La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lezione ValServPub04 Metodologia per la valutazione delle prestazioni nei servizi pubblici Corso di Gestione Aziendale AA. 2003-2004 Alessandro Ancarani.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lezione ValServPub04 Metodologia per la valutazione delle prestazioni nei servizi pubblici Corso di Gestione Aziendale AA. 2003-2004 Alessandro Ancarani."— Transcript della presentazione:

1 Lezione ValServPub04 Metodologia per la valutazione delle prestazioni nei servizi pubblici Corso di Gestione Aziendale AA Alessandro Ancarani

2 METODOLOGIA DI VALUTAZIONE DELLA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI STANDARD. Analisi della normativaAnalisi dei soggetti interessati Definizione dei processi del servizio Individuazione attività principali Applicazione metodologia di valutazione Analisi dei risultati Studio dei flussi informativi fra i soggetti Scelta della tecnica di valutazione Definizione dei compiti istituzionali Analisi standard di servizio Definizione degli indicatori di prestazione

3 L. 142/90 Ordinamento delle autonomie locali D.L. 29/93 Istituzione degli uffici relazioni con il pubblico D.P.C.M. 27/1/94 Principi sullerogazione dei servizi pubblici L. 273/95 Misure urgenti per la semplificazione dei procedimenti amministrativi e per il miglioramento dellefficienza nelle pubbliche amministrazioni D.L. 481/95 Norme per la concorrenza e la regolazione di servizi di pubblica utilità L. 448/2001 Finanziaria 2002 con norme per i servizi pubblici NORMATIVA Rilevanza della normativa a livello Europeo, Nazionale e Regionale Livello EuropeoLivello NazionaleLivello Regionale

4 Stakeholders del servizio e flussi informativi

5 Rete di fognatura Impianto di potabilizzazione Galleria o Sorgente Clorazione Rete di distribuzione Pozzo Serbatoio UTENTI Produzione Trasporto a distanza Distribuzione agli utenti Trattamento Collettamento acque reflue Impianto di depurazione reflui urbani Corpo idrico ricettore Depurazione acque reflue Distretto irriguo Riuso Scarico o riuso acque reflue depurate PRINCIPALI PROCESSI DEI SERVIZI IDRICI

6 Conai Ambiente socio-economico e fisico Impianto di selezione Soggetto gestore del servizio di raccolta e smaltimento RSU Soggetto gestore di discariche, inceneritori, impianti di compostaggio Associazioni ambientali, Sindacato, Organizzazioni utenti Utenti civili e industriali Ente Locale Ambiente politico istituzionale Comuni (ufficio igiene urbana) Province (OPR,APPA,Prefetti) Regioni (ORR,ARPA) Stato (Min.amb.,ONR,ANPA) Stakeholders del servizio e flussi informativi

7 PROCESSI RSU Produzione Conferimento Raccolta Trasporto Trattamento Separazione e/o Compattazione Impianti di riutilizzazione Impianti di compostaggio Impianti di incenerimento Discarica controllata Sistemazione definitiva del rifiuto Produzione materiali e/o energia

8 Scelta degli indici di valutazione Scelta del metodo di valutazione Identificazione dei pesi da attribuire a ciascun indice VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI SCELTA DEL METODO DI VALUTAZIONE: SELEZIONE INDICI DEFINIZIONE DEI PESI PER GLI INDICI SELEZIONATI Analisi Empirica Analisi Qualitativa Analisi Quantitativa Pochi indici sintetici Indicatori dei principali processi e valutazione delle prestazioni in termini di differenze pesate dagli standard fissati dalla legge Analisi Econometrica Consente il benchmarking Funzione di domanda o di costo; FDH; DEA Analisi Multicriteriale Analisi per categorie I criteri saranno gli indici sintetici e le alternative le aziende esaminate

9 La valutazione della prestazione non può essere basata su pochi indicatori sintetici. Tali indicatori dovrebbero rappresentare: laffidabilità del servizio fornito gli aspetti finanziari del servizio i rapporti tra utenti ed azienda Dovrebbero essere considerati anche gli altri stakeholders coinvolti INDICI SINTETICI ? 1/2

10 DIVENTA QUINDI ESTREMAMENTE DIFFICILE DEFINIRE POCHI INDICI DA ALTRO PUNTO DI VISTA PERO LA POSSIBILITA DI VALUTARE LE PRESTAZIONI DELLE GESTIONI ESISTENTI NON PUO ESSERE FATTA SU MOLTI INDICATORI PERCHE I SISTEMI DI CONTROLLO DI GESTIONE ED I SISTEMI INFORMATIVI SONO TRA GLI ELEMENTI PIU DEBOLI DEL SISTEMA POCHI INDICATORI PESATI OPPORTUNAMENTE PER LE GESTIONI ESISTENTI NEL FUTURO SVILUPPO DEI SISTEMI INFORMATIVI E VALUTAZIONI COMPLESSIVE PIU ARTICOLATE INDICI SINTETICI ? 2/2

11 Scelta degli indici di valutazione Scelta del metodo di valutazione Identificazione dei pesi da attribuire a ciascun indice VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI SCELTA DEL METODO DI VALUTAZIONE: SELEZIONE INDICI DEFINIZIONE DEI PESI PER GLI INDICI SELEZIONATI Analisi Empirica Analisi Qualitativa Analisi Quantitativa Pochi indici sintetici Indicatori dei principali processi e valutazione delle prestazioni in termini di differenze pesate dagli standard fissati dal DPCM 47/96 Analisi Econometrica Funzioni di domanda o di costo; FDH; DEA Analisi Multicriteriale Analisi delle aziende (alternative) sulla base di indici sintetici (criteri di valutazione)

12 La valutazione della prestazione non può essere basata su pochi indicatori sintetici. Tali indicatori dovrebbero rappresentare: laffidabilità del servizio fornito gli aspetti finanziari del servizio i rapporti tra utenti ed azienda Dovrebbero essere considerati anche gli altri stakeholders coinvolti INDICI SINTETICI ? 1/2


Scaricare ppt "Lezione ValServPub04 Metodologia per la valutazione delle prestazioni nei servizi pubblici Corso di Gestione Aziendale AA. 2003-2004 Alessandro Ancarani."

Presentazioni simili


Annunci Google