La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Valutazione della Qualità della Ricerca VQR 2004-2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Valutazione della Qualità della Ricerca VQR 2004-2010."— Transcript della presentazione:

1 Valutazione della Qualità della Ricerca VQR

2 SOGGETTI INTERESSATI (Strutture) Università statali; Università non statali, autorizzate a rilasciare titoli accademici; Enti di ricerca pubblici vigilati dal MIUR; Altri soggetti pubblici e privati che svolgono attività di ricerca, su esplicita richiesta. AVVIO DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE Con lemissione di apposito schema di DM e relativo bando del 7 novembre (visionabile sul sito ANVUR: miur/files/bando_vqr_def_07_11.pdf). Il sistema di informatizzazione è affidato al CINECA.

3 Saranno oggetto di valutazione: Strutture (Atenei) Dipartimenti Ricercatori\docenti I soggetti valutati sono TUTTI i ricercatori ( a tempo indeterminato e determinato ), gli assistenti, i professori associati e ordinari ( a tempo indeterminato e determinato ai sensi dellart. 1, comma 12, L. 230/2005 ), in servizio alla data di pubblicazione ufficiale del bando VQR (7 novembre 2011). Sono esclusi, pertanto, coloro i quali, in tale data, sono collocati in aspettativa, ai sensi dellarticolo 13 del DPR 382 del 1980.

4 Adempimenti delle Strutture: Risorse umane (art. 4 DM) Selezione delle pubblicazioni (art. 5 DM) Altri dati e informazioni (art. 6 DM) Rapporto del Nucleo di Valutazione (art. 7 DM)

5 Sono valutate le 14 aree disciplinari CUN, per ognuna delle quali viene costituito un Gruppo di Esperti della Valutazione (GEV) in tutto - i cui Presidenti sono già stati nominati e sono visionabili sul sito ANVUR: Area CUN valutatori Presidente Area 1 25 Alfio Quarteroni Area 2 18Giorgio Parisi Area 3 23Vincenzo Barone Area 4 9Filippo Giorgi Area 5 38Clara Nervi Area 6 79Giorgio Sesti Area 7 24Lorenzo Morelli Area 8 28Francesco Garofalo Area 9 39Marco Ajmone Marsan Area 10 42Maria Teresa Giavieri Area 11 38Andrea Graziosi Area 12 37Giacinto Della Cananea Area 13 36Tullio Jappelli Area 14 13Ivo Colozzi

6 Pesi attribuiti ai ricercatori: A ciascun professore e ricercatore di ruolo o a contratto delle Università è attribuito un peso di 0.5 ETP (Equivalenti a Tempo Pieno); Ai professori e ricercatori universitari di ruolo, affiliati da almeno 3 anni a Enti di ricerca, è attribuito un peso aggiuntivo di 0.5 ETP; Ai ricercatori degli Enti di Ricerca è attribuito un peso di 1 ETP.

7 Ciascun docente\ricercatore delle Università presenta, inserendole nella banca dati predisposta dal CINECA, 3 pubblicazioni di cui è autore o coautore, riferite al settennio. I professori e ricercatori universitari di ruolo, affiliati con incarico formale di ricerca - ancora attivo alla data di emanazione del bando - da almeno 3 anni (anche non continuativi) a Enti di ricerca devono inserire 3 ulteriori pubblicazioni per lEnte di afferenza. I punteggi di tutte e 6 le pubblicazioni (3 per lUniversità e 3 per lEnte) inserite da docenti\ricercatori affiliati a Enti di Ricerca verranno sommati e attribuiti nella misura del 50% tanto allUniversità quanto allEnte in modo da evitare disparità di punteggio proveniente dalla scelta delle pubblicazioni da attribuire allUniversità e quelle da attribuire allEnte.

8 Numero Prodotti da Presentare: Professore ordinario\associato\assistente 3 Ricercatore Universitario se in servizio da prima del 1/1/ se presa servizio tra 1/1/ /12/ se presa servizio tra 1/1/ /12/ se presa servizio successiva al 1/1/ Professore ordinario\associato\ricercatore incaricato di ricerca presso Ente di ricerca per almeno 3 anni anche non continuativi altre 3 per lEnte

9 Nel caso di periodi di congedo avvenuti nel settennio ai sensi dellarticolo 13 del DPR 382 del 1980 o, comunque, per motivi estranei allo svolgimento di attività di ricerca, quali maternità, congedo parentale, malattia, ecc., il numero di prodotti da presentare è ridotto: di 1/3 per congedi di durata complessiva compresa fra 2 e 4 anni; di 2/3 per congedi di durata complessiva compresa fra 4 e 6 anni; per congedi superiori ai 6 anni si è esentati dalla valutazione. Il numero di prodotti attesi risultante, se decimale, si arrotonda per difetto.

10 I ricercatori che non presentano alcuna pubblicazione sono considerati non attivi. I ricercatori che presentano un numero di pubblicazioni inferiore a quello previsto sono considerati parzialmente attivi. in entrambi i casi, la struttura acquisisce un punteggio negativo.

11 VTR VQR Strutture partecipanti Ricercatori del sistema Aree di ricerca2014 Gruppi di valutazione Esperti esterni6.661…. Prodotti selezionati (n. max) Prodotti in valutazione Fonte: ANVUR

12 Sono valutabili dai GEV: a)articoli su riviste; b)libri e loro capitoli, inclusi atti di congressi, con ISBN; c)edizioni critiche, traduzioni e commenti scientifici; d)brevetti registrati; e)composizioni, disegni, mostre ed esposizioni, prototipi, opere darte, banche dati e software, carte tematiche, esclusivamente se corredati da pubblicazioni atte a consentirne adeguata valutazione. Non sono valutabili dai GEV: a)attività editoriali e di curatela; b)lettere, correzioni e abstract di conferenze, anche se su riviste; c)testi e software di esclusivo interesse didattico o divulgativo; d)prove e analisi di routine; e)rapporti tecnici interni. I prodotti non valutabili, se conferiti, fanno attribuire alla struttura un punteggio negativo.

13 1. Metadati bibliografici del prodotto (ISBN,…) 2. Identificazione del soggetto valutato di riferimento (autore) 3. Identificazione dellarea e del settore scientifico disciplinare 4. Indicazione della presenza di almeno un coautore con afferenza ad un ente straniero 5. Abstract del prodotto (da redigere a cura del valutato) 6. La eventuale segnalazione, a cura della struttura, che il prodotto proviene da attività di ricerca in aree emergenti a livello internazionale o in aree di forte specializzazione o a carattere interdisciplinare, per le quali si suggerisce ladozione preferenziale della metodologia di peer review in ragione della minore rappresentazione di tali aree negli indicatori bibliometrici 7. Ogni altra informazione che si ritenga utile alla valorizzazione del prodotto (premi ricevuti, autorevolezza della rivista/editore, ecc.) Per ciascun prodotto devono essere rese disponibili le seguenti informazioni:

14 I GEV valutano la qualità delle pubblicazioni seguendo le seguenti 2 metodologie (in alternativa o in combinazione): a)valutazione diretta, anche utilizzando lanalisi bibliometrica, basata sulle citazioni del prodotto e sul fattore di impatto della rivista ospitante il prodotto (ove applicabile); b) peer-review affidata ad esperti esterni fra loro indipendenti scelti dal GEV (di norma due per prodotto), che si esprimeranno, in modo anonimo, sulla qualità delle pubblicazioni selezionate. Almeno la metà più uno dei prodotti complessivi (includendo tutte le aree) sarà valutata utilizzando la peer review

15 Lanalisi dei seguenti aspetti è parte integrante del giudizio di qualità: rilevanza: valore aggiunto per lavanzamento della conoscenza nel settore e per la scienza in generale, nonché per i benefici sociali derivati, anche in termini di congruità, efficacia, tempestività e durata delle ricadute; originalità/innovazione: contributo allavanzamento di conoscenze o a nuove acquisizioni nel settore di riferimento; internazionalizzazione e/o potenziale competitivo internazionale: posizionamento nello scenario internazionale, competitività, diffusione editoriale, inclusa la collaborazione esplicita con ricercatori e gruppi di ricerca di altre nazioni; relativamente ai brevetti, i giudizi devono contenere anche riferimenti al trasferimento, allo sviluppo tecnologico e alle ricadute socio-economiche (anche potenziali); per le pubblicazioni in collaborazione i GEV potranno pesare i contributi sulla base del ruolo avuto dai partecipanti, valorizzando il ruolo di primo autore o autore corrispondente, secondo le prassi delle diverse comunità scientifiche.

16 Il giudizio su ciascuna pubblicazione deve essere descrittivo ma associato a un livello di merito: Eccellente – Top 20% (punteggio: 1) Buono – segmento 60-80% (punteggio: 0.8) Accettabile – segmento 50-60% (punteggio: 0.5) Limitato – segmento 50% inferiore (punteggio: 0) Non valutabile – tipologia esclusa dal presente esercizio (punteggio: -1) Plagio o Frode (punteggio: -2) Per ciascuna pubblicazione mancante rispetto al numero atteso è assegnato un peso negativo (punteggio: -0.5).

17 Scadenze dei GEV Nomina sottogruppi: 15 dicembre 2011 Definizione criteri di valutazione: 31 gennaio 2012 Fase di valutazione peer: 30 novembre 2012 Fase di valutazione diretta: 30 novembre 2012 Rapporto finale GEV: 31 gennaio 2013

18 IndicatoreVariabilepeso IRAS1Qualità dei prodotti valutati0,5 IRAS2Fondi ricevuti su bandi competitivi0,1 IRAS3Qualità della mobilità in ruolo0,1 IRAS4 1. Mesi-uomo della mobilità dei ricercatori (IN & OUT) 2. Qualità prodotti con autori stranieri 0,1 IRAS5Ricercatori in formazione0,1 IRAS6Fondi non vincolati destinati alla ricerca0,05 IRAS7Confronto esiti VTR e VQR0,05 Ricerca: Indicatori di Area

19 IndicatoreVariabilepeso ITMS1 Fondi provenienti da c/terzi per ricerca 0,2 ITMS2Brevetti0,1 ITMS3Spin-off0,1 ITMS4Presenza incubatori dimpresa0,1 ITMS5 Consorzi, anche per il trasferimento tecnologico 0,1 ITMS6Siti archeologici0,1 ITMS7Poli museali0,1 ITMS8Altre attività di 3° missione0,2 3 a missione: Indicatori di Struttura Aree tecnologiche Scienze umane

20 IndicatoreVariabilepeso IRD1Qualità dei prodotti valutati0,5 IRD2Fondi ricevuti su bandi competitivi0,2 IRD3 1. Mesi-uomo della mobilità dei ricercatori (IN & OUT) 2. Qualità prodotti con autori stranieri 0,2 IRD4 Ricercatori in formazione (Dottorandi, assegnisti, post-doc) 0,1 Ricerca: Indicatori di Area

21 IndicatoreVariabilepeso ITMD1 Fondi provenienti da c/terzi per ricerca 0,3 ITMD2Brevetti0,2 ITMD3Spin-off0,1 ITMD4Siti archeologici0,1 ITMD5Poli museali0,1 ITMD6Altre attività di 3° missione0,2 3 a missione: Indicatori di Dipartimento

22 Nomina GEV: 30 novembre 2011 Posizionamento internazionale SNR: 31 marzo 2013 Rapporto finale ANVUR: 30 giugno 2013

23 Attori e ruoli: 1.Cabina di regia dAteneo (VQR); 2.Docenti/ricercatori (prodotti e relative schede); 3.Direttori di dipartimento (prodotti, dati, autovalutazioni e informazioni sulla terza missione); 4.Commissioni scientifiche darea (prodotti); 5.Commissione Ricerca di Ateneo (prodotti); 6.Amministrazione centrale (dati).

24 La Cabina di regia dateneo è costituita da: Comitato scientifico: Rettore; Direttore amministrativo; Delegato alla Ricerca scientifica strategica; Delegato alla Valutazione; Presidente Commissione ricerca dAteneo. Comitato tecnico: Dirigente Area della ricerca o suo delegato; Ufficio del Nucleo di valutazione; Ufficio di valutazione strategica.

25 Comunicazione: Pagina web dedicata; dedicata; Incontri di disseminazione del processo.

26 Cabina di regia UniCT 01 Commissione Ricerca di Ateneo ARI ADI CAPITT AGAP ARIT Controllo e risoluzione «conflitti» Inserimento pubblicazioni Docenti Nucleo di Valutazione Dipartimenti Raccolta e trasmissione dati Commissioni Scientifiche di Area Direttori dei dipartimenti

27 Ogni docente sarà chiamato a inserire un numero di prodotti pari a quello richiesto dal Ministero ordinati per priorità (dal migliore al meno importante). I prodotti da inserire da parte di ciascun docente saranno 3, corredati da tutte le informazioni richieste (scheda e pdf del prodotto). Per le aree per cui lanalisi bibliometrica è applicabile nello stabilire la priorità, è importante tener conto del numero di citazioni, dellimpact factor della rivista e della presenza di collaborazioni internazionali. Pubblicazioni comuni fra più docenti dovranno essere presentate da UN SOLO docente in modo da massimizzare il valore dei prodotti presentati dallUniversità.

28 Le Commissioni scientifiche di area, di concerto con i direttori di dipartimento, dovranno: monitorare e stimolare linserimento dei prodotti da parte di TUTTI i docenti dellarea. Una volta conclusa la fase precedente, la Commissione Ricerca di Ateneo dovrà: verificare e risolvere gli eventuali conflitti in modo da puntare alla migliore valutazione possibile.

29 Amministrazione centrale: fornire i dati e le informazioni da trasmettere allANVUR, insieme a quelle utili per la redazione del rapporto di valutazione del Nucleo (si veda slide successiva). Dipartimenti: fornire i dati e le informazioni da trasmettere allANVUR; inoltre, ai fini della redazione del rapporto del Nucleo (si veda slide successiva), per alcuni dei punti in cui la stessa si articola saranno richieste autovalutazioni ai responsabili delle attività scientifiche.

30 Redazione di un rapporto di autovalutazione sui seguenti aspetti (allegato I del bando di partecipazione):

31 Scad_interna UniCT Riferimento VQR Dati e informazioni da trasmettere Area referente dei dati e delle informazioni 5 dicembre 2011 Definizione dipartimentale Elenco nuova organizzazione dipartimentaleASeG / ARIT 15 dicembre 2011 Accreditamento Certificazione elenco dei "soggetti valutati", in servizio alla data di pubblicazione del bando. AGAP 1 marzo 2012 Mobilità dei ruoli Mobilità dei docenti da un ruolo all'altro, compresa l'immissione in ruolo o il trasferimento da altra struttura AGAP 1 febbraio 2012 Figure in formazione Certificazione elenco degli iscritti a corsi di dottorato di ricerca, specificando se con borsa, indicando lArea, il Dipartimento, il soggetto finanziatore e leventuale Struttura convenzionata ADi Certificazione elenco dei titolari di borse post-doc, con sede di fruizione, Area e Dipartimento ADi Certificazione elenco degli iscritti alle scuole di specializzazione di area sanitaria ADi Certificazione elenco dei titolari di assegni di ricerca, specificando Area e Dipartimento ARi vedi scheda Trasmissione prodotti Selezione dei prodotti di ricerca utilizzando unicamente le liste predisposte dai soggetti valutati afferenti alla struttura, compilazione di ciascuna scheda prodotto e inserimento pdf Docenti / Presidenti e Comm.ni d'area / Direttori di dipartimento/ Cabina di regia vedi scheda Rapporto di autovalutazione Redazione del rapporto secondo lo schema in appendice I e relativa trasmissione NdV

32 Trasmissione prodotti di ricerca calendarioattivitàresponsabile 1a fase:fino al 15 febbraio Selezione prodotti da parte di ciascun docente, con indicazione delle priorità e reperimento pdf dei prodotti conferiti. Monitoraggio schede prodotto e inserimento pdf Docenti/Direttori di dipartimento/Commissioni di Area 2a fase:dal 16 febbraio al 30 aprile Monitoraggio sui prodotti e negoziazione eventuali conflitti Commissione ricerca di Ateneo/ Cabina di regia Rapporto di autovalutazione calendarioattivitàresponsabile 1a fase:fino al 31 gennaioRilevazione dati, informazioni ed autovalutazioni *Direttore dipartimento 2a fase:dall'1 al 28 febbraio Controllo ed eventuale richieste di integrazioni/chiarimenti Comitato tecnico/Nucleo di valutazione 3a fase:dall'1 marzo al 30 aprileRedazione rapporto di valutazioneNucleo di Valutazione 4a fase:dall'1 al 31 maggioEventuali suggerimenti/integrazioniComitato scientifico * Le autovalutazioni richieste riguardano non solo gli aspetti presenti nell'Appendice I del bando (Articolazione del rapporto di autovalutazione), ma anche quanto richiesto tra gli «Altri dati ed informazioni» (si veda la slide seguente).

33 Scad_interna UniCT Riferimento VQR Dati e informazioni da trasmettere Area referente dei dati e delle informazioni 30 aprile 2012 Trasmissione ulteriori dati Elenco di Brevetti di cui sia titolare o co-titolare la struttura, con entrate di cassa derivate dalla vendita di brevetti o loro licenze, corredate da informazioni sulla natura e caratteristica dei soggetti acquirenti, nei limiti di eventuali obblighi contrattuali di riservatezza CAPITT Elenco di Spin-off accreditati presso la struttura, specificando l'anno di costituzione ed il fatturato negli ultimi 3 anni, ove applicabile CAPITT Elenco di incubatori di imprese compartecipati dalla strutturaCAPITT Elenco dei consorzi compartecipati dalla struttura che abbiano tra le loro finalità il trasferimento tecnologico ARIT 30 aprile per siti archeologici e poli museali Elenco dei Siti archeologici, dei Poli museali gestiti o cogestiti e delle altre attività significative di Terza Missione non qualificabili come attività conto terzi Resp. amm.vo Progetto CT- Lecce / Dipartimenti 31 gennaio per attività di terza missione 28 febbraio 2012 Elenco dei docenti e ricercatori a tempo determinato e indeterminato ospitati da istituzioni estere nonché dei docenti e ricercatori affiliati a istituzioni estere ospitati nella Struttura, per periodi > 3 mesi continuativi ARi / AGAP / Dipartimenti Entrate di cassa derivate da finanziamenti di progetti di ricerca, per ciascuna annualità del settennio, specificando i progetti finanziati da PRIN, FIRB, FAR, Programmi EU e ERC e da altri soggetti AFi / APiCoG/ ARi / Dipartimenti / CGA/ Centri di Ricerca Entrate di cassa derivate da attività conto terzi (finanziamenti di contratti di ricerca/consulenza con soggetti pubblici e privati derivanti da contrattazione diretta) AFi / APiCoG/ Dipartimenti / CGA Centri di Ricerca Finanziamenti e cofinanziamenti destinati dalla Struttura a progetti di ricerca, suddivisi per Area, su fondi non aventi vincolo di destinazione AFi / APiCoG/ ARi

34 Questa presentazione ed altro materiale sarà disponibile sulla pagina dedicata al VQR presente sullhomepage di UniCT, sezione ricerca: Per dubbi o comunicazioni, lindirizzo è:


Scaricare ppt "Valutazione della Qualità della Ricerca VQR 2004-2010."

Presentazioni simili


Annunci Google