La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il recupero dellinformazione normativa Superare i limiti della basi dati tradizionali -difficile accedere al dato normativo globale; - molteplicità di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il recupero dellinformazione normativa Superare i limiti della basi dati tradizionali -difficile accedere al dato normativo globale; - molteplicità di."— Transcript della presentazione:

1 Il recupero dellinformazione normativa Superare i limiti della basi dati tradizionali -difficile accedere al dato normativo globale; - molteplicità di linguaggi dinterrogazione; Internet consente di superare tali limiti ma è necessario : -Individuare linformazione normativa nellinformazione globale e poterla definire come tale; -disporre di modelli di documenti normativi standard per descrivere (classificare, indicizzare) tipi eterogenei di atti normativi; - non limitarsi allindividuazione dei testi, ma ricostruire la norma vigente

2 Soft law Documentazione esaustiva Principio di legalità Documentazione pertinente

3 Criteri per lindividuazione dellatto normativo Pubblicazione legale Autoqualificazione in base a regole su regole Suddivisione in articoli A posteriori (in base alla connessione con altri atti) Formali Sostanziali (Panel di giuristi)

4 Atti normativi emanati da autorità pubbliche italiane Altre forme di pubblicazione legale (Regolamenti enti locali e altri atti) Atti numerati Atti non numerati Atti pubblicati in Gazzetta ufficiale Atti pubblicati nei bollettini ufficiali Atti numerati Atti non numerati Pubblicazione legale(criterio forte sia giuridico, sia documentario)

5 E_government Consiglio dei Ministri miliardi Migliorare lefficienza operativa interna delle amministrazioni Offrire ai cittadini e alle imprese servizi integrati e non più frammentati secondo le competenze dei singoli enti Garantire a tutti laccesso telematico alle informazioni e ai servizi

6 E_governement Obiettivi entro il 2001 Rete extranet (Rete unitaria + Enti locali) Portali Portali informativi Portale unificato delle norme (+ Banca dati della Cassazione e Gazzetta ufficiale) Portali per i servizi integrati al cittadino Portale per i servizi di certificazione Portale per i servizi allimpiego Portale per i servizi alle imprese Integrazione delle anagrafi Sistema dinterscambio Catasto-Comuni Carta didentità elettronica Firma digitale Gestione dei flussi documentari E_procurement

7

8

9

10

11

12 In relazione al raggiungimento di questo obiettivo sono state svolte le seguenti attività: Analisi della struttura formale e sostanziale degli atti normativi, delle decisioni giurisprudenziali e dei contributi dottrinali dinteresse giuridico Definizione dei DTD (Document Type Definition) XML per le principali tipologie di documenti (normativa, giurisprudenza e dottrina) Esempi di documenti giuridici descritti in formato XML Sperimentazione di editori XML In relazione al raggiungimento di questo obiettivo sono state svolte le seguenti attività: Analisi della struttura formale e sostanziale degli atti normativi, delle decisioni giurisprudenziali e dei contributi dottrinali dinteresse giuridico Definizione dei DTD (Document Type Definition) XML per le principali tipologie di documenti (normativa, giurisprudenza e dottrina) Esempi di documenti giuridici descritti in formato XML Sperimentazione di editori XML Un obiettivo fondamentale del progetto: Studio e definizione in XML delle strutture dei testi giuridici (norme, decisioni giurisprudenziali e dottrina) Un obiettivo fondamentale del progetto: Studio e definizione in XML delle strutture dei testi giuridici (norme, decisioni giurisprudenziali e dottrina)

13 Modello di struttura formale di un testo normativo LibroLibro [numero ordinale] [Testo rubrica] Parte Parte [numero ordinale] [Testo rubrica] Titolo Titolo [numero ordinale] [Testo rubrica] Capo Capo [numero ordinale] [Testo rubrica] Sezione Sezione [numero ordinale] [Testo rubrica] Art. Art. [numero cardinale arabo progressivo all'interno di tutto l'articolato] ( [Testo rubrica] ) [testo comma]: a) a) [testo lettera]: 1) 1) [testo numero]; 2) 2) [testo numero]; b ) b ) [testo lettera] [testo comma].

14 Modello funzionale di testo normativo (partizioni + disposizioni + nessi) I Disposizioni (struttura funzionale) a) PARTE INTRODUTTIVA, contenente le "disposizioni generali", quali ad es.: a1) FINALITÀ DELL'ATTO E PRINCIPI GENERALI a2) CAMPO DI APPLICAZIONE (soggetti destinatari delle norme, materie disciplinate, eventuali limiti di efficacia delle norme, ecc.); a3) DEFINIZIONI. b) PARTE PRINCIPALE: b1) SOSTANZIALI E PROCEDURALI relative alla materia disciplinata, b2) SANZIONATORIE (eventuali) b3) FINANZIARIE (eventuali) c) PARTE FINALE, contenente le disposizioni finali e transitorie quali, ad es.: c1) DISPOSIZIONI RELATIVE ALL'ATTUAZIONE DELL'ATTO; c2) DISPOSIZIONI DI COORDINAMENTO c3) DISPOSIZIONI ABROGATIVE c4) DISPOSIZIONI TRANSITORIE c5) DISPOSIZIONI SULL'ENTRATA IN VIGORE Modelli delle singole disposizioni (disposizione + attributi) II Nessi (modifiche, rinvii, riferimenti)

15 Modello di disposizione normativa (Disposizione di novellazione) 1.. Larticolo 25 della legge 7 giugno 1997, n. 27 è sostituito dal seguente: Art. 25 (Sanzioni) #alinea# –#numero comma# –#riferimento atto da modificare# #partizione da modificare# #denominazione atto da modificare# #data atto# #numero atto# –#azione di modifica# –#due punti# #capoverso# –#virgolette# –#denominazione partizione# –#rubrica partizione# –#testo partizione#

16 Extensible Markup Language (W3C ) n Permette di arricchire i documenti elettronici di informazioni per stampa, catalogazione, strutturazione, ecc. n Derivato da SGML, prende a prestito da HTML la facilità di applicazione. n Permette di specificare non laspetto tipografico del documento ma le strutture caratteristiche e il valore semantico degli elementi di un documento. n Sono caratteristiche costitutive del linguaggio di markup: n Elementi: Qui va il testo di una nota u Attributi W3C

17 Document Type Definition (Modello di documento) n Un blocco facoltativo di documento XML in cui si specificano vincoli di coerenza strutturale relativi ad una classe di documenti XML n Validare un documento significa verificare che la specifica istanza segue le regole definite per la sua classe.

18 Esiste una prassi consolidata nella strutturazione ed organizzazione di testi normativi n XML può fornire ausili nella esplicazione delle regole e nella verifica della buona normazione relativamente alla struttura: n Infatti i documenti normativi: u Hanno una struttura evidente e sistematica (larticolato) u Prevedono elementi obbligatori e facoltativi (es. articolazione numerata, numerazione dei commi,ecc.) u Impongono vincoli di contenimento tra gli elementi del documento (ad esempio è assurdo un comma che contenga articoli). n Quindi XML permette di esprimere, attraverso un DTD, delle regole di verifica della buona forma di un documento normativo.

19 Elementi normativi Struttura del documento: u intestazione, formula iniziale, preambolo facoltativo, articolato, formula finale, conclusione e annessi eventuali. Articolato u libro, parte, titolo, capo, sezione, paragrafo (DTD loose) articolo e commi. Commi u Corpo oppure elenco, che può contenere corpi o elenchi (alternativamente lettere e numeri). Annessi u Plurimi, con elenco facoltativo e pre-annesso, contiene o semplici blocchi di testo o tabelle o anche interi documenti, interni o esterni. Elementi semanticamente rilevanti u Riferimenti, date, luoghi, soggetti, enti, atti

20 Elementi testuali e tabellari Strutture generiche denominabili u Gerarchia, contenitore, paragrafo, elemento inline, ecc. Strutture tipograficamente rilevanti u Paragrafi, corsivi, grassetti, acapo, ecc. u Di ispirazione HTML (ma con delle differenze). Strutture speciali u Tabelle (di derivazione HTML) u Modulistica Fogli di stile u Per effetti tipografici sofisticati associati definitivamente al testo, si possono usare stili CSS (Cascading Style Sheet), associati a qualunque elemento del documento.

21 Meta-informazioni DTD identifica varie locazioni dove è possibile specificare meta- informazioni associate al testo: u In un documento separato (collegato con un URI) u In testa al documento (collegato con riferimenti interni) u Presso lelemento associato Si forniscono alcune categorie iniziali di meta-informazioni: u Dublin Core: informazioni biblioteconomiche sul documento u Commenti: testo libero a nota del documento u Redazionale: commenti alla specifica edizione del documento u Lavori preparatori: testo libero di organizzazione dei testi precedenti alla norma u Disposizioni: sistema di analisi strutturale del contenuto della norma

22

23

24

25 DTD per la normativa - proposta2 : Struttura formale e funzionale

26 Forms di ricerca... semplice - Ricerca semplice avanzata - Ricerca avanzata - Ricerca specialistica

27

28

29 Bozzetto grafico del Portale … (proposta IDG) - Presentazione del Progetto - Servizi NIR - Guide - Novità

30

31


Scaricare ppt "Il recupero dellinformazione normativa Superare i limiti della basi dati tradizionali -difficile accedere al dato normativo globale; - molteplicità di."

Presentazioni simili


Annunci Google