La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il ciclo derosione Capp. 26 e 27 p.p. Strahler, Geografia Fisica Cap. 18 Press et al., Capire la Terra.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il ciclo derosione Capp. 26 e 27 p.p. Strahler, Geografia Fisica Cap. 18 Press et al., Capire la Terra."— Transcript della presentazione:

1 Il ciclo derosione Capp. 26 e 27 p.p. Strahler, Geografia Fisica Cap. 18 Press et al., Capire la Terra

2 I modelli dellevoluzione del rilievo Modello di Davis: le montagne si innalzano in tempi geologici brevi e poi lerosione ne produce lo smantellamento. Modello di Penck: i processi geomorfologici attaccano i rilievi montuosi in sollevamento durante tutto il tempo in cui la tettonica è attiva. Alla fine, quando lentità delle deformazioni si riduce, i processi di erosione predominano e i dislivelli e le quote medie dei rilievi diminuiscono. Modello di Hack: Quando sollevamento ed erosione si protraggono per lunghi tempi levoluzione del rilievo raggiunge un equilibrio dinamico. Durante questo periodo di equilibrio le forme del rilievo possono subire aggiustamenti minori, ma la configurazione generale del paesaggio appare più o meno immutata. Pg. 430 Press & Siever

3

4 Relazioni tra tettonica ed erosione

5 Si immagini che un continente o una sua parte sia stata sollevata per fenomeni di dinamica crostale… La regione attraverserà stadi di giovinezza… …tarda giovinezza Il ciclo di erosione in clima umido

6 maturità i versanti diventano progressivamente meno ripidi

7 Lultimo stadio (F) corrisponde ad una superficie pianeggiante e quasi coincidente con il livello del mare, che prende il nome di livello di base, rappresentando la base verso la quale procede lerosione.

8

9 Lo spartiacque topografico, essendo una linea di displuvio, interseca le isoipse in corrispondenza dei punti di massima curvatura.

10 Il ciclo derosione in un deserto montano giovinezza maturità

11 vecchiaia

12 Lanalisi quantitativa delle forme derosione

13 Alla confluenza di due segmenti di primo ordine si origina un corso dacqua di secondo ordine che si sviluppa fino al punto in cui incontra un altro corso dacqua del secondo ordine, dopo di che si ha un segmento del terzo ordine e così via. Comunque se un segmento del primo ordine intercetta un segmento del secondo o del terzo ordine non si ha nessun incremento di ordine del segmento intercettato in quel punto di confluenza.

14

15

16 D = Lunghezza totale dei corsi dacqua (Km)/Area (Km 2 ) Densità della rete idrografica

17 I modelli di drenaggio

18

19 Da cosa dipendono il tipo e la densità del reticolo? Il tipo di roccia Permeabilità del terreno Presenza o assenza della copertura vegetale

20 Le pendenze degli alvei

21

22 Esercizio Assegnare gli ordini a tutti i segmenti del sistema fluviale. Usare un foglio di carta trasparente da sovrapporre alla pagina. Scegliere diverse matite di colore differente e assegnare un colore per ogni ordine. Trovare e indicare con colore tutti i segmenti di I ordine. Quindi scegliere e attribuire un colore ai segmenti di II ordine; così di seguito per il III e il IV ordine. Preparare una legenda per riconoscere il significato dei colori. Contare i numeri dei segmenti di ogni ordine. Controllare il risultato almeno due volte. Segnare i dati in una tabella. Riportare i dati su un grafico, su cui in ascisse figura lordine dei corsi dacqua e in ordinate il numero dei corsi dacqua di un dato ordine (lungo lasse delle ordinate utilizziamo una scala logaritmica, cioè segniamo un tratto uguale per ogni potenza di 10, es. 1, 10, 100, 1000 etc, come nellesempio).


Scaricare ppt "Il ciclo derosione Capp. 26 e 27 p.p. Strahler, Geografia Fisica Cap. 18 Press et al., Capire la Terra."

Presentazioni simili


Annunci Google