La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La scuola multiculturale Le 3 figure fondamentali per l’integrazione degli studenti stranieri.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La scuola multiculturale Le 3 figure fondamentali per l’integrazione degli studenti stranieri."— Transcript della presentazione:

1 La scuola multiculturale Le 3 figure fondamentali per l’integrazione degli studenti stranieri

2 IMPORTANTE UNO STUDENTE STRANIERO PER ACQUISIRE LE COMPETENZE LINGUISTICHE ECOMUNICATIVE DI BASE (BICS) IMPIGA CIRCA 1-2 ANNI; PER IMPARARE ADUTILIZZARE LA L2 COME LINGUA PER LO STUDIO (CALP) IMPIEGA TRA I 4 E I 5 ANNI!

3 Il mediatore linguistico culturale CHI È Madrelingua con elevata scolarizzazione Livello minimo B2 in italiano Italiano laureato in mediazione linguistico culturale con livello minimo B2 nella LS COSA FA Favorisce l’inserimento di alunni e famiglie sraniere

4 Si occupa di interpretariato in diversi contesti Agevola il colloquio multiculturale Interviene limitando o mediando in situazioni critiche o incidenti culturali Agevola e stimola il colloquio multiculturale COME Attività mirate nelle scuole Sportelli di accoglienza Approcci lessicali alla lingua italiana

5 QUANDO In caso di studenti o famiglie neoarrivate In caso di incomprensioni tra scuola/famiglia o in caso di difficoltà di comunicazione.(collabora anche con altri enti come comuni o consultori) È UNA FIGURA IMPORTANTISSIMA PER FAVORIRE L’INTEGRAZIONE E PER AVVICINARE LE FAMIGLIE STRANIERE ALLE FAMIGLIE ITALIANE E VICEVERSA

6 L’INSEGNANTE DI ITALIANO L2 CHI È Madrelingua o straniero con livello minimo C1 Laureato con abilitazione all’insegnamento dell’italiano per stranieri (master o certificazioni) COSA FA Alfabetizza studenti stranieri adulti e bambini Insegna la lingua italiana su diversi livelli

7 Somministra test di certificazione linguistica (cils, celi) Fonde l’insegnamento della lingua con pillole di cultura COME Attraverso metodi di insegnamento diversi e spesso inusuali (giochi didattici, glottodramma, TPR, suggestopedia) Attività individuali o di gruppo

8 QUANDO Inserimenti di studenti stranieri a scuola Quando è necessario potenziare la lingua Sia per neoarrivati che non NON ESISTE ANCORA UNA CLASSE DI CONCORSO PER QUESTA CATEGORIA DIDOCENTI, MA A BREVE NE È PREVISTA L’ISTITUZIONE

9 COME AVVERRANNO GLI INTEVENTI diversi modelli a confronto Modello francese Creazione di classe d’accoglienza divise per livello Frequenza obbligatoria per almeno un anno Inserimento nella classe al raggiungimento del livello minimo previsto Materia d’insegnamento: lingua e cultura

10 VANTAGGI L’alunno entra in classe quando ha raggiunto un livello che gli permette di seguire le lezioni Le attività sono intensive I corsi sono obbligatori SVANTAGGI Gli alunni restano esclusi dal resto della classe e della scuola L’esposizione alla lingua potrebbe essere minore se nella famiglia d’origine non si parla italiano Difficile integrazione culturale

11 Modello italiano L’alunno è inserito seconda l’età anagrafica L’alunno frequenta nella classe in cui viene inserito L’insegnamento della L2 avviene in concomitanze con le materie che richiedono maggior competenza linguistica Frequenta le lezioni di arte, musica, ginnastica Le ore dedicate all’italiano sono minori Le attività mattutine sono spesso integrate da quelle pomeridiane

12 VANTAGGI L’alunno ha un’esposizione maggiore alla lingua L’alunno è inserito nel contesto classe SVANTAGGI Le ore dedicate all’italiano sono minori Nelle ore in classe lo studente diventa difficilmente gestibile dall’insegnante lo studente nella maggior parte dei casi, se neoarrivato, perde l’anno

13 IL FACILITATORE LINGUISTICO CHI E’ Un insegnante di italiano L2 COSA FA Semplifica le lezioni di materie di studio (geografia, storia, scienze, ecc…) COME Attività di gruppo e individuali Adozione di testi semplificati Adozione di testi che fanno ampio uso di immagini analisi del linguaggio (frequenza del lessico e grado di difficoltà) attraverso piattaforme specifiche (es. Eulogoss) Adozione di un linguaggio semplificato QUANDO Lo studente ha acquisito un minimo livello di competenza comunicativa nella L2


Scaricare ppt "La scuola multiculturale Le 3 figure fondamentali per l’integrazione degli studenti stranieri."

Presentazioni simili


Annunci Google