La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il commercio equo e solidale Senigallia 28 Febbraio 2015 https://www.youtube.com/watch?v=si97znA2fC8.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il commercio equo e solidale Senigallia 28 Febbraio 2015 https://www.youtube.com/watch?v=si97znA2fC8."— Transcript della presentazione:

1

2 Il commercio equo e solidale Senigallia 28 Febbraio 2015 https://www.youtube.com/watch?v=si97znA2fC8

3 L’economia a servizio dell’uomo, non l’uomo a servizio dell’economia

4 Economia: razionale gestione delle risorse disponibili

5 Equità: distribuzione equilibrata dei profitti tra i vari attori del sistema economico Produttore distributore utilizzatore

6 AGROBUSINESS La maggior parte dei prodotti alimentari che troviamo nei negozi viene distribuita da pochissime multinazionali

7 Le multinazionali sono società per azioni che appartengono ad una miriade di soci anonimi, sono quotate in borsa e le azioni valgono in base all’utile che viene distribuito quindi la classe dirigente si sente autorizzata ad ottimizzare i profitti, senza curarsi delle conseguenze sul pianeta e sulla popolazione

8 Ottimizzazione dei profitti AUMENTO DEI RICAVI AUMENTO PREZZI DI VENDITA AUMENTO QUANTITA’ VENDUTE CONCORRENZA RIDUZIONE DEI COSTI SCARSA QUALITA’ DEI PRODOTTI SFRUTTAMENTO DELLE RISORSE UMANE SFRUTTAMENTO DELLE RISORSE AMBIENTALI

9 Riduzione dei costi Sfruttamento ambientale: Colture intensive, impoverimento del suolo, disboscamento… Utilizzo di fertilizzanti chimici Utilizzo di pesticidi Ostacoli: Leggi per la tutela dell’ambiente e della qualità dei prodotti alimentari

10 Riduzione dei costi Sfruttamento delle risorse umane: Salari bassissimi Orari di lavoro estenuanti Mancanza di tutela della salute dei lavoratori Mancato rispetto dei diritti umani (in particolare art. 23, 24 e 25 della dichiarazione universale dei diritti umani) Ostacoli: Leggi che regolamentano il lavoro e CCNL

11 NEOCOLONIALISMO Il Sud del Mondo è per il Nord una riserva di mandopera a basso costo I paesi industrializzati costringono i paesi poveri a commerciare con loro solo a determinate condizioni: bassi salari basse tasse diminuzione prezzi materie prime e manufatti

12 RISULTATO Immissione nel mercato di prodotti a prezzi mediamente bassi (non sempre) e (quasi sempre) di scarsa qualità

13 ISS FAIR TRADERS Il commercio equo e solidale

14 Nato come lotta contro l’impoverimento non basata sull’assistenzialismo. Persegue 4 obiettivi Tutela dei produttori Promozione dell’auto sviluppo Garanzia di qualità dei prodotti Diffusione di una cultura che promuove un stile di vita sobrio, un sistema economico sostenibile, la conoscenza tra i popoli e la solidarietà

15 Tutela dei produttori Prezzo equo e trasparente Contratti pluriennali Prefinanziamenti

16 Prezzo equo per il produttore Reali costi di produzione Margine di guadagno che consenta una vita dignitosa al produttore e alla propria famiglia

17 Prezzo equo per l’utilizzatore Esclusione di passaggi intermedi inutili Importazione tramite organizzazioni no profit e cooperative sociali Trasformazione delle materie prime e/o confezionamento tramite cooperative sociali e piccole imprese italiane che sappiano garantire la qualità dei prodotti

18 Promozione dell’autosviluppo Rapporti economici instaurati con associazioni e/o cooperative organizzate in maniera democratica Affiancamento di progetti di cooperazione allo sviluppo Microcredito

19 Rispetto dell’ambiente Piccole produzioni Promozione dell’agricoltura biologica

20 Garanzia di qualità Se il prodotto non possiede i requisiti richiesti, il progetto di commercio equo e solidale si interrompe

21 Diffusione di una cultura che promuove un stile di vita sobrio, un sistema economico sostenibile, la conoscenza tra i popoli e la solidarietà L’ingiustizia in campo economico genera la povertà La povertà genera l’ignoranza e il pregiudizio e si presta a strumentalizzazioni politiche e mediatiche

22 inoltre Le persone in stato di povertà sono disposte a lavorare tanto per bassissimi salari favorendo l’esodo di grandi e piccole imprese “occidentali”… …e la povertà dilaga a tutte le latitudini

23 La struttura del commercio equo e solidale Informazione e prodotti Progetti di autosviluppo, formazione, accesso al mercato, innovazione. Supporto organizzativo, prodotti, formazione Presa di coscienza, reciprocità Importatore

24 Elabora la carta dei criteri Effettua controlli tramite questionari e visite ispettive agli iscritti

25 In Bottega si possono trovare tutti prodotti “coloniali” (tè, caffè, zucchero di canna, banane, cacao,…) e varietà alimentari di tutto il mondo (riso, legumi, quinoa, tisane e infusi, cous cous, …) Cosmesi naturale, detersivi ecologici alla spina, editoria e articoli di artigianato

26


Scaricare ppt "Il commercio equo e solidale Senigallia 28 Febbraio 2015 https://www.youtube.com/watch?v=si97znA2fC8."

Presentazioni simili


Annunci Google