La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Mauro Marè Roma, 1-2 aprile 2015 FP, FS e Welfare integrato.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Mauro Marè Roma, 1-2 aprile 2015 FP, FS e Welfare integrato."— Transcript della presentazione:

1 Mauro Marè Roma, 1-2 aprile 2015 FP, FS e Welfare integrato

2  L'importanza del “Welfare integrativo” per lo sviluppo delle politiche di welfare in generale  l'impegno di Mefop sul tema; abbiamo promosso varie iniziative da tempo e lo faremo anche in futuro….  Cosa è il Welfare integrato?  Quali sono i concetti che Mefop intende affrontare per analizzare il tema e contribuire al dibattito  Progetto “Fondi sanitari, Fondi pensione e Welfare integrato” 2 Agenda

3  Non è possibile continuare a ragionare in termini di tasso di sostituzione previdenziale - Allungamento vita lavorativa eleva il rischio di discontinuità lavorativa, data evoluzione negativa mercato del lavoro (età anziane) - Allungamento vita lavorativa aumenta il rischio salute e autosufficienza - I fondi pensione vengono sempre più utilizzati come buffer (forma di cuscinetto) nei periodi di bisogno - Conflitto generazionale forte e crescente  Occorre guardare al sistema più generale delle forme di welfare integrativo (soprattutto ai Fondi pensione e ai Fondi sanitari quali assi portanti del II welfare) per: Evitare rischio di «sovrapposizione» e dispersione delle risorse private Incentivare un “incastro virtuoso” e gli effetti positivi della sinergia I rischi emergenti e il welfare integrato

4 Cosa rappresenta per Mefop il WELFARE INTEGRATO? Un metodo moderno e ormai generalizzato per affrontare la promozione, strutturazione, modernizzazione adeguamento ed evoluzione dei FP e FS e di soluzioni efficaci per il welfare Un metodo che tiene presente il Fondo pensione e il Fondo sanitario come elementi centrali su cui costruire un sistema di “longevità serena / invecchiamento attivo”; Il WELFARE INTEGRATO rappresenta l'insieme degli interventi che a vario titolo possono essere assicurati da tutti gli strumenti privati di welfare e che occorre coordinare nell'ottica: Di una tutela più completa Di un migliore utilizzo delle risorse private 4 “INTEGRARE” NON SIGNIFICA UNIRE

5 Come può contribuire Mefop ? Che fare? Studi, ricerca e approfondimento sui temi peculiari dei Fondi sanitari Attraverso il coinvolgimento del mondo accademico e professionale Attraverso gli stessi canali utilizzati in questi anni a favore del settore dei FP e soprattutto cercando di alimentare il dibattito e il networking tra i diversi operatori e collaborando ad alimentare il dialogo con le Istituzioni Facilitando se possibile la creazione di prassi condivise per indirizzare la regolazione futura ed evitare interventi non in linea con la “eterogeneità” del settore di riferimento

6 Perchè Mefop? 1.Esperienza maturata in questi anni nel delicato accompagnamento del settore della previdenza complementare all’andamento a regime 2. I FS non sono identici ai FP eppure esistono grandi punti di contatto e di overlapping tra i due fenomeni. Anche nel sistema di previdenza complementare: Più “forme” e più “soggetti” / convivenza di “bilateralità” e “mercato” La legislazione ha coinvolto non solo soggetti neo-istituiti ma ha toccato realtà già strutturate (cfr. caso FP preesistenti) In questo percorso il ruolo di Mefop è stato quello di creare il dialogo e alimentare il SISTEMA, spingendo alla loro affermazione, nel rispetto delle esperienze e dei tempi (gradualità dell'adeguamento)

7 Le ragioni di un approccio congiunto I due fenomeni sottendono problematiche molto diverse, non immaginabile una semplice ed immediata sovrapposizione delle regole di un sistema sull'altro; ma vi sono molte sinergie su cui lavorare: 1.Economie di scala, efficienza, risparmio di costi dalla messa in comune delle risorse 2.Ma anche importanza di pluralità di storie, origini, approcci 3.Le fonti istitutive per le forme contrattuali 4.Le forme di governance; il ruolo e le responsabilità del FS 5.Le regole di trasparenza; la selezione degli outsourcer... 6.Alcune prestazioni (LTC e accessorie) 7.La promozione

8 Inoltre 1. Valorizzare il percorso fatto sui FP può aiutare ad EVITARE ERRORI o scelte inefficienti 2. Una valutazione in chiave coordinata dei due strumenti può essere utile a tutto il sistema e più in generale al 3 LANCIO DI UNA NUOVA IMPORTANTE CAMPAGNA per lo sviluppo di un “pacchetto welfare” che contenga sia previdenza che assistenza sanitaria

9 Quali servizi per i FS? Mefop 1.Studia e promuove dibattiti a più livelli 2.Formazione a più livelli 3.Informa e divulga (rassegna stampa dedicata ai temi dei FS e del Welfare integrato; sezione del sito e blog di discussione; creazione di strumenti divulgativi che tengono presenti sia FP che FS) 4.Mette a disposizione la sua struttura (risposte a quesiti legali; fiscali e di altra natura; assessment di comunicazione...) 5.Pubblica nelle proprie collane editoriali 6.Organizza TAVOLI TECNICI TRA GLI OPERATORI e dialoga con le Istituzioni

10 Focus: quali tavoli per i FS? 1.Regime fiscale e collegati problemi civilistici dell'attuale quadro di riferimento 2.Tipologia di prestazioni e criteri di calcolo (lo spazio per la prevenzione; come calcolare il 20%) 3.Equilibrio tecnico attuariale e sostenibilità dei rischi assicurativi (Bilancio tecnico; accesso alla riassicurazione o a polizze di tipo “excess loss” e “stop loss”) 4. Le attività in outsourcing e le politiche di convenzionamento (... e di seguito tutti quelli che gli operatori riterranno importanti) a partire dal prossimo luglio.

11 Conclusioni 1.Demografia e sviluppi mercato del lavoro, crisi economica e costi del welfare crescenti ci impongono un approccio integrato 2.Vantaggi da approccio unico (guadagni di efficienza, economie di scala… 3.Ma anche costi: perdita differenziazione e tradizioni, autonomia parti sociali, ecc.


Scaricare ppt "Mauro Marè Roma, 1-2 aprile 2015 FP, FS e Welfare integrato."

Presentazioni simili


Annunci Google