La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

2 marzo 2005 S. Casiraghi, V. Zadro – Gruppo Regionale di Supporto Area ICT nelle Scuole Coordinamento isp. Augusto Tarantini 1 AGENTE INTELLIGENTE PER.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "2 marzo 2005 S. Casiraghi, V. Zadro – Gruppo Regionale di Supporto Area ICT nelle Scuole Coordinamento isp. Augusto Tarantini 1 AGENTE INTELLIGENTE PER."— Transcript della presentazione:

1 2 marzo 2005 S. Casiraghi, V. Zadro – Gruppo Regionale di Supporto Area ICT nelle Scuole Coordinamento isp. Augusto Tarantini 1 AGENTE INTELLIGENTE PER RACCOGLIERE e/o ACCEDERE A BUONE PRATICHE DIDATTICHE ICT cfr. Documento di base D.L. 59/04 (www. spazi.org) Autori: Sergio Casiraghi – Vania Zadro EXPO Speech Corner 2 marzo IPERCUBO

2 2 marzo 2005 S. Casiraghi, V. Zadro – Gruppo Regionale di Supporto Area ICT nelle Scuole Coordinamento isp. Augusto Tarantini 2 LE BUONE PRATICHE DIDATTICHE COME ? FORMALIZZARE CLASSIFICARE CATALOGARE MA SOPRATTUTTO COME CONSULTARE PER… VALORIZZARE RIFLETTERE/RIPENSARE/ RIPOSIZIONARE Raccolte a partire dal Corso tutor S. Carlo -Milano-DM61) LA COMPLESSITA

3 2 marzo 2005 S. Casiraghi, V. Zadro – Gruppo Regionale di Supporto Area ICT nelle Scuole Coordinamento isp. Augusto Tarantini 3 Prototipo su INTERNET da ritessere (Re-Linkare) URL= UNA BUSSOLA PER ORIENTARSI NELLA PROGETTAZIONE E NELLA GESTIONE DELLE ESPERIENZE E DEI PROGETTI (Da COEVOLUZIONE 16 - Augusto Tarantini )

4 2 marzo 2005 S. Casiraghi, V. Zadro – Gruppo Regionale di Supporto Area ICT nelle Scuole Coordinamento isp. Augusto Tarantini 4 ARCHIVIO (di File) strutturato in CARTELLE (Folder) con COLLEGAMENTI (Link) a schede/esperienze caricate dallautore; che ne evocano altre... Un Accesso Agevole Alla DOCUMENTAZIONE MULTIDIMENSIONALE DINAMICO First Class Client/Server EVOCATIVO PARTECIPATIVO

5 2 marzo 2005 S. Casiraghi, V. Zadro – Gruppo Regionale di Supporto Area ICT nelle Scuole Coordinamento isp. Augusto Tarantini 5 INFATTI SI POSSONO ORGANIZZARE LE ESPERIENZE IN MANIERA SISTEMATICA E SEGUENDO IL PROPRIO PENSIERO, GENERARE NUOVE CONNESIONI ED ANGOLAZIONI PROSPETTICHE TRA FATTI, NOZIONI, SAPERI SECONDO MODELLI APERTI DI RAPPRESENTAZIONE DELLE CONOSCENZE. Studenti come infotective Strategie cognitive per la ricerca in Internet Le mappe concettuali come strumento metacognitivo per rielaborare la conoscenza su Internet L'importanza di un lessico di riferimento esplicitato dalle mappe concettuali I due processi: lessico e strategie di ricerca Studenti come infotective Strategie cognitive per la ricerca in Internet Le mappe concettuali come strumento metacognitivo per rielaborare la conoscenza su Internet L'importanza di un lessico di riferimento esplicitato dalle mappe concettuali I due processi: lessico e strategie di ricerca Introduzione (fondamenti teorici) Studenti come infotective Strategie cognitive per la ricerca in Internet Le mappe concettuali come strumento metacognitivo per rielaborare la conoscenza su Internet L'importanza di un lessico di riferimento esplicitato dalle mappe concettuali I due processi: lessico e strategie di ricerca Studenti come infotective Strategie cognitive per la ricerca in Internet Le mappe concettuali come strumento metacognitivo per rielaborare la conoscenza su Internet L'importanza di un lessico di riferimento esplicitato dalle mappe concettuali I due processi: lessico e strategie di ricerca RAPPRESENTAZIONE APERTA DELLE CONOSCENZE

6 2 marzo 2005 S. Casiraghi, V. Zadro – Gruppo Regionale di Supporto Area ICT nelle Scuole Coordinamento isp. Augusto Tarantini 6 LE SCHEDE ESPERIENZA NUOVE E DA RIVEDERE VENGONO COLLOCATE SU I.NET IN STRUTTURE RAMIFICATE CHE SI ESPANDONO CON ULTERIORI MODALITA DI ARCHIVIAZIONE E DI CONSULTAZIONE IN FORME COOPERATIVE. SI PENSA ALLADOZIONE DI SERVER DI MAPPE PREVEDENDO UNA SEMPRE MAGGIORE INTERATTIVITA. I DATI DIVENTANO ELEMENTI DINAMICI SOGGETTI A CONTINUA RIELABORAZIONE CONCETTUALE (IperMappe) CON CMAP (NOVAK) OPPURE MM. Esperienza in corso su: ORGANIZZAZIONE DELLE RISORSE

7 2 marzo 2005 S. Casiraghi, V. Zadro – Gruppo Regionale di Supporto Area ICT nelle Scuole Coordinamento isp. Augusto Tarantini 7

8 2 marzo 2005 S. Casiraghi, V. Zadro – Gruppo Regionale di Supporto Area ICT nelle Scuole Coordinamento isp. Augusto Tarantini 8 SI CHIEDE A CIASCUN DOCENTE, SOTTO LA RESPONSABILITA DELLO STESSO AUTORE, DI PARTECIPARE A STRUTTURARE LA BASE INFORMATIVA DA CAPITALIZZARE E SOCIALIZZARE VIA RETE. IPERCUBO, INOLTRE, LASCIA SPAZIO A POSSIBILITA DI ARCHIVIAZIONE E CONSULTAZIONE IPERTESTUALI, APPROCCIO CHE APRE ALLA POSSIBILITA DI RIFLESSIONI DI TIPO METACOGNITIVO CHE, A LORO VOLTA, APRONO AD UNA PROSPETTIVA DI CO- COSTRUZIONE DELLA PROFESSIONALITA. ALTRE CARATTERISTICHE

9 2 marzo 2005 S. Casiraghi, V. Zadro – Gruppo Regionale di Supporto Area ICT nelle Scuole Coordinamento isp. Augusto Tarantini 9 LIPERCUBO ORA, PER IL D.lgs 59/04, VA RI- PROGETTATO ED IMPLEMENTATO SECONDO ASSOCIAZIONI DINAMICHE MODIFICABILI. VA INOLTRE RI-STRUTTURATO CON UNA GRAFICA RADIANTE A DIFFERENTI LIVELLI DI PRECLASSIFICAZIONE UTILIZZANDO PAROLE CHIAVE SCELTE PER LA LORO CAPACITA EVOCATIVA. Lo STRUMENTO OPERA TENTANDO DI CONIUGARE LA SFERA LOGICA CON QUELLA EMOTIVA INFATTI IN OGNI PROGETTAZIONE CÈ IL DOCENTE CON LE SUE MOTIVAZIONI, LE SUE ASPETTATIVE, IL SUO PENSIERO CULTURALE E SOCIALE … CON DEI RISULTATI SPETTACOLARI LE PROSPETTIVE PER IL D.lgs 59/04

10 2 marzo 2005 S. Casiraghi, V. Zadro – Gruppo Regionale di Supporto Area ICT nelle Scuole Coordinamento isp. Augusto Tarantini 10 Principio ispiratore dei pacchetti è la rappresentazione grafica di informazioni e concetti che favorisce lo sviluppo, la comunicazione, la condivisione di nuove idee. Lo scopo dei pacchetti non è visualizzare tutti i possibili utilizzi delle mappe, oppure gli strumenti disponibili per specifiche problematiche, ma contribuire ad una crescita professionale circa lelaborazione e la comunicazione di idee e di obiettivi. tual%20class/3^Programmatori/3AB2k4/MM2k4/ LA STRUTTURA CONCETTUALE E IL SW PER Luso delle Mappe Mentali consente un efficace recupero delle schede perché è coerente con le naturali attitudini della mente umana. Si tratta di una serie di solution map ©, ispirate a reali casi d'uso del MindManager ®, opportunamente catalogate e commentate per favorire una più agevole fruizione.

11 2 marzo 2005 S. Casiraghi, V. Zadro – Gruppo Regionale di Supporto Area ICT nelle Scuole Coordinamento isp. Augusto Tarantini Per approfondire Circa le Mappe Mentali oltre alla rubrica DID-Internet di Anna Carletti sulla rivista IS (Informatica e Scuola) presente ad EXPO (standE20)

12 2 marzo 2005 S. Casiraghi, V. Zadro – Gruppo Regionale di Supporto Area ICT nelle Scuole Coordinamento isp. Augusto Tarantini 12 Sergio Casiraghi - I.I.S. De Simoni - Sondrio Vania Zadro - I.C.S. Bruno Munari - Milano Augusto Tarantini - Ispettore - REFERENTI


Scaricare ppt "2 marzo 2005 S. Casiraghi, V. Zadro – Gruppo Regionale di Supporto Area ICT nelle Scuole Coordinamento isp. Augusto Tarantini 1 AGENTE INTELLIGENTE PER."

Presentazioni simili


Annunci Google