTA 2 VALUTAZIONE DELLA SCUOLA ITALIANA a cura Gruppo PP2 Lombardia Anno scolastico."

Presentazioni simili


Annunci Google