La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ORGANIZZAZIONE AZIENDALE E FORMAZIONE CONTINUA C.d.L. in Scienze dell’Educazione degli Adulti e Formazione Continua Adulti e Formazione Continua 16 marzo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ORGANIZZAZIONE AZIENDALE E FORMAZIONE CONTINUA C.d.L. in Scienze dell’Educazione degli Adulti e Formazione Continua Adulti e Formazione Continua 16 marzo."— Transcript della presentazione:

1 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE E FORMAZIONE CONTINUA C.d.L. in Scienze dell’Educazione degli Adulti e Formazione Continua Adulti e Formazione Continua 16 marzo 2015 A.A. 2014/15

2 Strumenti Europei per l’Apprendimento Permanente

3 Stati Membri dell’UE

4 19 Paesi dell’Eurozona Vaticano San Marino AndorraMonaco

5 Il Processo di Bologna 1999 Costruire uno Spazio Europeo per l’Istruzione Superiore (2010); Costruire uno Spazio Europeo per l’Istruzione Superiore (2010); Aumentare occupazione e mobilità; Aumentare occupazione e mobilità; Promuovere la cultura europea nel mondo. Promuovere la cultura europea nel mondo.

6 La Strategia di Lisbona 2000 Dalle conclusioni del vertice del Consiglio Europeo: «Fare dell’Europa l’economia basata sulla Conoscenza più competitiva e più dinamica del mondo, capace di una crescita economica sostenibile, con più lavoro e maggiore coesione sociale»

7 1. Creazione di un quadro unico per la trasparenza delle competenze e delle qualifiche (EQF) 2. Validazione dell’apprendimento formale, non formale e informale 3. Sistema omogeneo di trasferimento dei crediti (ECVET) 4. Quality Assurance come principale metodologia per la garanzia di qualità (EQARF) 5. Necessità di orientamento professionale permanente (LLL) 5 PRIORITA’ PER CONCRETIZZARE LA STRATEGIA DI LISBONA: Il Processo di Bruges – Copenaghen 2002

8 Nuova strategia economica di crescita INTELLIGENTE SOSTENIBILE SOLIDALE OCCUPAZIONE → tasso al 75% per la fascia anni OCCUPAZIONE → tasso al 75% per la fascia anni INNOVAZIONE → investimenti in R&S = 3% PIL INNOVAZIONE → investimenti in R&S = 3% PIL INTEGRAZIONE SOCIALE → - 20 milioni a rischio povertà / emarginazione INTEGRAZIONE SOCIALE → - 20 milioni a rischio povertà / emarginazione CLIMA / ENERGIA → 20% rinnovabili, - 20% gas serra, + 20% efficienza energetica CLIMA / ENERGIA → 20% rinnovabili, - 20% gas serra, + 20% efficienza energetica ISTRUZIONE → abbandono scolastico < 10%, + 40% istruzione universitaria ISTRUZIONE → abbandono scolastico < 10%, + 40% istruzione universitaria OCCUPAZIONE → tasso al 75% per la fascia anni OCCUPAZIONE → tasso al 75% per la fascia anni INNOVAZIONE → investimenti in R&S = 3% PIL INNOVAZIONE → investimenti in R&S = 3% PIL INTEGRAZIONE SOCIALE → - 20 milioni a rischio povertà / emarginazione INTEGRAZIONE SOCIALE → - 20 milioni a rischio povertà / emarginazione CLIMA / ENERGIA → 20% rinnovabili, - 20% gas serra, + 20% efficienza energetica CLIMA / ENERGIA → 20% rinnovabili, - 20% gas serra, + 20% efficienza energetica ISTRUZIONE → abbandono scolastico < 10%, + 40% istruzione universitaria ISTRUZIONE → abbandono scolastico < 10%, + 40% istruzione universitaria Europa 2020

9 2008 → Quadro Europeo delle Qualifiche per l'Apprendimento Permanente – EQF 2009 → Sistema Europeo di Crediti per l'Istruzione e la Formazione Professionale – ECVET 2009 → Quadro Europeo di Riferimento per la Garanzia della Qualità dell'Istruzione e della Formazione Professionale – EQARF 3 Raccomandazioni del Parlamento Europeo e del Consiglio

10 QUALIFICAZIONE - Risultato formale di un processo di valutazione e convalida, acquisito quando l'autorità competente stabilisce che i risultati dell'apprendimento di una persona corrispondono a standard definiti. CERTIFICAZIONE - Rilascio di un certificato, un diploma o un titolo che attesta formalmente che un ente competente ha accertato e convalidato un insieme di risultati dell’apprendimento (conoscenze, know-how, abilità e/o competenze) conseguiti da un individuo rispetto a uno standard prestabilito.Definizioni

11 European Qualification Framework Sistema di riferimento per il riconoscimento delle qualificazioni basato su 8 livelli

12 Presupposti teorici dell’EQF COMPETENZE ABILITA’ RISULTATI DELL’APPRENDIMENTO INFORMALE FORMALE NON- FORMALE CONOSCENZE

13 Progetto Europeo FIRST Financial Services EQF Translator Financial Services EQF Translator DESCRITTORI relativi al settore bancario per facilitare l’applicazione dei livelli EQF 1.Intermediazione Finanziaria 2.Quadro legale di regolamentazione, inclusa l’etica nazionale 3.Conoscenza del mercato finanziario, incluse micro e macro economia 4.Rapporto con la Clientela 5.Orientamento rischi/benefici 6.Imprenditorialità

14 European Credit System for Vocational Education and Training Strumento di accumulazione, capitalizzazione e trasferimento delle unità di apprendimento fra diversi contesti formativi al fine di ottenere una Qualificazione

15 Unità della Qualificazione Insieme di K S C conoscenze, abilità e competenze che costituiscono una parte della Qualificazione. Il numero, il contenuto e le caratteristiche dell’Unità sono definite dall’ Ente competente.

16 Unità della Qualificazione Attribuzione crediti ECVET Attribuiti alla Qualificazione e quindi ripartiti tra le Unità in funzione del valore relativo della singola Unità rispetto all’intera Qualificazione.

17 ECTS – European Credit Transfer and accumulation System Sistema europeo di accumulazione e trasferimento dei crediti incentrato sullo studente e basato sul carico di lavoro richiesto ad uno studente per raggiungere gli obiettivi di un corso di studio – espressi in termini di unità di apprendimento.

18 ECTS – European credit transfer and accumulation system Esprime la quantità di lavoro per ogni unità di corso Esprime la quantità di lavoro per ogni unità di corso È basato su un volume globale di lavoro dello studente È basato su un volume globale di lavoro dello studente

19 ECTS – European credit transfer and accumulation system 60 crediti ECTS = volume di lavoro di 1 anno accademico; 30 crediti ECTS = un semestre 60 crediti ECTS = volume di lavoro di 1 anno accademico; 30 crediti ECTS = un semestre Le Facoltà possono riconoscere i crediti ottenuti tramite attività di stage, lavorativa o altro. Le Facoltà possono riconoscere i crediti ottenuti tramite attività di stage, lavorativa o altro.

20 Grazie per l’attenzione!


Scaricare ppt "ORGANIZZAZIONE AZIENDALE E FORMAZIONE CONTINUA C.d.L. in Scienze dell’Educazione degli Adulti e Formazione Continua Adulti e Formazione Continua 16 marzo."

Presentazioni simili


Annunci Google