La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SEMINARIO WEB PROMOTION: I MOTORI DI RICERCA Letizia Catarini.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SEMINARIO WEB PROMOTION: I MOTORI DI RICERCA Letizia Catarini."— Transcript della presentazione:

1 SEMINARIO WEB PROMOTION: I MOTORI DI RICERCA Letizia Catarini

2 I più importanti motori di ricerca Elenco di siti web con catalogazione per segnalazione:: yahoo, virgilio Utilizzo di spider che scandagliano il web catalogando tra questi: Lycos, Excite e HotBot e Google LycosExcite HotBotGoogleLycosExcite HotBotGoogle Mappa dei motori Mappa dei motori

3 Mappa dei motori e delle directory (e di alcuni portali) - Febbraio 2005 Google: risultati generati con la matematica Tipologia: search engine Spider: proprietario Directory: Open Directory Pagine: 5 miliardi Tempi registrazione: <30gg Pay per inclusion: no Pay per Click: si Minimo 0.05$ per click e 5$ per aprire un account.Note: Il posizionamento tiene conto anche della popolarità dei siti Google è una delle aziende con la tecnologia di ricerca più interessante. Sviluppato all'università di Stanford da Sergey Brin e Larry Page, due giovani di 26 anni laureati in scienze informatiche, ha debuttato on-line a fine settembre 1999 dopo oltre un anno di test. La caratteristica di Google, è quella di selezionare i risultati di ricerca valutando l'importanza di ogni pagina web con metodi matematici, in base ad un controllo di oltre 500 milioni di variabili e di 2 miliardi di termini. Questa tecnologia, chiamata PageRank ed attualmente in fase di brevetto, controlla non solo il contenuto della pagina web, ma verifica anche altri eventuali siti che hanno un link verso la pagina: in base alla quantità ed al tipo di link, la pagina riceve una valutazione più o meno alta.

4 Mappa dei motori e delle directory (e di alcuni portali) - Febbraio 2005 Google: risultati generati con la matematica Altre caratteristiche di Google sono la sua velocità di esecuzione, con un tempo medio dichiarato per ogni ricerca di 0,29 secondi, e la grandezza del suo archivio che ha oltre 1 miliardo di pagine censite a cui vengono aggiunte 1,5 milioni di nuove pagine al giorno. La convinzione di fornire risultati rilevanti, è confermata dal bottone “I'm feeling lucky” (“mi sento fortunato”), attraverso il quale l'utente può essere direttamente portato sul primo sito che Google avrebbe indicato a fronte dei termini richiesti. Oltre a fornire la tecnologia di ricerca ad altre aziende (Virgilio e Libero/Arianna, ad esempio), Google offre servizi per la ricerca interna a grandi siti e dall'estate del 2001 anche a tutti gli utenti tramite una semplice form on-line. Ponendosi sul mercato come società di servizi, Google ha mantenuto molto spartano il suo sito, che si contraddistingue anche per la totale assenza di pubblicità. L'unica eccezione riguarda alcune inserzioni di brevi testi promozionali, comunque inerenti le ricerche effettuate dai visitatori.

5 Yahoo!: il Re dei motori di ricerca Ver.italiana: Tipologia: directory + motore Spider: Yahoo (slurp) Directory: proprietaria Pagine: 2,2 milioni Tempi registrazione: 20-30gg Pay per review: no - GUIDA ALL'INSERIMENTOOltre ad essere da sempre una delle risorse on- line più utilizzate per le ricerche, Yahoo! è attualmente uno dei siti web più frequentati in assoluto: escludendo le molte versione locali, Yahoo.com viene visitato da 60 milioni di utenti al mese (aprile 2001). Prima di analizzare i motivi di questo successo, val la pena ripercorrere la sua pur breve storia, per poi capire le attuali dimensioni di questo "fenomeno Yahoo!". L'idea nacque a due studenti dell'università di Stanford, Jerry Yang e David Filo, che verso la fine del 1993 decisero di impegnarsi nel catalogare efficacemente la loro lista di bookmarks, ossia i riferimenti dei siti Internet ritenuti più interessanti, che racchiudeva circa 200 siti. Così svilupparono quello che possiamo definire il prototipo di Yahoo!, ossia una lista di link suddivisa per categorie con la descrizione di ogni sito Web e la chiamarono "Jerry's Guide". Quando misero on-line questo archivio, furono sommersi di richieste di catalogazione di siti, così decisero di tentare di catalogare l'intero Web, al ritmo di pagine al giorno. ALL'INSERIMENTO

6 Yahoo!: il Re dei motori di ricerca Quando una categoria diventava troppo grande, creavano delle sottocategorie. La tentazione di utilizzare dei programmi che catalogassero in modo automatico i siti fu molto forte, ma continuarono a svolgere questo lavoro manualmente; questa scelta, che tuttora prevale, è stata probabilmente determinante per il successo di Yahoo! ed ha permesso di sviluppare un archivio completo e ben strutturato.

7 Come si realizza una campagna di posizionamento

8 Ricerca per le parole Comunicazione Multimediale p?d=541 p?d=541http://www.natamigoni.com/ ul.htm ul.htm


Scaricare ppt "SEMINARIO WEB PROMOTION: I MOTORI DI RICERCA Letizia Catarini."

Presentazioni simili


Annunci Google