La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dott.ssa Giovanna Sissa ConvegnoSi deve…? Si può!!! Laccessibilità come conquista culturale e dovere civile -Milano, 27 Giugno 2003 - Accessibilità dei.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dott.ssa Giovanna Sissa ConvegnoSi deve…? Si può!!! Laccessibilità come conquista culturale e dovere civile -Milano, 27 Giugno 2003 - Accessibilità dei."— Transcript della presentazione:

1 Dott.ssa Giovanna Sissa ConvegnoSi deve…? Si può!!! Laccessibilità come conquista culturale e dovere civile -Milano, 27 Giugno Accessibilità dei siti scolastici: dati, tendenze e criticità

2 LOsservatorio Tecnologico -Attività- I temi dintervento dellOsservatorio Tecnologico (OTE) nel campo dell ICT scolastico: I modi 1.Il software di base ed applicativo generale Open Source Software 2.Le LAN 3.Luso di Internet 1.Informativo-divulgativo diretto. (OTE-scuola) 2.Trasferimento tecnologico. (aziende-OTE-scuola) 3.Facilitatore della condivisione di esperienze interscolastiche (scuolaX-OTE-scuolaY)

3 LOsservatorio Tecnologico -identità- Nato nel 2000 ad opera dellUfficio Scolastico Regionale della Liguria. La sede è a Genova, presso lUniversità degli Studi di Genova. Realizzato mediante cooperazione a distanza da un gruppo di ricercatori, professionisti ed insegnanti impegnati nell'ICT, dislocati sul territorio nazionale. Finanziato dal Servizio Automazione Informatica e Innovazione Tecnologica del MIUR.

4 LOsservatorio Tecnologico -Il sito-

5 Accessibilità dei siti pubblici -Normativa europea Action Plan eEUROPE 2002 (Consiglio Europeo di Lisbona) Obiettivo 3 Promuovere lutilizzo di Internet punto b) Amministrazioni on line. Accesso elettronico ai servizi pubblici:..impegno da parte delle pubbliche amministrazioni a tutti i livelli ad utilizzare le nuove tecnologie per rendere le informazioni il più accessibile possibile… Action Plan eEUROPE 2005 (Consiglio Europeo di Siviglia) Conferma dellimpegno dellActionPlan eEUROPE 2002 Ottobre 2001 e Marzo 2002 risoluzione del Consiglio Europeo su e-partecipazione e attuazione WAI.

6 Accessibilità dei siti pubblici -Normativa italiana- In vigore: –Circ. 13 marzo 2001, n. 3/2001 (aggiornata al 22 febbraio 2002). Bassanini. Linee guida… –Circ. 6 settembre 2001, n. AIPA/CR/32 (aggiornata al 22 febbraio 2002). –Direttiva della presidenza del Consiglio per i siti internet all'interno del portale italia.gov - 30 Maggio disegni di legge presentati al Parlamento… Proposta di Legge C3978 (Stanca) Disposizioni per favorire laccesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici Iter parlamentare iniziato il 26 Maggio 2003

7 I siti scolastici - Quanti – Le scuole italiane con un sito web erano il 7% del totale (fonte Microsoft) 2003 – Le scuole italiane con un sito web sono 86% del totale (fonte Osservatorio tecnologico Dal Computer alla rete) 2002 – Le scuole italiane con un sito web sono il 56% del totale (fonte IBM Monitoraggio Tecnologie didattiche)

8 I siti scolastici - Autori, funzioni- Redattori –Docenti –Dirigente scolastico –Personale ATA –Studenti –Esperti esterni Funzioni (vedi anche esposizione Fiorini, progetto Porte aperte sul web Marzo 2003) Raggruppabili in tre tipologie –Vetrina: attività studenti, iniziative scuola –Servizi informativi generalisti: calendario lezioni, indirizzi sedi, descrizione scuola –Servizi on-line per studenti/docenti/famiglie: moduli da scaricare, moduli da compilare on-line, consultazione riservata atti, …

9 I siti scolastici - Contenuti- Il sito web contiene: (domanda questionario OTE ) –La descrizione sintetica della scuola –Lorganigramma della scuola –Immagini della scuola –La descrizione delle attività della scuola –Il POF –Documenti e materiali prodotti dalla scuola e rivolti alle famiglie –Lavori ed elaborati degli studenti –Comunicazioni del Preside –Bacheca degli studenti

10 LOsservatorio Tecnologico -Attività e dati su accessibilità dei siti scolastici- QUATTRO ATTIVITA

11 LOsservatorio Tecnologico -Attività e dati su accessibilità dei siti scolastici- PRIMA Sperimentazione Obiettivi Dotare il sito OTE della massima accessibilità possibile Metodi Oltre agli strumenti convenzionali, ci si è avvalsi della consulenza di centri di assistenza ai disabili, tra cui lIstituto per ipovedenti D.Chiossone di Genova

12 LOsservatorio Tecnologico -Attività e dati su accessibilità dei siti scolastici- PRIMA Sperimentazione Risultati Il sito Ote possiede circa dieci validazioni differenti. Tra queste la AAA che indica il massimo grado di accessibilità certificato da Bobby (validatore ufficiale WAI)

13 LOsservatorio Tecnologico -Attività e dati su accessibilità dei siti scolastici- La validazione dellaccessibilità Il sistema di validazione (messo a punto dal wai, lente preposto dal w3c) adotta il principio dei punti di controllo. I punti di controllo sono classificati in tre classi di importanza decrescente, dette Priorità. (1, 2 e 3) Un sito ha diversi Livelli di conformità (A, AA oppure AAA) a seconda della sua conformità a una, due o tutte e tre le classi di punti di controllo. Strumenti di validazione La validazione può avvenire con lausilio di alcuni software abilitati a tale funzione. Il più comune è Bobby che analizza il sito e restituisce un report dettagliato

14 LOsservatorio Tecnologico -Attività e dati su accessibilità dei siti scolastici- SECONDA Divulgazione Obiettivi Diffondere la cultura dellaccessibilità dei siti web Dati Circa 400 visite al mese. Pari al 10% degli accessi totali

15 LOsservatorio Tecnologico -Attività e dati su accessibilità dei siti scolastici- SECONDA Divulgazione Menu

16 LOsservatorio Tecnologico -Attività e dati su accessibilità dei siti scolastici- TERZA Test di accessibilità (on-demand) Obiettivi Svolgere, su richiesta, il test dellaccessibilità del sito scolastico. Fornire indicazioni per migliorarne laccessibilità attraverso la pubblicazione di un report dedicato

17 LOsservatorio Tecnologico -Attività e dati su accessibilità dei siti scolastici- TERZA Test di accessibilità (on-demand) Criteri adottati Il test verrà svolto con motori standard e free e tenendo conto delle indicazioni della Web Accessibility Initiative del W3C disponibile a Lanalisi viene effettuata attraverso tre livelli di priorità che individuano il grado di accessibilità: I Livello - Impossibilità di accesso alle informazioni contenute nel documento: requisiti minimi di utilizzabilità. II Livello - Difficoltà di accesso alle informazioni: rimozione di significativi ostacoli allaccesso dei documenti III Livello - Miglioramento dellaccesso alle informazioni del documento. I risultati verranno comunicati alla scuola insieme ai suggerimenti per rendere il sito accessibile.

18 LOsservatorio Tecnologico -Attività e dati su accessibilità dei siti scolastici- TERZA Test di accessibilità (on-demand) Risultati 160 scuole testate. Di cui circa 30 in Lombardia. La distribuzione per tipologia vede una predominanza di Istituti Comprensivi e Medie Nessuna raggiunge la A (livello minimo di accessibilità)

19 LOsservatorio Tecnologico -Attività e dati su accessibilità dei siti scolastici- QUARTA Monitoraggio LAN scolastiche e infrastrutture tecnologiche Obiettivi Monitorare annualmente lo stato delle LAN scolastiche indagando tutti gli aspetti

20 LOsservatorio Tecnologico -Attività e dati su accessibilità dei siti scolastici- QUARTA Monitoraggio LAN scolastiche e infrastrutture tecnologiche Risultati 1600 questionari relativi a istituti distribuiti su tutto il territorio nazionale. Serie pluriennale Dati Domanda 7.5. Esiste un responsabile del sito web? SI 82%, NO 18% Domanda 7.6. Il sito soddisfa i criteri di accessibilità definiti a livello mondiale? SI 66%, NO 34%

21 I siti delle scuole Uso intensivo di gif animate, tabelle per limpaginazione, rollover, javascript, anim. flash, musiche La maggior parte di queste soluzioni sono di gran lunga più dispendiose in termini di risorse delluso di un ALT a unimmagine o di un css. Poco o nessuno scollamento tra contenuti e aspetto Uso intensivo di applicazioni WYSIWYG Siti o troppo artigianali oppure troppo sofisticati

22 I siti delle scuole La sofisticazione del sito è interpretata come sofisticazione grafica non in termini di ampliamento dellaccessibilità del servizio Scarsa differenziazione tra pagine di servizio e di vetrina Scarsa conoscenza del significato del termine accessibilità Sensazione che le scuole sono vagamente attratte dallidea di fare un sito web. Lattrazione ha come oggetto il veicolo-web più che lo strumento-web (Sindrome dellinnamoramento per il postino Severgnini )

23 Criticità Tutto fa pensare che: Tra tre anni la restante metà della scuola italiana si doterà di un proprio sito web; Laccessibilità è la prima vittima di questa visione Finora, la mancanza di investimenti e interventi dedicati ha determinato un arrivo sul web in ordine sparso (comunque meritevole!); Le prossime vittime? Scarsa diffusione della cultura del sito scolastico come servizio; Riusciranno a salvarci le Figure C e la Legge Stanca?


Scaricare ppt "Dott.ssa Giovanna Sissa ConvegnoSi deve…? Si può!!! Laccessibilità come conquista culturale e dovere civile -Milano, 27 Giugno 2003 - Accessibilità dei."

Presentazioni simili


Annunci Google