La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Quarta Domenica 23 dicembre 2012 23 dicembre 2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Quarta Domenica 23 dicembre 2012 23 dicembre 2012."— Transcript della presentazione:

1 Quarta Domenica 23 dicembre dicembre 2012

2

3 Luce che sorgi nella notte, cantiamo a te, o Signore!

4 Stella che splendi nel mattino di un nuovo giorno

5 cantiamo a te, Cristo Ges ù, cantiamo a te, o Signore!

6 Mentre il silenzio avvolge la terra tu vieni in mezzo a noi, Parola del Padre

7 riveli ai nostri cuori l'amore di Dio. A te la lode, a te la gloria, nostro Salvatore!

8 Luce che sorgi nella notte, cantiamo a te, o Signore!

9 Stella che splendi nel mattino di un nuovo giorno

10 cantiamo a te, Cristo Ges ù, cantiamo a te, o Signore!

11 Nel nome del Padre, e del Figlio e dello Spirito Santo.Amen. La grazia del Signore nostro Gesù Cristo, l’amore di Dio Padre e la comunione dello Spirito Santo siano con tutti voi. E con il tuo spirito.

12

13 O Dio, Padre santo, che hai tanto amato gli uomini da inviare il tuo Figlio unigenito, nato da te prima di tutti i secoli, degnati di benedire queste statue di Gesù Bambino, che faranno la gioia delle famiglie cristiane.

14 Queste immagini del mistero dell’Incarnazione sostengano la fede dei genitori e degli adulti, ravvivino la speranza dei fanciulli, aumentino in tutti la carità.

15 Per Gesù, tuo Figlio amatissimo, che ci ha salvato con la sua morte e la sua risurrezione, e che incessantemente intercede per noi presso di te, che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.

16

17 O Dio, che hai scelto l'umile figlia di Israele per farne la tua dimora, dona alla Chiesa una totale adesione al tuo volere, perché, imitando l'obbedienza del Verbo, venuto nel mondo per servire, esulti con Maria per la tua salvezza e si offra a te in perenne cantico di lode.

18 Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, nell'unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

19

20 Dal libro del profeta Michèa «E tu, Betlemme di Èfrata, così piccola per essere fra i villaggi di Giuda, da te uscirà per me colui che deve essere il dominatore in Israele; le sue origini sono dall’antichità, dai giorni più remoti. Perciò Dio li metterà in potere altrui, fino a quando partorirà colei che deve partorire;

21 e il resto dei tuoi fratelli ritornerà ai figli d’Israele. Egli si leverà e pascerà con la forza del Signore, con la maestà del nome del Signore, suo Dio. Abiteranno sicuri, perché egli allora sarà grande fino agli estremi confini della terra. Egli stesso sarà la pace!». Parola di Dio. Rendiamo grazie a Dio.

22 Tu, pastore d’Israele, ascolta, seduto sui cherubini, risplendi. Risveglia la tua potenza e vieni a salvarci. Signore, fa’ splendere il tuo volto * e noi saremo salvi. Salmo responsoriale

23 Dio degli eserciti, ritorna! Guarda dal cielo e vedi e visita questa vigna, proteggi quello che la tua destra ha piantato, il figlio dell’uomo che per te hai reso forte. Signore, fa’ splendere il tuo volto * e noi saremo salvi.

24 Sia la tua mano sull’uomo della tua destra, sul figlio dell’uomo che per te hai reso forte. Da te mai più ci allontaneremo, facci rivivere e noi invocheremo il tuo nome. Signore, fa’ splendere il tuo volto * e noi saremo salvi.

25

26 Si accende una luce all’uomo quaggiù, presto verrà tra noi Gesù.

27 Vegliate; lo sposo non tarderà; se siete pronti vi aprirà.

28 Lieti cantate: gloria al Signor! Nascerà il Redentor!

29 Si accende una luce all’uomo quaggiù, presto verrà tra noi Gesù.

30 Il coro celeste «Pace – dirà – a voi di buona volontà».

31 Lieti cantate: gloria al Signor! Nascerà il Redentor!

32 Il Signore sia con voi. E con il tuo spirito. Dal Vangelo secondo Luca. Gloria a te, o Signore.

33 In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccarìa, salutò Elisabetta.

34 Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo.

35 Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce:

36 «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me?

37 Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto».

38

39

40 Credo in un solo Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra, di tutte le cose visibili e invisibili.

41 Credo in un solo Signore, Gesù Cristo, unigenito Figlio di Dio, nato dal Padre prima di tutti i secoli: Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero, generato, non creato, della stessa sostanza del Padre; per mezzo di lui tutte le cose sono state create.

42 Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo, e per opera dello Spirito santo si è incarnato nel seno della vergine Maria e si è fatto uomo. Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, morì e fu sepolto. Il terzo giorno è risuscitato, secondo le Scritture, è salito al cielo, siede alla destra del Padre.

43 E di nuovo verrà, nella gloria, per giudicare i vivi e i morti, e il suo regno non avrà fine.

44 Credo nello Spirito Santo, che è Signore e dà la vita, e procede dal Padre e dal Figlio. Con il Padre e il Figlio è adorato e glorificato, e ha parlato per mezzo dei profeti.

45 Credo la Chiesa, una santa cattolica e apostolica. Professo un solo battesimo per il perdono dei peccati. Aspetto la risurrezione dei morti e la vita del mondo che verrà. Amen.

46

47 Nel mare del silenzio una voce si alzò

48 Da una notte senza confini una luce brillò, dove non c'era niente quel giorno

49 Avevi scritto già il mio nome lassù nel cielo. Avevi scritto già la mia vita insieme a te. Avevi scritto già di me.

50 E quando la tua mente fece splendere le stelle

51 e quando le tue mani modellarono la terra, dove non c'era niente quel giorno

52 Avevi scritto già il mio nome lassù nel cielo. Avevi scritto già la mia vita insieme a te. Avevi scritto già di me.

53 E quando hai calcolato la profondità del cielo

54 e quando hai colorato ogni fiore della terra, dove non c'era niente quel giorno

55 Avevi scritto già il mio nome lassù nel cielo. Avevi scritto già la mia vita insieme a te. Avevi scritto già di me.

56 E quando hai disegnato le nubi e le montagne

57 e quando hai disegnato il cammino di ogni uomo, l'avevi fatto anche per me

58 Se ieri non sapevo oggi ho incontrato te

59 e la mia libertà è il tuo disegno su di me

60 Non cercherò più niente perché tu mi salverai perché tu mi salverai

61

62 Il Signore sia con voi. E con il tuo spirito. In alto i nostri cuori. Sono rivolti al Signore. Rendiamo grazie al Signore nostro Dio. È cosa buona e giusta.

63

64

65

66

67

68

69 Mistero della fede. Annunziamo la tua morte, Signore, proclamiamo la tua risurrezione, nell'attesa della tua venuta.

70

71 Per Cristo, con Cristo e in Cristo, a te, Dio Padre onnipotente, nell'unità dello Spirito Santo, ogni onore e gloria per tutti i secoli dei secoli. Amen.

72

73 Padre nostro, che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori, e non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male.

74

75 Tuo è il regno, tua la potenza e la gloria nei secoli.

76

77 La pace viene dall'alto

78 entra nel cuore,

79 si vede sul volto

80 Ora ti stringo la mano

81 non sono più solo non sei più lontano

82 Questa amicizia attorno al Signore

83 non può finire. è troppo grande

84 La pace viene dall'alto

85 entra nel cuore,

86 si vede sul volto

87 Ora ti stringo la mano

88 non sono più solo non sei più lontano

89

90 Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi. Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi. Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, dona a noi la pace.

91

92 Beati gli invitati alla Cena del Signore. Ecco l’agnello di Dio, che toglie i peccati del mondo. O Signore, non son degno di partecipare alla tua mensa: ma di’ soltanto una parola e io sarò salvato.

93

94

95 Torni Signore, torni nel cuore col tuo silenzio denso di te.

96 E come i pastori un tempo ora noi ti adoriamo, e i nostri doni sono ciò che siamo noi.

97 Eri la luce, venivi nel mondo Venivi tra i tuoi e i tuoi però Loro non ti hanno accolto

98 Ma noi ti invochiamo, vieni Ma noi ti vogliamo accanto

99 La nostra casa è tua T’accoglieremo noi

100 E tu che ritorni, tu che rinasci Dove c’è amore e carità, qui sei presente

101

102 Vieni nasci ancora dentro l’anima Vieni nasci sempre, nasci in mezzo a noi

103 Per le strade luci, feste e musiche Ma Betlemme è qui.

104 Vieni nasci ancora dentro l’anima Vieni nasci sempre, nasci in mezzo a noi

105 Per le strade luci, feste e musiche Ma Betlemme è qui.

106 Torni Signore, torni nel cuore col tuo silenzio denso di te.

107 E come i pastori un tempo ora noi ti adoriamo, e i nostri doni sono ciò che siamo noi.

108 Eri la luce, venivi nel mondo Venivi tra i tuoi e i tuoi però Loro non ti hanno accolto

109 Ma noi ti invochiamo, vieni Ma noi ti vogliamo accanto

110 La nostra casa è tua T’accoglieremo noi

111 E tu che ritorni, tu che rinasci Dove c’è amore e carità, qui sei presente

112

113 Torni Signore, torni nel cuore col tuo silenzio denso di te.

114 E come i pastori un tempo ora noi ti adoriamo, e i nostri doni sono ciò che siamo noi.

115 Eri la luce, venivi nel mondo Venivi tra i tuoi e i tuoi però Loro non ti hanno accolto

116 Ma noi ti invochiamo, vieni Ma noi ti vogliamo accanto

117 La nostra casa è tua T’accoglieremo noi

118 E tu che ritorni, tu che rinasci Dove c’è amore e carità, qui sei presente

119

120

121 Amen. O Dio, che ci hai dato il pegno della vita eterna, ascolta la nostra preghiera: quanto più si avvicina il gran giorno della nostra salvezza, tanto più cresca il nostro fervore, per celebrare degnamente il Natale del tuo Figlio. Egli vive e regna nei secoli dei secoli. Amen.

122 OGGI ORE 16 in CATTEDRALE Proseguimento verso PIAZZA DEL GRANO

123 Il Signore sia con voi. E con il tuo spirito. Vi benedica Dio onnipotente Padre e Figlio e Spirito Santo. Amen. Nel nome del Signore: andate in pace. Rendiamo grazie a Dio.

124

125

126 Ora vado sulla mia strada con l’amore tuo che mi guida. Oh Signore, ovunque io vada, resta accanto a me

127 Io ti prego, stammi vicino ogni passo del mio cammino

128 ogni notte, ogni mattino resta accanto a me.

129 Ora vado sulla mia strada con l’amore tuo che mi guida. Oh Signore, ovunque io vada, resta accanto a me

130 Io ti prego, stammi vicino ogni passo del mio cammino

131 ogni notte, ogni mattino resta accanto a me.

132 Ora vado sulla mia strada con l’amore tuo che mi guida. Oh Signore, ovunque io vada, resta accanto a me

133 Io ti prego, stammi vicino ogni passo del mio cammino

134 ogni notte, ogni mattino resta accanto a me.


Scaricare ppt "Quarta Domenica 23 dicembre 2012 23 dicembre 2012."

Presentazioni simili


Annunci Google