La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DISTRIBUZIONE DELL’ENERGIA ELETTRICA Realizzazione a cura del prof. Francesco Porfido docente di Tecnologia Scuola Secondaria di Primo Grado “Francesco.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DISTRIBUZIONE DELL’ENERGIA ELETTRICA Realizzazione a cura del prof. Francesco Porfido docente di Tecnologia Scuola Secondaria di Primo Grado “Francesco."— Transcript della presentazione:

1 DISTRIBUZIONE DELL’ENERGIA ELETTRICA Realizzazione a cura del prof. Francesco Porfido docente di Tecnologia Scuola Secondaria di Primo Grado “Francesco Netti” Santeramo in Colle (BA)

2 E FFETTO FISIOLOGICO DELLA CORRENTE ELETTRICA Realizzazione a cura del prof. Francesco Porfido docente di Tecnologia Scuola Secondaria di Primo Grado “Francesco Netti” Santeramo in Colle (BA) La scossa elettrica interessa La scossa elettrica interessa Sistema muscolare Sistema respiratorio Sistema cardiovascolare Gli effetti della corrente dipendono Gli effetti della corrente dipendono intensità di corrente età della persona condizioni di isolamento

3 E FFETTO FISIOLOGICO DELLA CORRENTE ELETTRICA Realizzazione a cura del prof. Francesco Porfido docente di Tecnologia Scuola Secondaria di Primo Grado “Francesco Netti” Santeramo in Colle (BA) EFFETTI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO Gli effetti della corrente elettrica sul corpo umano dipendono dall'INTENSITA' di corrente che, in un dato momento non previsto, attraversa il corpo. Gli effetti fisiologici dell'elettricità sono i seguenti : Pertanto non è la tensione che uccide ma è l'intensità della corrente. Tenete presente che 80 mA sono trascurabilissimi anche per un impianto di un appartamento o per ufficio e di certo non servirebbero proprio a nulla, tenendo presente il fatto che, per far funzionare in pieno una comune lavatrice occorrono ben 15 AMPERE !! Con 80 mA invece potreste accendere appena due lampade di circa 75 W cadauna. EFFETTI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO Gli effetti della corrente elettrica sul corpo umano dipendono dall'INTENSITA' di corrente che, in un dato momento non previsto, attraversa il corpo. Gli effetti fisiologici dell'elettricità sono i seguenti : Pertanto non è la tensione che uccide ma è l'intensità della corrente. Tenete presente che 80 mA sono trascurabilissimi anche per un impianto di un appartamento o per ufficio e di certo non servirebbero proprio a nulla, tenendo presente il fatto che, per far funzionare in pieno una comune lavatrice occorrono ben 15 AMPERE !! Con 80 mA invece potreste accendere appena due lampade di circa 75 W cadauna. VALORIEFFETTI fino a 1 mANon si percepisce da 1 a 3 mALeggero formicolio da 3 a 10 mA La corrente non è mortale in quanto la persona riesce a staccarsi da 10 a 30 mA Soglia di inizio pericolo. Si manifestano contrazioni dei muscoli della mano e del braccio interessato (Tetanizzazione) e tendenza a rimanere "incollati" alla parte metallica in tensione. Morte per asfissia. da 30 a 80 mA Tendenza allo svenimento oltre i 50 mA. Fibrillazione cardiaca,cioè annullamento della capacità del cuore ad espletare le sue funzioni. Morte per arresto cardiaco Oltre 80 mAMorte per paralisi dei centri nervosi

4 E FFETTO FISIOLOGICO DELLA CORRENTE ELETTRICA Realizzazione a cura del prof. Francesco Porfido docente di Tecnologia Scuola Secondaria di Primo Grado “Francesco Netti” Santeramo in Colle (BA) EFFETTI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO Gli effetti della corrente elettrica sul corpo umano dipendono sia dall'INTENSITA' di corrente attraversa il corpo sia dal tempo di percorrenza. Il valore di questa intensità è dato dalla formula I = V : R, ove V indica il valore della tensione dell'impianto ed R la resistenza, espressa in OHM, del corpo umano verso terra. Il valore di R dipende dallo stato in cui si trova esposto il corpo umano in quel dato momento. Esempi: piedi scalzi, piedi su suolo bagnato, (Resistenza molto bassa ed intensità di corrente molto alta = GRAVE PERICOLO !), piedi calzati con scarpe quasi isolanti, poggiati a terra su pavimento o suolo quasi isolante (Resistenza alta ed intensità di corrente bassa = PERICOLO !). I = V : R = 220 :3000 = 0,073 A = 73 mA Il corpo umano può resistere solo a mA e non oltre 5 secondi EFFETTI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO Gli effetti della corrente elettrica sul corpo umano dipendono sia dall'INTENSITA' di corrente attraversa il corpo sia dal tempo di percorrenza. Il valore di questa intensità è dato dalla formula I = V : R, ove V indica il valore della tensione dell'impianto ed R la resistenza, espressa in OHM, del corpo umano verso terra. Il valore di R dipende dallo stato in cui si trova esposto il corpo umano in quel dato momento. Esempi: piedi scalzi, piedi su suolo bagnato, (Resistenza molto bassa ed intensità di corrente molto alta = GRAVE PERICOLO !), piedi calzati con scarpe quasi isolanti, poggiati a terra su pavimento o suolo quasi isolante (Resistenza alta ed intensità di corrente bassa = PERICOLO !). I = V : R = 220 :3000 = 0,073 A = 73 mA Il corpo umano può resistere solo a mA e non oltre 5 secondi

5 E FFETTO FISIOLOGICO DELLA CORRENTE ELETTRICA Realizzazione a cura del prof. Francesco Porfido docente di Tecnologia Scuola Secondaria di Primo Grado “Francesco Netti” Santeramo in Colle (BA) Situazioni in cui si può prendere la scossa elettrica Contatto diretto Toccando un cavo non isolato Toccando ambedue i cavi Contatto indiretto Toccando la carcassa di un elettrodomestico Uso di apparecchiature in ambienti umidi Mani bagnate Parte del corpo in acqua Interventi su apparecchiature senza “staccare la corrente” Riparazione fai da te Sostituzioni di lampade

6 E FFETTO FISIOLOGICO DELLA CORRENTE ELETTRICA Realizzazione a cura del prof. Francesco Porfido docente di Tecnologia Scuola Secondaria di Primo Grado “Francesco Netti” Santeramo in Colle (BA) IN CASO DI INCIDENTE 1)Non toccare mai direttamente l’infortunato prima di aver interrotto il flusso di corrente 2)Interrompere il flusso della corrente ricorrendo all’interruttore generale e alle valvole automatiche 3)Distaccare l’infortunato dal contatto con i conduttori mediante un’asta di legno, una cintura di cuoio, una corda senza toccarlo 4)Disporre l’infortunato in posizione supina e controllare il respiro e il battito cardiaco 5)Slacciare gli abiti e praticare la respirazione artificiale 6)Se si verifica un arresto cardiaco, praticare il massaggio cardiaco esterno (2 insufflazioni ogni 30 massaggi) IN CASO DI INCIDENTE 1)Non toccare mai direttamente l’infortunato prima di aver interrotto il flusso di corrente 2)Interrompere il flusso della corrente ricorrendo all’interruttore generale e alle valvole automatiche 3)Distaccare l’infortunato dal contatto con i conduttori mediante un’asta di legno, una cintura di cuoio, una corda senza toccarlo 4)Disporre l’infortunato in posizione supina e controllare il respiro e il battito cardiaco 5)Slacciare gli abiti e praticare la respirazione artificiale 6)Se si verifica un arresto cardiaco, praticare il massaggio cardiaco esterno (2 insufflazioni ogni 30 massaggi)

7 E FFETTO FISIOLOGICO DELLA CORRENTE ELETTRICA Realizzazione a cura del prof. Francesco Porfido docente di Tecnologia Scuola Secondaria di Primo Grado “Francesco Netti” Santeramo in Colle (BA) PREVENZIONE 1)L’impianto elettrico deve essere eseguito da ditte e/o imprese abilitate 2)Tali imprese,alla fine dei lavori, devono rilasciate obbligatoriamente una certificazione sulla regolare esecuzione dei lavori : dichiarazione di conformità 3)Uso di materiali, componenti elettrici e apparecchiature provviste del marchio IMQ 4)Non toccare mai parti di macchine elettriche durante il loro funzionamento 5)Controllare lo stato di isolamento dei cavi elettrici (asciugacapelli, ferro da stiro, prolunghe, ecc) 6)Controllare periodicamente il funzionamento del differenziale (“salvavita”) mediante il pulsante TEST PREVENZIONE 1)L’impianto elettrico deve essere eseguito da ditte e/o imprese abilitate 2)Tali imprese,alla fine dei lavori, devono rilasciate obbligatoriamente una certificazione sulla regolare esecuzione dei lavori : dichiarazione di conformità 3)Uso di materiali, componenti elettrici e apparecchiature provviste del marchio IMQ 4)Non toccare mai parti di macchine elettriche durante il loro funzionamento 5)Controllare lo stato di isolamento dei cavi elettrici (asciugacapelli, ferro da stiro, prolunghe, ecc) 6)Controllare periodicamente il funzionamento del differenziale (“salvavita”) mediante il pulsante TEST


Scaricare ppt "DISTRIBUZIONE DELL’ENERGIA ELETTRICA Realizzazione a cura del prof. Francesco Porfido docente di Tecnologia Scuola Secondaria di Primo Grado “Francesco."

Presentazioni simili


Annunci Google