La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA RIVOLUZIONE FRANCESE TERZA PARTE.  Numerosi sacerdoti ed aristocratici abbandonarono la Francia per rifugiarsi altrove.  Molti sovrani europei temevano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA RIVOLUZIONE FRANCESE TERZA PARTE.  Numerosi sacerdoti ed aristocratici abbandonarono la Francia per rifugiarsi altrove.  Molti sovrani europei temevano."— Transcript della presentazione:

1 LA RIVOLUZIONE FRANCESE TERZA PARTE

2  Numerosi sacerdoti ed aristocratici abbandonarono la Francia per rifugiarsi altrove.  Molti sovrani europei temevano che la Rivoluzione si propagasse oltre i confini del territorio francese.  Nel giugno del 1791 il re tentò la fuga con la sua famiglia: furono bloccati a Varennes e costretti a tornare a Parigi.

3 La guerra  Disagio economico  Carestia  Rincaro dei prodotti coloniali  Agitazioni popolari Guerra come soluzione dei problemi Per il re e l’aristocrazia la guerra e l’intervento dei sovrani stranieri avrebbero potuto stroncare la rivoluzione. Per i rivoluzionari, la guerra avrebbe significato la diffusione della libertà e della rivoluzione; avrebbe dovuto essere una guerra dei popoli contro i sovrani assoluti.

4 1792  20 aprile: dichiarazione di guerra all’Austria; inizia per la Francia e l’Europa un lungo periodo di guerra che si sarebbe concluso solo nel  Il generale prussiano che comandava gli eserciti coalizzati contro la Francia minaccia la distruzione e il saccheggio di Parigi se fosse stata minacciata la sicurezza della famiglia reale; ciò è la prova del tradimento del re.

5 I Parigini insorsero. Il 10 agosto il palazzo reale è invaso da una folla armata; Luigi XVI viene arrestato; I sanculotti presero il potere a Parigi Si aprì una spaventosa caccia a tutti coloro che erano ritenuti nemici della Rivoluzione.

6  Vengono convocate nuove elezioni a suffragio universale maschile;  La nuova assemblea chiamata Convenzione ha il compito di dare alla Francia una nuova Costituzione;  20 settembre: vittoria francese a Valmy;  21 settembre: la Convenzione proclama la nascita della Repubblica;

7  Il re viene processato per tradimento e ghigliottinato ( 21 gennaio 1793). Stessa sorte toccò alla moglie Maria Antonietta, nove mesi più tardi (16 ottobre 1793)

8 I primi mesi della Repubblica  Prima coalizione: dopo la vittoriosa battaglia di Valmy, la Francia riportò una serie di successi militari e conquistò la Savoia, Nizza, il Belgio e la Renania. Gli Stati europei, guidati dall’Inghilterra, si schierarono contro la Francia.  La Francia è nel caos (crisi delle attività economiche e numerose sconfitte)  Nel febbraio 1793 fu decisa la leva generale rivolta della Vandea.

9  I giacobini prendono il potere e impongono misure eccezionali: Tribunale rivoluzionario, comitati di vigilanza, Comitato di Salute Pubblica.  Costituzione democratica del 1793: suffragio universale, diritto al lavoro, all’istruzione, all’assistenza (N.B. fu solo un documento programmatico!)  24 ottobre: entra in vigore il nuovo calendario

10 I PROTAGONISTI Robespierre, l’incorruttibile Danton, il corrotto Marat, l’amico del popolo

11 IL TERRORE ( )  Robespierre assume un ruolo di primo piano nel Comitato di Salute Pubblica.  Viene attuata la mobilitazione generale delle risorse nazionali.  Contro gli oppositori del Comitato viene scatenato il Terrore (0 bagno di sangue) spietata politica di repressione: la regina, nobili, moderati, molti giacobini vengono ghigliottinati.  Vengono adottate misure populiste ( tasse ai ricchi, sanculottizzazione dei comandi militari, istruzione pubblica, calmiere …)  Scristianizzazione.  Opposizione al Terrore della borghesia ( chiedeva la fine delle misure eccezionali) e delle masse popolari (i provvedimenti non avevano eliminato le differenze tra le classi sociali)  “Chiunque è sospettato di opporsi a Robespierre è condannato a morte senza processo né prove.

12 In questa caricatura, Robespierre viene raffigurato vestito da cuoco mentre frigge in un pentolone i suoi avversari politici. L’autore ha voluto alludere alla mancanza di scrupoli con cui il capo dei giacobini si liberò di chi ostacolava la sua dittatura.

13 IL TERMIDORO: LA CADUTA DI ROBESPIERRE  L’esercito francese ottiene una vittoria decisiva a Fleurus (giugno 1794).  Dilaga il malcontento.  Il 27 luglio scoppia la rivolta detta Termidoriana: Robespierre e i suoi collaboratori vengono arrestati e ghigliottinati.  Terrore bianco ondata di persecuzioni che colpisce i giacobini e i sanculotti.  Ritorna al potere la ricca borghesia.

14 LA COSTITUZIONE DEL 1795  Agosto viene emanata una nuova Costituzione: 1) Diritto di voto in base al censo; 2) Potere esecutivo affidato al Direttorio(composto da 5 membri)

15


Scaricare ppt "LA RIVOLUZIONE FRANCESE TERZA PARTE.  Numerosi sacerdoti ed aristocratici abbandonarono la Francia per rifugiarsi altrove.  Molti sovrani europei temevano."

Presentazioni simili


Annunci Google